Questo sito utilizza cookie tecnici e di terze parti. Continuando la navigazione, scrollando la pagina o cliccando su qualsiasi link ne accetti l'uso. Leggi informativa

Eventi e News

  • agosto 2016
    Autunno caldo di convegni >>
  • maggio 2016
    SANMARCO FORNISCE I MATTONI PER IL PADIGLIONE TEDESCO ALLA 15°BIENNALE DI VENEZIA ”MAKING HEIMAT. Germany, Arrival Country” >>
  • maggio 2016
    Un viaggio “alle origini del laterizio romano” presso lo stabilimento SanMarco di Noale >>
  • aprile 2016
    TERREAL partecipa alla 28ma Giornata Mondiale per la Salute e la Sicurezza sul Lavoro >>
  • aprile 2016
    Arch and Art, l’opera collettiva ai giardini della Triennale esalta il laterizio >>
  • aprile 2016
    Parte da Firenze il ciclo di convegni The Plan: SanMarco aderisce come partner tecnico e sponsor >>
  • aprile 2016
    Al via la XXI Esposizione internazionale della Triennale di Milano >>
  • marzo 2016
    IN ANTEPRIMA ASSOLUTA: Il “laterizio” alla TriennaleXX1 Milano >>
  • marzo 2016
    SanMarco sostiene istruzione e cultura universitaria >>
  • marzo 2016
    SANMARCO, SPONSOR TECNICO DI TRIENNALE XXI >>
  • marzo 2016
    Con THE PLAN si inaugura il Calendario Convegni SanMarco 2016 >>
  • marzo 2016
    Progettare & Costruire consapevole: Salubrità e vantaggi del faccia a vista in laterizio >>
  • 1 | 2 | 3 | 4 | 5 | 6 | 7 | 8 | 9 | 10 | >
agosto 2016

Autunno caldo di convegni


Riprende dopo la pausa estiva la stagione dei convegni sponsorizzati da SanMarco. In particolare due città, Rimini e Roma costituiscono le location di due format impegnati tra attenzione alle performance dei materiali sul tema del risparmio energetico e punto della situazione sui linguaggi contemporanei dell’architettura.

Il 20 e 21 settembre a Rimini avrà luogo il FutureBuild Meeting 2016: politiche di riqualificazione delle infrastrutture urbane e spazi pubblici e densità del costruito al fine di limitare la dispersione urbana, riuso temporaneo degli edifici per incentivare un recupero duraturo, retrofit energetico del patrimonio esistente lavorando sul sistema involucro-impianto, saranno le principali strategie di azione. Durante il convegno l’architetto Franco Favaro, del settore tecnico SanMarco, presenterà il sistema Thermoreal®SM dal punto di vista tecnico, tecnologico e prestazionale, facendo emergere come il Sistema sia in grado di coniugare tecnologie e soluzioni innovative che si distinguono per elevate caratteristiche di risparmio energetico, con la descrizione di un caso applicativo. Con Thermoreal®SM SanMarco si conferma al vertice dell’innovazione nell’edilizia sostenibile in laterizio, vincendo quest’anno il premio “Klimahouse Trend” nella categoria dedicata ai Sistemi isolanti. Nato dall’impegno continuo nella ricerca di soluzioni adatte ad edifici che vogliono certificare un basso consumo di energia ed una alta qualità estetica e prestazionale Thermoreal®SM è un innovativo sistema a cappotto per l’isolamento termico degli edifici costituito da pannelli prefabbricati mediante l’assemblaggio di schiuma poliuretanica, quarzite e listelli di laterizio faccia a vista “a pasta molle” SanMarco.

Sarà invece Roma la location della ottava tappa del tour The Plan, un programma di conferenze caratterizzato da interventi altamente qualificati grazie alla presenza di archistar del panorama italiano, aziende partner di qualità e un pubblico selezionato di professionisti del settore. Il tema del convegno è: Fare sistema in architettura: creatività, tecnologia e innovazione per un approccio sostenibile al progetto. Si affrontano quindi le opportunità di integrazione tra progettazione architettonica e il rapporto con le imprese e l’industria per una architettura di qualità. Il programma, che ha il patrocinio dell’Ordine degli Architetti di Roma e Provincia, e per il quale sono previsti 4 crediti formativi (CFP), è caratterizzato, dopo il saluto del Presidente dell.Ordine, arch. Alessandro Ridolfi, da interventi “ex cathedra” di Mario Cucinella , MCA Architects, Enrico di Munno PoPlab e Francesco Pagliari, The Plan. In particolare SanMarco sarà presente con un desk dove lo staff tecnico incontrerà i architetti e progettisti omaggiandoli con una pubblicazione di architettura.

I due convegni saranno l’occasione per SanMarco di avvicinare un nuovo target di progettisti della new generation dando contezza della sua capacità e flessibilità produttiva nella direzione di una risposta alle nuove richieste di performance che le normative in tema energetico richiedono e al tempo stesso della sua adeguatezza nel ricercare e sperimentare soluzioni in linea con le richieste provenienti dal mondo della progettazione architettonica.

     

maggio 2016

SANMARCO FORNISCE I MATTONI PER IL PADIGLIONE TEDESCO ALLA 15°BIENNALE DI VENEZIA ”MAKING HEIMAT. Germany, Arrival Country”



28 maggio- 27 novembre 2016- Padiglione Tedesco
15a Mostra internazionale di Architettura - La Biennale di Venezia

E’ Il Deutsches Architekturmuseum (DAM) a curare la mostra “Making Heimat. Germany, Arrival Country” al padiglione tedesco, alla 15 ° Mostra Internazionale di Architettura 2016 - La Biennale di Venezia. Il team comprende Peter Cachola Schmal, Commissario Generale e direttore del DAM, il curatore del DAM, Oliver Elser e il coordinatore di progetto, Anna Scheuermann. SanMarco-Terreal Italia da sempre impegnata anche nel sostegno alla cultura,è stata coinvolta per la fornitura dei materiali laterizi impiegati nell’allestimento.


La mostra Making Heimat. Germany, Arrival Country vuole essere una risposta al fatto che oltre un milione di rifugiati sono arrivati in Germania durante tutto il 2015. Le previsioni per il 2016 sono simili. Il bisogno di alloggi è urgente, ma altrettanto urgente è la necessità di nuove idee e approcci finalizzati all'integrazione. La mostra pertanto è composta da tre parti: la prima parte riguarda l’emergenza fisica dei profughi - le soluzioni reali che sono state costruite per far fronte alla necessità acuta. La seconda parte mira a definire le condizioni che devono essere presenti in una Arrival City, al fine di trasformare i rifugiati in immigrati. La terza parte della mostra è il concept della progettazione dello spazio del padiglione tedesco, che rappresenta una dichiarazione sulla situazione politica contemporanea. Something Fantastic ha progettato e curato la realizzazione della presentazione architettonica e del design grafico.

Nei muri perimetrali del padiglione sono state effettuate delle aperture, brecce tra i mattoni della struttura originaria a simboleggiare l’apertura della Germania verso i temi dell’immigrazione e contemporaneamente per rappresentare la dimensione di un flusso migratorio dalle proporzioni epocali.



SanMarco ha fornito nuovi mattoni organizzati in pallet con termoretraibile trasparente al fine di lasciare a vista il contenuto. Questi laterizi, disposti in modo compatto con altezze diverse a realizzare sedute, tavoli di studio oppure basi per l’appoggio della documentazione esposta, simboleggiano anche idealmente i materiali da cui partire per una necessaria ridefinizione architettonica ed urbana della Arrival City.

Una volta terminata la mostra i mattoni scelti in fornace direttamente dai curatori dell’esposizione con caratteristiche analoghe all’esistente per tipologia produttiva, dimensioni e caratteristiche dell’argilla, saranno utilizzati nel ripristino delle partiture murarie aperte per l’allestimento.

maggio 2016

Un viaggio “alle origini del laterizio romano” presso lo stabilimento SanMarco di Noale

SanMarco Terreal ha ospitato presso il suo Museo delle Forme dello stabilimento di Noale (VE) i 50 architetti conservatori impegnati nel II Workshop internazionale dal titolo:” Alle origini del laterizio romano. Nascita e diffusione del mattone cotto nel Mediterraneo tra II° e I° sec. A.C.”, che si è svolto dal 26 al 28 aprile a Padova. La conclusione dei lavori del Convegno infatti si è svolta nello stabilimento di Noale con una visita allo storico Museo delle Forme dove sono conservati pezzi originali in laterizio di epoche passate, che sono stati analizzati e riprodotti nei nostri laboratori di ricerca per interventi di anastilosi o sostituzione in collaborazione con le Sovrintendenze per i Beni Artistici o Archeologici. Tra i più conosciuti: i tozzetti della pavimentazione del 3° anello dell’Anfiteatro Flavio, o i coppi del Museo di Capodimonte, o i mattoni utilizzati per i Mercati di Traiano, per le Tabernae di via Biberatica, per Porta Padova e per il completamento della cinta muraria di Cittadella (PD), per le Terme di Caracalla, per il Convento di Nerviano (MI), il campanile della Basilica Superiore S. Francesco (Assisi), il recupero dell’Acquedotto Neroniano (Roma), … .

 

Il convegno internazionale, coordinato dal Prof. Arch. Jacopo Bonetto, del Dipartimento dei Beni Culturali dell’Università degli Studi di Padova, e promosso dall’Università degli Studi di Padova, la Sovrintendenza ai beni Culturali di Roma Capitale, l’École française de Roma, l’Istituto Archeologico Germanico di Roma, l’Institut de Recherche sur l’Architecture Antique (CNRS) e l’Università di Ferrara costituisce il secondo appuntamento dedicato allo studio dei laterizi nell’Italia e nel Mediterraneo antichi. Questo evento segue quello di Roma del novembre 2014, dedicato all’uso del laterizio nei grandi cantieri di età imperiale, e intende porre al centro del dibattito i tempi, i luoghi e le dinamiche produttive che portarono all’introduzione e alla diffusione del mattone cotto nel mondo antico.

Commenta il prof. Jacopo Bonetto “La visita alla Fornace SanMarco è stata uno dei momenti più significativi del Convegno internazionale dedicato alle Origini del Laterizio nel Mediterraneo greco e romano in quanto ha permesso ai partecipanti di conoscere una serie indispensabile di nozioni relative alla produzione del materiale usato nell’edilizia antica. In particolare la disponibilità degli operatori e dei responsabili dell’impianto di Noale ci hanno consentito di capire le dinamiche fisico-meccaniche fondamentali del ciclo della produzione del mattone così da addivenire in futuro a migliori forme di comprensione delle produzioni antiche di questo materiale. Ci attendiamo per il futuro una collaborazione sempre più stretta per esperimenti di archeologia sperimentale e per diagnosi fisico-meccaniche sulle proprietà del materiale antico che potremo mettere a disposizione del Laboratorio

L’architetto Franco Favaro, che insieme con l’equipe tecnica di SanMarco Terreal Italia ha accompagnato i ricercatori in visita, esprime particolare soddisfazione per un evento che riconferma SanMarco come azienda di riferimento non solo per la produzione di sistemi e soluzioni in laterizio, ma come partner privilegiato di architetti, progettisti e ricercatori per il sostegno alla cultura di un materiale che ha origine nell’antichità, ma che continua a incontrare ragioni di persistenza nelle tecniche costruttive contemporanee e nel linguaggio architettonico delle nuove generazioni di architetti:“… è sempre un piacere potersi confrontare e collaborare con progettisti e operatori del panorama architettonico ed edilizio storico, per sondare applicazioni, utilizzi e performance del laterizio, che ne giustifichino ancor oggi le sue ragioni di continuità col passato e lo slancio verso il futuro per un’architettura durevole e sostenibile.”

 

aprile 2016

TERREAL partecipa alla 28ma Giornata Mondiale per la Salute e la Sicurezza sul Lavoro

Terreal promuove la Giornata Mondiale della Salute e Sicurezza sul Lavoro (28 aprile 2016) con due iniziative parallele: diffondere in tutte le sue sedi una locandina che sensibilizzi i lavoratori sul tema della Sicurezza e, parallelamente, la presentazione di una Mascotte (per la quale è aperto un concorso di idee per l’individuazione del nome) che veicolerà in maniera efficace la comunicazione di informazioni e azioni inerenti a queste tematiche. In questo modo prosegue l’impegno di tutto il Gruppo per eliminare il rischio di infortuni e di malattie professionali, identificando e trattando con la massima determinazione le fonti di pericolo, a partire da quelle maggiori.

Il nostro impegno è fondato su due valori forti: da una parte la consapevolezza che nulla è più importante della salute umana e dall’altra che le donne e gli uomini che lavorano in Terreal sono la ricchezza del Gruppo. Per questi motivi è un dovere condiviso fare il possibile per preservare la salute e la sicurezza dei colleghi.

Visualizza la locandina.

aprile 2016

Arch and Art, l’opera collettiva ai giardini della Triennale esalta il laterizio

Nei giardini della Triennale di Milano, cinque installazioni per rimettere a dialogo l’arte contemporanea e l’architettura. Nella creazione di David Chipperfield viene utilizzato un mattone speciale prodotto da SanMarco da un’idea dello stesso architetto.

Dal 1 aprile fino a al 12 settembre 2016 i giardini della Triennale di Milano ospitano una mostra che ha come protagonisti dieci maestri dell’architettura e dell’arte contemporanea. Arch and art, ideato da Assolombarda Confidustria Milano Monza e Brianza, realizzato da Domus e prodotto in collaborazione con la Triennale, si concretizza nell’opera collettiva (composta di cinque installazioni) di dieci coppie di maestri: David Chipperfield e Michelangelo Pistoletto, Michele De Lucchi ed Enzo Cucchi, Hans Kollhoff e Mimmo Paladino, Eduardo Souto de Moura e Jannis Kounellis, Francesco Venezia ed Ettore Spalletti.

Il progetto testimonia il legame trasversale che unisce reciprocamente l’opera architettonica all’opera d’arte. Due discipline che, pur avendo realizzato fianco a fianco, i luoghi e gli spazi di vita degli uomini, nel recente passato si sono sempre più allontanate tra loro. In questo scenario Arch and Art nasce proprio con l’obiettivo di ricongiungere appunto architettura e arte

E dal nostro punto di vista questo spunto si arricchisce di un terzo elemento, che è l’elemento sintattico condiviso da due delle installazioni, a cui abbiamo partecipato con la fornitura: il rivestimento in mattone tradizionale”- afferma Davide Desiderio, Corporate Image & Communication Manager di SanMarco.

È il caso dei manufatto progettato da David Chipperfield, una “casetta” che ne contiene un’altra, quella di Michelangelo Pistoletto. Raccontano le due facce di un’unica idea, due cose che si completano a vicenda.

Dal punto di vista costruttivo, i rivestimenti sono realizzati in mattone facciavista a pasta molle prodotto da SanMarco partendo dalla collaborazione con l’architetto Chipperfield che utilizza lo stesso mattone anche in un’altra architettura, l’ampliamento del Cimitero di San Michele a Venezia. Il particolare mattone, che ha il nome di “Incoerente”, è tagliato sulla faccia a vista per mostrare la presenza di inserti di altri materiali lapidei nell’impasto. Questa caratteristica produttiva dà vita a una superficie vibrante e originale. Inoltre le inclusioni lapidee punteggiano una campitura di fondo - costituita dalla argilla rossa “messa a nudo”- e resa omogena dalla malta colorata sugli stessi toni dell’argilla.”

  

Un progetto di Assolombarda Confindustria Milano Monza e Brianza

Realizzato da Domus

A cura di Nicola Di Battista

Progetto di allestimento Centro Studi Domus con Marco Diana

Graphic Design Giuseppe Basile

Ingegneria di progetto Milan Ingegneria Impresa costruttrice Botta SpA

Pavilion Chipperfield
Artista: Michelangelo Pistoletto

Architetto: David Chipperfield
Design team: David Chipperfield Architects, Milan, Italy
Mattoni utilizzati: SanMarco Terreal

Immagini: archivio SanMarco - archivio Candela Costruzioni




aprile 2016

Parte da Firenze il ciclo di convegni The Plan: SanMarco aderisce come partner tecnico e sponsor


Giovedì 21 aprile si svolgerà a Firenze, presso l’Auditorium della Palazzo Affari di Fiera Firenze la seconda tappa del ciclo di Convegni organizzato dalla rivista The Plan, una delle testate di architettura più lette nel panorama italiano (www.theplan.it ).
Il tema del Ciclo di Conferenze Formative sarà: Fare sistema in architettura: creatività, tecnologia e innovazione per un approccio sostenibile al progetto.

Il convegno, che avrà il patrocinio degli Ordini Provinciali degli architetti e degli Ingegneri e per il quale sono previsti 4 crediti formativi (CFP), sarà caratterizzato da interventi “ex cathedra” di star architect come Filippo Pagliani di Park Associati, Enrico di Munno di PoPlab e Francesco Pagliani di The Plan.

SanMarco sarà presente, oltre che con una relazione dell’architetto Davide Desiderio dal titolo:” Lightness Vs Gravity: l’aporia del mattone nell’architettura”, anche con un desk per incontrare i tecnici.


Scarica la locandina dell'evento.

aprile 2016

Al via la XXI Esposizione internazionale della Triennale di Milano


6 aprile 2016. Dopo vent'anni torna a Milano la Esposizione Internazionale della Triennale: un evento dedicato alla riflessione sul Design after Design che, per la prima volta, sarà diffusa su tutto il territorio cittadino, con 19 sedi, 11 mostre direttamente curate dal comitato scientifico e 16 da delegazioni internazionali, 40 partecipazioni estere e una riflessione a tutto campo sull'idea stessa di progetto. Una sfida iniziata venerdi sera dal Teatro dell'Arte, con l'inaugurazione ufficiale, seguita da una cena inaugurale presso l’hangar Bicocca nella sala dedicata alle istallazioni di Anselm Kiefer. Alla cerimonia in un Palazzo dell’Arte gremito di gente, oltre al presidente della Triennale Claudio De Albertis, sono intervenuti il ministro dei Beni Culturali Dario Franceschini, che ha affermato:” Milano è il motore d’Italia e la cultura è il motore di Milano”, il presidente del Bie Vicente Loscertales, il sindaco Giuliano Pisapia, il presidente della Regione Roberto Maroni, quello della Camera di Commercio Carlo Sangalli e l'arcivescovo di Milano Angelo Scola. "Design after Design" il titolo scelto per manifestazione che andrà avanti fino al 12 settembre con mostre, eventi, happening diffusi in tutto il territorio cittadino, oltre al Palazzo dell’Arte, storica sede progettata da Giovanni Muzio.

SanMarco, in qualità di partner tecnico di questa edizione della Triennale prende parte agli eventi e promuove l’istallazione dell’architetto Wang Shu, presso l’Hangar Bicocca, nell’ambito della mostra :” Architecture as Art”. 













marzo 2016

IN ANTEPRIMA ASSOLUTA: Il “laterizio” alla TriennaleXX1 Milano

31/03/2016. Sarà inaugurato domani e aperto al pubblico da sabato: Il “laterizio” alla TriennaleXX1 Milano, presso l’Hangar Bicocca in via Chiese 2 a Milano, che durerà fino al 12 settembre.
La mostra “Architecture as Art” ideata e diretta da Pierluigi Nicolin, curata da Nina Bassoli e allestita da Sonia Calzoni con Patrizia Rossi prevede, tra le altre, una installazione dell’architetto Wang Shu (premio Pritzker di architettura 2012) con i mattoni in “cotto” SanMarco per la realizzazione di quinte murarie caratterizzate da originali vibrazioni e commistioni.
L’obiettivo della mostra è di indurre i visitatori a guardare l’architettura con uno sguardo diverso, confidando sull’effetto persuasivo del supporto museografico-espositivo non dedicato all’architettura come è Hangar Bicocca. Il visitatore, cioè, invece di trovare i classici “surrogati” dell’architettura reale come disegni, foto, plastici e bozzetti, si trova al cospetto di campioni di architettura “al vero”, indotto e agevolato a scoprire la loro artisticità peculiare, “Architecture as Art”, appunto.
Wang Shu - con la collaborazione nell’allestimento dello studio Calzoni di Milano - ha progettato una installazione in mattoni faccia a vista SanMarco (linea Terrae, colore Rosso), una serie di quinte murarie caratterizzate da texture, nelle quali riprende il suo modo originale di mescolare senza soluzione di continuità il contemporaneo con il culturale, l’innovazione con la tradizione, materiali nuovi con altri recuperati, il tutto con una qualità espressiva basata sulle proporzioni e sulle tecniche costruttive tradizionali.
Wang Shu, architetto cinese, attualmente preside della Scuola di architettura della China Academy of Art, unico cinese a vincere nel 2012 il Premio di architettura Pritzker, afferma:”Solo le persone che capiscono la natura dei materiali possono fare dell’arte usando i materiali”.
I mattoni in laterizio scelti tra la gamma Sistemi e Soluzioni SanMarco sono prodotti con tecnica tradizionale a pasta molle in apposite casseforme e realizzati con l’utilizzo di argille naturali prive di additivi. Inoltre una esclusiva lavorazione conferisce alla superficie dei mattoni una particolare rugosità che dona movimento e vibrazione alla texture. La colorazione rossa è attenuta con la miscelazione di argille provenienti da cave di proprietà SanMarco senza aggiunta di pigmenti o coloranti.

marzo 2016

SanMarco sostiene istruzione e cultura universitaria

Il continuo dialogo e confronto con le istituzioni e i luoghi della cultura è sicuramente un punto fondamentale nella mission aziendale. Per questi motivi SanMarco continua da anni il sostegno alle attività didattiche di importanti atenei di architettura italiani, non solo attraverso sponsorizzazioni, ma anche fornendo contenuti tecnici e scientifici, avviando sperimentazioni e sostenendo la ricerca e le collaborazioni alla didattica in aula.

È il caso del Politecnico di Milano, nella sezione distaccata del Polo territoriale di Piacenza, che attraverso l'iniziativa del Prof. Roberto Bolici, docente di Fondamenti di Tecnologia dell'architettura, ha organizzato un seminario sui materiali da costruzione dal titolo: "Progettare con il laterizio". L'architetto Davide Desiderio - Image & communication manager di SanMarco-Terreal Italia- illustrerà gli aspetti produttivi, prestazionali ed applicativi di questo elemento che continua ad essere protagonista tra i materiali da costruzione. Saranno oggetto di confronto con gli studenti, i docenti e i professionisti invitati dall'Ordine degli Architetti, le ragioni di persistenza e modernità di un materiale tradizionale, ma che incontra oggi nuovi risvolti applicativi e originali aspetti formali in linea con il linguaggio architettonico contemporaneo.

Il seminario didattico avrà luogo il 6 aprile dalle ore 10.00 presso l'Aula D del Polo Territoriale di Piacenza, via Scalabrini, 76.

Visualizza la locandina dell'evento.

marzo 2016

SANMARCO, SPONSOR TECNICO DI TRIENNALE XXI


SanMarco, sponsor tecnico di Triennale XXI, fornisce i mattoni per l’allestimento dell’architetto Wang Shu all’Hangar Bicocca.

Tra le iniziative promosse da Triennale XXI si inaugura il 2 aprile all’Hangar Bicocca la mostra “Architecture as Art” ideata e diretta da Pierluigi Nicolin, curata da Nina Bassoli e allestita da Sonia Calzoni con Patrizia Rossi.
Tra gli architetti invitati, Wang Shu, Amateur Architecture Studio, pensa ad una installazione in mattoni faccia a vista e chiede la collaborazione di SanMarco.
L’idea della mostra è di mettere in atto un dispositivo spaziale adatto a indurre i visitatori a guardare l’architettura con uno sguardo diverso, confidando sull’effetto persuasivo del supporto di una funzione museografico-espositiva non dedicata all’architettura come Hangar Bicocca. Il visitatore, al posto di trovare i classici “surrogati” dell’architettura reale come disegni, foto, plastici e bozzetti, si trova al cospetto di campioni di architettura “al vero”, indotto e agevolato a scoprire la loro artisticità peculiare, “Architecture as Art”, appunto.
Wang Shu in collaborazione con lo studio Calzoni di Milano ha progettato una installazione in mattoni faccia a vista SanMarco (linea Terrae, colore Rosso), una serie di quinte murarie caratterizzate da texture nelle quali riprende il suo modo originale di mescolare senza soluzione di continuità il contemporaneo con il culturale, l’innovazione con la tradizione, materiali nuovi con altri recuperati ; il tutto con una qualità espressiva basata sulle proporzioni e sulle tecniche costruttive tradizionali.
Wang Shu, architetto cinese, attualmente il preside della Scuola di architettura della China Academy of Art, unico cinese a vincere nel 2012, il Premio Pritzker, il più importante riconoscimento al mondo di architettura afferma:”Solo le persone che capiscono la natura dei materiali possono fare dell’arte usando i materiali”.

marzo 2016

Con THE PLAN si inaugura il Calendario Convegni SanMarco 2016

Siamo lieti di confermare la nostra partecipazione, in qualità di sponsor/partner, al ciclo di Convegni organizzato dalla rivista The Plan, una delle riviste di architettura più lette nel panorama italiano.
Il tema del Ciclo di Conferenze Formative sarà: Fare sistema in architettura: creatività, tecnologia e innovazione per un approccio sostenibile al progetto.

Il programma, che avrà il patrocinio degli Ordini Provinciali degli architetti e degli Ingegneri e per il quale sono previsti 4 crediti formativi (CFP) per ognuna delle tappe, è caratterizzato da interventi “ex cathedra” di star architect come Aldo Cibic, 5+1 AA, Giovanna Mar, Mario Cucinella, Marco Mari, Susanna Tradati.. e altri, a cui si alternano speech tecnico-formativi (delle durata di 40’) da parte delle aziende sponsor/partner. Co-sponsor insieme con noi sono le seguenti aziende: Autodesk, Duravit, Listone Giordano, Lignoalp, Oikos, Pellini industrie, Ondulit, Scrigno, Vimar, Zumtobel Group, GSE.

In particolare SanMarco aderisce a 10 tappe: Milano, Torino, Padova, Bergamo, Reggio Emilia, Rimini, Ancona, Firenze, Roma e Bari (v. Calendario Eventi).
Nelle città di Milano (16/06) e Firenze (21/04) inoltre SanMarco sarà protagonista di una conferenza tecnico-formativa di 40 minuti.

Per informazioni e iscrizioni: www.theplan.it .

marzo 2016

Progettare & Costruire consapevole: Salubrità e vantaggi del faccia a vista in laterizio



Finalmente disponibile, e liberamente scaricabile nella sezione download del sito, la pubblicazione Andil "Progettare & Costruire consapevole: Salubrità e vantaggi del faccia a vista in laterizio".

Questo secondo dossier, che comprende 116 pagine, segue quello sulle coperture, e illustra i molteplici ed innegabili vantaggi che il "mattone a vista" continua a vantare rispetto ai prodotti concorrenti: un prodotto realmente ecosostenibile, dalla eccezionale durabilità, estremamente versatile, con una vasta gamma di colori, finiture e formati in grado di soddisfare le più svariate esigenze dai complessi monumentali all'interior design.

La serie di articoli selezionati per una più agevole lettura sono suddivisi in tre macroaree: ricerca, tecnologia ed architettura, allo scopo di trasmettere la cultura del "progettare e costruire consapevole", per fornire spunti e contribuire alla qualità del costruire italiano.

marzo 2016

SANMARCO-SYNCRONIA: nasce una collaborazione per “architecture victims”!

Da oggi Architetti e Interior Designer hanno un nuovo strumento per il loro lavoro!

Nasce la collaborazione tra SanMarco e Syncronia.com, il sito professionale dove è possibile scaricare gratuitamente strumenti per progettare meglio e più in fretta: modelli 3D, tutorial, informazioni tecniche e una consulenza diretta da parte degli uffici tecnici delle aziende partner di Syncronia.

La formula è quella del “Business Network“: aziende che collaborano per offrire insieme più valore al mondo della progettazione condividendo gli sforzi di comunicazione a beneficio di tutti.

SanMarco su Syncronia.com propone al progettista una selezione dei suoi prodotti di eccellenza, con la possibilità di scaricare gratuitamente i modelli 3D compatibili con tutti i software di progettazione architettonica e le textures dei materiali comprese tutte le mappe necessarie per il rendering. Questi materiali sono scaricabili anche nell’area download del proprio sito istituzionale Sanmarco.it.

Inoltre su Syncronia.com i Progettisti hanno anche a disposizione una vera e propria area web gratuita per pubblicare i progetti, descrivere la propria attività professionale e aumentarne la visibilità online grazie ai motori di ricerca.

Per i nostri Progettisti, Ingegneri, Designers non resta che registrarsi e pubblicare il loro progetto con i prodotti SanMarco; i primi 30 progetti pubblicati riceveranno in omaggio un libro di architettura della collezione SanMarco.

Inoltre SanMarco pubblicherà sul proprio sito i progetti fornendo una ulteriore visibilità.

Accedi ora ai tuoi strumenti su http://syncronia.com

febbraio 2016

Klimahouse Bolzano 2016 in numeri


462 espositori (128 dall'estero)
25.000 mq di area espositiva
più di 200 giornalisti
770  partecipanti al Congresso internazionale organizzato in collaborazione con l’Agenzia CasaClima
oltre 1.000 partecipanti ai forum tematici
330 partecipanti alle visite guidate a edifici modello
50 consulenze private
38.200 visitatori [16% dall’Alto Adige, 18% dal Trentino, 19% dal Veneto, 14% dalla Lombardia, 30,5% da altre regioni italiane, 2,5% dall’estero]
37.500 visitatori
 
Con 37.500 visitatori si conferma il costante alto interesse alla manifestazione. Il leggero aumento di pubblico nelle giornate riservate agli operatori è una conferma che Klimahouse si è affermata in Italia come fiera di riferimento per il risanamento e l’efficienza energetica in edilizia
 
SanMarco partecipa per la prima volta questo anno a klimahouse Bolzano, pur avendo sempre seguito con grande interesse la manifestazione e dopo aver stazionato in lista di attesa per ben tre anni” afferma Davide Desiderio Image & Communication Manager di SanMarco Terreal Italia – “L’evoluzione di questa fiera è senz’altro notevole: vediamo ogni anno aziende nuove; è un evento in continuo movimento e una tappa fondamentale per gli operatori e i professionisti nel settore dell’isolamento termico e della casa confortevole
 
Klimahouse ha coinvolto architetti, progettisti, operatori del settore, istituzioni, ma anche più un pubblico finale consapevole e interessato a ristrutturare e realizzare abitazioni a basso impatto energetico e ambientale. Sul fronte delle aziende espositrici, è stato confermato il forte impegno mirato alla ricerca e allo sviluppo per le costruzioni più innovative del futuro
 
In particolare SanMarco ha riscontrato un particolare successo sia per la frequenza nel suo Stand, tra i più visitati della fiera, sia per il prestigioso riconoscimento che ha avuto il Sistema ThermorealSM, insignito del premio Klimahouse Trend 2016.

(Immagini: fonte Fiera Bolzano SpA)

febbraio 2016

TERRE & Créations il magazine del gruppo Terreal con un overlook sull’Italia

 

In un contesto di mercato difficile è molto importante proporre soluzioni costruttive innovative, estetiche, altamente performanti e in linea con il linguaggio architettonico contemporaneo. A supporto dell’attività di progettazione dei professionisti e a sostegno e diffusione di una architettura di qualità in laterizio, Terreal mette a disposizione uno strumento redazionale di veicolazione della cultura architettonica in laterizio, una carrellata di soluzioni realizzate in tutto il mondo, che coniugano efficienza energetica e ambientale arricchendo il valore estetico e la modernità del fabbricato.

E’ nata così la rivista TERRE & Créations editata sia in cartaceo sia on-line di Terreal, il gruppo a cui SanMarco appartiene. Nel n° 3 appena pubblicato e dedicato alle residenze collettive e condomini SanMarco è presente con due interessanti realizzazioni: il complesso residenziale a Pioltello, alle porte di Milano, inserito nell’ambito della costruzione di una nuova stazione dei treni, un centro commerciale e una piazza pavimentata in cotto, per un progetto a scala urbana ed una villa privata nel territorio naturale nella provincia di Parma dove il laterizio diventa elemento di continuità con il paesaggio e la tradizione in un linguaggio architettonico moderno che prevede l’utilizzo del rivestimento laterizio anche all’interno degli spazi abitativi.

Emerge come il settore dell’housing sia più che mai aperto ad un largo uso di soluzioni di facciata in cui il laterizio si declina sia nella accezione moderna di facciate ventilate e frangisole sia in quella più tradizionale del rivestimento in mattoni o listelli di laterizio a pasta molle, per lo più applicati sul cappotto. In tutti i casi è possibile rintracciare le ragioni di persistenza e continuità di un materiale come il laterizio ancora oggi, con rinnovata forza ed espressività, il materiale più idoneo ad esprimere valori di tradizione, ma al tempo stesso incarnare slanci innovativi per rispondere alle esigenze di novità che i progettisti ricercano.

Scarica la rivista completa

 

 

febbraio 2016

SanMarco vince il premio KLIMAHOUSE TREND 2016 con il Sistema Thermoreal® SM

SanMarco si conferma al vertice dell’innovazione nell’edilizia sostenibile in laterizio, vincendo quest’anno il premio “Klimahouse Trend” nella categoria dedicata ai Sistemi isolanti. Orgogliosa di tale riconoscimento, testimonia così il suo impegno continuo nella ricerca di soluzioni adatte ad edifici che vogliono certificare un basso consumo di energia ed una alta qualità estetica e prestazionale.
Giunto alla sua XI° edizione, Klimahouse Trend è un riconoscimento speciale istituito da Fiera Bolzano in collaborazione con New Business Media del Gruppo Tecniche Nuove Spa e premia le aziende che, in occasione di Klimahouse – fiera di riferimento a livello internazionale in ambito di efficienza energetica e risanamento in edilizia – hanno presentato materiali o sistemi costruttivi in grado di coniugare tecnologie e soluzioni innovative che si distinguono per elevate caratteristiche di risparmio energetico.
Questa edizione 2016 per la categoria: Sistemi Isolanti (isolamento termico e acustico) viene aggiudicata a SanMarco con il sistema Thermoreal® SM, un innovativo sistema a cappotto per l’isolamento termico degli edifici costituito da pannelli prefabbricati mediante l’assemblaggio di schiuma poliuretanica, quarzite e listelli di laterizio faccia a vista “a pasta molle” SanMarco.
La particolare qualità del Sistema che è stata messa in evidenza dalla giuria è quella, oltre alle performance nell’isolamento termico ed alla qualità estetica del rivestimento in laterizio, di costituire una novità assoluta nel campo della prefabbricazione, settore fino ad ora inesplorato per quello che concerne il rivestimento dell’involucro edilizio con listelli in laterizio faccia a vista, posati ancora oggi uno a uno a mano.
I pannelli di Thermoreal® SM invece, che sviluppano ciascuno una superficie di meno di un metro quadrato, presentano già assemblati i listelli in laterizio nella disposizione e nella finitura di superficie e colore richieste dalla committenza. Debbono quindi solo essere fissati meccanicamente al supporto attraverso tasselli forniti nel kit. Queste caratteristiche rendono perfetto Thermoreal® SM nei casi di ristrutturazione e riqualificazione edilizia così come nella nuova edificazione. Tra i vantaggi d’uso sicuramente la lunga durabilità e l’assenza di manutenzione, oltre alla semplicità di posa.

Commenta il dott. Fernando Cuogo, Direttore Generale di SanMarco-Terreal Italia: ”In ambito edilizio è oggi di grande importanza una concezione degli edifici rispettosa delle risorse, in grado di offrire un elevato comfort abitativo ed economicamente interessante a lungo termine. SanMarco mette in pratica queste direttive con successo. Ci inorgoglisce quindi particolarmente questo importante riconoscimento rivolto alla nostra capacità di pensare a soluzioni costruttive che coniughino efficienza energetica e ambientale arricchendo il valore estetico e la modernità del fabbricato, e di realizzare costruzioni responsabili, moderne, rispettose dell’ambiente, salubri e confortevoli per chi ci vive.”.

Per vedere il video di Thermoreal® SM clicca qui.
Per informazioni tecniche su Thermoreal® SM visita la pagina dedicata.


(fonte: Fiera Bolzano Spa)


(fonte: Fiera Bolzano Spa)

gennaio 2016

PROGETTARE NEL TEMPO: ETEROCRONIE E ARCHITETTURA (seconda tappa)



SanMarco invita alla seconda tappa del ciclo di convegni PROGETTARE NEL TEMPO –Eterocronie e architettura, organizzati insieme con Andil e curati dal Prof. Fabrizio Arrigoni dell'Università degli Studi di Firenze. Giovedì 11 febbraio 2016 a Padova, presso il centro congressi Alla Stanga, Piazza Zanellato 21 dalle ore 9.30 si svolgerà il convegno nel cui programma sono previsti gli interventi degli architetti Paolo Zermani, Fabrizio Arrigoni, Diego Collini e Matteo Cecconi.

Il convegno si struttura attorno a una serie di incontri/lectures proponendosi come spazio di dialogo tra le discipline del progetto e il mondo del lavoro, tra architetti e imprese. Il tema al centro dell'indagine è l'insieme delle plurime articolazioni esistenti tra universo della costruzione, Bau-welt, e temporalità, quest'ultima avvertita nella sua profonda concretezza fenomenologica.

Ogni architettura felicemente riuscita è silenziosa macchina del tempo. Un teatro fatto di historiae e di attese. La trasformazione fisica e manifesta dei siti è azione che si accompagna a una parallela manipolazione, immateriale e latente, dei tempi. L'architettura è generata dai bisogni e dai condizionamenti del presente ma riesce nel suo scopo attraverso un passo doppio: il ri-montaggio di saperi ed esperienze passate e la prefigurazione di scenari e possibilità future, secondo una trama complessa fatta di rammemorazioni e protensioni, giudizi e speranze. Un movimento oscillatorio steso tra permanenze ed emergenze, tra irriducibili determinazioni storiche e natura, tra necessità e libertà, e dove il dato valoriale fondamentale non risiede in uno di questi poli confliggenti ma nel farsi e disfarsi incessante degli intrecci e delle relazioni reciproche presenti nel campo di forze da essi generato. Sarà in questi domini che le molteplici significazioni del progetto conquisteranno la loro fisionomia riconoscibile.

Progettare nel tempo sarà l'occasione per lumeggiare alcuni nodi concettuali che investono il disegno e la fabbrica, il progettista e il Baumeister; l'obiettivo è quello di far emergere le corrispondenze e i rimandi sussistenti tra momento ideativo e prassi, tra pensiero anticipante e mondo del lavoro.

Sul piano così perimetrato faranno da testimoni architetti e imprenditori allo scopo di allestire un atlante di pensieri, sensibilità, strategie, finalità riferibili agli spunti qui brevemente accennati.

Per la tappa padovana, che si terrà presso il Centro Congressi Alla Stanga, Piazza Zanellato 21, SanMarco ha invitato tra i relatori l’architetto Ruben Verdi, autore del progetto del “Moving Walkway e darsena terminal presso l’aeroporto Marco Polo di Tessera (Venezia)”, che illustrerà i modi in cui nel progetto il laterizio viene usato per rispondere ad esigenze di rappresentazione ed espressività formale.

Per iscriversi al Convegno, al cui partecipazione gratuita e da diritto a 4 CFP Ingegneri, cliccate qui.


Locandina del convegno a Padova: Progettare nel tempo


dicembre 2015

La Casa della memoria tra i 10 migliori edifici culturali al mondo: lo afferma la rivista canadese Azure

 


La Casa della Memoria è un monumento con pochi precedenti. A metà tra museo, centro culturale e biblioteca, è il luogo di una memoria collettiva in cui si riconosce la città intera, una memoria che si intreccia non solo nella società, ma negli stessi individui: memorie solide, irrinunciabili e tendenzialmente pubbliche convivono con memorie più personali, più transitorie, più leggere.
La particolarità dell’edificio, menzionata tra le motivazioni dell’importante riconoscimento, è che è interamente rivestita di immagini, che compongono quadri rappresentativi della storia di Milano del dopoguerra. L’involucro dell’edificio, cioè, inteso come un grande polittico contemporaneo, dà conto con grande immediatezza della complessità della memoria di Milano attraverso la rappresentazione di immagini allo stesso tempo esplicitamente monumentali e deliberatamente fragili. Queste immagini sono realizzate in mattoni di sei differenti colori, pieni ad impasto molle, senza sabbia superficiale e sono stati posti in opera seguendo disegni a casellario. Il telaio realizzato con mattoni pieni UNI di color rosso scuro definisce diciannove quadrati che accolgono ritratti (4,6 x 4,6 m) e otto rettangoli che accolgono scene storiche (9,6 m di altezza e ampiezza variabile). I mattoni policromi, appositamente prodotti dalla ditta SanMarco, misurano 5 x 5 cm, per uno spessore di 12 cm.
Per come sono realizzate, queste immagini appaiono più chiaramente da lontano e poi perdono chiarezza avvicinandosi, scomponendosi in un pulviscolo inafferrabile, quasi a proclamarsi infine piuttosto incerte della stessa verità che hanno così orgogliosamente scelto di esporre.

 

Dati tecnici 

committente: Comune di Milano

soggetto attuatore: HINES ITALIA SGR SpA
progetto architettonico: studio associato baukuh
progetto strutturale: Arup Italia srl

progetto impiantistico e consulenza acustica: Deerns Italia spa
progetto prevenzione incendi: Gaeengineering srl
quantity surveyor: J&A consultants srl
impresa costruttrice: Edilda Edilizia Lombarda spa

concorso: 2011

progetto definitivo e esecutivo: 2013
costruzione: 2013-2015

spazi pubblici (esposizione, conferenze, sala lettura) 590 mq;
uffici associazioni 890 mq;
archivio 330 mq (160,000 volumi);
servizi 300 mq

superficie lorda di pavimento: 2500 mq
costo di costruzione: 3.600.000 €

 

Associazioni con sede presso la Casa della Memoria:
Istituto Nazionale di Studi sul Movimento di Liberazione d’Italia (I.N.S.M.L.I.)
Associazione Nazionale Partigiani d’Italia (A.N.P.I.)

Associazione Nazionale Ex Deportati (A.N.E.D.)

Associazione Italiana Vittime del Terrorismo (A.I.VI.TER.)

Associazione Piazza Fontana 12 Dicembre 1969 Centro studi e iniziative sulle stragi politiche anni ‘70

Per leggere l'articolo completo cliccare qui.

 

 

 

dicembre 2015

SanMarco vi invita a Klimahouse 2016 a Bolzano


SanMarco sarà presente alla nuova edizione di Klimahouse 2016, la fiera internazionale in scena a Bolzano dedicata al mondo dell’edilizia green. Costi energetici sempre crescenti, il rischio di ritrovarsi in una condizione di sudditanza nei confronti dei paesi da cui importiamo energia e, infine, i pericolosi cambiamenti climatici esigono un rapido cambiamento di rotta. Fiera di riferimento a livello nazionale, Klimahouse 2016, attraverso le 400 aziende presenti, dimostra come nell’edilizia esistano una serie di alternative economiche e tecniche in grado di garantire un consistente risparmio energetico.

Formula vincente della manifestazione, il calibrato mix tra uno spazio espositivo, dedicato alle novità di prodotto proposte dalle aziende di settore selezionate da una giuria di qualità, e gli articolati programmi di eventi formativi e informativi messi a punto con partner di primo piano.

In mostra allo stand B09/32 si potranno toccare con mano alcune tra le soluzioni più performanti per l’isolamento termico ed acustico proposte da SanMarco in pacchetti edilizi completi ed efficienti, tra cui spiccano prodotti all’avanguardia come Thermoreal® SM .

Giunta alla sua decima edizione, Klimahouse si svolgerà dal 28 al 30 gennaio alla Fiera di Bolzano.

Vi aspettiamo allo Stand B09/32.

novembre 2015

Le nuove frontiere del laterizio: ThermorealSM, Maax, Listello Disegual


Abstract da "ARKETIPO n. 97/2015"

Una gamma di soluzioni evolute per l’edilizia e l’architettura contemporanea, un materiale della tradizione che ha scritto pagine importanti della nostra storia e che oggi si proietta nel futuro per caratterizzare gli involucri più evoluti e rappresentativi degli edifici. Tra tradizione e modernità, tra performance tecniche e caratteristiche estetiche, tra modularità e progettazione su misura: SanMarco Terreal è da sempre protagonista del mondo del laterizio e grazie ai nuovi sistemi ed elementi modulari continua a “disegnare” il volto delle nostre città. Proposte per l’isolamento a cappotto, prodotti da rivestimento customizzabili, linee dal colore e dalla finitura inedita: eccellenza dei materiali e qualità della produzione per soddisfare le esigenze di progettisti e architetti.


Thermoreal SM (vai alla scheda tecnica)


Un materiale edilizio fra i più antichi, ma ancora oggi uno dei più utilizzati, versatili ed efficaci sotto il profilo compositivo e prestazionale: il laterizio non viene meno al ruolo consolidato di elemento proprio dell’architettura, di strumento nella mani dei progettisti per dare forma alle proprie idee.  Le evoluzioni tecnologiche ed estetiche registrate in questi anni ne confermano la modernità e la capacità di intercettare le esigenze del progetto. Sia che sui tratti di nuove realizzazioni che di interventi di recupero e riqualificazione il laterizio continua a garantire prestazioni eccellenti in termini di durata, eco-compatibilità, risparmio energetico e isolamento termico ed acustico. Senza dimenticare le valenze estetiche e l’espressione di un linguaggio architettonico in linea con le tendenze di un’architettura che si propone di rileggere i canoni della tradizione reinterpretandoli in chiave contemporanea.
In merito all’involucro edilizio, è forse possibile individuate due temi portanti attorno ai quali si dipana il lavoro di aziende produttrici e di tutta la filiera delle costruzioni. Da un lato senza dubbio la crescente domanda di isolamento a cappotto, anche in virtù dei nuovi regolamenti in termini di risparmio energetico, a cui bisogna rispondere con soluzioni efficaci e integrate. Dall’altro, la conferma del laterizio come elemento di definizione di facciate dagli esiti formali particolari e sempre nuovi.
Davide Desiderio, Corporate Image and Communication manager SanMarco-Terreal Italia ci spiega in quali direzioni si è mossa la sua azienda per rispondere alla sempre crescente richiesta di architettura sostenibile, efficiente, sicura e anche bella.
Il sistema a cappotto è senza dubbio una delle tecnologie più utilizzate per aumentare le performance dell’involucro, in particolare per quanto riguarda l’isolamento: SanMarco Terreal ha messo a punto un nuovo prodotto che è stato presentato in anteprima al Salone della Ricostruzione de L’Aquila. Si chiama ThermorealSM ed è un sistema prefabbricato a cappotto costituito da un rivestimento esterno composto da listelli sottili in laterizio faccia a vista in pasta molle da 2 cm e da uno strato di isolamento in pannelli prefabbricati e preassemblati. Il particolare sistema di assemblaggio fa sì che i tre elementi non siano semplicemente incollati tra loro, ma creino un corpo unico, indivisibile e con un’altissima resistenza agli agenti atmosferici. La prefabbricazione viene eseguita in condizioni controllate di fabbrica con procedimenti standardizzati.
Le dimensioni ridotte (mm 1310 x 660 h, equivalenti a mq 0,864 per pannello) e il peso limitato (kg 28 circa) rendono il pannello molto versatile nelle fasi di logistica, stoccaggio in cantiere e, soprattutto, permettono velocità e facilità di posa.
I pannelli possono essere fissati meccanicamente a qualsiasi struttura di supporto, dalla parete in legno alla più tradizionale parete in latero-cemento, al pannello in CA delle strutture prefabbricate. Il sistema Thermoreal® SM assicura una elevata performance termica dell’edificio oltre a migliorare l’aspetto estetico grazie ai listelli in laterizio faccia a vista a pasta molle nelle varietà di finiture e colori della gamma SanMarco. Queste caratteristiche rendono Thermoreal® SM perfetto nei casi di ristrutturazione e riqualificazione edilizia così come nella nuova edificazione. Tra i vantaggi d’uso sicuramente la lunga durabilità e l’assenza di manutenzione, oltre alla semplicità di posa. Per quello che riguarda il comportamento al fuoco, le performance di Thermoreal® SM si inquadrano nella valutazione della reazione al fuoco, essendo un materiale di rivestimento, come previsto dalla norma EN ISO 13501-1:2002. I risultati eccellenti lo collocano in classe B-s1; d0.


MAAX (vai alla scheda tecnica)

Per quanto riguarda invece la “pelle” dell’edificio il laterizio sta confermando il proprio ruolo di elemento espressivo capace di rinnovare l’immagine dell’architettura. Stiamo cioè assistendo a un nuovo rinascimento del laterizio, utilizzato come semplice strato esterno dell’involucro, diviene elemento leggero e sottile che permette giochi di chiaro-scuro, pieno-vuoto, sporgenza-rientranza. Se analizziamo alcune realizzazioni di architettura contemporanea vedremo che questa tendenza è già evidente: il laterizio, o la terra cotta, si carica di valori estetici e decorativi quasi scultorei, dati da nuove forme e nuove miscele di colore e sfumature. La ricerca all’interno delle aziende si orienta verso formati, colori, stonalizzazioni assolutamente inusuali e con possibilità di arrivare a produzioni customerizzate sul singolo progetto.
A questo proposito SanMarco presenta MAAX, una nuova linea di laterizi a pasta molle extralarge, che dona massimo risalto alle linee orizzontali grazie al formato particolare caratterizzato da una lunghezza fino a 49 cm e da un’altezza di soli 4 cm. Le particolari mescole di argille e sabbie superficiali creano particolari stonalizzazioni in linea con gli esiti più moderni del linguaggio contemporaneo.
Su un altro filone di ricerca si attestano gli esiti formali della nuova linea Listello Disegual, che permette di dare espressività formale alla facciata attraverso l’utilizzo di spessori differenti. Una volta applicato crea un movimento di volumi che fuoriescono rispetto ad altri complanari descrivendo geometrie originali e personalizzate e un gioco chiaroscurale, che impreziosisce la facciata con creatività, originalità e vibrazioni uniche.


DISEGUAL (vai alla scheda tecnica)

A questo proposito esistono realizzazioni recenti che possono testimoniare al meglio questa rinnovata capacità di rappresentazione, esempi notevoli che vedono il laterizio protagonista connotandosi di valori decorativi si possono riscontrare a Milano. Nuove architetture isolate, interi quartieri rigenerati, aree dismesse rifunzionalizzate, edifici monumentali pubblici e interventi di social housing delineano i tratti di una città in fermento, ma quello che è più significativo è che nel nuovo linguaggio architettonico il laterizio faccia a vista è ancora, con rinnovata forza ed espressività, il materiale in grado di incarnare gli slanci innovativi che i progettisti ricercano. Basti pensare alla Casa della Memoria progettata dallo Studio Baukuh, nella quale milioni di tessere in 6 colorazioni differenti di laterizio compongono alla maniera di pixel le immagini e i ritratti della storia milanese; oppure alla Darsena, progettata da Edoardo Guazzoni, Paolo Rizzatto, Sandro Rossi, Studio Bodin, dove il mattone rosso scuro rievoca il sedime delle mura spagnole con una moderna interpretazione di setti e quinte murarie. O ancora il Magna Pars Suites Hotel firmato da Paola Benelli e Roberto Murgia, nel quale in un contesto modernissimo griglie metalliche ospitano con una trama irregolare fatta di pieni e di vuoti mattoni bianchi con un formato speciale, fino alle declinazioni coloristiche dei laterizi utilizzati da Cino Zucchi per Isola 8, che variano su tre tonalità differenze di grigio.
Sono realizzazioni tra loro molto diverse per carattere e stile, segno che davvero il laterizio possa diventare un materiale del futuro
La carrellata di nuove architetture milanesi in mattoni rende possibile rintracciare le ragioni di continuità del laterizio, materiale fra i più performanti per le sue qualità estetiche, statiche e isolanti. Affermava Giancarlo De Carlo, durante una conversazione di qualche anno fa, riferendosi al laterizio: “a proposito del cotto, la prima cosa che mi viene in mente è che è un materiale antico e moderno; viene dalla terra, lo si impasta con l’acqua, lo si cuoce col fuoco, lo si asciuga con l’aria e al sole; …La sua stupefacente singolarità –mirabile qualità- è di essere stato moderno in ciascuna delle tante epoche che ha attraversato, conservando il fascino di essere antico”. E’ sicuramente vero che le ragioni di continuità e di sopravvivenza del laterizio, un materiale che ha attraversato tanti secoli, mantenendo il suo carattere antico, tradizionale ed al tempo stesso così moderno ed attuale, sono da ricercare nel fatto che questo materiale ha trovato in ogni epoca architetti ed aziende di produzione che l’hanno saputo rendere moderno, attuale, coerente con le esigenze estetiche, funzionali e prestazionali. Hanno saputo plasmarne la forma, modificarne texture, migliorandone prestazioni, l’hanno reso moderno in ogni epoca, come in questa attuale stagione dove incontra un nuovo “rinascimento”.

Leggi l'articolo completo di ARKETIPO nella sezione RASSEGNA STAMPA

ottobre 2015

Dopo la pausa fieristica riparte il Tour della efficienza energetica con l’ultima tappa astigiana


Dopo mesi di intenso e proficuo confronto tra relatori, professionisti e aziende produttrici di laterizio che hanno partecipato attivamente al roadshow 2015 sulla “Casa a energia quasi zero verso il 2020” (3.000 iscritti in 5 tappe con una media di 350 presenze ad incontro) dando un quadro complessivo delle tematiche e delle implicazioni del decreto attuativo della Legge 90/2013 sull’efficienze energetica (NZEB – Near/Net Zero Energy Building), ci avviciniamo all’ultima data prevista per il 2015 ad Asti, il 13 novembre.

Nel convegno si invitano i partecipanti a considerare uno standard di edificio “made in Italy” capace di coniugare sicurezza, risparmio e salubrità in area Mediterranea, valutando le reali esigenze di tutte le tipologie di costruttive, residenziali in primis, ma anche scuole, housing sociale..., con particolare attenzione all’ambiente, alla qualità del costruito ed al benessere abitativo. Volendo costruire un edificio di qualità, infatti, fatta salva la sicurezza sismica, bisogna considerare le peculiarità climatiche del nostro Paese. L’industria dei laterizi propone soluzioni costruttive capaci di assicurare sicurezza strutturale, consumi energetici ridotti in inverno, ma soprattutto in estate, garantendo il giusto equilibrio tra isolamento termico e comfort abitativo per il clima mediterraneo. L’attenzione dei progettisti e dei consumatori finali è alta ed è essenziale conoscere le logiche della bioclimatica e i problemi dell’iperisolamento. Nel corso dell’evento verrà, poi, posta in evidenza la questione direttamente collegata della salubrità, che impone una particolare attenzione alla presenza di muffe all’interno delle abitazioni. L’organizzazione scientifica del tour è affidata a docenti universitari e membri di ANCE, ENEA e delle Commissioni UNI e CTI impegnati da anni nella produzione di norme su tali tematiche all’interno di comitati normatori nazionali e internazionali (CTI, UNI e CEN).

L’evento si terrà ad Asti, nella mattina di venerdì 13 novembre dalle 9:30 alle 13:30 (ore 9:00 registrazione partecipanti) presso Hotel Langhe & Monferrato, via Contessa di Castiglione 1

L’appuntamento è supportato da SanMarco-Terreal Italia, che consentirà ai presenti di approfondire le tematiche trattate nel convegno, richiedendo informazioni presso il proprio corner aziendale. La partecipazione è gratuita e a numero chiuso.

Per maggiori informazioni e per scaricare le relazioni dei passati convegni, visitare il sito www.edifici2020.it

Scarica la locandina con il programma


Iscriviti qui.

 

 

ottobre 2015

The Big 5, meeting globale per l’industria delle costruzioni: SanMarco-Terreal consolida il proprio export



The Big 5 a Dubai si conferma, dopo 35 anni di storia, la più importante manifestazione fieristica per i professionisti del Medio Oriente con migliaia di nuovi prodotti provenienti da tutto il mondo, convegni, workshop e dimostrazioni live nei vari settori del mondo globale delle costruzioni.
SanMarco non manca questa occasione per presentare le proprie novità, e confrontarsi con questa realtà di respiro mondiale, all’interno dello stand corporate Terreal al padiglione 1/E30.

Per informazioni sull'evento e per accreditarvi gratuitamente, visitate il sito:
WWW.THEBIG5.AE

ottobre 2015

MILANO: LEGGERE E PROGETTARE UNA CITTA’


L’architettura contemporanea milanese sulle pagine della rivista “Costruire in laterizio”

SanMarco sostiene un’iniziativa, nell’ambito della manifestazione Bookcity Milano 2015, nata nel 2012 e voluta dal Comune di Milano e dal Comitato Promotore (Fondazione Rizzoli “Corriere della Sera”, Fondazione Giangiacomo Feltrinelli, Fondazione Arnoldo e Alberto Mondadori, Fondazione Scuola per Librai Umberto e Elisabetta Mauri), a cui si è affiancata l’AIE (Associazione Italiana Editori), in collaborazione con l’AIB (Associazione Italiana Biblioteche) e l’ALI (Associazione Librai Italiani). Si articola in tre giorni di incontri, presentazioni, dialoghi, letture ad alta voce, mostre, spettacoli, seminari. Quest’anno il suo svolgimento è stato anticipato a fine ottobre, in concomitanza con la chiusura di Expo.

Nell’ambito di questa manifestazione, si inserisce l’incontro aperto al pubblico ideato da Roberto Gamba insieme con Maria Canella, dal titolo: L’architettura contemporanea milanese sulle pagine della rivista “Costruire in laterizio”, che si svolgerà domenica 25 ottobre dalle ore 10.30.

Il luogo di svolgimento - la Casa della Memoria, recente e significativo edificio realizzato a Milano e presentato sul n.163 di Costruire in laterizio - verrà messo a disposizione per questa occasione.

La Casa della Memoria ospita il Museo della Resistenza e la sua recente costruzione, nel nuovo e prestigioso quartiere di Porta Nuova, suscita curiosità e interesse nella cittadinanza.

Di seguito altri architetti e vari esponenti della cultura milanese, saranno invitati a esprimere giudizi sullo sviluppo architettonico della città.

All’incontro sono stati invitati a partecipare:

Carlo Berizzi, Università di Pavia e AIM;
Enrico Bordogna, Politecnico di Milano; p
Carlo Capponi, Ufficio Beni culturali Diocesi di Milano;
Luisa Comencini, Fondazione Cineteca Italiana;
Fernando Cuogo, vicepresidente Andil;
Alfonsina di Fusco, Andil;
Edoardo Guazzoni, Politecnico di Milano;
Giovanni Pacchiano, scrittore, critico e docente; p
Anty Pansera, Accademia di Belle Arti di Brera; p
Francesco Samorè, Fondazione Giannino Bassetti; 
Luisa Toeschi, Italia Nostra Milano Nord, Bosco in città.

L’incontro verrà preceduto dalla visita guidata della Casa della Memoria a cura degli architetti progettisti Pier Paolo Tamburelli e Andrea Zanderigo (Baukuh), che illustreranno le ragioni del progetto e soprattutto la particolarità che la rende unica: il fatto di essere ricoperto da mosaici in terracotta, alla maniera dei polittici d’età medievale, come riproduzioni di personaggi e di immagini emblematiche simbolo della storia cittadina e italiana. Il programma iconografico, pazientemente definito da un apposito comitato scientifico, si compone di diciannove ritratti di milanesi anonimi (che suggeriscono la complessità della moltitudine che ha animato la città nel dopoguerra) e di otto quadri storici che fissano alcuni momenti decisivi della storia recente della città (tra questi: la deportazione nei campi di concentramento, la Liberazione, l’attentato di piazza Fontana). La particolarità che lo rende unico è che le immagini sono realizzate, con una tecnica ispirata ai pixel del linguaggio fotografico e visual, attraverso l’alternanza di mattoncini in terracotta prodotti da SanMarco-Terreal Italia delle dimensioni 5,5x5,5 cm nella faccia a vista e 12cm nella profondità in 6 colorazioni differenti (Rosa Vivo, Rosso Vivo, Rosso Forte, Rosso Massimo, Grigio Forte, Grigio). Le immagini raffigurate sono elaborazioni tratte da fotografie storiche, all’interno delle quali sono stati ricavati dettagli aventi le stesse proporzioni dei riquadri della facciata. Le porzioni di immagine sono state poi elaborate in modo da essere ridotte ad un numero di pixels corrispondente al numero di mattoni compreso nei riquadri di facciata e successivamente le immagini sono state scomposte in sei colori. Ad ogni pixel dell’immagine elaborata è così corrisposto un mattone di un colore assegnato, contrassegnato da un numero. La facciata è stata realizzata in opera, disponendo i mattoni secondo accurati disegni a casellario sviluppati in scala 1:1. I mattoncini sono realizzati attraverso il taglio a spigolo vivo rettificato dei mattoni a pasta molle della sua gamma prodotti. Questo materiale, così antico e al tempo stesso ancora oggi protagonista nel linguaggio architettonico contemporaneo e moderno, è quindi concepito come “pelle” dell’intero edificio” e contribuisce a dare significato ed espressività alla realizzazione, decoro e parete di rivestimento al tempo stesso.

Al termine dell’incontro verrà data in omaggio una raccolta di tutti gli edifici milanesi pubblicati sulla rivista “Costruire in laterizio” dal 1959 ad oggi e l’ultimo numero dedicato a Milano sede EXPO 2015 e seguirà un rinfresco.

Scarica la locandina.

Leggi l'articolo sull'evento, nell'ambito della rassegna BookCityMilano 2015.

 

 

ottobre 2015

SanMarco sostiene la formazione in Sicilia


Si terrà sabato 24 ottobre presso la Camera di Commercio di Siracusa, dalle ore 9.00, il seminario “Tecnico Superiore per l’innovazione e la qualità delle abitazioni e la sostenibilità edilizia”.
La conferenza sarà l’occasione per presentare un innovativo corso ITS per geometri finanziato dalla regione Sicilia, dalla provincia di Siracusa e organizzato della Fondazione Archimede di Siracusa.
SanMarco, che ha da lungo tempo intrapreso la strada del sostegno alla cultura e all’istruzione, partecipa alla giornata con un intervento dell’architetto Roberta Massarotto dal titolo: "L’involucro edilizio in laterizio per il risparmio energetico”.
Il tema del risparmio energetico legato ai valori prestazionali dei materiali da costruzione è infatti uno dei temi di maggiore interesse non solo da parte di progettisti e costruttori, ma anche da parte del mondo dell’istruzione per preparare le nuove generazioni di tecnici verso queste problematiche.
Anche le normative si sono ormai da tempo interessate a normare gli aspetti energetici degli edifici considerati a buon diritto “macchine”, che come tali consumano energia in un bilancio che necessariamente deve essere positivo per l’ambiente e per il comfort degli spazi abitativi.

Scarica il programma dell'evento

 

 

settembre 2015

SanMarco promuove il “made in Italy” al SAIE 2015

Anche per il SAIE 2015 SanMarco parteciperà all’iniziativa comune tra ANDIL e Confindustria Ceramica: la  “Piazza del Laterizio e della Ceramica” (Padiglione 25), il cui tema si articolerà sulla “casa NZEB in laterizio” antisismica, sostenibile e confortevole.

In particolare sarà :”Costruire con il “made in Italy” una città a misura d’uomo”: lo slogan scandito da SanMarco, in uno stand dove i visitatori potranno toccare con mano soluzioni in scala reale per coperture, facciate, oltre che pavimenti in laterizio.

Parliamo di prodotti made in Italy, altamente performanti e tipici della nostra cultura architettonica, radicati nel contesto rurale e cittadino e particolarmente adatti per costruire edifici capaci di soddisfare le reali esigenze delle persone: dalla sicurezza all’efficienza energetica, dalla sostenibilità ambientale all’estetica, dal comfort abitativo al contenimento dei costi, dalla tradizionalità del materiale all’innovazione di prodotto.

ThermorealSM e Listello Disegual, le novità presentate allo Stand SanMarco

Tra le novità di maggior spicco nel nostro Stand, infatti, oltre ai nuovi colori e formati delle Facciate Ventilate (Zephir Evolution, Piterak Slim e i nuovi sistemi frangisole…) illustrati nella nuova brochure, è stato di grande interesse la presentazione del Sistema Thermoreal SM, il rivoluzionario pannello a cappotto prefabbricato per l’involucro edilizio rivestito in listelli di cotto, rappresentato con un mock up al vero, e del mattone MAAX, roman brick, presentato con una nuovissima gamma cromatica.

L’estetica inconfondibile della terracotta naturale con il suo calore, brillantezza, e la sua naturale variabilità cromatica è stata mostrata in tutte le forme e colori dell’ampia gamma di prodotti SanMarco-Terreal.

Ampio spazio sarà inoltre dedicato al design per interni con la presentazione del Listello Disegual, nel suo pratico packaging che rende facile e accessibile l’utilizzo del laterizio a “pasta molle” fino ad ora quasi esclusivamente riservato agli esterni, anche per l’interior design.
Disegual permette di dare espressività formale alla facciata attraverso l’utilizzo di spessori differenti. Una volta applicato crea un movimento di volumi che fuoriescono rispetto ad altri complanari descrivendo geometrie originali e personalizzate e un gioco chiaroscurale, che impreziosisce la facciata con creatività, originalità e vibrazioni uniche.

Oltre al ‘rosso mattone’ esistono molteplici gradazioni anche di una stessa nuance del colore della terracotta e l’accostamento sapiente e fantasioso di tonalità differenti è in grado di originare soluzioni policrome di notevole pregio decorativo. E’ questo il messaggio dell’allestimento del corner SanMarco “Forme e Colori” dove mattoni e tegole sospesi con cavetti di acciaio e decontestualizzati costituiscono il patrimonio dell’immaginario figurativo di progettisti e privati nel pensare alla loro casa ideale.

SanMarco vi invita a visitare il suo Stand presso il
Padiglione 25 - Area collettiva ”La Piazza del Laterizio e della Ceramica”

Per scaricare i biglietto omaggio offerto da SanMarco clicca qui
e inserisci il codice invito TERR15TL2

settembre 2015

PROGETTARE NEL TEMPO: ETEROCRONIE E ARCHITETTURA


SanMarco
insieme con Andil e Maggioli Editore organizza un ciclo di convegni, curato dal Prof. Fabrizio Arrigoni dell'Università degli Studi di Firenze. Nei prossimi mesi si terranno le prime due tappe del tour: a Milano il 9 ottobre e a Padova il 3 dicembre. Nel programma sono previsti gli interventi degli architetti Adolfo Natalini, Paolo Zermani, cui farà seguito la presentazione di casi studio a cura di autorevoli relatori.

Le tappe del 2015

I due convegni si strutturano attorno a una serie di incontri/lectures proponendosi come spazio di dialogo tra le discipline del progetto e il mondo del lavoro, tra architetti e imprese. Il tema al centro dell'indagine è l'insieme delle plurime articolazioni esistenti tra universo della costruzione, Bau-welt, e temporalità, quest'ultima avvertita nella sua profonda concretezza fenomenologica.

Ogni architettura felicemente riuscita è silenziosa macchina del tempo. Un teatro fatto di historiae e di attese. La trasformazione fisica e manifesta dei siti è azione che si accompagna a una parallela manipolazione, immateriale e latente, dei tempi. L'architettura è generata dai bisogni e dai condizionamenti del presente ma riesce nel suo scopo attraverso un passo doppio: il ri-montaggio di saperi ed esperienze passate e la prefigurazione di scenari e possibilità future, secondo una trama complessa fatta di rammemorazioni e protensioni, giudizi e speranze. Un movimento oscillatorio steso tra permanenze ed emergenze, tra irriducibili determinazioni storiche e natura, tra necessità e libertà, e dove il dato valoriale fondamentale non risiede in uno di questi poli confliggenti ma nel farsi e disfarsi incessante degli intrecci e delle relazioni reciproche presenti nel campo di forze da essi generato. Sarà in questi domini che le molteplici significazioni del progetto conquisteranno la loro fisionomia riconoscibile.

Progettare nel tempo sarà l'occasione per lumeggiare alcuni nodi concettuali che investono il disegno e la fabbrica, il progettista e il Baumeister; l'obiettivo è quello di far emergere le corrispondenze e i rimandi sussistenti tra momento ideativo e prassi, tra pensiero anticipante e mondo del lavoro.

Tra le tante riflessioni possibili, elenchiamo:

  • la costruzione e la rovina - l'edificio come processo organico e la composizione come salvaguardia e messa-in-opera di preesistenze, residui, vestigia;
  • la resistenza e la metamorfosi delle forme e delle materie - le impronte del tempo: riassetti morfologici, lacune, lasciti, dilavamenti, patine;
  • il progetto di architettura come vasta riforma dell'esistente - rinnovamento dei codici linguistici come causa ed effetto di mutazioni parallele nei territori delle tecniche disponibili e dei processi produttivi dominanti;
  • l'«appropriato» come rapporto dinamico, mai fissato definitivamente, tra prefigurazione e singolarità dei contesti - condizioni geografiche e ambientali, cornici economiche e sociali, tradizioni e memorie collettive, cioè catturate nel loro assieme mondo della vita, Lebenswelt.

Sul piano così perimetrato faranno da testimoni architetti e imprenditori allo scopo di allestire un atlante di pensieri, sensibilità, strategie, finalità riferibili agli spunti qui brevemente accennati. Si tratterà di una prima ricognizione nella consapevolezza che i motivi qui ricordati costituiscano un tratto specifico della cultura del progetto italiana, una cifra comune tanto alla ricerca teorica ed espressiva quanto al fare tecnico e operativo.

Per la tappa milanese, che si terrà presso il Centro Congressi Stelline in Corso Magenta, 61 dalle ore 9.30,  SanMarco ha invitato tra i relatori l’architetto Pier Paolo Tamburelli dello Studio Baukuh, autore del progetto della Casa della Memoria a Milano, che illustrerà i modi in cui il progetto definisce un edificio semplice ma esplicitamente monumentale, dove il laterizio viene usato per rispondere ad esigenze di rappresentazione e testimonianza.

 

Locandina del Convegno a Milano (scarica il pdf)

settembre 2015

SanMarco invita al CERSAIE 2015

Si aprirà lunedì 28 settembre la fiera Cersaie 2015 a Bologna, che vedrà la  presenza di SanMarco con uno Stand dedicato alle novità di prodotto e sistema, ma che sarà anche un’importante occasione di incontro con il mercato estero e con i protagonisti della filiera delle costruzioni, dell’architettura  e dell’interior design.

Tra le novità di maggior spicco nel nostro Stand oltre ai nuovi colori e formati delle Facciate Ventilate (Zephir Evolution, Piterak Slim e i nuovi sistemi frangisole…) illustrati nella nuova brochure, sarà di grande interesse la presentazione del Sistema Thermoreal SM, il rivoluzionario pannello a cappotto prefabbricato per l’involucro edilizio rivestito in listelli di cotto e del  mattone MAAX, roman brick, presentato con una nuovissima gamma cromatica, muri “al vivo” e gigantografie di realizzazioni.

L’estetica inconfondibile della terracotta naturale con il suo calore, brillantezza, e la sua naturale variabilità cromatica sarà mostrata in tutte le forme e colori dell’ampia gamma di prodotti SanMarco– Terreal.

Ampio spazio sarà dedicato al design per interni con la presentazione del Listello Decor, nel suo pratico packaging che rende facile e accessibile l’utilizzo del laterizio a “pasta molle” fino ad ora quasi esclusivamente riservato agli esterni. Tonalità calde, assenza di sabbia superficiale per la finitura VIVO SanMarco, ridotto spessore e facilità di posa sono i plus di un prodotto che renderà possibile l’utilizzo del cotto anche nell’interior design.

Il laterizio si conferma, quindi, quale prodotto “made in Italy”, in grado di assicurare le giuste risposte alle diverse e rinnovate esigenze della progettazione, mantenendo inalterati nel lungo periodo, valori e funzioni, con impatti ambientali e costi di manutenzione ridotti al minimo.

Visitando lo Stand SanMarco al Cersaie 2015 sarà possibile rendersi conto di come il laterizio incontri sempre nuove e innovative forme ed applicazioni che lo fanno essere oggi più che mai una strada per il futuro.

Vi aspettiamo allo Stand A11 Pad. 36.

Per scaricare l’invito gratuito offerto da SanMarco cliccate questo link

settembre 2015

Terracotta e cashmere, un binomio d'eccellenza in un borgo da scoprire


E’ Solomeo il piccolo borgo umbro, sede della prestigiosa azienda del re del cashmere Brunello Cucinelli, dove l’imprenditore ha scelto i laterizi SanMarco per pavimentarne piazze e vicoli.

Adagiato sul colle di Solomeo, immerso tra le colline umbre e boschi sempreverdi questo borgo trecentesco rivive le originarie forme medievali e rinascimentali che da sempre lo caratterizzano. Edificato tra la fine del XII secolo e la prima metà del XIII, si sviluppa sull’insediamento di un precedente complesso rurale denominato Villa Solomei che, nella primavera del 1391, venne fortificato con la costruzione dell'attuale castello di Solomeo. Il castello, l'antica Chiesa Parrocchiale, la seicentesca villa Antinori e il Teatro Cucinelli fanno da sfondo ad una suggestiva realtà ricca di bellezze storiche, artistiche e paesaggistiche. A partire dal 1985 Brunello Cucinelli ha fatto del borgo la sede della sua impresa umanistica dando inizio ai lavori di restauro che hanno coinvolto SanMarco per la fornitura dei mattoni posati per tutti i vicoli e le piazze dell’intero borgo. La terracotta così costituisce l’elemento, in continuità con la tradizione, che unisce e armonizza tutti i luoghi e gli spazi del borgo.

“Fatto su misura alla maniera di Brunello Cucinelli”. E’ questo lo slogan per l'imprenditore del lusso che del piccolo borgo di Solomeo ha fatto un esempio di business intelligente, puntando principalmente sulla qualità del sartoriale. La stessa filosofia di customizzazione che abbraccia da tempo anche SanMarco, e che oggi più che mai può essere la via verso l’uscita dalla crisi. Produzioni di grande eccellenza che tengono conto dei desideri di una clientela sempre più esigente. Per i prodotti in laterizio firmati SanMarco questo vuol dire sviluppare texture, forme, colorazioni, sistemi di assemblaggio che si adattino ai singoli progetti e ad una domanda diversificata e competente.




agosto 2015

Nuovo Store Esselunga a Galluzzo (FI): tre varietà di laterizio SanMarco per una realizzazione in continuità col paesaggio


L’edificio, parzialmente ipogeo, è caratterizzato dalla copertura a giardino pensile con larghi terrazzamenti che costituisce un continuum con il paesaggio collinare. I rivestimenti esterni sono in laterizio a faccia vista in varie declinazioni.

Progettato dall’architetto Federico Gurrieri e realizzato da Cepa Edilizia Srl, il nuovo store Esselunga di Galluzzo (Fi) si presenta come un fabbricato parzialmente ipogeo caratterizzato sia dal proseguimento della collina al di sopra della copertura, quest’ultima utilizzata come giardino pensile a larghi terrazzamenti, che dal rivestimento in mattoni a faccia vista. Oltre al fabbricato sono state realizzate all’interno dell’abitato alcune opere quali nuovi giardini, verde attrezzato, riqualificazione di spazi pubblici e marciapiedi.

Tutto il paramento murario esterno è stato realizzato attraverso due tipologie di laterizio SanMarco faccia a vista: il mattone a pasta molle e i sistemi di facciata ventilata in lastre di cotto estruso di grande formato e frangisole applicati a secco di ultima generazione.

Il rivestimento a pasta molle interessa l’intero edificio principale, compresi i pilastri e i pezzi speciali realizzati “a mano” utilizzati per le cornici delle basi dei pilastri. Il mattone impiegato è il risultato della sperimentazione compiuta costantemente sul mattone a pasta molle prodotto senza sabbia in superficie, allo scopo di mettere in luce i colori naturali delle argille, ottenendo sfumature con tonalità diverse per ogni elemento. Il risultato è superfici brillanti e ricche di sfumature in grado di integrarsi con i molteplici colori e texture dell’ambiente in cui è inserito. Oltre all’aspetto estetico la lavorazione del mattone ha conferito particolari caratteristiche di massa, porosità, naturalità senza aggiunta di sabbie, di additivi o di coloranti, tali da farlo rispondere in maniera adeguata sia alle esigenze di biocompatibilità, a quelle di espressività materica del laterizio, che all’isolamento termico e acustico, e più in generale di comfort abitativo.

I frangisole e la facciata ventilata riguardano il muro di recinzione e il rivestimento murario esterno del locale tecnico. Questi sono realizzati in materiale differente dal mattone a pasta molle e si caratterizzano per l'estrusione di argille nobili con caratteristiche tecniche elevate, in particolare dal punto di vista dell’urto e delle resistenze meccaniche.

Il supermercato del Galluzzo ha quindi il particolare pregio di dare espressività al laterizio nelle sue varie declinazioni: da quella tradizionale dell’elemento di architettura formato a mano per le cornici dei pilastri, a quella del mattone classico a pasta molle per le partiture murarie principali a quella moderna del laterizio estruso a grande dimensione per i frangisole del muro di recinzione. In questo modo si dimostra come tradizione ed innovazione siano concetti presenti nell’evoluzione applicativa del laterizio, che continua ad essere ancora oggi uno dei materiali da costruzione più utilizzati.

Leggi l’articolo che “Il Nuovo Cantiere” ha dedicato a questa realizzazione.

 


 

luglio 2015

Volumi in laterizio faccia a vista e acciaio corten, sinergiche contaminazioni


Il territorio urbanizzato ai piedi delle prime pendici collinari, a Reggio Emilia, ha ispirato l’andamento architettonico e i materiali scelti per questa residenza progettata dallo studio M2R Architettura

Questa realizzazione rappresenta l’incontro tra la sensibilità paesaggistica, la sostenibilità energetica e il comfort abitativo: in questa prospettiva, particolare attenzione è stata rivolta a sfruttare a pieno le potenzialità sia dal punto di vista estetico sia da quello tecnologico dei materiali utilizzati come il laterizio tradizionale a pasta molle SanMarco abbinato all’acciaio corten.

I due materiali creano un’alternanza materica e cromatica che arricchisce le forme semplici e pulite dell’edificio e risultano in forte sintonia tra loro, in naturale sovrapposizione alle strutture cromatiche che si alternano nella vicina campagna con il trascorrere delle stagioni e entrambi ha poca necessità di manutenzione. Il luogo. La natura rustica e accogliente della campagna emiliana ha ispirato l’andamento architettonico e i materiali scelti per questa residenza che si colloca al limite del territorio urbanizzato ai piedi delle prime pendici collinari. Quello che ne risulta è un intervento dal carattere omogeneo che trova come matrice architettonica la casa rurale con il tetto a capanna tipica della pianura emiliana. Nel rispetto della tradizione e del paesaggio in cui si inserisce il progetto, ai volumi semplici e compatti in muratura di laterizio faccia a vista vengono giustapposti volumi in acciaio corten, allo scopo di generare spazi domestici coperti come l’ingresso principale all’abitazione e il porticato esterno reinterpretato in una visione contemporanea.

 




luglio 2015

Medaglia d’oro dell’architettura italiana 2015: Casa della Memoria tra i finalisti

Medaglia d’oro dell’architettura italiana 2015: Casa della Memoria tra i finalisti

La Triennale di Milano in collaborazione con il MiBACT, Ministero per i Beni e le Attività Culturali e Turismo, e con MADE expo, bandisce la quinta edizione del Premio Medaglia d’Oro all’Architettura Italiana, evento con cadenza triennale che intende promuovere la riflessione sulle nuove e più interessanti opere e sui protagonisti che le hanno rese possibili. Il prestigioso premio punta alla promozione pubblica dell’architettura contemporanea come costruttrice di qualità ambientale e civile, e insieme guarda all’architettura come prodotto di un dialogo vitale tra progettista, committenza e impresa.

La Medaglia d’Oro all’Architettura Italiana si pone anche come riflessione attiva sul ruolo del progettista e delle sue opere puntando alla diffusione pubblica in Italia e all’estero di un nuovo patrimonio di costruzioni e idee e insieme verificando periodicamente lo stato della produzione architettonica italiana, gli indirizzi, i problemi e i nuovi attori.

In particolare per questa edizione 2015 il Presidente della Triennale, Claudio De Albertis, e il curatore per l’Architettura, Alberto Ferlenga, che presiedono la giuria del Premio Medaglia d’Oro all’Architettura Italiana hanno selezionato la “Casa della Memoria” tra i finalisti per la sezione “Nuovi Edifici”.

Tutti i progetti finalisti verranno presentati nella mostra Medaglia d’Oro 2015 che si terrà a dicembre 2015 nello spazio denominato Impluvium del Palazzo dell’Arte.

E’ quindi fonte di particolare soddisfazione anche per SanMarco che ha realizzato i laterizi che sono stati utilizzati in facciata L’edificio infatti è ricoperto da mosaici in terracotta come riproduzioni di personaggi e di immagini emblematiche. La particolarità che lo rende unico è che le immagini sono realizzate, con una tecnica ispirata ai pixel del linguaggio fotografico e visual, attraverso l’alternanza di mattoncini in terracotta delle dimensioni 5,5x5,5 cm nella faccia a vista e 12cm nella profondità in 6 colorazioni differenti (Rosa Vivo, Rosso Vivo, Rosso Forte, Rosso Massimo, Grigio Forte, Grigio) a generare l’immagine complessiva percepita nel suo insieme. I mattoncini sono realizzati attraverso il taglio a spigolo vivo rettificato dei mattoni a pasta molle della sua gamma prodotti. Questo materiale, così antico e al tempo stesso ancora oggi protagonista nel linguaggio architettonico contemporaneo e moderno, è quindi concepito come “pelle” dell’intero edificio e contribuisce a dare significato ed espressività alla realizzazione, decoro e parete di rivestimento al tempo stesso.

giugno 2015

MILANO IN LATERIZIO: SU “COSTRUIRE IN LATERIZIO” UN OVERLOOK SULLE ARCHITETTURE IN MATTONI FACCIA VISTA A FIRMA SANMARCO


Il nuovo numero di Costruire in laterizio, n° 163 è interamente dedicato alla città di Milano al centro dell’interesse mondiale per l’Expo 2015. Nuove architetture isolate, interi quartieri rigenerati, aree dismesse rifunzionalizzate, edifici monumentali pubblici e interventi di social housing delineano i tratti di una città in fermento. Nel nuovo linguaggio architettonico il laterizio faccia a vista è ancora, con rinnovata forza ed espressività, il materiale in grado di esprimere valori di tradizione, ma al tempo stesso incarnare slanci innovativi per rispondere alle esigenze di novità che i progettisti ricercano.

In evidenza:

  • Cover: Casa della Memoria; (materiale SanMarco: Mattoni formato speciale 5x5x5,5x 12 cm linea Vivo colori: Rosa Vivo, Rosso Vivo, Rosso Mose, Rosso Massimo, Grigio Forte, Grigio )
  • In primo Piano; da pag. 10 a pag. 15 : Casa della Memoria; Studio Baukuh (materiale SanMarco: Mattoni formato speciale 5x5x5,5x 12 cm linea Vivo colori: Rosa Vivo, Rosso Vivo, Rosso Mose, Rosso Massimo, Grigio Forte, Grigio )
  • Progetti; da pag. 18 a pag. 23 : Darsena di Milano ; Edoardo Guazzoni, Paolo Rizzatto, Sandro Rossi, Studio Bodin, (materiale SanMarco: Mattoni 12x25x5,5 Linea Classico colore Rosso Bizantino)
  • Progetti; da pag. 24 a pag. 27: Magna Parse Suites Hotel; Paola Benelli e Roberto Murgia, (materiale SanMarco: Mattoni con colore speciale formato: 5x5x23,8 cm)
  • Progetti; da pag. 34 a pag. 38: IULM Knowledge Transfer Centre; Studio 5+1AA, (materiale SanMarco: Mattoni formato 12x25x5,5 linea Vivo, colore Rosso Vivo)
  • Progetti; da pag. 46 a pag. 49: Isola 8; CZA Cino Zucchi Architetti, (materiale SanMarco: Mattoni formato 12x25x5,5 linea Vivo, colori Grigio forte, Grigio, Grigio chiaro)
  • Dettagli; da pag. 72 a pag. 75: Nuovo edificio per uffici giudiziari; Carmelo Maugeri e Alessandro Marchello (collaboratore), (materiale SanMarco: Mattoni formato 12x25x5,5 linea Classico, colore Rosso)

La carrellata di nuove architetture milanesi in mattoni rende possibile rintracciare le ragioni di continuità del laterizio, materiale edilizio fra i più antichi, che rimane oggi uno fra i prodotti più versatili ed efficaci sotto il profilo compositivo – forse l’unico che possa essere direttamente associato al concetto di costruzione – e fra i più performanti per le sue qualità estetiche, statiche e isolanti.

Affermava Giancarlo De Carlo, durante una conversazione di qualche anno fa, riferendosi al laterizio:” a proposito del cotto, la prima cosa che mi viene in mente è che è un materiale antico e moderno; viene dalla terra, lo si impasta con l’acqua, lo si cuoce col fuoco, lo si asciuga con l’aria e al sole; …La sua stupefacente singolarità –mirabile qualità- è di essere stato moderno in ciascuna delle tante epoche che ha attraversato, conservando il fascino di essere antico”. (G.De Carlo, 24 ottobre 2004).

E’ sicuramente vero che le ragioni di continuità e di sopravvivenza del laterizio, un materiale che ha attraversato tanti secoli, mantenendo il suo carattere antico, tradizionale ed al tempo stesso così moderno ed attuale, sono da ricercare nel fatto che questo materiale ha trovato in ogni epoca architetti ed aziende di produzione che l’hanno saputo rendere moderno, attuale, coerente con le esigenze estetiche, funzionali e prestazionali. Hanno saputo plasmarne la forma, modificarne texture, migliorandone prestazioni, l’hanno reso moderno in ogni epoca, come in questa attuale stagione del nuovo “rinascimento” milanese.

Per leggere la rivista cliccate qui

giugno 2015

Un hotel a 5 stelle coi mattoni SanMarco

MAGNA PARS SUITES A MILANO

Si tratta di un piccolo intervento di ampliamento inaugurato recentemente, rispetto al corpo centrale dell'hotel che ha già un paio di anni.

L'intervento, unico nel suo genere, è relativo a due pareti a tutta altezza, di cui una esterna ed una interna (vano scale) ed esterna.

Il progetto è firmato dagli architetti Roberto Murgia e Paola Benelli ed ha avuto come obiettivo quello di conferire charme ed eleganza al complesso architettonico in linea con un linguaggio architettonico moderno e minimalista.

I mattoni impiegati hanno un formato speciale con un colore e finitura studiati ad hoc, stampati a mano, e fissati a secco con dei pioli speciali, disegnati dall’architetto, su una lamiera tagliata a laser in acciaio e colorata.

La lamiera prende il posto della malta, e il mattone crea un gioco di pieni e vuoti.

Visualizza il composit

giugno 2015

70° ANDIL

RIGENERIAMOCI
posiamo il primo mattone

Il 16 giugno si svolgeranno i lavori dell’Assemblea ANDIL presso la sede istituzionale di Assolombarda, nel cuore di Milano. Nel corso dell’evento, patrocinato dalla Consulta Lombarda degli Architetti, verrà lanciato “Rigeneriamoci”, il manifesto dell’industria dei laterizi che punta a rivedere le strategie aziendali e a proporre una nuova idea di concepire gli spazi urbani.

Fin dalle sue origini, il mattone è stato parte della storia dell’essere umano; parte della sua cultura, della sua società, delle sue abitudini. Richiama alla mente un modo di costruire vicino all’uomo; una cultura del costruire in cui tecnica, funzionalità ed estetica si fondono in una prospettiva di qualità globale destinata a durare.

Oggi il laterizio è il principale materiale da costruzione impiegato nel nostro Paese.

ANDIL insieme con le aziende come SanMarco, che ne costituiscono l’ossatura, è impegnata dal 1954 in numerose attività a favore della sua adeguata valorizzazione. L’importante anniversario associativo sarà l’occasione per rendere ancora più partecipata la prossima edizione dell’Assemblea in cui verrà lanciato “Rigeneriamoci”, il manifesto dell’industria dei laterizi che punta a rivedere le strategie aziendali ma anche a proporre una nuova idea di concepire gli spazi urbani.

I festeggiamenti dell’anniversario dei 70 anni di ANDIL si terranno a Milano, presso Assolombarda, il pomeriggio del 16 giugno dalle 14.00. L’evento si articolerà in 3 sessioni:

  • si partirà dall’analisi dell’attuale congiuntura per valutare le prospettive del sistema istituzionale delle costruzioni;
  • successivamente, tre autorevolissimi storici dell’architettura passeranno in rassegna delle architetture in laterizio significative;
  • chiuderà la giornata un dibattito sui nuovi modelli di città e di utilizzo del territorio, secondo la visione di qualificati architetti ed esponenti politici.

Sono invitati a partecipare tutti i tecnici e gli operatori del settore edile. L’evento è patrocinato dalla Consulta Lombarda degli Architetti e la partecipazione darà diritto a n° 4 CFP. Gli architetti PPC dovranno obbligatoriamente registrarsi attraverso la Piattaforma CNAPPC im@teria (gli Architetti PPC che ancora non avessero un proprio account personale im@teria potranno attivarlo registrandosi al link: https://imateria.awn.it/custom/imateria/ (accesso centralizzato ai servizi), o accedendo tramite l’area personale (se esistente) dei propri Ordini).

Il riconoscimento di n°2 CFP al presente evento è stato autorizzato dall'Ordine Ingegneri di Milano, che ne ha valutato anticipatamente i contenuti formativi professionali e le modalità di attuazione. L’evento ha ricevuto anche il riconoscimento di n° 2 CFP per i geometri iscritti all’Albo provinciale di Milano.

Ingegneri, geometri e tutti gli altri professionisti, ad eccezione degli architetti, potranno registrarsi inviando una mail con i propri dati (nome, cognome, codice fiscale, Ordine di appartenenza, numero di iscrizione all'Ordine) a: Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. E' necessario abilitare JavaScript per vederlo. .

Scarica il programma dell'evento.

maggio 2015

TEGOLA PIANA VOLNAY A VILLANTERIO

INNOVAZIONE E MODERNITA’

Completata la costruzione di una villa privata a Villanterio, nella provincia di Pavia. Tegola piana e facciata ventilata sono i prodotti in laterizio SanMarco che hanno aiutato i progettisti ad aderire alle esigenze di modernità del linguaggio architettonico e di innovazione e qualità.

Linee moderne e volumi netti sono gli elementi che contraddistinguono l’interessante progetto degli architetti Walter Tonali e Marco Sartori (Studio Archinproject), progettisti di una villa privata nella provincia pavese. L’accurata scelta dei materiali è ricaduta sulla facciata ventilata Terreal, declinazione moderna del rivestimento in laterizio come “pelle” dell’edificio, realizzata con Zephir 30x60,5 cm, color grigio perla e sulla tegola piana Volnay, color grigio ardesia.

In particolare la scelta della tegola piana risponde all’esigenza di ripensare alla copertura tradizionale a falde attraverso l’utilizzo di un elemento discontinuo piano in laterizio colore grigio ardesia.

Volnay fa parte delle tegole Nordiche SanMarco, che hanno in comune un’estetica inedita e accattivante. Inoltre, grazie all’ampia varietà di colori disponibili, sono adatte anche al progettista che vuole esplorare combinazioni ed effetti cromatici originali.

Con le numerose finiture e forme, le Nordiche SanMarco offrono eleganza e nuove suggestioni estetiche sia per le realizzazioni tradizionali sia per le architetture più moderne.

I modelli disponibili sono tutti corredate da accessori in laterizio e funzionali per un tetto sicuro, stabile e salubre.

 

maggio 2015

CASA DELLA MEMORIA


TRE PIANI DI STORIA IN MATTONI POLICROMI

SanMarco e Baukuh realizzano il parallelepipedo rivestito in mattoni policromi per conservare e divulgare lamemoria storica di Milano. Un laboratorio dove le associazioni, gli studiosi e i testimoni possono lavorare insieme generando nuova memoria e proponendola ai giovani per rendere omaggio a tutte le vittime dei totalitarismi e dei terrorismi.

Inaugurata il 25 aprile 2015 alla presenza del sindaco di Milano, Pisapia, insieme con le maggiori cariche istituzionali cittadine e realizzata su progetto dello studio Baukuh, la Casa della Memoria ospita la sede di alcune associazioni che conservano la memoria della conquista della libertà e della democrazia in Italia: l’Associazione Nazionale Ex Deportati (A.N.E.D.),
 l’Associazione Nazionale Partigiani d’Italia (A.N.P.I.), l’Associazione Italiana Vittime del Terrorismo (A.I.VI.TER.), l’Associazione Piazza Fontana 12 Dicembre 1969 e l’Istituto Nazionale di Studi sul Movimento di Liberazione d’Italia (I.N.S.M.L.I.).

L’edificio, costruito dal 2013 al 2015 a seguito del concorso svolto nel 2011, è stato realizzato per il Comune di Milano, che ha voluto destinare una nuova sede alle associazioni e attivare un centro dedicato ai valori di democrazia e libertà per cui la città di Milano ha combattuto nell’ultimo secolo.

La Casa della Memoria è interamente rivestita di mattoni che ricompongono alla maniera di pixel, immagini rappresentative della storia di Milano del dopoguerra. L’involucro dell’edificio, quindi, inteso come un grande polittico, prova a dar conto della complessità della memoria di una intera città, senza per questo rinunciare ad immaginarne una ideale unità. La decorazione delle facciate, più che definire una memoria condivisa, espone l’esigenza di questa condivisione. Per questo le immagini rappresentate sull’involucro dell’edificio sono allo stesso tempo esplicitamente monumentali e deliberatamente fragili. Per come sono realizzate, queste immagini appaiono più nettamente da lontano e poi perdono chiarezza avvicinandosi, scomponendosi in un pulviscolo inafferrabile, quasi a proclamarsi infine piuttosto incerte della stessa verità che hanno così orgogliosamente scelto di esporre.

Tutto questo è stato possibile con l’utilizzo di 6 tonalità differenti di mattoni della gamma SanMarco Terreal: Rosa Vivo, Rosso Vivo, Rosso Mose, Rosso Massimo, Grigio Medio e Grigio Forte, prodotti con tecnologia a pasta molle, quella più affine alla tradizione e quella che si presta alla maggiore flessibilità produttiva.

 

 

maggio 2015

DARSENA DI MILANO


RIVIVE UNA PARTE DI CITTÀ TRA MEMORIA E FUTURO

Dopo l’inaugurazione, avvenuta domenica 26 aprile si susseguono feste, eventi ed happening che danno a questa area di Milano il respiro di una capitale europea e cosmopolita. I rossi mattoni SanMarco sono l’elemento conduttore di un’area tra le più frequentate e pittoresche di Milano.

Oltre 75 mila metri quadrati visitabili a piedi, verde, un nuovo mercato e un ricostituito specchio d'acqua con ai lati due passeggiate: è la nuova Darsena di Milano, con la riqualificata piazza XXIV Maggio, che sono state inaugurate domenica 26 aprile, dopo 18 mesi di cantiere e una spesa di quasi 20 milioni di euro. Oltre al ritorno della navigabilità, la novità più importante è rappresentata dalla riapertura del canale del Ticinello che era stato interrato negli anni '30.

Ripristinare il volto medioevale e leonardesco della Darsena, antico porto della città, era l'obiettivo del progetto di riqualificazione, concordato con la Soprintendenza ai Beni Culturali e Architettonici e parte del lascito di Expo. L'intervento ha previsto la pulizia del letto dello specchio d'acqua e la ricostruzione delle sponde, la realizzazione di due passeggiate e di due nuove passerelle, la sostituzione del vecchio mercato con uno nuovo, oltre alla riqualificazione della piazza, trasformata in area pedonale, con una nuova pavimentazione. Altra novità è la riapertura del canale del Ticinello, che si può attraversare attraverso due ponti del '500 e del '700 riportati alla luce dopo oltre 80 anni e restaurati.

Elemento conduttore di tutto il progetto è l’utilizzo dei mattoni rossi che costituiscono quinte murarie, muri di contenimento, rivestimenti di pareti verticali, accessi ai ponti e rampe. L’idea, spiegano i progettisti Guazzoni, Rossi, Rizzato, è di dare continuità alle mura spagnole cinquecentesche il cui antico sedime coincide con l’intervento. I mattoni scelti sono di produzione SanMarco-Terreal Italia a pasta molle “tipo a mano”.

"La nuova Darsena è il lascito più importante di Expo alla nostra città", spiega l'assessore ai Lavori pubblici del Comune di Milano, Carmela Rozza. "Oggi - aggiunge - ci lasciamo alla spalle anni di degrado, di incuria: uno degli spazi più famosi e frequentati della città acquista un volto moderno e elegante che svilupperà un'attrazione non soltanto nei confronti dei milanesi ma di tutti i visitatori della città".

 

 

maggio 2015

SanMarco “innova“ il marchio aziendale per rafforzare l’identità e la visione internazionale.

SanMarco annuncia il restyling del logo istituzionale, frutto di una proposta grafica che sottende la volontà di esprimere la forza di un Gruppo leader mondiale nei laterizi. SanMarco è controllata da oltre 15 anni dal Gruppo Terreal, multinazionale francese che trae le sue radici da un’esperienza centenaria nei prodotti in terra cotta, ereditandone le competenze e rinnovandone la tradizione. Il Gruppo, presente in Europa e nel resto del mondo con oltre 20 siti produttivi e 2200 dipendenti, realizza un fatturato di quasi 400 milioni di euro, di cui 1/3 circa in attività di export.

SanMarco e Terreal condividono la filosofia, una vision che afferma la volontà di porsi non più come produttori di laterizi, ma come partner di progettisti e costruttori, grazie a soluzioni innovative di grande qualità, e nuove prospettive per l’utilizzo della terracotta.

Sono questi i presupposti che hanno animato la volontà di rivisitazione del logo istituzionale: appartenenza ad un gruppo multinazionale economicamente e eticamente solido, e condivisione di intenti e filosofia.

Oltre trent’anni di storia di SanMarco nel settore, un impegno costante nella ricerca della qualità e un dialogo ininterrotto con i principali target hanno contribuito a far percepire il brand come un riferimento per i protagonisti della cultura edilizia ed architettonica.

La proposta grafica mantiene intatto il naming “SANMARCO”, con lo stesso lettering, ormai nell’immaginario collettivo di progettisti e costruttori e lo abbina al logo Terreal, anch’esso interessato da una rivisitazione con uno stile più fresco, moderno, una linea semplice ma d'impatto e una creatività guizzante nei colori dei triangoli a rappresentare l’ampia varietà di gamma e, a livello simbolico, l'universo di valori che caratterizzano l'azienda nel tempo: qualità, innovazione, bellezza, ecosostenibilità, benessere dell’abitare e sicurezza…

L’unione del logo SanMarco a quello di Terreal nella nuova veste grafica esprime la forza, la solidità, la gamma di proposte del Gruppo con una visione moderna e internazionale, come spiega il dott. Fernando Cuogo, direttore generale di SanMarco-Terreal Italia: "L'obiettivo che ci siamo prefissati è quello di non intaccare la forza e la notorietà del nostro brand, ormai nell’immaginario figurativo collettivo, ma di rafforzarne la conoscenza con una nuova proposta grafica che aggiunge, grazie alla forza del Gruppo Terreal, stabilità, solidità, investimenti, innovazione e visione internazionale”. Inoltre, - prosegue Cuogo, - oggi, nella complessa situazione del mercato delle costruzioni che cerca sempre più innovazione e certezze, è importante esprimere l'essenza della nostra identità e della nostra storia, facendo al tempo stesso emergere la nostra appartenenza ad un gruppo internazionale presente in oltre 30 paesi, che riunisce importanti realtà industriali per la produzione di laterizi, nel mondo. Élite d’avanguardia e partner dal volto umano, crediamo entrambi nella terracotta come strumento per produrre soluzioni complete e sistemi globali per un’architettura sostenibile”.

 

novembre 2014

Un premio per l'area Appiani all’Urbanpromo XI edizione, Triennale di Milano, 11-14 novembre

Il progetto di recupero dell'area Appiani a Treviso, realizzato con i mattoni SanMarco, dall'architetto Mario Botta per la Fondazione Cassamarca, è stato scelto per essere presentato alla Triennale di Milano in occasione di Urbanpromo 2014, la manifestazione nazionale di riferimento per il marketing urbano e la rigenerazione urbana organizzata dall’Istituto Nazionale di Urbanistica e da Urbit, che aprirà i battenti martedì prossimo, 11 novembre, alla Triennale di Milano. La presentazione avverrà all'interno di un'area speciale riservata ai progetti delle fondazioni italiane di origine bancaria.

 

La rigenerazione dell'area, avviata a livello progettuale nel 1994 e poi a livello cantieristico nel 2005, sta ormai volgendo a conclusione, mancano infatti solo gli ultimi collaudi che arriveranno entro fine anno. Dove prima sorgevano gli edifici del vecchio opificio ora è stata creata una grande piazza attorno alla quale sorgono costruzioni private e pubbliche creando un quartiere ad alta densità urbana in contiguità con il centro storico della città di Treviso. La nuova cittadella delle istituzioni, sorta su un'area di 80 mila mq, comprende, oltre all'area dedicata ad uffici, edifici pubblici, servizi e ristorazione, anche 120 appartamenti, 92 dei quali sono già abitati e un auditorium da 500 posti.

 

“Il progetto – ha spiegato Botta – ripropone il modello della città europea, con la sua stratificazione storica, ma non si tratta di un recupero nostalgico, quanto di un nuovo modo di lavorare in chiave di nuove prospettive, con attenzione alle esigenze di oggi e alla creazione di nuove immagini”. Il progetto trasforma una parte della periferia novecentesca, senza alcun senso urbanistico, in organismo con propria valenza figurativa, dalla grande densità urbana, che con entusiasmo pensa alla dimensione del cittadino-fruitore: “…un vero e proprio unicum che viene ad offrire all’utente uno spazio “eccezionale” per la qualità dell’immagine, per la natura dei materiali, per l’offerta straordinaria di spazi e servizi (piazza minerale, roseto, fontana, chiesa, percorsi coperti) circondata dalle attività proprie della città (uffici pubblici, ristoranti, negozi).” (Mario Botta). A evidenziare la centralità, la grande piazza allungata posta nel cuore dell’intervento, denominata poi di Piazza delle Istituzioni, contenitore del grande specchio d’acqua che, amplificando l’architettura, fa da contrappunto a una struggente cappella, e a un insolito roseto “urbano“. Occasione unica dentro la città, per godere di cromie e fragranze: un vero e proprio bouquet visivo e olfattivo. E’ appunto attraverso la componente vegetale che lo sguardo, dentro o fuori il complesso unendosi idealmente con l’equivalente del contesto, trova il dialogo con l’anima verde di Treviso, paesaggio lussureggiante per la presenza delle acque del fiume Sile.

 

Tra le lavorazioni eseguite a “regola d’arte” nelle varie fasi di cantiere, meritano sicuramente attenzione le partiture murarie in laterizio faccia vista fornite da SanMarco-Terreal Italia. Questo materiale, così antico e al tempo stesso ancora oggi protagonista nel linguaggio architettonico contemporaneo e moderno, è presente in varie zone degli edifici. Conoscendo da tempo la SanMarco, progettista ed impresa di costruzioni hanno scelto i suoi mattoni a pasta molle come materiale principale nel rivestimento delle facciate esterne.

 

Il mattone scelto è della linea faccia a vista Classico, un laterizio tradizionale che, basandosi sulla tecnologia a pasta molle non estrusa, risulta specifico all’utilizzo facciavista per la sua resistenza agli agenti atmosferici e l’assenza di inclusioni calcaree. Grazie alle sue caratteristiche, una volta posato non richiede nessun trattamento superficiale e ha una lunga durata nel tempo. È un mattone erede della tradizione antica, prodotto a stampo nelle dimensioni standard 12x25x5,5 cm, dalla finitura tradizionale sabbiata, con una colorazione naturale nata dalla collaborazione tra l’architetto Botta e i tecnici SanMarco e ottenuta miscelando argille di alto pregio senza aggiunta di coloranti o additivi.

novembre 2014

Torino, 28 novembre, ultima tappa del tour 2014 sull’efficienza energetica degli edifici

Dopo mesi di intenso e proficuo confronto tra relatori, professionisti e aziende produttrici di laterizio che hanno partecipato attivamente al roadshow 2014 sulla “Casa a energia quasi zero verso il 2020” (3.000 iscritti in 5 tappe con una media di 350 presenze ad incontro) dando un quadro complessivo delle tematiche e delle implicazioni del decreto attuativo della Legge 90/2013 sull’efficienze energetica (NZEB – Near/Net Zero Energy Building), informiamo dell’apertura delle iscrizioni all’ultima data prevista (per ora) a Torino, il 28 novembre. Nel convegno si invitano i partecipanti a considerare uno standard di edificio “made in Italy” capace di coniugare sicurezza, risparmio e salubrità in area Mediterranea, valutando le reali esigenze di tutte le tipologie di costruttive, residenziali in primis, ma anche scuole, housing sociale..., con particolare attenzione all’ambiente, alla qualità del costruito ed al benessere abitativo. Volendo costruire un edificio di qualità, infatti, fatta salva la sicurezza sismica, bisogna considerare le peculiarità climatiche del nostro Paese. L’industria dei laterizi propone soluzioni costruttive capaci di assicurare sicurezza strutturale, consumi energetici ridotti in inverno, ma soprattutto in estate, garantendo il giusto equilibrio tra isolamento termico e comfort abitativo per il clima mediterraneo. L’attenzione dei progettisti e dei consumatori finali è alta ed è essenziale conoscere le logiche della bioclimatica e i problemi dell’iperisolamento. Nel corso dell’evento verrà, poi, posta in evidenza la questione direttamente collegata della salubrità, che impone una particolare attenzione alla presenza di muffe all’interno delle abitazioni. L’organizzazione scientifica del tour è affidata a docenti universitari e membri di ANCE, ENEA e delle Commissioni UNI e CTI impegnati da anni nella produzione di norme su tali tematiche all’interno di comitati normatori nazionali e internazionali (CTI, UNI e CEN).

 

L’evento si terrà a Torino, nella mattina di venerdì 28 novembre dalle 9:30 alle 13:30 (ore 9:00 registrazione partecipanti) presso NH Ambasciatori Corso Vittorio Emanuele II, 104.

 

Il Collegio degli Ingegneri della Provincia di Torino riconosce n. 3 Crediti Formativi Professionali.

 

L’appuntamento è supportato da SanMarco Terreal Italia, che consentirà ai presenti di approfondire le tematiche trattate nel convegno, richiedendo informazioni presso il proprio corner aziendale. La partecipazione è gratuita e a numero chiuso, per iscriversi è sufficiente cliccare su questo link e seguire le istruzioni.

 

Il roadshow riprenderà nel 2015 con un nuovo calendario! Per maggiori informazioni e per scaricare le relazioni dei passati convegni, visitare il sito www.edifici2020.it.

 

Scarica la locandina con il programma (pdf)

ottobre 2014

SanMarco invita al Saie 2014.

Anche per il SAIE 2014 SanMarco partecipa all’iniziativa comune tra ANDIL e Confindustria Ceramica: il “Parco del Laterizio e della Ceramica” (pad. 25), il cui tema si articolerà sulla “casa NZEB in laterizio” antisismica, sostenibile e confortevole, per presentare sistemi e prodotti, tra i più qualificati, in conformità alla direttiva EPBD2.

 

Per l’edizione 2014, il “Parco del Laterizio e della Ceramica”, sarà una vera e propria “agorà” di 2.000 mq, dove espositori e visitatori potranno confrontarsi sui temi di assoluta attualità, ovvero efficienza energetica, sostenibilità, comfort abitativo, sicurezza sismica, riqualificazione dell’esistente unitamente a temi di cultura architettonica come: forme e colori dell’architettura in laterizio, panorama nazionale ed internazionale di realizzazioni, ecc.

 

SanMarco ha partecipato alla ricerca scientifica e sarà pronta nel proprio stand istituzionale, ulteriormente ingrandito rispetto alla scorsa edizione, (A 97- C 136 Pad. /Hall 25) a fornire informazioni sui suoi SISTEMI E SOLUZIONI PER COSTRUIRE con 6 mock-up in scala reale e tutto il suo personale tecnico. All’interno dell’area espositiva verranno mostrate le più recenti novità tecniche e strutturali in materia di costruzioni relative all’uso delle diverse tipologie di laterizio. SanMarco, per l’occasione, ha predisposto un mock up rappresentativo del Sistema COTTO3, una soluzione esclusiva per costruire l’involucro edilizio in laterizio con le prestazioni e il rispetto per l’ambiente che questo materiale può assicurare, sia in termini di uso delle materie prime che di ottimizzazione produttiva con un occhio vigile verso i cinque indicatori particolari: efficienza energetica, sostenibilità ambientale, affidabilità strutturale, comfort e sicurezza, economia e durata. Altre novità saranno i nuovi colori e formati delle Facciate Ventilate (Zephir Evolution, Piterak Slim e i nuovi sistemi frangisole…) illustrati nella nuova brochure e presentati con espositori al vivo. Inoltre sarà di grande interesse la presentazione del Sistema Thermoreal SM, il rivoluzionario pannello a cappotto prefabbricato per l’involucro edilizio rivestito in listelli di cotto, che per questa occasione verrà rappresentato da un grande mock-up col quale sarà possibile prendere visione della stratigrafia dei materiali e del sistema di fissaggio.

 

Tra i convegni previsti nell’ Auditorium del Parco del Laterizio e della Ceramica, SAIE - Pad. 25, vi segnaliamo:

 

-“Comfort acustico degli edifici: soluzioni di corretta esecuzione”, mercoledì 22 ottobre 2014 Parco del Laterizio e della Ceramica dalle ore 14.30. Si alternerà al prof. Simone Secchi, l’arch. Roberta Massarotto (SanMarco Terreal Italia) con una relazione sulla “Correzione acustica degli ambienti indoor e outdoor”;

 

-“La salubrità degli edifici”, giovedi 23 ottobre 2014 – Parco del Laterizio e della Ceramica dalle ore 14.00. Tra i relatori: arch. Franco Favaro (SanMarco Terreal Italia) con una relazione su: “Soluzioni e Sistemi in cotto per il benessere indoor”.

 

Visitando lo Stand SanMarco al Saie 2014 sarà possibile rendersi conto di come il laterizio prodotto “made in Italy”, sia in grado di assicurare le giuste risposte alle differenti esigenze e incontri sempre nuove forme ed applicazioni che lo fanno essere oggi più che mai una strada per il futuro.

 

La 50esima edizione del Salone Internazionale per l’Edilizia si terrà a Bologna dal 22 al 25 ottobre.

 

SanMarco-Terreal Italia sarà nel Padiglione 25, presso l'area “Parco del Laterizio e della Ceramica” (A97-C136). Vi aspettiamo allo Stand A97.

 

Per scaricare l'invito gratuito offerto da SanMarco cliccate qui.

 

Scarica il programma del convegno “La salubrità degli edifici” (pdf)

 

Scarica il programma del convegno “Comfort acustico degli edifici: soluzioni di corretta esecuzione” (pdf)

settembre 2014

Road show “Edifici 2020”: dopo la pausa estiva si avvicina la tappa di Milano dei convegni tecnici sponsorizzati da SanMarco

La quarta tappa del Road Show “Edifici 2020. Edifici a Energia Quasi Zero verso il 2020”, il format di convegni tecnici dedicati all’efficienza energetica organizzato da Maggioli Editore in collaborazione con Andil e con la sponsorizzazione di SanMarco Terreal Italia, si svolgerà a Milano venerdi 17 ottobre dalle ore 9.30 presso lo STAR HOTEL BUSINESS PALACE di Milano (via Gaggia, 3 - MM Linea 3 fermata Porto di Mare). Anche questa tappa si annuncia un ennesimo successo dopo l’entusiastica partecipazione a Verona di oltre 300 tecnici e progettisti. In particolare, in questo appuntamento milanese, si è aggiunto il prestigioso patrocinio della Consulta Lombarda degli Architetti.

 

Per partecipare è necessaria la registrazione gratuita sul sito dedicato: www.edifici2020.it

 

Scarica il programma (pdf)

agosto 2014

Continua la ricerca sui materiali laterizi sostenuta da SanMarco

Ecco il link www.murico4.dicam.unibo.it/node/5 relativo ad una ricerca che SanMarco sta sostenendo e i cui primi risultati verranno presentati al convegno internazionale di Ravenna il prossimo settembre, sullo stato dell’arte della ricerca e dell’uso dei compositi e sulle nuove tecnologie per il consolidamento delle murature. Coordinatore della ricerca, che si sviluppa in seno all’Università di Bologna, è il prof. Angelo di Tommaso, che con il suo gruppo di lavoro, ha scelto i materiali SanMarco per effettuare i test. I primi risultati della ricerca, che sicuramente darà un grande contributo alla conferenza internazionale Murico 4, saranno presentati durante i lavori del convegno che si terrà dal 9 all’11 settembre presso l’ex sede della Facoltà di Ingegneria in Via Tombesi dall'Ova 55 a Ravenna. La finalità della conferenza internazionale è di presentare ed aggiornare gli ultimi sviluppi sul tema della modellazione, prova, progettazione, controllo e monitoraggio nel tempo delle strutture in muratura rinforzate con compositi ed altri sistemi innovativi.

luglio 2014

Cersaie 2014 - Bologna, 22-26 settembre.

Vi aspettiamo nel nostro Stand (Pad. 36 Stand A11) con le ultime novità di prodotto.

 

Fervono i preparativi per la prossima partecipazione a Cersaie 2014, il Salone internazionale della ceramica per l’Architettura e dell’arredobagno, in svolgimento come di consueto a Bologna dal 22 al 26 settembre 2014 con una superficie di 176.000 mq, 910 espositori e una stima di 90.000 visitatori per questa edizione-vigilia dell’Expo 2015.

 

SanMarco Terreal Italia sarà presente alla kermesse bolognese con numerose novità volte ad offrire risposte sempre più all’avanguardia in termini sia estetici, sia tecnologici, ad architetti, interior designer e professionisti del settore.

 

Vi aspettiamo, quindi, a Cersaie 2014 nel nostro stand A11 presso il Padiglione 36.

 

Per ricevere il biglietto omaggio e visitare il Salone cliccate su questo link.

giugno 2014

“L’edificio salubre”: una tavola rotonda presso la sede di Tecniche Nuove a Milano.

Si è tenuta mercoledì 21 maggio la tavola rotonda organizzata a Milano nella nuovissima sede di Tecniche Nuove – il Palazzo della Cultura – e dedicata al “Cantiere dell’edificio salubre”. Un dialogo pensato per incrociare presupposti, testimonianze e competenze degli attori che danno volto, materiali e opere al settore delle costruzioni. Presupposti molto diversi fra loro: da qui la necessità, sempre più sentita, di mettere in campo una comunicazione non solo all’esterno del settore, ma anche e soprattutto interna a esso. SanMarco Terreal Italia è stata invitata come azienda di riferimento nella filiera delle costruzioni, per il respiro europeo e mondiale di appartenenza ad un grande gruppo solido e per la capacità di un costante dialogo con i protagonisti del mondo delle costruzioni. Qualità che orientano la ricerca e lo sviluppo SanMarco verso sistemi in laterizio che rispondono a tono alle esigenze di salubrità e comfort degli ambienti abitati. I lavori sono stati moderati dalla direttrice editoriale di “Il Nuovo Cantiere”, Livia Randaccio: si sono aperti con gli spunti offerti dalla ricerca – con Marco D’Orazio, professore alla Università Politecnica delle Marche, e Marco Fiotti, ricercatore alla Facoltà di Medicina e Chirurgia dell’Università di Trieste. La tavola rotonda ha ospitato soprattutto professionisti (rappresentati anche dal Consiglio Nazionale Geometri e dall’Associazione Donne Geometra) e consorzi e associazioni del settore e da grandi aziende del settore produttivo, tra cui SanMarco Terreal Italia, che dopo una presentazione istituzionale di Davide Desiderio, ha presentato attraverso la relazione di Franco Favaro le sue soluzioni per rispondere al tema della salubrità degli edifici legata al risparmio energetico: Thermoreal SM e facciate ventilate. Nelle prossime settimane, la redazione di Tecniche Nuove darà spazio ai lavori sulle riviste e i siti del gruppo, con resoconti e contenuti multimediali.
maggio 2014

Continua il Tour “Edifici 2020” per parlare di NZEB, venerdì 9 maggio a Roma: oltre 400 gli iscritti

Dopo il grande successo della prima tappa del Road Show Edifici 2020 tenutosi a Bologna lo scorso 28 marzo, il ciclo di seminari dedicati agli Edifici a Energia Quasi Zero riprende da Roma. Appuntamento al Best Western Hotel Universo della Capitale il prossimo 9 maggio dalle ore 9.30 con un programma ricco di interventi tecnici di grande spessore. I consumi energetici in ambito edilizio incidono per circa il 40% su quelli complessivi. Per la loro riduzione, l’Unione Europea ha introdotto il concetto di edificio NZEB (Net/Near Zero Energy Buiding) che è caratterizzato da un fabbisogno di esercizio estremamente ridotto, demandando agli Stati membri la determinazione della durata del ciclo di vita economico e l‘individuazione degli edifici di riferimento per il calcolo e la quantificazione delle misure di efficienza energetica. Nella maggior parte dei Paesi europei il problema principale è quello di riscaldare gli edifici, per questo motivo si è badato soprattutto al contenimento dei consumi in fase invernale. All’opposto, l’Italia è caratterizzata da un tipico clima Mediterraneo in cui è preponderante la problematica estiva e i crescenti costi per il raffrescamento. È auspicabile, quindi, che il raggiungimento degli obiettivi NZEB venga perseguito declinando al contesto climatico nostrano adeguati criteri costruttivi, sia per i nuovi edifici che per il recupero del patrimonio immobiliare esistente. Come se non bastasse, interventi “estremi” di isolamento termico e di contenimento delle dispersioni per ventilazione, possono compromettere la qualità dell’aria indoor cui segue, non di rado, la comparsa di funghi e muffe con possibili rischi importanti per la salute. La sfida che attende il mondo dell’edilizia è, quindi, quella di promuove l’idea di un edificio NZEB capace di coniugare risparmio e salubrità. Tali considerazioni verranno trattate nel dettaglio a Roma, la mattina del 9 maggio (9:00-13:00), presso il Best Western Hotel Universo (via Principe Amedeo, 5/H). Nello specifico, interverranno: N. Massaro, responsabile area tecnologica ANCE; M. D’Orazio, Università Politecnica delle Marche; G. Fasano, responsabile UTEE ENEA; M. Corradi, Presidente di Cecodhas-Energy Expert Network e Acer; C. Di Perna, Università Politecnica delle Marche; E. Di Giuseppe, Università Politecnica delle Marche; M. Cappello, Ministero dello Sviluppo Economico. Sono invitati a partecipare tutti i progettisti: Architetti, Ingegneri, Geometri e Periti Industriali. La partecipazione all’evento dà diritto ai crediti formativi per la professione, già richiesti agli Ordini e ai Collegi professionali del territorio. Per iscriversi gratuitamente online è sufficiente entrare nel sito www.edifici2020.it, dove è possibile scaricare anche la locandina con il dettaglio del programma in formato pdf. SanMarco -Terreal Italia, che sostiene varie tappe del Tour, avrà l’opportunità di incontrare i progettisti interessati e presentare loro le novità di prodotto.
marzo 2014

CLAY ZONE: il laterizio al Salone della Ricostruzione 2014

SanMarco -Terreal Italia insieme ad Andil – Associazione Nazionale Degli Industriali dei Laterizi - parteciperà alla quarta edizione del Salone della Ricostruzione che si terrà a L’Aquila, presso l’ex Agriformula, dal 2 al 5 aprile 2014.

Lo stand SanMarco insieme a quello di altre 4 aziende costituirà la Clay Zone, l’area dedicata al laterizio, prevista nello spazio “verde” di Officina L’Aquila, frutto dell’intesa tra Carsa, ANCE Abruzzo ed alcune aziende produttrici di materiale edile, finalizzata a rendere più qualificata la ricostruzione dell’area terremotata.

La Clay Zone, verrà ubicata negli stand da 122 a 129 e sarà di appeal per tutti coloro che ricercano i valori tradizionali della “casa”, rinnovati nella qualità e nelle prestazioni.

Protagonista sarà il laterizio ed in particolare quello firmato SanMarco, che rappresenta senza dubbio un materiale d’eccellenza del made in Italy, particolarmente apprezzato per la sua multi-prestazionalità che consente a chi lo impiega di ottenere contemporaneamente elevati standard di: qualità estetica, efficienza energetica, sostenibilità ambientale, salubrità e comfort, economia e durata.

Oltre al suo Stand aziendale, dove sarà possibile effettuare approfondimenti tecnici e/o commerciali e conoscere le novità di Sistemi e Prodotti, SanMarco sarà anche presente all’interno della Clay Zone con due mock-up, ovvero modelli in scala reale di soluzioni costruttive inerenti il nuovo sistema Thermoreal® SM - innovativo sistema a cappotto per l’isolamento termico degli edifici costituito da pannelli prefabbricati con finitura superficiale realizzata in listelli di laterizio SanMarco - e Cotto3 - sistema di involucro a secco ventilato con rivestimento di grandi lastre in cotto tradizionale a pasta molle.

Tecnici aziendali SanMarco, saranno a disposizione per rispondere ad eventuali esigenze e approfondimenti.

Venerdì 4 aprile, dalle 11:15 alle 13:30, è invece previsto un seminario formativo e di aggiornamento professionale sui requisiti antisismici degli edifici (nuovi ed esistenti) in muratura strutturale e non, di cui si riporta il programma di seguito (2 crediti formativi per geometri confermati, in attesa di riconoscimento Ordine Architetti e Collegio Ingegneri).

COSTRUZIONI ANTISISMICHE IN MURATURA (durata 2 ore):

Le murature strutturali e non secondo le NTC2008, Paolo Morandi (Università di Pavia - Eucentre)

Calcolo e verifica degli edifici in muratura, Roberto Calliari (Ingegnere, libero professionista)

Interventi di adeguamento e miglioramento sismico delle murature esistenti, Francesca da Porto (Università di Padova)

 

marzo 2014

Edifici a energia quasi zero verso il 2020. Il road show dei convegni debutta a Bologna il 28 marzo 2014.

Al via con l’edizione bolognese del 28 marzo, il road show Andil in partnership con Maggioli Editore sul tema “L’efficienza energetica in area mediterranea”, allo scopo di evidenziare e valorizzare il ruolo della massa e le potenzialità delle soluzioni in laterizio.

SanMarco è lieta di invitare progettisti, tecnici e tutti i protagonisti della filiera delle costruzioni al convegno “Edifici a energia quasi zero – Verso il 2020”, che si terrà il 28 marzo 2014 a Bologna, presso la Sala Italia del Palazzo della Cultura e dei Congressi in Piazza Costituzione 4/A, a partire dalle 9.30.

Il convegno sarà la prima tappa di un road show, articolato in 6 tappe, dedicato all’efficienza energetica in area mediterranea, nato dalla collaborazione tra Maggioli e ANDIL (Associazione Nazionale degli Industriali dei Laterizi). La tappa bolognese dell'evento si avvarrà inoltre della prestigiosa partnership di SAIE.

Obiettivi. La serie di incontri nasce sulla scorta degli obiettivi di Net/Near Zero Energy Building stabiliti dall’Unione Europea per il 2020 – obiettivi che interessano non solo le nuove costruzioni, ma anche il patrimonio edilizio esistente. Il convegno, che si avvarrà di un comitato scientifico di assoluto livello (ne fanno parte il Presidente del CTI Giuseppe Riva; il Responsabile Area tecnologia ANCE Nicola Massaro; Marco D’Orazio e Costanzo Di Perna, professori universitari e membri di commissioni UNI e CTI), affronterà tematiche normative e analizzerà i criteri costruttivi necessari per realizzare un NZEB (Near Zero Energy Building) in area mediterranea.

Il convegno, accreditato dal Collegio dei Geometri e Geometri Laureati di Bologna e per il quale è in corso la richiesta di accreditamento presso gli Ordini degli Ingegneri e degli Architetti, si rivolge a un pubblico composto dalle aziende di settore, dai dipendenti degli uffici tecnici dei comuni e da tutti i professionisti che operano nel settore dell’edilizia, in particolar modo ingegneri, architetti, geometri e periti.

Temi. Il convegno, della durata di circa 6 ore, si dividerà in due parti. Dopo un’introduzione dell’Ing. Nicola Massaro, Responsabile dell’area Tecnologica ANCE, la prima parte sarà dedicata all’analisi del contesto normativo, con interventi di Laurent Socal (consulente CTI e vicepresidente ANTA) e Gaetano Fasano (ENEA), mentre nella seconda parte si affronterà il tema NZEB: dal nuovo al recupero, con gli interventi di Antonio Frattari (Università di Trento), Elisa Di Giuseppe, Costanzo Di Perna e Marco D’Orazio (Università Politecnica delle Marche).

La partecipazione al convegno è gratuita previa registrazione.

Per l’iscrizione e per maggiori informazioni WWW.EDIFICI2020.IT

Scarica il programma (pdf)

febbraio 2014

TERREAL, la forza del gruppo

“L’Italia è un paese che conta per Terreal… SanMarco è leader in Italia per la produzione di prodotti e sistemi in laterizio per le costruzioni”. E’ questo l’incipit di un articolo all’interno di “Terreal Mag”, house organ di Terreal, che costituisce un focus su di noi e in particolare sulla nostra vocazione al dialogo e alla collaborazione con i protagonisti dell’architettura contemporanea. Emerge un’azienda riconosciuta nell’immaginario collettivo, che ha scritto importanti pagine nella storia dell’architettura italiana e che oggi, con potenziata forza di brand, continua a essere protagonista nella filiera delle costruzioni e nelle più qualificate occasioni di confronto culturale.

Di seguito è possibile scaricare l’articolo-intervista a Davide Desiderio, responsabile dell’immagine e della comunicazione di SanMarco-Terreal Italia, che sottolinea sia l’importante posizione di SanMarco in seno al gruppo Terreal sia il valore dell’appartenenza a una grande multinazionale, che contribuisce a trasmettere forza, coesione e sicurezza. L’articolo è anche un’occasione per ripercorrere alcune realizzazioni del famoso architetto Mario Botta, che ha trovato in SanMarco il partner affidabile per le sue architetture in laterizio.

Scarica l’articolo “Nouvelles d’Italie” su TERREAL Mag n. 22 (pdf)

 

ArchiDesignClub AWARDS 2014: in concorso le più belle architetture di Terreal

Terreal partecipa alla prestigiosa classifica ArchiDesignClub Awards 2014 con tre importanti architetture nelle quali sono state utilizzate facciate di produzione Terreal.

Gli ArchiDesignClub Awards sono stati creati per iniziativa dell’Archidesign Club, la celebre associazione francese di professionisti dell’architettura contemporanea (architettura, urbanistica e design) in partnership con la rivista MUUUZ, media di riferimento per le ultime tendenze dell’architettura e del design contemporaneo.

Gli Awards premiano ogni anno le realizzazioni di architettura e di interior design più prestigiose. Il loro scopo è quello di costituire una selezione delle migliori realizzazioni per tipo di progetto e per materiali, valorizzando la creatività del linguaggio architettonico.

Gli Awards rappresentano anche per i professionisti – siano essi architetti, imprese o produttori di materiali – l’opportunità di far conoscere la loro professionalità e il loro know-how attraverso i progetti e le realizzazioni più significative.

Per questa prima edizione la selezione degli Awards presenterà progetti realizzati in Francia consegnati tra il 1° gennaio 2011 e il 30 novembre 2013 classificati in 24 categorie.

http://enquetes.archidesignclub.com/index.php?sid=91152&lang=fr

 

gennaio 2014

MAAX, the king size veneer brick

SanMarco has reinvented terracotta, transforming it into a modern, flexible material with not only distinctive character but also suitable for more innovative and unconventional architectural design. To this end, SanMarco created MAAX, the state of the art of handcrafted, horizontal long building bricks intended for masonry and tiling. MAAX gives designers the expressive possibilities of clay, with the technical performance required by any modern project. With MAAX SanMarco gives continuity to its commitment to developing environmentally friendly solutions, to construct healthy, energy-efficient buildings and to maintain low environmental impact.

MAAX, designed to last a lifetime, without a lifetime of maintenance.

For more information towards our products and services: Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. E' necessario abilitare JavaScript per vederlo.

“MAAX Tour presentation” continues around the world:

    • Bologna, CERSAIE, 23-27 September 2013
    • Bologna, SAIE, 16-19 October 2013
    • Dubai, Big5 Show Exhibition, 25-28 November 2013
    • Perth, Permanent Exhibition 2013-2014 - Home Base Expo
    • London, Permanent Exhibition 2013-2014 - The Building Centre
    • Moscow, Beautiful Houses Exhibition, 31 October – 3 November 2013

and next : Köln Dach und Holz international Exhibition 18-21 February 2014 - Pav. 6 Stand 6.511

Luca Lafleur, Head of Export-SanMarco Terreal Italy: "In our view it was necessary to revise brick  in a more modern way, coming out of the traditional aesthetic, formal and installation rules without losing the warmth and charm of terracotta. This is the premise that we have moved in search of new MAAX Line, designed not only for the domestic market, but also for the foreign market: we worked on presenting colors with very strong contrasting mixtures of clays and certainly unusual for our market, as well as the dimensions (length up to 49 cm), which represent an absolute novelty and this underlines the break from the traditional vision of the brick wall and leads us towards more unconventional design.".

Download MAAX brochure (pdf)

 


 

MAAX, der Langformatziegel

SanMarco hat Terrakotta neu erfunden und  zu einem modernen, flexiblen Material umgestaltet. MAAX bietet  einen unverwechselbaren Charakter, der ideal für innovative und unkonventionelle Architektur geeignet ist. Zu diesem Zweck produziert SanMarco den  MAAX, der einen neuen Stand im Bereich handgefertigten, horizontal Backsteine in Langformat für Mauerwerk und Verkleidung setzt. MAAX gibt Designern die Ausdrucksmöglichkeiten von reinem Ton, zusammen mit der technischen Leistung, die für jedes modernes Projekt erforderlich ist. Mit MAAX gibt SanMarco Kontinuität und zeigt sein Engagement für die Entwicklung umweltfreundlicher Lösungen, um gesunde und energieeffiziente Gebäude zu baue, welche eine geringe Umweltbelastung aufweisen.

MAAX, ein Leben lang wartungsfrei!

Für weitere Informationen zu unseren Produkten und Dienstleistungen : Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. E' necessario abilitare JavaScript per vederlo.

"MAAX Tour - Präsentation", fährt um die Welt:

    • Bologna, CERSAIE, 23-27 September 2013
    • Bologna, SAIE, 16-19 Oktober 2013
    • Dubai, Big5 Show Ausstellung, 25-28 November 2013
    • Perth, Dauerausstellung 2013-2014 - Home Base Expo
    • London, Dauerausstellung 2013-2014 -The Building Centre
    • Moskau, Beautiful Houses Ausstellung, 31 Oktober – 3 November 2013

und jetzt: Köln Dach und Holz International Ausstellung, 18-21 Februar 2014 - Halle 6 Stand 6.511

 Luca Lafleur, Leiter der Export-SanMarco Terreal Italien: "Aus unserer Sicht war es notwendig, Ziegelstein in einer modernen Art und Weise zu überarbeiten, die aus dem traditionellen ästhetischen-, formalen- und Installations-Regeln ausfallen, ohne die Wärme und die Charme der Terrakotta zu verlieren. Dies ist die Voraussetzung, dass wir auf der Suche nach der neuen MAAX Linie bewegt haben, nicht nur für den heimischen Markt, sondern auch für den ausländischen Markt: wir präsentieren auf Farben mit sehr starke Mischungen von Tonen und sicherlich ungewöhnlich für unseren Markt, sowie die Abmessungen (Länge bis zu 49 cm), die eine absolute Neuheit darstellt. Das unterstreicht der Abbruch  der traditionellen Vorstellung der Backsteine und führt uns hin zu unkonventionellen Design.".

 


 

MAAX, la brique de façade grand format

SanMarco a renouvelé la terre cuite et l’a transformée en un matériau moderne et flexible, l'un des plus convenables à la composition architectonique, même la plus innovatrice et pas conventionnelle. A cette fin, SanMarco a créé MAAX “Mattone Artistico e Architettonico eXtralarge”, la brique de façade moulée grand format, artistique et architectural extralarge, destinée au revêtement de façade et au carrelage. MAAX offre aux architectes une grande liberté architecturale, en combinant tant les possibilités expressives de la terre cuite  que les performances techniques indiquées par la règlementation actuelle : les thèmes de l'environnement, des matériaux de construction biocompatibles, des bâtiments durables et les nouvelles exigences d'isolation thermique et acoustique sont objets de recherche aussi bien de la part des architectes que de la part de l'industrie. Avec MAAX, comme avec tous ses produits, SanMarco s’engage à respecter au mieux l'environnement et à créer des solutions en adéquation avec les exigences d’éco-construction, mais qui restent au même temps esthétiques et uniques.

MAAX a été conçu pour durer toute la vie, sans une vie d’entretien.

Pour plus d'informations vers nos produits et services: Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. E' necessario abilitare JavaScript per vederlo.

Notre « Tour de présentation de MAAX » continue à travers le monde :

    • Bologne, CERSAIE, 23-27 Septembre 2013
    • Bologne, SAIE, 16-19 Octobre 2013
    • Dubai, Big5 Show Expo, 25-28 Novembre 2013
    • Perth, Expo Permanente 2013-2014 - Home Base Expo
    • Londres, Expo Permanente 2013-2014 - The Building Centre
    • Moscou, Beautiful Houses Expo, 31 Octobre – 3 Novembre 2013

Prochain rendez-vous: Cologne, Dach und Holz international Expo, 18-21 Février 2014 - Pav. 6 Stand 6.511

« A notre avis, il était nécessaire de renouveler la terre cuite pour la rendre unique, en préservant son charme », explique Luca Lafleur Responsable Export de SanMarco - Terreal Italia. « SanMarco a conçu MAAX, tant pour le marché intérieur que pour le marché extérieur : nous avons beaucoup travaillé à la recherche de coloris originaux avec forts contrastes et nuances inédites pour notre marché. Les dimensions aussi (longueur jusqu’à 49 cm) constituent une innovation absolue à la recherche d’un design plus créatif. ».

 

 

 

dicembre 2013

La direttiva EPBD2 e la Casa NZEB in laterizio. Reggio Emilia, 14 gennaio 2014

La richiesta di sempre migliori prestazioni energetiche ha portato, in questi anni, progettisti, imprese e produttori a sviluppare ed applicare soluzioni progettuali di altissimo livello.

Tuttavia, la mancanza di strumenti volti a comprendere in dettaglio i benefici delle diverse soluzioni ha favorito l’introduzione di soluzioni a bassissima trasmittanza, indipendentemente dai costi delle soluzioni stesse e dai vantaggi monetari che ne sarebbero derivati.

A questo approccio ha tentato di porre rimedio la direttiva EPBD recast che, ponendo al centro la necessità di effettuare scelte tenendo conto sia dei costi che dei benefici, ha indirizzato i progettisti a scegliere soluzioni più equilibrate.

Su questo importante tema sono incentrati i lavori di una giornata di studio presso ACER via Costituzione, 6 a Reggio Emilia, il 14 gennaio 2014.

Il convegno illustra il concept della "Casa NZEB in laterizio, antisismica, sostenibile e confortevole", ovvero di un edificio a consumo energetico nullo, fornendo indicazioni puntuali dal punto di vista della progettazione ed esempi reali, certificati e tangibili delle prestazioni delle soluzioni costruttive in laterizio, conformemente alle indicazioni della direttiva EPBD2, recentemente recepita nell'ordinamento nazionale dalla L. 98/2013.

Nella seconda parte della giornata si affronterà invece il tema del recupero energetico e sismico degli edifici, con interessanti relazioni: in particolare, vi segnaliamo l’architetto Roberta Massarotto, che interverrà sull’argomento: “Facciate ventilate: tecnologia, estetica e retrofitting energetico-acustico”.

Scarica il programma (pdf)

Scarica il modulo di iscrizione (pdf)

dicembre 2013

Premiati i vincitori TDA!

Aviano (Pordenone), Casacanditella (Chieti), Noale (Venezia), Vigonza (Padova), Vicenza, Pontemanco-Due Carrare (Padova): qui sono andati i premi della 3° edizione del Concorso nazionale per il Restauro dell’Architettura ”Tradizione, Devozione, Ambizione”, consegnati sabato 30 novembre nella bellissima Sala delle Conchiglie di Villa Contarini, gremita di pubblico per l’occasione. Per SanMarco, sponsor del concorso, Fernando Cuogo, Direttore Generale, ha premiato i vincitori con un mattone formato a mano e utilizzato in un importante lavoro di restauro.

Grande successo a Villa Contarini per la premiazione della 3° edizione nazionale del Concorso per il restauro dell’Architettura “TDA”: per l'occasione in Villa Contarini è stata una cornice di folclore curata dai Consorzi Pro Loco padovani, con figuranti in costume veneziano del Settecento e materiali informativi sulle feste e sagre organizzate sul territorio.

Durante la cerimonia si sono alternati gli interventi del Vice Presidente della Regione Veneto Marino Zorzato, del Rettore dell’Università Iuav di Venezia Amerigo Restucci, del Presidente dell’Ordine degli Architetti di Padova Giuseppe Cappochin, del Presidente Comitato Provinciale Pro Loco di Padova e ideatore del premio Fernando Tomasello e del Direttore Generale di SanMarco - Terreal Italia Fernando Cuogo.

La Commissione Giudicatrice ha selezionato due vincitori ex aequo e una menzione per la categoria Dimore Storiche, un vincitore assoluto e una menzione per la categoria Edifici di Culto e un vincitore assoluto per la categoria Aree Pubbliche.

In particolare, per la categoria dimore storiche vincono due progetti ex aequo: “Sacello” ad Aviano (PN), proponenti Arch. Ado Furlan e Arch. Vittorio Pierini e Castello di Semivicoli a Casacanditella (CH), proponente Arch. Lelio Oriano di Zio.

La Giuria ha inoltre assegnato una Menzione alla TORRE DELL’OROLOGIO E PORTA A LEVANTE DEL CASTELLO DI NOALE, proponente Arch. Patrizia Valle.

Per la categoria edifici di culto vince il Chiostro dell’ex Convento di Santa Margherita a Vigonza (PD), proponente Don Cornelio Boesso.

La Giuria ha poi assegnato una Menzione alla Chiesa Romanica di S. Giorgio Martire a Vicenza, proponente Arch. Angela Blandini.

Per la categoria aree pubbliche vince il Centro storico di Pontemanco a Due Carrare (PD), proponente Arch. Serena Franceschi.

Protagonisti del Premio sono stati i beni culturali cosiddetti “minori”, che rappresentano la grandissima maggioranza del nostro patrimonio: secondo l’UNESCO, l’Italia vanta il maggior numero di siti – ben 47 - inclusi nella lista del Patrimonio Mondiale dell'Umanità, 3.609 musei, 5.000 siti culturali, 46.025 beni architettonici vincolati, 12.609 biblioteche, 34.000 luoghi di spettacolo.

Fernando Cuogo ha consegnato il premio, un mattone realizzato artigianalmente da SanMarco - Terreal Italia, ai 6 vincitori leggendo la motivazione dell’assegnazione. Il mattone è in realtà un elemento di cornice usata per il restauro di un palazzo storico a Venezia e ben simboleggia la vocazione di SanMarco nell’affiancare il lavoro di architetti e restauratori nel recupero del patrimonio storico architettonico del nostro territorio.

In conclusione il buffet a km0 con i sapori veneti di stagione, curato dai 5 Consorzi Pro Loco padovani con produttori e gastronomie locali. I Consorzi Pro Loco Atesino, Cittadellese, Euganeo, Graticolato Romano e Padova Sud Est raggruppano89 Pro Loco pari a circa 12.000 i soci, ed operano per diffondere i valori storici, culturali, e ambientali del territorio.

I progetti vincitori rimarranno esposti in mostra fino al 31 gennaio 2014 a Villa Contarini.

ottobre 2013

Saie 2013: tempo di bilanci!

Si è chiusa la 49° edizione del Saie: è tempo di bilanci! Durante i suoi quattro giorni di svolgimento l’evento ha visto la partecipazione di 84.370 visitatori, tra professionisti, studenti e operatori, nei 9 padiglioni occupati da circa 800 espositori su una superfici di 80.000 mq.

I dati in calo rispetto allo scorso anno pongono dubbi e riflessioni alle aziende che certamente saranno impegnate nel futuro a cercare nuove e/o altre forme di promozione; ma anche gli enti fieristici dovranno necessariamente interrogarsi su come trovare nuovi slanci e su come offrire alle aziende concrete opportunità di business.

Una strada può certamente essere quella dell’associazionismo e dei percorsi tematici approfonditi a guardare il successo che ha avuto durante questa edizione “La Piazza del Laterizio e della Ceramica”, una vera e propria “agorà” di 2.000 m2, dove espositori affiliati all’associazione ANDIL - gli industriali del laterizio - e visitatori si sono confrontati sui temi di assoluta attualità, ovvero efficienza energetica, sostenibilità, comfort abitativo, sicurezza sismica, riqualificazione dell’esistente, ecc. Tutto rigorosamente visto attraverso l’ottica del mattone.

L’industria dei laterizi riconferma, quindi, il SAIE come importante punto di riferimento del sistema delle costruzioni: a fronte di un generale calo delle presenze, non solo di espositori, ma anche di visitatori, il padiglione 26 dedicato alla “Piazza del Laterizio” ha segnato una significativa inversione di tendenza risultando tra i più frequentati e visitati dell’intero Salone!

Il successo si deve ad una presenza in forza all’interno della stessa area espositiva, di storiche aziende che, con SanMarco in testa, hanno sostenuto interessanti percorsi dedicati al tema della "casa NZEB in laterizio, antisismica, sostenibile e confortevole", ovvero il concept di un edificio a consumo energetico quasi nullo, con indicazioni puntuali dal punto di vista della progettazione ed esempi reali, certificati e tangibili delle prestazioni.

Insomma, è stato percepito positivamente il sostegno “istituzionale” del comparto dei produttori che si sono allineati nel proporre e spiegare ai visitatori le motivazioni dell’importanza di attestare la nuova produzione architettonica ed edilizia sui “lidi sicuri” di un materiale che, intramontabile, afferma ancor oggi a gran voce le sue ragioni di continuità e modernità: corrispondenza ai parametri prestazionali sempre più esigenti, adeguatezza al linguaggio architettonico, eco-compatibilità ed eco-sostenibilità nella produzione e nell’utilizzo.

SanMarco all’interno della sua area espositiva - sicuramente tra le più visitate dell’intera Piazza - ha fornito informazioni sui suoi SISTEMI E SOLUZIONI PER COSTRUIRE. Inoltre per l’occasione, ha predisposto un mock-up rappresentativo del Sistema COTTO3 rinnovato nelle forme e nei colori. E ha presentato con grande successo la nuova linea MAAX.

“Il Saie è già pronto a rilanciare l'edizione del 2014, in cui compirà 50 anni assieme anche all'inaugurazione dell'autostrada del Sole: stiamo già lavorando per festeggiare il duplice anniversario”, afferma Duccio Campagnoli, Presidente di Bologna Fiere. Da parte nostra l’augurio di aprire un nuovo cinquantennio all'insegna di novità riguardanti un modo efficace di connettere gli operatori della filiera delle costruzioni e di promuovere efficacemente il loro business.

Scarica il progetto "CASA NZEB in Laterizio" (pdf)

 

ottobre 2013

SanMarco al SAIE 2013. Area ANDIL A84-C81 Pad. 26

Anche per il SAIE 2013 SanMarco partecipa all’iniziativa comune tra ANDIL e Confindustria Ceramica: la “Piazza del Laterizio e della Ceramica” (Padiglione 26), il cui tema si articolerà sulla “casa NZEB in laterizio” antisismica, sostenibile e confortevole, per presentare sistemi e prodotti, tra i più qualificati, in conformità alla direttiva EPBD2.

Per il terzo anno consecutivo, ovvero da quando esiste la Federazione Confindustria Ceramica e Laterizi, i settori della ceramica e del laterizio si presentano uniti all’appuntamento del SAIE.

Per l’edizione 2013, la “Piazza del Laterizio e della Ceramica”, sarà una vera e propria “agorà” di 2.000 m2, dove espositori e visitatori potranno confrontarsi sui temi di assoluta attualità, ovvero efficienza energetica, sostenibilità, comfort abitativo, sicurezza sismica, riqualificazione dell’esistente, ecc.

Sarà infatti presentata la "casa NZEB in laterizio, antisismica, sostenibile e confortevole", ovvero il concept di un edificio a consumo energetico quasi nullo, con indicazioni puntuali dal punto di vista della progettazione ed esempi reali, certificati e tangibili delle prestazioni delle soluzioni costruttive in laterizio, conformemente alle indicazioni della direttiva EPBD2, recentemente recepita nell'ordinamento nazionale.

SanMarco ha partecipato alla ricerca scientifica e sarà pronta nel proprio stand istituzionale (A 84 - C 81 Pad. /Hall 26) a fornire informazioni sui suoi SISTEMI E SOLUZIONI PER COSTRUIRE. Inoltre presenterà le ultime novità di prodotto, tra cui la nuova Linea MAAX.

All’interno dell’area espositiva verranno mostrate le più recenti novità tecniche e strutturali in materia di costruzioni relative all’uso delle diverse tipologie di laterizio. SanMarco, per l’occasione, ha predisposto un mock up rappresentativo del Sistema COTTO3, una soluzione esclusiva per costruire l’involucro edilizio in laterizio con le prestazioni e il rispetto per l’ambiente che questo materiale può assicurare, sia in termini di uso delle materie prime che di ottimizzazione produttiva con un occhio vigile verso i cinque indicatori particolari:

- efficienza energetica

- sostenibilità ambientale

- affidabilità strutturale

- comfort e sicurezza

- economia e durata

La 49esima edizione del Salone Internazionale per l’Edilizia si terrà a Bologna dal 16 al 19 ottobre.

settembre 2013

BRICK & BLOCK. Il mattone e le mura tra storia e contemporaneità. Bastione Alicorno, Padova

Promosso dal Quartiere 4 Sud-Est in collaborazione con l’Associazione Artemisia e col sostegno di SanMarco-Terreal Italia, BRICK & BLOCK Il mattone e le mura tra storia e contemporaneità a cura di Mara Ruzza è un percorso attraverso le arti visive, che evidenzia il mattone nella produzione artistica contemporanea e porta attenzione sulle mura, testimonianze storico-culturali di Padova, in occasione dei 500 anni dalla loro costruzione. In una rappresentazione ideale dello scorrere del tempo nella forma, dal 15 settembre al 6 ottobre l'esposizione raccoglie visioni e prospettive della contemporaneità con opere di artisti che indagano il mattone come modulo e ripetizione, il muro come stratificazione, tessitura e continua trasformazione attraverso installazioni, ceramica, scultura, fotografia, video, design e grafica: Virgilio Barison, Antonio Belluco, Piero Brombin & Piera Bortolami, Luisa Contarello, Silvio De Campo & Renata Galiazzo, Antonio Lovison, Marisa Merlin, Marco Noaro, Pietro Pozzi, Francesco Rampin, Mara Ruzza, Antonio Sarto, David Selovin, Franco Storti, Vittore Tasca.

Sabato 14 Settembre alle ore 18,00 è prevista l’inaugurazione con la performance/istallazione artistica “Open Wall” a cura di Mara Ruzza, dove si mette in scena la sacralità dell’antico gesto del fare il mattone con le mani e le fasi del processo di compimento della forma, dalla terra umida all’essicazione, al prodotto indurito dal fuoco.

L’azione, accompagnata da lettura di testi e dalla proiezione del video Brick Making sull’arte di fare il mattone in diverse parti del mondo, vuole essere un omaggio ad un antico mestiere.

Ad arricchire l'originale proposta espositiva altri eventi accompagneranno la durata della rassegna a partire da domenica 15 settembre. Tra le varie iniziative vi segnaliamo sabato 21 settembre alle ore 10.00 al Bastione Alicorno un momento di riflessione sul mondo dell'architettura, sul costruire e sull'abitare con la conferenza: “Storia, tradizione e socialità nell'uso degli elementi laterizi". Intervengono Fabrizio Paone dello IUAV, Enrico Pietrogrande dell'Università di Padova, l'antropologa Alice Brombin, Renzo De Checchi di Fornace S.Anselmo, Fernando Cuogo di SanMarco–Terreal Italia, introduce Roberto Bettella, Presidente Quartiere 4 Sud-Est.

Tre serate di cinema d'autore il 17, 24, 26 settembre alle ore 21.00 presso la Sala Fronte del Porto a cura di Sirio Luginbühl, Cinema & Video Indipendente Padova, con il titolo “Da un mondo segnato da muri di separazione ai vivaci muri dipinti della Street Art”.

Giovedì 3 ottobre Incontro con gli artisti, dalle 18.00 in poi dialoghi e contributi video per un'occasione di scambio creativo di esperienze e idee.

Scarica il calendario eventi (pdf) 

Info: http://www.facebook.com/brickArte

Bastione Alicorno - Padova dal 15/9 al 6/10

Ingresso libero - orario: 16-20, sab. dom. 10-13/16-20 - chiuso lunedì e martedì

 

 

giugno 2013

SanMarco è socio del Green Building Council Italia

Nuovo socio del Green Building Council Italia – associazione che si propone di introdurre il sistema di certificazione indipendente Leed, stabilendo precisi criteri di progettazione e realizzazione di edifici salubri, energicamente efficienti e a impatto ambientale contenuto – SanMarco manifesta il costante impegno nello sviluppo di soluzioni, sistemi e prodotti che contribuiscano al rispetto dell’ambiente.

L’impatto ambientale della progettazione, costruzione ed esercizio degli edifici è arrivato a livelli enormi: in Europa gli edifici sono responsabili, direttamente o indirettamente, di circa il 40% del consumo di energia primaria complessiva. Per questo l’influenza delle costruzioni richiede specifiche azioni per contrastare gli effetti ambientali negativi. Tra queste l’adozione di pratiche sostenibili nella progettazione permette di conseguire benefici ambientali, economici e sociali con ovvie ricadute su tutti gli utenti dell’edificio.

Scarica l'attestato Green Building Council Italia

giugno 2013

Le facciate ventilate Terreal protagoniste al workshop di Milano

Il 9 maggio scorso SanMarco - Terreal Italia ha sponsorizzato la 3° edizione del workshop dedicato al tema tecnico delle facciate ventilate. Nell’auditorium della nuova sede della Regione Lombardia con i patrocini di Expo 2015, Federlegno Arredo e ADI (Associazione per il Disegno Industriale), Action Group, service editoriale della Consulta Regionale Lombarda degli Ordini degli Architetti P.P.C. e segreteria organizzativa della Fondazione dell’Ordine degli Architetti di Torino, ha organizzato un workshop dedicato alle facciate, agli infissi e alle grandi strutture. La finalità dell’incontro, oltre ai contenuti tecnici trattati dai relatori, è di permettere alle aziende di incontrare su appuntamento una selezione di 350-400 architetti e progettisti.
Inoltre architetti del panorama italiano, tecnici e docenti universitari si sono confrontati su temi tecnologici, architettonici e applicativi legati alle facciate di grandi strutture.
SanMarco, presente al workshop nella Tavola Rotonda Aziende, ha avuto modo di presentare le proprie facciate ventilate Terreal con la relazione dell’architetto Baietto - studio BBB Architetti Associati, Torino - che ha esposto un interessante case-history applicativo, l’International School of Turin (IST) di Chieri, dove l’uso del laterizio è stato di particolare interesse: da elemento pre-esistente nel contesto a elemento che, in chiave nuova, rappresenta la modernità.
Inoltre, SanMarco è stata protagonista dei Tavoli di Consulenza, dove durante tutta la giornata ha incontrato progettisti, confrontandosi su temi tecnico-applicativi.
Commenta Roberta Massarotto – ventilated walls product manager di SanMarco - Terreal Italia: “Il workshop del 9 maggio al Palazzo della Regione Lombardia ha rappresentato un momento di totale immersione di SanMarco nel settore degli involucri: le facciate ventilate e, in generale, i sistemi di chiusura esterna sono stati il tema della giornata.
Un interessante momento di riflessione e confronto, nel rapporto con aziende di settori diversi da quello del laterizio, e un’occasione per inserirsi nel dibattito, in particolare milanese, sull’uso di soluzioni architettoniche “nuove” in via di sviluppo. Il successo di pubblico e il dibattito che, a partire dalla giornata, si è aperto sui tavoli di molti dei progettisti presenti, testimonia quanto la strada delle soluzioni a secco rappresenti una delle vie maestre per guardare al futuro.”
{video}images/video/9 maggio 2013 - Infoprogetto Action Group - Baietto e Massar.mp4{/video}
{video}images/video/9 maggio 2013 - Infoprogetto Action Group - Intervista a Rob.mp4{/video}

giugno 2013

Modernità del laterizio in primo piano al convegno torinese firmato SanMarco: “Architettura cosciente, Architettura appropriata in laterizio”

Sondare le ragioni di modernità del laterizio, in relazione alle risorse del territorio, alle materie del costruire e alla vicinanza ai linguaggi architettonici contemporanei, è il tema del convegno che si è svolto lo scorso 21 maggio a Torino: “Architettura cosciente, Architettura appropriata in laterizio”. Dopo gli appuntamenti a Milano, Venezia, Firenze e Perugia, anche l’edizione torinese del format itinerante non è venuta meno con una location prestigiosa come la Reggia di Venaria Reale.

Dopo i saluti iniziali del presidente dell’Ordine degli Architetti di Torino, Riccardo Bedrone, tre progettisti, archistar per l’importanza che ricoprono nel panorama nazionale e internazionale, hanno presentato le loro architetture in laterizio realizzate con i laterizi SanMarco: Aimaro Isola, Alessandro Bucci e Antonio Monestiroli. Tre generazioni a confronto, quindi, con approcci progettuali ed applicativi differenti, al servizio di un’architettura in laterizio sostenibile e appropriata. Dalle tre relazioni sono emerse tre differenti modalità di concepire il laterizio: da “pelle” sottile dell’edificio a elemento tettonico-costruttivo che realizza muri e partiture murarie piene e portanti fino all’applicazione a secco nelle facciate ventilate.

Nella seconda parte del convegno, invece, la tavola rotonda dal titolo ”Prodotto e Progetto” ha costituito un importante focus sul materiale laterizio, affrontato dal punto di vista di uno storico dell’architettura, Guido Molinari del Politecnico di Torino; dal punto di vista della sua adesione alle modernità, da un critico di linguaggi architettonici contemporanei, Giovanni Corbellini; e dal punto di vista applicativo/prestazionale, da Emilia Garda, tecnologa e docente di Architettura Tecnica al DIST del Politecnico di Torino.

Ha chiuso la tavola rotonda Fernando Cuogo, Direttore Generale di SanMarco – Terreail Italia, esprimendo viva soddisfazione per i contributi che hanno fatto emergere interessanti punti di vista circa le ragioni di modernità del laterizio, un materiale, che, tra i più utilizzati nel panorama delle costruzioni misura oggi la sua vicinanza ai linguaggi architettonici contemporanei e alle esigenze prestazionali sempre più elevate. E’ quindi questo il senso del dibattito durante il quale sono state sondate le potenzialità e le nuove espressività che vengono dal panorama tecnico e culturale italiano nei confronti di un materiale, sì tradizionale, ma anche fortemente proteso al futuro.

Anche in questa edizione del convegno firmato SanMarco e moderato da Marcello Balzani, le istituzioni e le realtà culturali locali e regionali hanno riconosciuto l’importanza di un evento come momento di incontro e riflessione sui temi dell’architettura contemporanea. Per questi motivi si sono aggregati i patrocini della Regione Piemonte, della Citta di Venaria Reale, dell’Ordine degli Architetti P.P. e C. della provincia di Torino, del Politecnico di Torino, di ANAB, Associazione Nazionale Architettura Bioecologica, di ANTEL, Associazione Nazionale Tecnici Enti Locali, di GAT, Associazione dei Giovani Architetti Torinesi.

“E’ motivo di grande soddisfazione aver organizzato questa occasione di confronto, dalla quale è emersa con forza la modernità di un materiale antico, che ha attraversato tante epoche trovando in ognuna ragioni di persistenza e continuità. Le riflessioni emerse e le esperienze confrontate durante il convegno hanno mostrato come, oggi più che mai, il laterizio continui ad essere un “materiale dell’architettura” per le sue qualità espressive, ma anche per la sua duttilità nell’adattarsi ai linguaggi contemporanei e alle richieste in termini di prestazioni termiche e acustiche per costruire edifici sempre più confortevoli e performanti non solo dal punto di vista estetico.”- conclude Davide Desiderio -Image & Communication Mananger di SanMarco – Terreal Italia.

A conclusione mi piace riportare una riflessione di qualche anno fa di Giancarlo De Carlo, che sembra anticipare le considerazioni emerse durante i lavori di questo convegno: “… A proposito del cotto, la prima cosa che mi viene in mente è che è un materiale antico e moderno; viene dalla terra, lo si impasta con l’acqua, lo si cuoce col fuoco, lo si asciuga con l’aria e al sole; … la sua stupefacente singolarità – mirabile qualità - è di essere stato moderno in ciascuna delle tante epoche che ha attraversato, conservando il fascino di essere antico”. (G. De Carlo, 24 ottobre 2004).

maggio 2013

SanMarco partecipa al restauro delle Mura di Cittadella. Convegno e inaugurazione della mostra sabato 1° giugno

I lavori di restauro e valorizzazione del sistema fortificato di Cittadella iniziati nel 1995, sono proseguiti quasi ininterrottamente fino al 2013 e terminati con il restauro del quadrante sud est delle mura, con il completamento dell'intero perimetro della cinta muraria.

Il progetto di conservazione, dopo un'accurata fase di studi e ricerche finalizzate al restauro, tende al mantenimento del profilo attuale del monumento e a rallentare il degrado della materia costitutiva, attraverso l'eliminazione delle patologie e un’accurata revisione delle malte, intonaci e laterizi, utilizzando materiali e procedure costruttive compatibili e più possibile simili a quelli utilizzati storicamente. Le vecchie ferite, i punti deboli dell’antica fortezza, aperte dagli eventi storici, diventano i punti di forza della città contemporanea, che ritrova nuova vitalità ed energia attraverso la messa in funzione delle sue mura, nella composizione tra antico e moderno.

SanMarco – Terreal Italia nel corso delle diverse fasi dei lavori ha fornito i materiali laterizi per il ripristino, oltre al know-how tecnico a supporto degli importanti lavori di restauro.

Sabato 1° giugno presso la sala convegni della Torre di Malta a Cittadella di Padova si svolgerà il convegno di presentazione dei lavori di restauro e verrà inaugurata la mostra presso la Chiesa del Torresino.

Il convegno vuole, attraverso il contributo di alcuni degli operatori, tecnici e professionisti, che hanno lavorato negli ultimi cantieri, essere un momento di confronto e dare informazione su quanto fatto, oltre a suscitare una riflessione sulle tecniche e sulle procedure utilizzate.

Tra i relatori, dopo i saluti delle autorità e del direttore generale di SanMarco – Terreal Italia, Fernando Cuogo, si alterneranno docenti universitari, come Valeriano Pastor, Franco Purini, Roberto Masiero e Patrizia Valle progettista e direttrice dei lavori di restauro.

Scarica l'invito (pdf)

Scarica l'invito per la mostra a Padova 16/07 - 25/08 (pdf)

 

maggio 2013

SanMarco sostiene la terza edizione del Concorso Nazionale “TRADIZIONE, DEVOZIONE, AMBIZIONE” sul restauro architettonico

Unico nel suo genere in tutta Italia, il concorso, giunto alla 3° edizione nazionale, premia i migliori interventi di restauro inteso come recupero e conservazione del patrimonio, in funzione della restituzione dei beni alla comunità. Novità di questa edizione è il sostegno alla candidatura di Venezia con il Nordest a Capitale Europea della Cultura nel 2019 e la partnership con il Premio Internazionale di Architettura Barbara Cappochin.

Bando, modalità di partecipazione e iscrizione su www.concorsotda.it

Sono i beni culturali cosiddetti “minori”, che rappresentano la grandissima maggioranza del nostro patrimonio architettonico, i protagonisti della 3° edizione del Premio ideato e istituito dall'Unione Nazionale delle Pro Loco – Comitato di Padova con il finanziamento della Regione Veneto ed il contributo di SanMarco – Terreal Italia: sono espressione dell’identità, della tradizione, della storia e della memoria collettiva. Tutelarli, conservarli e recuperarli permette a tutti di vivere e scoprirne in pienezza il valore e di sottolinearne l'importanza per lo sviluppo culturale, sociale ed economico del Paese.

Il concorso premia i migliori interventi di recupero architettonico di beni immobili, sia pubblici che privati, realizzati nel territorio nazionale e Repubblica di San Marino.

Sono previste 4 categorie:

- Dimore storiche: ville, castelli, palazzi, cascine, rustici, ecc

- Edifici di culto: chiese, basiliche, conventi, capitelli, ecc

- Aree “pubbliche”: piazze, monumenti, fontane, ecc

- Aree per la cultura: gallerie, musei, gipsoteche, biblioteche, sedi espositive, ecc.

Il concorso è aperto a Associazioni, Consorzi e Comitati Pro Loco, Comuni e Province, Scuole, Università, Associazioni culturali e ricreative, enti ecclesiastici, architetti, progettisti, proprietari e gestori di beni restaurati.

Per partecipare è necessario presentare la candidatura entro e non oltre le ore 12.00 del 31 luglio 2013, proponendo un intervento di restauro che sia stato ultimato tassativamente nell’arco di tempo che va dal 1 gennaio 2010 al 31 luglio 2013. L'iscrizione è gratuita. Vi esosrtiamo pertanto a diffondere la comunicazione dell’iniziativa.

Due le novità dell'edizione 2013: l'inserimento del Concorso nel percorso di sostegno alla candidatura di Venezia con il Nordest a Capitale Europea della Cultura nel 2019 e la partnership con il Premio Internazionale di Architettura “Barbara Cappochin”, con un ponte culturale ideale tra passato e contemporaneità: la short list dei finalisti al concorso verrà infatti ufficializzata nel corso degli eventi collaterali al Premio Internazionale di Architettura “Barbara Cappochin” in ottobre 2013. 

I vincitori per ciascuna categoria, invece, verranno premiati a dicembre 2013 a Villa Contarini di Piazzola sul Brenta (PD), dove verrà allestita una mostra delle opere.

La precedente edizione del Concorso ha premiato la Cascina Medici del Vascello a Venaria Reale (Torino), la Chiesa Paleocristiana di S. Zeno in Costabissara (Vicenza), il Museo di Geologia e Paleontologia di Palazzo Cavalli a Padova, il Giardino di Villa Farsetti a Santa Maria di Sala (Venezia) e il Parco Teresio Olivelli di Tremezzo (Como).

Il Concorso TDA è sostenuto da SanMarco – Terreal Italia, che in questo modo non solo mostra il suo radicamento con il territorio e con le istituzioni regionali e nazionali, ma si conferma come azienda di riferimento non solo nella produzione e commercializzazione di sistemi e soluzioni per costruire, ma anche nel difficile compito di affiancare architetti, conservatori e ricercatori nei più importanti lavori di restauro e conservazione del patrimonio architettonico italiano.

 

aprile 2013

SanMarco invita a Milano al workshop sulle facciate

SanMarco Terreal Italia sponsorizza la 3a edizione del workshop organizzato da ACTION GROUP dedicato al tema tecnico delle facciate ventilate. Nell’auditorium della nuova sede della Regione Lombardia con i patrocini di Expo 2015, Federlegno Arredo e ADI (Associazione per il Disegno Industriale), Action Group, service editoriale della Consulta Regionale Lombarda degli Ordini degli Architetti P.P.C. e segreteria organizzativa della Fondazione dell’Ordine degli Architetti di Torino, organizza un workshop dedicato alle facciate, agli infissi e alle grandi strutture. La finalità dell’incontro, oltre ai contenuti tecnici trattati dai relatori, è di permettere alle aziende di ricevere su appuntamento una selezione di 350-400 architetti e progettisti. Architetti del panorama italiano, tecnici e docenti universitari si confronteranno su temi tecnologici, architettonici e applicativi legati alle facciate di grandi strutture. SanMarco sarà presente al workshop nella Tavola Rotonda Aziende, un’occasione per presentare le proprie facciate ventilate Terreal attraverso la relazione di un importante studio di progettazione che esporrà un interessante case-history applicativo. Inoltre, SanMarco sarà protagonista dei Tavoli di Consulenza, ovvero appuntamenti prefissati con progettisti che le aziende sponsor potranno incontrare durante tutta la giornata. Sarà questa l’occasione per momenti di confronto diretto, aggiornamento professionale e tecnico, e di promozione e presentazione di prodotti e sistemi. Un canale youtube dedicato e in onda all’interno del format tv Made in Italy al canale 825 di SKY, darà rilievo all’evento; inoltre sono previste interviste e riprese video per l’upload in internet.

Vi aspettiamo giovedì 9 maggio dalle ore 9.00 presso l’Auditorium Testori, Palazzo Regione Lombardia – Piazza di Città Lombardia, 1 – Milano.

Per il modulo di adesione consultare: www.infoprogetto.it .

aprile 2013

Architettura cosciente, architettura appropriata in laterizio

Giunto alla quinta edizione dopo i fortunati appuntamenti a Milano, Venezia, Firenze e Perugia, “Architettura cosciente, architettura appropriata” si interroga, durante questa giornata torinese, sulle ragioni di modernità del laterizio, un materiale, che, tra i più utilizzati nel panorama delle costruzioni, “misura” oggi la sua vicinanza ai linguaggi architettonici contemporanei. In questo modo intendiamo non solo dare continuità al nostro impegno nel sostenere la cultura architettonica, ma anche nello specifico - come azienda di riferimento nel settore della produzione di sistemi e prodotti in laterizio - sondare le potenzialità e le nuove espressività che vengono dal panorama tecnico e culturale italiano nei confronti di un materiale, sì tradizionale, ma anche fortemente proteso al futuro: questa la principale novità del format itinerante SanMarco, ormai diventato un appuntamento atteso. La location sarà, come ormai di consueto, una prestigiosa cornice: la Reggia di Venaria, residenza sabauda seicentesca tra i capolavori più conosciuti. Nella foto utilizzata per l’invito emerge la particolare “cesura” di mattoni a vista che delimita la parte seicentesca, tutta in laterizio a vista, da quella settecentesca, successiva all'intervento del primo architetto di corte Amedeo di Castellamonte. Nell'area delle ex scuderie, su una superficie di circa 8000 metri quadrati, si trova uno dei principali centri di restauro italiani, costituito da una serie di laboratori dedicati alla diagnostica, al restauro e alla conservazione delle opere d'arte. Il convegno si svolgerà proprio nella sala conferenze di questo importante centro. Dopo i saluti iniziali del presidente dell’Ordine degli Architetti di Torino, che farà gli onori di casa, tre progettisti, archistar per l’importanza che ricoprono nel panorama nazionale e internazionale, presenteranno le loro architetture in laterizio realizzate con i Sistemi SanMarco: Aimaro Isola, Alessandro Bucci e Antonio Monestiroli. Tre generazioni a confronto, con approcci progettuali e applicativi differenti, saranno come vocaboli del dizionario di un’architettura in laterizio sostenibile. Oggi più che mai, infatti, è importante porre l’esigenza di una ripresa di coscienza, che chiede di interrogarsi continuamente sulla qualità del fare architettura sia in rapporto alle risorse del territorio sia in rapporto alle materie del costruire. Attraverso il confronto e il dibattito con questi protagonisti del progetto architettonico contemporaneo, sarà possibile capire come dare significato alle azioni e attribuire responsabilità al progetto per un’architettura cosciente e, quindi, appropriata. Nella seconda parte del convegno, invece, si svilupperà con un andamento più snello rispetto alle “lectio magistralis” della prima parte, una tavola rotonda dal titolo ”Prodotto e Progetto” che, costituirà un importante focus sul materiale laterizio, affrontato dal punto di vista di uno storico dell’architettura, prof. Guido Molinari del Politecnico di Torino, dal punto di vista della sua adesione alla modernità, da un critico di linguaggi architettonici contemporanei, Giovanni Corbellini, e dal punto di vista applicativo/prestazionale, dalla prof.ssa Emilia Garda tecnologa e docente di Architettura Tecnica al DIST del Politecnico di Torino. Anche in questa edizione del convegno firmato SanMarco le istituzioni e le realtà culturali locali e regionali hanno riconosciuto l’importanza di un evento di alto livello come momento di incontro e riflessione sui temi dell’architettura contemporanea e soprattutto hanno riconosciuto la rilevanza di una azienda protagonista del settore industriale dei materiali da costruzione. Per questi motivi si sono aggregati i patrocini della Regione Piemonte, della Città di Venaria Reale, dell’Ordine degli Architetti P.P. e C. della provincia di Torino, del Politecnico di Torino, di ANAB, Associazione Nazionale Architettura Bioecologica, dell’ANTEL, Associazione Nazionale Tecnici Enti Locali, del GAT, Associazione dei Giovani Architetti Torinesi. Segno, tutto questo, di attenzione da parte delle istituzioni del territorio verso le attività culturali e di comunicazione di un’azienda, come SanMarco, che da anni investe nel sostegno alla cultura e al dibattito architettonico contemporaneo. Non solo. SanMarco in questa occasione conferma anche la sua vocazione per la sperimentazione, per il dialogo con i protagonisti della filiera delle costruzioni e per l’innovazione di prodotto e di servizio. Siamo pertanto lieti di invitarvi a questo importante evento.

Scarica l'invito (pdf)

ottobre 2012

Piazza del Laterizio ANDIL al SAIE 2012. L’unione fa la forza!

Con ottobre si chiude un importante periodo di fiere per il nostro comparto: Cersaie, Saie, Made Expo...

In particolare si è chiusa domenica scorsa a Bologna la 48esima edizione del Salone Internazionale per l’Edilizia, Saie 2012, che ha visto la nostra presenza all’interno della Piazza del Laterizio, il padiglione dell’Andil dedicato al sostegno del comparto dei laterizi, che quest’anno è stato arricchito da aree e incontri dedicati al mondo del laterizio, con un’agenda fitta di eventi, convegni, materiale illustrativo, mock-up dimostrativi e molto altro.

L’industria dei laterizi riconferma il SAIE come importante punto di riferimento del sistema delle costruzioni: a fronte di un generale calo delle presenze, non solo di espositori, ma anche di visitatori, il padiglione 22 dedicato alla “Piazza del Laterizio” segna una significativa inversione di tendenza: infatti è risultato tra i più frequentati e visitati dell’intero Salone!

Il successo si deve ad una presenza in forza all’interno della stessa area espositiva, di storiche aziende che, con SanMarco in testa, hanno sostenuto interessanti percorsi dedicati al laterizio: Laterizio e Antisismica, Laterizio e Benessere Ambientale, Laterizio e Prestazioni Termiche, Laterizio e Isolamento Acustico, Laterizio e Architettura, Laterizio e Comunicazione, per citare alcune delle aree tematiche esposte.

Insomma è stato percepito positivamente il sostegno “istituzionale” del comparto dei produttori che si sono allineati nel proporre e spiegare ai visitatori le motivazioni dell’importanza di attestare la nuova produzione architettonica ed edilizia sui “lidi sicuri” di un materiale che, intramontabile, afferma ancor oggi a gran voce le sue ragioni di continuità e modernità: corrispondenza ai parametri prestazionali sempre più esigenti, adeguatezza al linguaggio architettonico, ecocompatibilità ed ecosostenibilità nella produzione e nell’utilizzo.

Il laterizio quindi protagonista del costruire sostenibile e sicuro!

La Piazza del Laterizio ha costituito un’occasione unica per avere una visione ampia e approfondita sul comparto laterizio, non solo in termini di offerta merceologica e tecnologica ma, anche, in termini di soluzioni innovative per la prevenzione e la sicurezza degli edifici in zona sismica. Una piazza con una forte connotazione degli spazi espositivi e ambiti di notevole impatto visivo che è diventata luogo di incontro privilegiato per gli operatori del settore.in cui confrontarsi sui temi dell’innovazione e dell’architettura sostenibile legati al settore dei laterizi e sulle soluzioni tecniche sperimentate negli ultimi anni.

SanMarco Terreal Italia con un proprio stand istituzionale insieme alle altre aziende associate Andil ha animato la “Piazza del Laterizio”, un’area di circa 1.500 metri quadrati, all’interno della quale sono stati trattati i temi di grande attualità del costruire moderno come sostenibilità, risparmio energetico, comfort ed economia gestionale e, soprattutto, in linea con gli indirizzi fieristici, prevenzione e sicurezza degli edifici in zona sismica.

All’interno dell’area espositiva sono state mostrate le più recenti novità tecniche e strutturali in materia di costruzioni relative all’uso delle diverse tipologie di laterizio.

SanMarco per l’occasione ha predisposto due mock up rappresentativi dei due Sistemi/Soluzioni COTTO3 e COTTO CASTELLO. Applicazioni attraverso le quali sono stati sottolineati, una volta di più, le prestazioni e il rispetto per l’ambiente che questo materiale può assicurare, sia in termini di uso delle materie prime che di ottimizzazione produttiva con un occhio vigile verso  i cinque indicatori particolari:

- efficienza energetica

- sostenibilità ambientale

- affidabilità strutturale

- comfort e sicurezza

- economia e durata.

Particolarmente affollato è stato l’auditorium allestito all’interno della stessa area, dove si sono susseguiti diversi momenti di formazione/informazione, ad ingresso libero, su temi di attualità. SanMarco ha aperto i lavori giovedì 18 con un interessante convegno tenuto dall’architetto Franco Favaro dal titolo: "Orientamenti moderni del laterizio: una proposta per un’architettura eco-sostenibile.

Conclude Davide Desiderio -Image & Communication Manager SanMarco-: ”A causa della situazione economica contingente, le premesse per la buona riuscita delle manifestazioni fieristiche avrebbero potuto non essere delle migliori. Il successo dell’edizione 2012 di SAIE ha dimostrato, invece, l’interesse ancora vivo per i settori collegati al mondo delle costruzioni e soprattutto l’interesse verso i materiali come i laterizi, che si confermano ancora oggi i più utilizzati, a fronte di una sfiducia diffusa verso improbabili materiali innovativi….”

Scarica immagini (pdf)

 

ottobre 2012

SAIE 2012 – Bologna, 18-21 ottobre, Padiglione 22 - Piazza del laterizio

L’industria dei laterizi riconferma il SAIE come importante punto di riferimento del sistema delle costruzioni, assicurando la consueta presenza all’interno del Padiglione 22, spazio appositamente dedicato ad aziende e prodotti dello specifico comparto.

SanMarco Terreal Italia con un proprio stand istituzionale insieme alle altre aziende associate Andil animerà la “Piazza del Laterizio”, un’area di circa 1.500 metri quadrati, all’interno della quale verranno trattati i temi di grande attualità del costruire moderno come sostenibilità, risparmio energetico, comfort ed economia gestionale e, soprattutto, in linea con gli indirizzi fieristici, prevenzione e sicurezza degli edifici in zona sismica. Negli stand sarà possibile effettuare approfondimenti tecnici, consultare la manualistica e conoscere le novità azienda per azienda.

La 48esima edizione del Salone Internazionale per l’Edilizia, che si terrà a Bologna dal 18 al 21 ottobre, si arricchisce di aree e incontri dedicati al mondo del laterizio, con un’agenda fitta di eventi, convegni, materiale illustrativo, mock-up dimostrativi e molto altro.

Costituiranno i punti di forza dell’iniziativa pannelli illustrativi, soluzioni costruttive di nuova generazione in scala reale, presentazioni in continuo di relazioni appositamente dedicate e curate da progettisti, ricercatori ed esperti aziendali, assistenza tecnica diretta da parte di produttori presenti con un proprio corner all’interno dello spazio espositivo.
Si tratta di una presenza importante, su una superficie considerevole, in una manifestazione fieristica di assoluto rilievo.

All’interno dell’area espositiva verranno mostrate le più recenti novità tecniche e strutturali in materia di costruzioni relative all’uso delle diverse tipologie di laterizio. SanMarco per l’occasione ha predisposto due mock up rappresentativi dei due Sistemi/Soluzioni COTTO3 e COTTO CASTELLO. Applicazioni attraverso le quali verranno sottolineati, una volta di più, le prestazioni e il rispetto per l’ambiente che questo materiale può assicurare, sia in termini di uso delle materie prime che di ottimizzazione produttiva, con un occhio vigile verso i cinque indicatori particolari:
- efficienza energetica
- sostenibilità ambientale
- affidabilità strutturale
- comfort e sicurezza
- economia e durata.

Al fine di approfondire in modo esauriente e concreto queste tematiche, saranno predisposti altrettanti totem (2x2x4m) esplicativi per un totale di 20 diversi pannelli che ne svilupperanno in maniera semplice ed efficace i contenuti. Nel corso della manifestazione fieristica sarà dunque possibile documentarsi sui materiali, i prodotti e le principali innovazioni che il settore del laterizio ha sviluppato con particolare riferimento al “costruire sostenibile”.

E’ prevista, altresì, una serie di incontri presso l’auditorium allestito all’interno dell’area stessa, dove si susseguiranno diversi momenti di formazione/informazione, ad ingresso libero, su temi di attualità. Vi segnaliamo giovedì 18 alle ore 10.30, quello curato da SanMarco e tenuto da Franco Favaro dal titolo: “Orientamenti moderni del laterizio: una proposta per un’architettura eco-sostenibile.”


Scarica il calendario dei seminari (pdf)

agosto 2012

Corso di formazione tecnico-commerciale per le reti di vendita unificate UNIECO-SANMARCO

Si concretizza la collaborazione commerciale tra le due aziende di riferimento del settore dei laterizi con un corso di formazione tecnico-commerciale tenutosi il 20 luglio presso la sede di UNIECO a Reggio Emilia.

Dopo la fase preliminare di messa a punto degli accordi commerciali e delle strategie di vendita da parte delle direzioni, si è dato vita, la scorsa settimana, al primo di una serie di momenti formativi sulla gamma prodotti e sulle tecniche di posa dei materiali. L’offerta al mercato comprende una varietà di prodotti senza precedenti nel settore: laterizi strutturali, muratura armata, faccia a vista, coperture, pavimentazioni, presentati come sistemi corredati da accessori per soluzioni finite e garantite.

Numerosi agenti, promotori e funzionari di vendita hanno partecipato attivamente alla giornata, che non ha solo costituito un momento formativo, ma anche un passo fondamentale nella integrazione indispensabile tra le forze vendite.

In questo modo le due aziende che si prefiggono il risultato di dare un servizio professionale e puntuale al mercato rispondono alla crisi con un’ampia gamma di soluzioni ed un atteggiamento orientato al servizio e all’assistenza.

Uno dei temi affrontati nella giornata di formazione è stato quello della muratura armata dove il  laterizio strutturale e di rivestimento faccia a vista costituisce un elemento sicuro di continuità con la tradizione, ma con un’attenzione alle problematiche sismiche e di sicurezza. A fronte degli ultimi avvenimenti, che hanno profondamente colpito il territorio emiliano, la nostra proposta rappresenta la migliore maniera di ricucire le profonde ferite utilizzando un materiale, che, tra tutti, ha sicuramente dato prova di ottime performance anche nei contesti più colpiti.

Con il primo corso di formazione, SanMarco ed Unieco hanno sicuramente costruito il primo passo verso un’entità nuova nel panorama nazionale, frutto dell’unione di due grandi realtà che uniscono know-how tecnico, capacità produttiva, esperienza di vendita nel mercato e specializzazione nella ricerca.

Chiarezza, trasparenza, fiducia, motivazione sono i valori che animeranno le azioni commerciali congiunte per migliorare la capacità di competere sul mercato offrendo la più ampia gamma di prodotti, soluzioni e servizi in un mercato che non potrà più essere solo di quantità, ma anche e soprattutto di qualità.

luglio 2012

SanMarco.it-2.0 È on–line il nuovo sito!

Completamente rinnovato entra in rete oggi il nuovo sito istituzionale sanmarconew.cartaematita.it
La comunicazione si adegua al nuovo posizionamento del marchio e alla revisione dell’offerta dell’azienda, che propone Sistemi e Soluzioni per costruire: pacchetti completi per tetto, parete e pavimento corredati, oltre che dagli elementi in laterizio, anche da accessori funzionali per soluzioni adeguate alle richieste dei clienti. Per ogni soluzione sono evidenziate prestazioni energetiche, caratteristiche e plus di valore. In più, tanti contenuti ed approfondimenti utili.

Velocità, semplicità ed efficienza sono i fili conduttori del nuovo sito, rispondendo così alle nuove esigenze di comunicazione.

Tra le maggiori novità:

  • Colore dominante bianco a evocare il concetto di sintesi e pulizia.
  • Navigazione semplificata per una user experience più agile.
  • Programmazione SEO per favorire il posizionamento sui motori di ricerca.
  • Less is more: riduzione dei gadget grafici (es. sezione “crea”) e delle animazioni per una navigazione più rapida ed efficiente.
  • Strumenti di condivisione Social (Facebook, Twitter).
  • Brochure in pdf in ogni pagina Sistema/Prodotto per fornire un eventuale approfondimento.
  • Maggior risalto alle innovazioni e all’attività di ricerca & sviluppo dell’azienda.
  • Presenza in tutte le pagine, compresa la home-page, di immagini di realizzazioni per veicolare meglio il concetto di realizzabilità legata al Sistema.
  • Motore di ricerca interno per parole chiave per facilitare la ricerca dei contenuti.

 

Fiore all’occhiello del sito è la perfetta compatibilità con tablet, iPhone, iPad, smart-phone, e la condivisione dei contenuti attraversi i più usati social network come Twitter e Facebook. Sarà quindi possibile “postare” o “twittare”, in altre parole, condividere con gli utenti fotografie, realizzazioni, piuttosto che immagini di texture, colori, finiture, news o novità di prodotto.

Il restyling ha interessato anche l’aspetto grafico, asciutto, moderno, elegante, che evidenzia le immagini e i contenuti in modo piacevole ed efficace. Si è voluto privilegiare l’aspetto iconografico delle realizzazioni, presenti in ogni pagina di navigazione, per favorire l’accesso all’area Realizzazioni: completamente rivisitata nell’ottica di una maggiore fruibilità e accresciuta di nuovi progetti, la sezione è dotata di un filtro di ricerca rapido ed efficace per singoli prodotti e/o sistemi, localizzazione o tipologia di progetto.

La navigazione, oltre che dai contenuti relativi a Soluzioni e Sistemi, è arricchita da una copiosa presenza di news, eventi e approfondimenti. Costantemente aggiornato ed accresciuto di contenuti, il sito risulta dinamico e d’appeal anche per i navigatori più esigenti.

Ulteriore novità di questa edizione 2.0 è costituita dal motore di ricerca interno al sito, accessibile da ogni pagina di navigazione, che permette la ricerca (sui criteri simili a quelli di google.it) di immagini, testi, prodotti, contenuti anche partendo da una sola parola. La funzione di ricerca è, infatti, dopo la posta elettronica, l'attività online più diffusa. Il motore di ricerca ricopre, quindi, il ruolo di principale "driver di traffico" per il nostro sito. Non solo, il motore di ricerca è in grado di indirizzare traffico qualificato, segmentandolo in base ai bisogni informativi degli utenti. I formati pubblicitari adottati dai motori di ricerca consentono infine di instaurare una comunicazione coerente con gli interessi evidenziati dall'utente. Ogni pagina del sito è stata pertanto pensata e costruita sin dall'inizio in funzione dei motori di ricerca.

Insomma anche in questa occasione SanMarco apre una nuova strada nella comunicazione di settore con nuovi strumenti profondamente in linea con le caratteristiche più moderne ed efficaci della comunicazione globalizzata via rete.

In questo modo SanMarco mantiene elevato il valore del suo brand, rivolto alle logiche di servizio (Soluzioni e Sistemi SanMarco), alla ricerca della massima sintesi ed efficacia e ancora più vicino agli operatori del settore grazie ad un'attività di consulenza.

giugno 2012

Materia, Colore e Luce a Vicenza

Successo anche per la terza edizione di “Materia, Colore e Luce” a Vicenza, il convegno firmato SanMarco

Si è svolto il 25 maggio scorso a Vicenza la terza edizione del Convegno: ”Materia, Colore, Luce”, promosso da SanMarco, al quale hanno partecipato architetti, ingegneri e geometri dei tre ordini professionali vicentini nella prestigiosa cornice del Palazzo Bonin Longare, monumento palladiano e sede della Confindustria.

Ancora una volta SanMarco sostiene un’iniziativa di studio e confronto su una tematica centrale sia nel dibattito sull’architettura sia rispetto alla propria produzione: la materia attraverso il suo colore e la luce. La definizione dello spazio architettonico attraverso queste tre componenti è stata infatti occasione di confronto nella terza edizione vicentina del format, dopo quelle di Roma nel novembre 2010 e di Napoli nel giugno 2011.

Moderato e coordinato da Marcello Balzani, docente della Facoltà di Architettura dell’Università di Ferrara e direttore editoriale di Paesaggio Urbano, il convegno ha sviluppato, attraverso una serie di relazioni e presentazioni di casi studio, le tematiche concettuali e pratiche legate alle tre principali componenti dell’architettura - materia, colore e luce - capaci di definire ogni intervento progettuale, come afferma lo stesso Balzani: ”Se la materia, il colore e la luce sono ingredienti coerenti capaci di alimentare il percorso progettuale dello spazio architettonico, è anche vero che il loro potere si esprime nell'interrelazione, nella combinazione, nella capacità di saper governare molte regole del gioco non solo di ordine teorico, ma anche tecnico e tecnologico.”

Tra i relatori hanno dato il loro interessante contributo alcuni importanti progettisti del panorama italiano, come Gianluca Peluffo dello studio 5+1AA, Francesca Valan, Gianni Forcolini (docente in Lighting Design al Politecnico di Milano), Toni Follina, Gianni Cagnazzo (presidente ANAB) e personalità istituzionali come Giuseppe Pilla, presidente dell’Ordine degli Architetti P.P.C. di Vicenza, Antonio Schillaci, presidente dell’Ordine degli Ingegneri della Provincia di Vicenza, Guido Beltramini, direttore del Centro Internazionale di Studi di Architettura Andrea Palladio e Claudio Benincà, in rappresentanza dell’Ordine dei Geometri, che ha sostituito Giovanni Bisson, presidente del Collegio dei Geometri e Geometri Laureati della Provincia di Vicenza.

Dalle relazioni è emerso chiaramente come materia, colore e luce siano gli elementi costitutivi dello spazio architettonico, ma anche i componenti fisici che tracciano i contorni della relazione dell’uomo col mondo circostante. Tre poli che ogni professionista nel proprio percorso progettuale deve, non solo conoscere, ma anche tenere in considerazione, approfondendo i possibili sviluppi nati dalla loro combinazione e dalla relazione che instaurano con l’uomo. In quest’ottica, le tre componenti diventano cardine non solo per chi progetta, ma anche e soprattutto per chi, come SanMarco, produce e si confronta nella ricerca e nell’innovazione costante con le tematiche legate all’architettura contemporanea.

Il convegno ha costituito un percorso di aggiornamento su quanto la ricerca e l’innovazione hanno prodotto in termini di superfici, materiali, texture e componenti. L’approccio teorico, tecnico e tecnologico necessario per studiare materia, colore e luce non deve sottovalutare, però, lo stretto rapporto che hanno con la conoscenza, l'esperienza e la memoria di ciascuno.

Un incontro decisamente di grande successo questo vicentino: la partecipazione è stata talmente ampia da avere costretto gli organizzatori ad allestire una sala supplementare per il grande pubblico affluito. Segno non solo dell’importanza del tema e dell’alto livello di relatori, ma anche di un radicamento di SanMarco, sponsor e promotore dell’evento, nel territorio veneto e nel tessuto sociale, culturale, artistico e istituzionale di Vicenza. Anche il palazzo Bonin Longare, splendido esempio di architettura palladiana, accresciuta del pregevole contributo scamozziano, ha rappresentato la testimonianza evidente di come i tre fattori – materia, colore e luce – possano determinare l’identità delle architetture e il conseguente impatto sulle persone che le vivono.

Come nello stile di tutti i convegni firmati SanMarco, anche in questa occasione la convivialità di una cena insieme ai relatori ha concluso la giornata di lavori

Conclude Davide Desiderio, Image & Communication Manager SanMarco:”Il successo di questo evento è evidente; in particolare, mi preme sottolineare l’importanza di questa prestigiosa location, palazzo Bonin Longare del Palladio che è stata la cornice ideale, dove il flusso dei pensieri, per quanto selezionati e coordinati anticipatamente, ha trovato una sintesi perfetta: storie, racconti, vicende che intrecciano il modo di ” fare architettura”, attraverso le componenti di Materia, Colore e Luce…

giugno 2012

Costruiamo la ripresa

Unieco Laterizi & Co e SanMarco-Terreal Italia stringono un accordo commerciale nel settore dei componenti per l'edilizia: in particolare, le due aziende collaboreranno sia per i materiali tradizionali che per proposte innovative e sistemi integrati. REGGIO EMILIA - VALENZA 6 giugno 2012 "Costruiamo la ripresa": è questo il punto di partenza di un accordo commerciale sottoscritto da Unieco di Reggio Emilia (attivo nel settore dei materiali per costruire con la divisione Laterizi & Co) e da SanMarco-Terreal Italia (azienda del gruppo multinazionale Terreal specializzata nella produzione di materiali e sistemi in laterizio per l'architettura). "Osservando gli andamenti del mercato italiano dei laterizi e analizzando le rispettive potenzialità nella previsione dei prossimi anni - spiegano Umberto Magnani (direttore divisione Laterizi& Co di Unieco) e Fernando Cuogo (direttore generale di SanMarco-Terreal Italia) – abbiamo deciso di intraprendere un percorso comune per offrire al settore delle costruzioni una gamma di prodotti e soluzioni di alto profilo: mattoni faccia a vista estrusi e a pasta molle, coperture in laterizio, accessori e pezzi speciali, laterizi strutturali, pavimentazioni autobloccanti, cemento cellulare, pareti ventilate e altre soluzioni innovative e sistemi integrati in linea con le nuove esigenze del mondo delle costruzioni". L'accordo commerciale prevede anche lo sfruttamento più razionale degli impianti produttivi, che sono localizzati a Fosdondo e Alfonsine (RA) (per Unieco) e a Valenza, Noale e Castiglion Fiorentino (per SanMarco-Terreal Italia). "Vogliamo migliorare la nostra capacità di competere sul mercato – commentano Umberto Magnani (direttore divisione Laterizi & Co di Unieco) e Fernando Cuogo (direttore generale di SanMarco-Terreal Italia) - offrendo, pur in questa fase di profonda crisi strutturale del settore che perdura da diversi anni, la più ampia gamma di prodotti e servizi in un mercato che non potrà più essere di quantità ma di qualità. Tra le prime azioni congiunte si procederà alla integrazione della comunicazione e degli strumenti di marketing, concretizzando un'offerta completa di prodotti attraverso nuove soluzioni e sistemi, frutto della ricerca e della sperimentazione di Unieco e SanMarco". L'accordo, che ha una durata biennale, punta allo sviluppo e all'ottimizzazione della rete di vendita al fine di consentire una presenza sempre più capillare sul territorio italiano, elevando la qualità del servizio al cliente. Sempre nell'ottica di miglioramento del servizio al cliente, i siti produttivi di entrambe le aziende funzioneranno da piattaforma logistica integrata per l'intera gamma prodotti. Tra Unieco e SanMarco-Terreal Italia, non sono intercorsi scambi azionari, ma bensì un accordo commerciale mirato all'incremento dell'offerta, del livello di servizio, della presenza sul mercato e, non da ultimo, alla proposta di soluzioni e sistemi innovativi.

maggio 2012

MOSE e mattone SanMarco salvano Venezia

A fine maggio si assisterà alla posa delle fondazioni delle barriere mobili del MO.S.E. nella laguna di Venezia, che permetterà la difesa della città da alluvioni e dal degrado morfologico. SanMarco ha dato il suo contributo con la produzione di un particolare MATTONE denominato "ROSSO MOSE". Dopo infatti una lunga ed accurata ricerca e numerose valutazioni di commissioni tecniche abbiamo prodotto un mattone con finitura superficiale VIVO senza sabbia, utilizzando una miscela di argille idonee all'ambiente lagunare-marino in presenza di acqua salata e sottoposte a venti forti. Questi mattoni sono stati utilizzati per il rivestimento e per le finiture architettoniche degli edifici e dei muri paraonde a Bocca di Lido, Treporti. Nell'ultimo mese sono state installate le porte della conca di navigazione, l'area che servirà a far transitare comunque le imbarcazioni dirette in laguna, anche a barriere chiuse, all'altezza della bocca di Lido-Treporti. Il Consorzio Venezia Nuova concessionario dell'opera afferma che sono state avviate le operazioni per il varo e il posizionamento finale degli alloggiamenti della barriera di paratoie, opera che avverrà entro maggio. Ad oggi i lavori per la realizzazione del MO.S.E. sono arrivati al 65% e il completamento è previsto per il 2014. Il MO.S.E. non è un'opera isolata, ma rientra nel Piano Generale di Interventi per la salvaguardia di Venezia e della laguna che il Ministero delle Infrastrutture, con il Magistrato alle Acque di Venezia, tramite il concessionario Consorzio Venezia Nuova, ha avviato nel 1987. Lo scopo del progetto MO.S.E. è la soluzione al problema dell'acqua alta, un evento che la città di Venezia e gli altri centri abitati della laguna subiscono da sempre soprattutto in autunno, inverno e primavera e che negli ultimi decenni si è particolarmente aggravato. In futuro il fenomeno delle acque alte potrebbe aggravarsi per il previsto aumento del livello del mare come effetto dei cambiamenti climatici. Rispetto a questo problema, il MO.S.E. è stato progettato, secondo un criterio precauzionale, per fronteggiare un eustatismo fino a 60 cm, cioè superiore anche alle recentissime stime dell'IPCC (Intergovernmental Panel on Climate Change), che prevedono un innalzamento del mare nei prossimi 100 anni in un range compreso tra 18 e 59 cm. Grazie alla flessibilità di gestione, il MO.S.E. può far fronte a un aumento delle acque alte in modi diversi in base alle caratteristiche e all'entità dell'evento di marea. Il mattone SanMarco, tradizionale ed innovativo al tempo stesso si inserisce perfettamente nel contesto lagunare, costituendo l’elemento di continuità con il territorio di tutto l’intervento e favorendo l’abbassamento dell’impatto ambientale di questo eccezionale progetto ingegneristico che salverà Venezia.

maggio 2012

SOLAREXPO, Fiera di Verona 9 - 11 maggio 2012

SOLAREXPO si colloca stabilmente fra i primi 3 eventi fieristici specializzati al mondo sull'energia solare. Copre inoltre le altre tecnologie per le fonti rinnovabili e la generazione distribuita. Vi partecipano non solo tutti gli attori industriali nazionali delle rinnovabili, ma anche tutti i leader internazionali del solare. L'esposizione fieristica è affiancata da un importante corpus di eventi tecnico-scientifici, comunicativi e di policy, che nel complesso - anche grazie alle sinergie generate con il salone parallelo GREENBUILDING - da sempre fanno di SOLAREXPO l'evento di riferimento per l'intera "community" nazionale delle rinnovabili, e un benchmark anche a livello internazionale. Sulla strada tracciata dalla filosofia della manifestazione, SanMarco proporrà il proprio contributo, mettendo a disposizione dei visitatori alcuni esempi di sistemi di facciata ventilata e brises soleil, con materiali in laterizio, estrusi e a pasta molle, assemblati a secco. La proposta è nella direzione di nuova Architettura, sostenibile ed efficiente, dove il laterizio, con la sua eternità e la sua grande capacità di adattarsi a tutti i contesti, si propone ai progettisti per una nuova filosofia di progetto, consapevole e sempre appropriata.

maggio 2012

Materia Colore Luce. Al via la terza edizione del convegno.

Sarà Vicenza, la location della terza edizione del Convegno dal titolo: "Materia Colore Luce", promosso da SanMarco Terreal Italia insieme ad Oikos e organizzato da Paolo Zanetti di UniPubblicità & Marketing con Marcello Balzani, direttore editoriale della Maggioli e docente presso la Facoltà di Architettura di Ferrara. Il Convegno è promosso dall'Ordine degli Architetti, P.P. e C. della Provincia di Vicenza con il patrocinio dell'Ordine degli Ingegneri della Provincia di Vicenza e del Collegio dei Geometri e Geometri Laureati della Provincia di Vicenza. Tra le associazioni a livello nazionale che, per l'importanza dell'evento, hanno concesso il loro patrocinio: ANAB Associazione Nazionale Architettura Bioecologica, ANCE Vicenza, Collegio Costruttori Edili. Prestigiosa cornice del convegno sarà palazzo Bonin Longare, sede di Confindustria Vicenza, che sorge all'inizio di Corso Palladio, all'angolo settentrionale con Piazza Castello. I disegni del palazzo furono forniti già dal 1572 da Andrea Palladio al promotore dell'intervento, Francesco Thiene; i lavori, tuttavia, non iniziarono prima del 1580, quindi dopo la morte di Palladio. L'edificio si sviluppa su due piani con soprastante attico, che si affaccia verso i due spazi urbani con prospetti molto diversi nel ritmo e nell'impaginazione architettonica, esito di due distinte elaborazioni progettuali: del Palladio prima e, successivamente, dopo la sua morte, di Vincenzo Scamozzi. SanMarco-Terreal Italia, azienda di riferimento nella produzione di sistemi e soluzioni in laterizio per l'architettura, nell'ambito dei suoi programmi di sostegno al dibattito architettonico contemporaneo, ha contribuito fattivamente alla ideazione del format e alla realizzazione di questo appuntamento a Vicenza. Afferma Davide Desiderio, Image & Communication manager SanMarco:"Siamo molto fieri della scelta di una location così importante, frutto della volontà di inserire il convegno in un luogo dell'immaginario figurativo e culturale locale, ricco di storia e riconosciuto al pari della città come patrimonio storico ed architettonico dell'UNESCO. Sono anche particolarmente orgoglioso che sia SanMarco a rendere possibili iniziative culturali così importanti, se non uniche, nel panorama italiano". La conferenza, che si terrà venerdì 25 maggio, è la terza edizione – dopo la prima tenutasi a Roma presso la Casa dell'Architettura nel novembre 2010 e la seconda alle Catacombe di San Gennaro di Napoli lo scorso giugno – di una serie di appuntamenti che si sviluppano attraverso le città italiane, incontrando ogni volta come relatori architetti e designer provenienti da aree geografiche, culturali e percorsi formativi differenti. L'obiettivo è di trasmettere ad una platea tecnica (architetti, ingegneri, geometri), in maniera accessibile e strumentalmente operativa, il grande valore delle componenti Materia, Luce e Colore nel percorso del progetto architettonico, in termini di interrelazione, combinazione e capacità di saper governare le logiche del progetto, siano esse di ordine teorico, ma anche tecnico e tecnologico. Tra i relatori parteciperanno importanti architetti del panorama italiano come Alfonso Femia e Gianluca Peluffo (5+1 AA), Francesca Valan (CMF Designer), Gianni Forcolini (Docente in Lighting Design al Politecnico di Milano), Toni Follina (Studio Follina), Gianni Cagnazzo (Presidente ANAB) e personalità istituzionali come Giuseppe Pilla, presidente dell'Ordine degli Architetti P.P. e C. di Vicenza, Antonio Schillaci, presidente dell'Ordine degli Ingegneri della Provincia di Vicenza e Giovanni Bisson, presidente del Collegio dei Geometri e Geometri Laureati della Provincia di Vicenza e Guido Beltramini, direttore del Centro Internazionale di Studi di Architettura Andrea Palladio. Testimonial per SanMarco saranno gli architetti Peluffo e Femia, impegnati nella progettazione dell'ampliamento della Università IULM di Milano e Toni Follina, sensibile conoscitore del laterizio e progettista, fra le altre, della sede della Provincia di Treviso e della Biblioteca comunale di Montebelluna, architetture tutte dove il laterizio a vista SanMarco raggiunge eccellente espressività materica e formale. "Materia, Colore e Luce sono i tre componenti essenziali che definiscono lo spazio architettonico, commenta ancora Davide Desiderio, Image & Communication manager SanMarco. È da questi presupposti che è partito due anni fa il nuovo format convegnistico, che attraverso esperienze progettuali differenti, permetterà di fare il punto su molti condensati di ricerca e di innovazione in merito alla creazione di superfici, componenti e applicazioni impiantistiche". Scrive Marcello Balzani nel delineare il concept del convegno: "Materia Colore e Luce sono tre compagni di viaggio della nostra vita sul pianeta che stimolano continuante i nostri sensi, ma che dimostrano anche l'incessante funzione di adattamento che ha strutturato nel tempo le migliori capacità e potenzialità umane. Noi siamo fotosensibili, vediamo a colori […]. Crediamo che lo spazio risulti una struttura confinata all'interno di una logica soprattutto dimensionale, cartesiana, invece ad ogni passo nella vita (fin da piccoli) ci rendiamo conto che intorno a noi lo spazio si dilata, accoglie, riscalda, raffredda, allontana, divide in tanti modi e molto diversamente a seconda del potere (o sarebbe meglio dire dei poteri) che la materia, il colore e la luce assumono. […] Ma se la materia, il colore e la luce sono ingredienti coerenti e capaci di alimentare il percorso progettuale dello spazio architettonico, è anche vero che il loro potere si esprime nell'interrelazione, nella combinazione, nella capacità di saper governare molte regole del gioco che sono non solo di ordine teorico, ma anche tecnico e tecnologico".

aprile 2012

Un successo la IV edizione del Convegno, firmato SanMarco: "Architettura cosciente, Architettura appropriata"

Quarto appuntamento firmato SanMarco "Architettura cosciente, Architettura appropriata" Teatro del Pavone - Perugia, venerdì 16 marzo 2012 Un successo anche la quarta edizione del Convegno, firmato SanMarco, "Architettura cosciente, Architettura appropriata" ed ospitato dal prestigioso Teatro del Pavone di Perugia. Oltre 300 partecipanti, tra architetti, ingegneri e geometri hanno riempito la platea e gli ordini superiori di gallerie del teatro del Pavone, il gioiello settecentesco nel cuore di Perugia, per il Convegno SanMarco: "Architettura cosciente–Architettura appropriata", il 16 marzo scorso. L'importante convegno, giunto alla sua quarta edizione, dopo quella milanese (Terrazza Martini, 26 settembre 2009), quella veneziana (Scuola Grande San Giovanni Evangelista, 10 giugno 2010) e quella fiorentina (Istituto degli Innocenti, 16 marzo 2011) ha avuto luogo in una delle più prestigiose location della città di Perugia: il teatro del Pavone, gioiello settecentesco (del 1717 è l'inizio dei lavori, che furono poi completati nel 1723), fucina di eventi culturali di prestigio, un luogo dove la città riconosce con orgoglio la sua storia ed il suo immaginario collettivo. Marcello Balzani, ideatore del Format e moderatore del convegno afferma:" Oggi più che mai è importante porre l'esigenza di una ripresa di coscienza, che chiede di interrogarsi continuamente sulla qualità del fare architettura sia in rapporto alle risorse del territorio, sia in rapporto alle materie del costruire. E questo Convegno giunto ora alla sua quarta edizione ne ha costituito un’occasione importante". Anche in questa edizione del Convegno itinerante le istituzioni e le realtà culturali locali e regionali hanno riconosciuto l'importanza di un evento di alto livello come momento di incontro e riflessione sui temi dell'architettura contemporanea. Per questi motivi si sono aggregati i patrocini del Comune di Perugia, della Fondazione Umbra per l'Architettura, dell'IN/ARCH -Istituto nazionale di Architettura-, dell'ANCI -Associazione Nazionale dei Comuni Italiani- e del FAI- Fondo Ambiente Italiano-, oltre a quelli dell'Ordine degli Architetti, P.P. e C. della provincia di Perugia, dell'Ordine degli Ingegneri della provincia di Perugia, del Collegio dei Geometri e Geometri Laureati della Provincia di Perugia e dell'ANTEL -Associazione Nazionale Tecnici Enti Locali-. Segno, tutto questo, di una attenzione delle istituzioni del territorio verso le attività culturali e di comunicazione di un'azienda, come SanMarco, che da anni investe nel sostegno alla cultura e al dibattito architettonico contemporaneo. Hanno aperto il convegno i saluti di benvenuto dei presidenti degli enti patrocinatori: Paolo Vinti, presidente dell'Ordine degli Architetti di Perugia, Roberto Baliani, presidente dell'Ordine degli ingegneri di Perugia, Alberto Chiariotti, presidente del Collegio dei Geometri di Perugia, Wladimiro Boccali, sindaco di Perugia e Ilaria Borletti Buitoni, presidente nazionale del FAI – Fondo Ambiente Italiano. Le tematiche più proprie del convegno di architettura sono invece state introdotte da Marcello Balzani, che ha presentato i relatori inserendoli in un quadro generale di discussione dove ognuno, proveniente da esperienze professionali, formative e di vita differenti, da aree geografiche e anagrafiche diverse si è confrontato su tematiche comuni di architettura contemporanea. Marcello Balzani ha poi aperto i lavori presentando i relatori e cercando di individuare differenze ed affinità tra le diverse voci ed approcci: Paolo Luccioni, Andrea Bruno, Laura Zampieri (CZ Studio Associati), Andrea Liverani (Molteni-Liverani Architetti), Gianluca Peluffo (studio 5+1AA), Giovanni Corbellini. Rimandiamo agli abstract l'approfondimento sui contenuti. Attraverso il confronto/dibattito con protagonisti del progetto architettonico contemporaneo è comunque stato possibile capire come dare significato alle azioni, come attribuire responsabilità al progetto per un'architettura cosciente e quindi appropriata. Dai contributi dei relatori è stato cioè possibile rendersi conto come risultino progressivamente presenti alcune strategie di percorso che, nella metodologia progettuale e nella logica di realizzazione, tendono a costituire l’ossatura di una coscienza sostenibile che, per consolidarsi, richiede una qualità e una sperimentalità applicativa. Il commento finale a Davide Desiderio, responsabile Immagine e Comunicazione SanMarco Terreal Italia ed organizzatore dell'evento: "Come vocaboli di un ipotetico "dizionario" dell'architettura cosciente e sostenibile, le testimonianze di architetti contemporanei di diverse generazioni nel corso delle quattro edizioni di questo format itinerante si sono alternate per dar vita ad un dibattito continuo circa i presupposti che permettono di individuare esperienze e progetti significativi e "coscienti" nel panorama italiano ed internazionale. Boris Podrecca, Isolarchitetti, Giancarlo De Carlo Associati, Molteni e Liverani, Angelo Torricelli, Flavio Bruna, Paolo Mellano, Citterio e Viel Associati, Danilo Guerri, Mauro Galantino, C+S Cappai Segantini, Benedetta Tagliabue, Paolo Zermani, Adolfo Natalini, Giovanni Vaccarini, Andreas Kipar, Paolo Luccioni, Andrea Bruno, Giovanni Corbellini, Alfonso Femia, Gianluca Peluffo, Laura Zampieri... sono alcuni di quei protagonisti che hanno dato lustro agli eventi itineranti... Arrivederci a tutti alla quinta edizione 2013!".



Scarica le foto e gli abstract dell'evento
febbraio 2012

Riprende “a teatro” la stagione 2012 dei grandi convegni SanMarco

Sarà il prestigioso Teatro del Pavone a Perugia il 16 marzo 2012 ad ospitare la 4° edizione del Convegno SanMarco: "Architettura cosciente – Architettura appropriata". Il gioiello settecentesco (del 1717 è l'inizio dei lavori, che furono poi completati nel 1723), fucina di eventi culturali di prestigio, è un luogo dove la città riconosce con orgoglio la sua storia ed il suo immaginario collettivo; la platea ed gli ordini di gallerie ospiteranno i convenuti, mentre il suo palcoscenico farà da sfondo alla "rappresentazione" del dibattito architettonico, che anche per questa occasione si prevede di altissimo livello. Come vocaboli di un dizionario di architettura cosciente e sostenibile, le testimonianze di architetti contemporanei di diverse generazioni proseguono in questo quarto appuntamento, che avrà come prestigiosa location la città di Perugia, in uno dei suoi monumenti più insigni e rappresentativi. Le precedenti edizioni, che si sono svolte con grandissimo successo di pubblico a Milano (Terrazza Martini, 26 settembre 2009), a Venezia (Scuola Grande San Giovanni Evangelista, 10 giugno 2010) e a Firenze (Istituto degli Innocenti, 16 marzo 2011) hanno visto tra i relatori, architetti del panorama nazionale ed internazionale come Boris Podrecca, Isolarchitetti, Giancarlo De Carlo Associati, Molteni e Liverani, Citterio e Viel Associati, Danilo Guerri, Angelo Torricelli, Mauro Galantino, C+S Cappai Segantini, Benedetta Tagliabue, Paolo Zermani, Adolfo Natalini, Giovanni Vaccarini, Andreas Kipar. Saranno cinque i filoni tematici del convegno perugino: "La materia del Paesaggio", "Moderno e Antico", "Natura e Paesaggio", "Abitare i luoghi", "Linguaggi della Contemporaneità". Temi sui quali dibatteranno: Paolo Luccioni, Andrea Bruno, Enrico Molteni, Andrea Liverani, Laura Zampieri, 5+1AA. Sarà Marcello Balzani, direttore di Paesaggio Urbano, a moderare i lavori. Anche in questa edizione del Convegno le istituzioni e le realtà culturali locali e regionali hanno riconosciuto l'importanza di un evento di alto livello come momento di incontro e riflessione sui temi dell'architettura contemporanea. Per questi motivi si sono aggregati i patrocini del Comune di Perugia, della Fondazione Umbra per l'Architettura, dell'IN/ARCH -Istituto nazionale di Architettura-, dell'ANCI -Associazione Nazionale dei Comuni Italiani- e del FAI- Fondo Ambiente Italiano-, oltre a quelli dell'Ordine degli Architetti, P,P e C della provincia di Perugia, dell'Ordine degli Ingegneri della provincia di Perugia, del Collegio dei Geometri e Geometri Laureati della Provincia di Perugia e dell'ANTEL -Associazione Nazionale Tecnici Enti Locali-. Segno, tutto questo, di una attenzione delle istituzioni del territorio verso le attività culturali e di comunicazione di un'azienda, come SanMarco, che da anni investe nel sostegno alla cultura e al dibattito architettonico contemporaneo. E' importante, poi, che un'azienda leader tra i produttori di sistemi in laterizio per l'architettura si interroghi sulle ragioni di continuità di un linguaggio che è esperienza, tradizione e in qualche modo anche parte di un'evoluzione tecnologica e compositiva. Attraverso il dibattito con protagonisti del progetto architettonico contemporaneo sarà possibile, anche dal punto di vista selettivo ma strategico delle performance del laterizio, capire come dare significato alle azioni, come attribuire responsabilità al progetto per un'architettura cosciente e quindi appropriata. Inoltre, durante l'incontro, mettendo a confronto alcuni importanti studi di progettazione dell'architettura contemporanea, sarà possibile rendersi conto come risultino progressivamente presenti alcune strategie di percorso che, nella metodologia progettuale e nella logica di realizzazione, tendono a costituire l'ossatura di una coscienza sostenibile che, per consolidarsi, richiede una qualità e una sperimentalità applicativa. Afferma Davide Desiderio -communication manager SanMarco-:"Giunge ora alla sua quarta edizione il convegno firmato SanMarco, a buon diritto riconosciuto come un importante momento di riflessione nel panorama culturale italiano, un convegno che ha il merito di far comprendere come oggi sia più che mai importante porre l'esigenza di una ripresa di coscienza, che chiede di interrogarsi continuamente sulla qualità del fare architettura sia in rapporto alle risorse del territorio sia in rapporto alle materie del costruire." Siamo pertanto lieti di invitarvi a questo importante evento che riconferma SanMarco come azienda di riferimento del panorama culturale architettonico italiano, partner dei grandi architetti e unica azienda del suo settore in grado di sostenere e promuovere eventi di così grande valore tecnico e culturale. Nel pdf allegato troverete l'invito con il programma e il coupon per la registrazione che vi invitiamo a compilare e a far compilare ai vostri invitati. Arrivederci a tutti a Perugia!

ottobre 2011

La nuova strategia di SanMarco Terreal Italia presentata al Made Expo 2011

Con uno stand completamente rinnovato SanMarco Terreal Italia presenta a Made Expo 2011 una nuova strategia che propone sistemi e non solo prodotti: Sistemi integrati di soluzioni per le coperture, le pareti e le pavimentazioni. Continua al Made Expo 2011, manifestazione internazionale più importante del settore dedicata al mondo del progetto, del design e delle costruzioni, il successo di un'azienda che ha scritto pagine importanti nella storia del laterizio e che continuamente, come in questa occasione, dimostra di essere in grado di rintracciarne motivi e ragioni di continuità, proponendo risposte e soluzioni ad un mercato sempre in evoluzione, attento agli aneliti di modernità e innovazione. Si concretizza così nell'offerta di Sistemi integrati di materiali per pareti, pavimenti e coperture la nuova strategia SanMarco, che grazie alla collaborazione con altri produttori di materiali per l'architettura propone una nuova sfida commerciale in grado di fornire un'offerta completa e ricca di vantaggi per la clientela. Sempre più oggi nel settore delle costruzioni assume particolare importanza la prospettiva di considerare i sistemi costruttivi funzionali piuttosto che i singoli componenti. SanMarco ha intrapreso un percorso di evoluzione della propria proposta commerciale, puntando in maniera decisa sul servizio al cliente e proponendo Sistemi completi sotto il profilo tecnico-prestazionale. Questi sistemi assicurano: - approvvigionamento in un'unica fornitura di tutti i materiali necessari, con evidenti vantaggi in termini di risparmio di tempo nella scelta dei prodotti e nella selezione dei fornitori; - rispetto di tutti i requisiti normativi vigenti per le costruzioni; - efficace gestione delle operazioni di posa in opera; - migliori garanzie nei confronti dell'utente finale sia rispetto alla qualità dei manufatti sia rispetto al contenimento dei costi per la loro manutenzione. Il primo segno di questo cambiamento per i visitatori del Made si è concretizzato nel nuovo stand, progettato dall'arch. Davide Desiderio, Image & Communication Manager SanMarco: all'interno dei tre ambienti allestiti-Sistema Tetto, Sistema Parete, Sistema Pavimento-sono stati presentati per ciscuno 4 pacchetti completi con la stratigrafia delle soluzioni proposte. Nello Stand, coordinato nell'immagine grafica da Carta e Matita, agenzia che da anni cura l'immagine e la comunicazione SanMarco, erano inoltre presenti due alberi veri, simbolo di una mission devota alla biocompatibilità e allo sviluppo di prodotti rispettosi dell'ambiente. Ampio spazio è dedicato infatti al fotovoltaico, un settore in grande spansione. "Siamo pienamente soddisfatti del risultato ottenuto, afferma Davide Desiderio, Image & Communication Manager SanMarco, non solo in termini di dati-le cifre complessive hanno infatti superato di gran lunga le migliori aspettative. 253.533 presenze (+4,7%), di cui 31.905 stranieri con un significativo incremento del 34%-, ma anche per il clima positivo che si respirava all'interno dei padiglioni. In particolare Made expo si è rivelato ancora una volta uno strumento efficace per SanMarco, che ha trovato nella manifestazione importanti occasioni di business, servizi e approfondimenti. Unanime il positivo riscontro da parte dei visitatori rispetto all'alto contenuto di innovazione e ricerca presentato nel nuovo Stand, che si è fatto notare per il grande impatto estetico e per l'originalità della comunicazione".

settembre 2011

SanMarco e gli impegni fieristici d'autunno

Si apre la stagione autunnale delle maggiori fiere italiane di settore: Saie, Cersaie, Made Expo, Zero Emission. SanMarco si presenta con importanti novità sia nella comunicazione sia nelle proposte: da prodotto a sistemi edilizi completi di ogni tipo di accessorio per la Parete, il Tetto e il Pavimento. Questa tra le più significative innovazioni che vedrete nei prossimi appuntamenti fieristici. Ecco il calendario: ZERO EMISSION 2011 Energie Rinnovabili per il Mediterraneo: Roma, 14-16 settembre 2011 Nell'intento di dare visibilità ai nostri prodotti per fotovoltaico solare e per solare termico, SanMarco sarà presente alla Fiera Zero Emission di Roma, che offre ai visitatori 4 Saloni: Eolica Expo Mediterranean, CO2 Expo, PV Rome Mediterranean, Solar Tech. Saremo presenti nel Pad.9 - Stand F03. CERSAIE Salone internazionale della Ceramica: Bologna, 20-24 settembre 2011 Dopo il successo della scorsa edizione, SanMarco sarà presente al Cersaie con uno stand, importante punto di riferimento per la nostra clientela estera. Le coordinate per raggiungere la nostra area espositiva sono: Padiglione 36 - Stand A11. MADE EXPO 2011 Milano, 5-8 ottobre 2011 SanMarco non mancherà a questo importante salone internazionale, che si avvia a superare per quantità di metri quadrati occupati e per numero di presenze, il Saie di Bologna, storico appuntamento per il settore delle costruzioni. Saremo presenti con uno stand nuovissimo e di grande impatto al Padiglione 9 dei Sistemi Edilizi, Stand P33-Q30. Tema di questo anno i Sistemi SanMarco - Sistema Tetto, Sistema Parete, Sistema Pavimento – mentre il filo conduttore sarà il "green building" a segnalare il nostro impegno costante verso le tematiche del risparmio energetico, dell'impegno sociale, della politica ambientale, della certificazione energetica e del comfort abitativo. Tavoli tematici con piante vere, casottini "Le idee dell'architettura", che conterranno i mock-up dei Sistemi SanMarco, postazioni internet e referenze fotografiche saranno gli elementi del progetto che abbiamo sviluppato.

giugno 2011

Materia, Colore e Luce animano le Catacombe di S. Gennaro (Na)

Ancora una volta SanMarco sostiene un'iniziativa di studio e confronto su una tematica centrale nel dibattito sull’architettura e rispetto alla propria produzione: la materia attraverso il suo colore e la luce. La definizione dello spazio architettonico attraverso queste tre componenti è stata infatti occasione di confronto in un seminario promosso dall'Ordine degli Architetti di Napoli e Provincia e patrocinato da Ordine degli Ingegneri della provincia di Napoli, Collegio dei geometri di Napoli. Oltre 400 architetti, ingegneri, geometri e designer hanno affollato la navata centrale della Basilica Paleocristina di San Gennaro presso le omonime Catacombe a Napoli per il Convegno "Materia, Colore, Luce" sulle tematiche legate alle tre principali componenti della progettazione architettonica, organizzato giovedì scorso 16 giugno con il contributo di SanMarco-Terreal Italia. SanMarco, nell'ambito dei suoi programmi di sostegno al dibattito architettonico contemporaneo, ha fattivamente contribuito alla realizzazione di questo format, che ha visto la sua prima edizione a Roma, lo scorso 29 novembre 2010 presso la presso la Casa dell'Architettura, sede dell'Ordine degli Architetti di Roma, e che proseguirà in altre città italiane e che si pone come obiettivo quello di trasmettere ad una platea tecnica in maniera accessibile e strumentalmente operativa il valore delle componenti Materia, Colore e Luce nel percorso progettuale del progetto architettonico. Moderato e coordinato da Marcello Balzani, docente della Facoltà di Architettura dell'Università di Ferrara e direttore editoriale di Paesaggio Urbano, al quale si deve una interessantissima introduzione, il convegno ha sviluppato, attraverso una serie di relazioni e presentazioni di casi studio, le tematiche concettuali e pratiche legate alle tre principali componenti dell'architettura (materia, colore e luce, appunto), capaci di definire ogni intervento progettuale, come afferma lo stesso Balzani: "Se la materia, il colore e la luce sono ingredienti coerenti capaci di alimentare il percorso progettuale dello spazio architettonico è anche vero che il loro potere si esprime nell'interrelazione, nella combinazione, nella capacità di saper governare molte regole del gioco che sono sia di ordine teorico, ma anche tecnico e tecnologico." Dopo il saluto iniziale da parte del padrone di casa, Don Antonio Loffredo, direttore delle Catacombe di Napoli, che ha fatto salutato i presenti testimoniando le azioni concrete di restauro e recupero dell'interessante patrimonio delle Catacombe e delle attività ed iniziative di comunicazione volte a far conoscere e a diffondere ad un pubblico sempre maggiore questa importante realtà artistica. Nel vivo dei contenuti del convegno Flavio Bruna dello Studio Isolassociati di Torino, anche in rappresentanza del prof. Aimaro Isola, trattenuto da lievi problemi di salute, ha illustrato alcuni dei più rappresentativi progetti dello studio "tra pietra ed alberi, tra terre e cristalli", mostrando come la materia, soprattutto quella laterizia, portata a vista ed illuminata sapientemente dalla luce, mostri di per sé colori e tonalità ineguagliabili. Mario Nanni ha presentato il video relativo al suo progetto della illuminazione della Scala di Milano, affascinando un foltissimo pubblico attendo al concetto di luce e materia negli spazi pubblici. Luce e Colore sono l'espressività di una materia, suscettibile ai cambiamenti nel corso della giornata, con condizioni atmosferiche differenti. Benedetta Tagliabue, dello studio EMBT di Barcellona, ha proposto le sue riflessioni mostrando le sue architetture del panorama nazionale ed internazionale e cercando un filo conduttore tra le forme del colore e della materia, fatto di sensibilità personale, creatività, lettura del contesto, tradizione e avanzata ricerca progettuale. Materia, Colore e Luce tra qualità dei materiali e comfort visivo sono stati gli spunti proposti da Gianni Cagnazzo, che ha sottolineato l'importanza della percezione della materia e del colore attraverso la nostra sensorialità elaborata dal cervello. Ha chiuso il convegno Giovanni Multari, dello studio Corvino+Multari, che ha parlato di come colore e materia pervadano le loro architetture e siano concetti importanti da considerare non solo nella progettazione, ma anche nella costruzione dell’architettura. Una giornata dunque dedicata ai tre temi cardine per chi progetta, per chi traduce l'analisi teorica in applicazione concreta e soprattutto per chi produce e si confronta nella ricerca e nell’innovazione costantemente, come SanMarco, con le tematiche legate all’architettura contemporanea. Come nello stile di tutti i convegni firmati SanMarco, anche in questa occasione non è mancata la convivialità di una cena insieme ai relatori sul Golfo partenopeo all’ombra del Castel dell'Ovo ammirando l'eclissi lunare. Conclude Davide Desiderio, Image and Communication Manager SanMarco: "Il successo di questo evento è evidente, ma in particolare mi preme sottolineare l'importanza di questa prestigiosa location, le Catacombe di San Gennaro,il luogo ideale, dove il flusso dei pensieri, per quanto selezionati e coordinati anticipatamente, ha trovato una sintesi perfetta: storie, racconti, vicende che intrecciano il modo di "fare architettura", attraverso le componenti di Materia, Colore e Luce".

giugno 2011

MAESTRAL® vince il prestigioso Premio Klimahouse Trend 2011

A SanMarco l'importante premio per la ricerca e l'innovazione nel laterizio. MAESTRAL® di SanMarco Terreal Italia si è aggiudicato il premio Klimahouse Trend 2011 per la ricerca e l’innovazione nella categoria "Sistemi per l'involucro" come miglior sistema di pannelli in cotto, grande formato, a doppia pelle, adatto alla realizzazione di facciate ventilate. Si è infatti svolta mercoledì 18 maggio, nella prestigiosa cornice del 4° Forum di Architettura di Milano, organizzato da Il Gruppo 24 Ore, la cerimonia ufficiale di premiazione delle aziende vincitrici del "Klimahouse Trend" dedicato ai prodotti per l'architettura esposti durante l'ultima edizione della fiera Klimahouse che hanno saputo coniugare tecnologia e soluzione formale confermando elevate caratteristiche di risparmio ed efficienza energetica. KlimaHouseTrend è un osservatorio in collaborazione con Fiera di Bolzano e la rivista FRAMES del Gruppo 24 Ore, che attraverso l'analisi di un autorevole comitato scientifico, segnala annualmente le migliori proposte eco-compatibili delle aziende italiane di produzione dei materiali da costruzione. Il premio KlimaHouseTrend 2011, giunto quest'anno alla sua seconda edizione, rintraccia nel panorama italiano le proposte più innovative e più efficienti, capaci di coniugare in una sintesi olistica tra tecnologia e soluzione formale (ove necessaria), tra i materiali o i sistemi costruttivi occorrenti per realizzare una costruzione ecosostenibile. Queste qualità sono state riconosciute quest'anno al sistema Terreal per la facciata ventilata, MAESTRAL®, il primo elemento di grande formato progettato e prodotto sul mercato mondiale, che è risultato tra i sistemi per l'involucro, "il miglior sistema di pannelli in cotto di grande formato a doppia pelle adatto alla realizzazione di facciate ventilate ecosostenibili". Elemento a doppia pelle, di grande formato (fino a 40x152 cm per 4 cm di spessore), con bordo stondato e sistema di fissaggio che ne consente la posa sia in orizzontale, sia in verticale. Il particolare tipo di struttura che viene proposta per l'assemblaggio può restare nascosta dietro alle lastre o essere messa in mostra tra i giunti. Elegante, contemporaneo, versatile, rappresenta ad oggi uno dei prodotti più prestigiosi sul mercato, a disposizione dei progettisti e degli operatori. Il sistema Maestral® è inoltre stato sottoposto a test di resistenza alle sollecitazioni da evento sismico dal CSTB, con risultati apprezzabili anche per sollecitazioni di forte intensità. Tra gli utilizzatori di questo prodotto si ricorda l'architetto Renzo Piano che ne ha collaborato alla ideazione formale e che lo ha utilizzato alla Cité International di Lione (Francia). Sul palco, per la consegna dei premi alle 36 aziende selezionate, Donatella Bollani, Fabrizio Bianchetti, Valeria Erba, Ulrich Klammsteiner dell'Agenzia Casa Clima capitanati da Giorgio Gajer, Direttore Tecnico di Fiera Bolzano. Soddisfazione condivisa da parte delle aziende premiate ed in particolare SanMarco Terreal Italia, rappresentata da Davide Desiderio, Image & Communication manager, che ha ringraziato la giuria per il diploma ricevuto, "apprezzato riconoscimento per il forte impegno sul fronte della ricerca e dello sviluppo di un'azienda, capace, oltre che di salvaguardare tradizione e sapere, anche di slanci innovativi verso nuovi orizzonti di modernità del laterizio." I 36 prodotti premiati verranno pubblicati sulla rivista Frames, mediante una scheda speciale e segnalati sulla rivista Il Sole24 ORE Arketipo oltre ad essere comunicati sui portali: www.archinfo.it e www.edilio.it.

maggio 2011

Catacombe di S. Gennaro (Na): II edizione del Convegno "Materia, Colore, Luce"

Saranno le Catacombe di San Gennaro di Napoli la location della seconda edizione del Convegno dal titolo: "MATERIA COLORE LUCE", organizzato da Paolo Zanetti di UniPubblicità & Marketing con Marcello Balzani, direttore editoriale della Maggioli e docente presso la Facoltà di Architettura di Ferrara. Il Convegno è promosso dall'Ordine degli Architetti, P.P. e C. della Provincia di Napoli e con il patrocinio dell'Ordine degli Ingegneri della Provincia di Napoli e del Collegio dei Geometri e Geometri Laureati della Provincia di Napoli. Recentemente portate a nuova luce a seguito dei delicati lavori di restauro le catacombe di San Gennaro (www.catacombedinapoli.it) ancora sconosciute ai più, costituiscono la prestigiosa cornice di un evento, che, dopo la prima edizione tenutasi a Roma lo scorso novembre con più di 500 architetti, si preannuncia un nuovo grande successo. SanMarco-Terreal Italia, azienda leader nella produzione di elementi e sistemi in laterizio per l'architettura, nell'ambito dei suoi programmi di sostegno al dibattito architettonico contemporaneo, ha contribuito fattivamente alla realizzazione del Convegno. La conferenza, che si terrà giovedì 16 giugno alle ore 16.00 alle Catacombe di San Gennaro, tondo di Capodimonte, 13 a Napoli è la seconda edizione di una serie di appuntamenti che si sviluppano attraverso le città italiane e che si pone come obiettivo quello di trasmettere ad una platea tecnica (architetti, ingegneri, geometri) in maniera accessibile e strumentalmente operativa, il grande valore delle componenti MATERIA, LUCE e COLORE nel percorso progettuale del progetto architettonico, in termini di interrelazione, combinazione e capacità di saper governare le logiche del progetto, siano esse di ordine teorico, ma anche tecnico e tecnologico. Tra i relatori parteciperanno importanti architetti del panorama italiano come Aimaro Isola, Flavio Bruna, Mario Nanni, Benedetta Tagliabue, Gianni Cagnazzo, Giovanni Multari e personalità istituzionali come Gennaro Polichetti, presidente dell'Ordine degli Architetti P.P. e C. di Napoli e Provincia, Luigi Vinci, presidente dell’Ordine degli Ingegneri della Provincia di Napoli e Diego Buono, presidente del Collegio dei Geometri e Geometri Laureati della Provincia di Napoli. "Materia, Colore e Luce sono i tre componenti essenziali che definiscono lo spazio architettonico; - commenta Davide Desiderio, Image & Communication manager SanMarco - sono i tre compagni di viaggio della nostra vita sul pianeta che stimolano continuamente i nostri sensi. E' da questi presupposti che è partito un anno fa questo nuovo format convegnistico, che attraverso esperienze progettuali differenti, permette di fare il punto su molti condensati di ricerca e di innovazione in merito alla creazione di superfici, componenti e applicazioni impiantistiche."

maggio 2011

SanMarco Terreal Italia restaura il Colosseo

Sono da poco terminati i lavori di restauro (adeguamento funzionale e messa in sicurezza) della pavimentazione del III° Ordine dell'Anfiteatro Flavio di Roma. Tra le lavorazioni spicca il rifacimento del piano di calpestio dell'anello pavimentale in "opus spicatum", dove SanMarco Terreal Italia ha fornito i materiali laterizi per la sostituzione affiancando i restauratori con il proprio know-how e la propria esperienza nei lavori di restauro e recupero del patrimonio storico-architettonico. Tra le varie fasi di questo restauro, dopo una prima analisi visiva per determinare forma e texture superficiale dei tozzetti originari, si è passati ad una serie di analisi più approfondite nel laboratorio interno di Sperimentazione e Analisi di SanMarco: composizione fisica, chimica, granulometrica e comportamentale delle argille originarie e conseguente produzione di modelli in laterizio affini ai campioni. Dopo l'accettazione da parte dell'architetto Piero Meogrossi, responsabile del procedimento, insieme alla dott.ssa Rossella Rea, per la direzione scientifica e all'architetto Barbara Nazzaro, per la direzione dei lavori, si è avviata la fase di produzione a mano dello stampo in legno e conseguentemente la produzione "all'antica maniera" dei mattoni da utilizzare per l'anastilosi. Sono stati quindi prodotti mattoncini della forma parallelepipeda con smussi per l'allettamento e delle dimensioni di cm 10 di lunghezza, cm 4,5 di altezza e cm 2,5 di spessore, che riproducessero l'opus spicatum originario. Il metodo produttivo, che ricalca l'artigianalità e il sapere delle antiche tecniche produttive a mano, segue la tecnologia "a pasta molle", la più idonea a rispondere alle istanze richieste di produzione "su misura", oltre ad essere la unica in linea con la tecnologia produttiva originaria. Tale restauro è stato particolarmente impegnativo, oltre che per l'allineamento delle tecniche produttive attuali con quelle della Roma antica, anche per il particolare tema delle colorazioni. Infatti la varietà di argille utilizzate all'epoca per la produzione dei mattoncini originari ha indotto i tecnici restauratori a considerare percentuali diverse di mattoni diversi (individuati con il metodo Munsell) per ogni mq di pavimentazione. In particolare è stata scelta una miscelazione di tre differenti colorazioni naturali (33% in tono scuro Munsell 2,5YR 6/6, 33% in tono medio Munsell 7,5YR 7/4 e 33% di tono chiaro Munsell 7,5YR 8/4) ottenute in fase produttiva miscelando argille con composizioni differenti.
aprile 2011

A SanMarco la prestigiosa certificazione Partner CasaClima

SanMarco Terreal Italia, leader nei prodotti e sistemi in laterizio per l'architettura sostenibile ha ottenuto l'importante riconoscimento di "Partner CasaClima" per l'elevata competenza tecnica e il costante impegno produttivo in un'ottica sostenibile e per l'essersi distinto per un agire responsabile al fine di realizzare oggi un mondo di domani piacevole e confortevole. In occasione dell'incontro, che si è tenuto a Bolzano a fine marzo il direttore dell'Agenzia CasaClima, Norbert Lantschner, ha consegnato nelle mani del direttore generale SanMarco, Fernando Cuogo, l’attestato di qualifica "Partner CasaClima", avendo l'azienda superato positivamente l'esame dei rigorosi requisiti richiesti dall'ente altoatesino che da anni si è dato l'obiettivo di coniugare comportamento ecologico e calcolo economico. CasaClima, realtà tra le più riconosciute e attive in Italia, nel diffondere la cultura dell'edilizia efficiente e sostenibile, ha lavorato con i diversi livelli istituzionali, dalle amministrazioni locali alle comunità internazionali, ha formato una rete di partner qualificati ed ha stimolato il contesto affinché divenissero realtà: la definizione e l'applicazione di norme che impongono standard energetici, la disponibilità di incentivi, l'offerta di consulenza qualificata e indipendente, una struttura di formazione professionale, la certificazione di partner per l'offerta di materiali, prodotti e servizi ed una maggiore sensibilità ecologica della popolazione. "Abitare luoghi sani e rispettosi dell'ambiente" è l'obiettivo che accomuna la filosofia del sistema CasaClima con la mission di SanMarco, il green brand che offre una soluzione globale nei materiali naturali in laterizio da costruzione per la nuova edificazione e il restauro edilizio. SanMarco mette al centro del proprio interesse l'uomo, la sua salute e il suo benessere ambientale con un nuovo approccio culturale che mira a far abitare in luoghi convenienti dal punto di vista del fabbisogno energetico, ma anche e soprattutto di grande qualità oltre che rispettosi dell’habitat naturale. Un concetto che non riguarda solo le nuove costruzioni, ma anche la ristrutturazione sostenibile di vecchi immobili, con l'obiettivo di garantire comfort abitativo e qualità della vita senza danneggiare l'ambiente. Tale concetto implica anche una maggiore sensibilità nella produzione dei materiali con attenzione al risparmio delle energie non rinnovabili, alla eliminazione delle emissioni nocive e all'utilizzo di sole materie prime naturali senza additivi o coloranti. I "Partner CasaClima" sono soggetti appartenenti alla filiera delle costruzioni che spiccano non solo per l'elevata competenza tecnica dimostrata nel settore, ma anche per un impegno costante nella gestione delle proprie attività improntata ad un agire sostenibile e responsabile verso le politiche ambientali. Il riconoscimento di SanMarco quale "Partner CasaClima" è un'ulteriore e tangibile testimonianza dell’impegno dell'azienda nello sviluppo di prodotti innovativi ed ecosostenibili, nonché la sua costante dedizione alla ricerca di soluzioni per la salvaguardia dell'ambiente.

marzo 2011

"Architettura cosciente, Architettura appropriata". Un grande successo.

Si conferma un successo anche la terza edizione del Convegno "Architettura cosciente, Architettura appropriata" firmato SanMarco. Oltre 400 architetti, ingegneri e designer hanno affollato il Salone Brunelleschi dell'Ospedale degli Innocenti, per il Convegno SanMarco: "Architettura cosciente-Architettura appropriata", il 16 marzo scorso. L'importante convegno, giunto alla sua terza edizione, dopo quella milanese (Terrazza Martini, 26 settembre 2009) e quella veneziana (Scuola Grande San Giovanni Evangelista, 10 giugno 2010) ha avuto luogo in una delle più prestigiose location della città di Firenze: il brunelleschiano Istituto degli Innocenti, la più antica istituzione pubblica italiana dedicata alla tutela dell’infanzia. La costruzione iniziata nel 1419 ad opera di Filippo Brunelleschi è infatti uno dei monumenti cittadini che meglio testimoniano i canoni dell'architettura rinascimentale. Marcello Balzani, ideatore del Format e moderatore del convegno afferma: "Oggi più che mai è importante porre l'esigenza di una ripresa di coscienza, che chiede di interrogarsi continuamente sulla qualità del fare architettura sia in rapporto alle risorse del territorio, sia in rapporto alle materie del costruire. E questo Convegno ne ha costituito un'occasione importante". Hanno inaugurato il convegno i saluti di benvenuto dei presidenti degli enti patrocinatori, che numerosi hanno testimoniato l'importanza del convegno ed il radicamento delle tematiche affrontate negli ambienti culturali cittadini: Alessandra Maggi, presidente dell'Istituto degli Innocenti, Gennaro Tampone per il Collegio degli Ingegneri della Toscana, Alessandro Jaff, presidente della Fondazione Centro Studi e Ricerche Professione Architetto, Mario Perini, presidente dell'Ordine degli Architetti, P.P. e C. della Provincia di Firenze. Le tematiche più proprie al convegno sono invece state introdotte dalle successive esposizioni di Saverio Mecca e di Alessandra Marino, rispettivamente Preside della Facoltà di Architettura degli Studi di Firenze e Soprintendente per i Beni Architettonici di Firenze, Pistoia e Prato, che da due punti di vista differenti hanno insistito sull'importanza di porsi interrogativi sulla qualità del fare nella trasmissione del sapere e nella sua salvaguardia. Marcello Balzani ha poi aperto i lavori presentando i relatori e cercando di individuare differenze ed affinità tra le diverse voci ed approcci: Benedetta Tagliabue, dello Studio Miralles Tagliabue EMBT (Barcellona), Paolo Zermani, Adolfo Natalini, Giovanni Vaccarini, Andreas Kipar. Rimandiamo agli abstract l'approfondimento sui contenuti. Attraverso il confronto/dibattito con protagonisti del progetto architettonico contemporaneo è stato possibile capire come dare significato alle azioni, come attribuire responsabilità al progetto per un'architettura cosciente e quindi appropriata. E' stato cioè possibile rendersi conto come risultino progressivamente presenti alcune strategie di percorso che, nella metodologia progettuale e nella logica di realizzazione, tendono a costituire l'ossatura di una coscienza sostenibile che, per consolidarsi, richiede una qualità e una sperimentalità applicativa. La cena di gala SanMarco nella terrazza panoramica del Grand Hotel Baglioni con i fuochi sullo sfondo per i festeggiamenti dei 150° dell'Unità d'Italia ha concluso una giornata decisamente memorabile. Il commento finale a Davide Desiderio, responsabile Immagine e Comunicazione SanMarco Terreal Italia ed organizzatore dell'evento: "Come vocaboli di un ipotetico "dizionario" dell'architettura cosciente e sostenibile, le testimonianze di architetti contemporanei di diverse generazioni nel corso delle tre edizioni di questo format itinerante si sono alternate per dar vita ad un dibattito continuo circa i presupposti che permettono di individuare esperienze e progetti significativi e "coscienti" nel panorama italiano ed internazionale. Boris Podrecca, Isolarchitetti, Giancarlo De Carlo Associati, Molteni e Liverani, Angelo Torricelli, Flavio Bruna, Paolo Mellano, Citterio e Viel Associati, Danilo Guerri, Mauro Galantino, C+S Cappai Segantini, Benedetta Tagliabue, Paolo Zermani, Adolfo Natalini, Giovanni Vaccarini, Andreas Kipar, sono alcuni di quei protagonisti che hanno dato lustro agli eventi itineranti... Arrivederci a tutti alla quarta edizione 2012!".

febbraio 2011

"Architettura Cosciente, Architettura Appropriata".

Terzo appuntamento firmato SanMarco. Salone Brunelleschi - Ospedale degli Innocenti Firenze, mercoledì 16 marzo 2011 14 febbraio 2011 Convegno "Architettura cosciente Architettura appropriata" - per alimentarsi di conoscenza sostenibile - per riconoscere il ruolo e la qualità del progetto - per capire la differenza tra le materie e le tecnologie A Firenze il 16 marzo 2011 presso il Salone Brunelleschi del prestigioso Ospedale degli Innocenti, si terrà la terza edizione del Convegno "Architettura cosciente-Architettura appropriata". Come vocaboli di un dizionario dell'architettura cosciente e sostenibile, le testimonianze di architetti contemporanei di diverse generazioni proseguono in questo terzo appuntamento, che avrà come prestigiosa location la città di Firenze, in uno dei suoi monumenti rinascimentali più insigni: il brunelleschiano Ospedale degli Innocenti. Le precedenti edizioni, che si sono svolte con grandissimo successo di pubblico a Milano (Terrazza Martini, 26 settembre 2009) e a Venezia (Scuola Grande San Giovanni Evangelista, 10 giugno 2010) hanno visto tra i relatori architetti del panorama nazionale ed internazionale come Boris Podrecca, Isolarchitetti, Giancarlo De Carlo Associati, Molteni e Liverani, Citterio e Viel Associati, Danilo Guerri, Mauro Galantino, C+S Cappai Segantini. Per questa edizione fiorentina saranno sul palco dei relatori: Benedetta Tagliabue, dello Studio Miralles Tagliabue EMBT (Barcellona), Paolo Zermani, Adolfo Natalini, Giovanni Vaccarini, Andreas Kipar, Saverio Mecca, Alessandra Marino e Marcello Balzani, nella veste di moderatore del convegno. È importante che un'azienda leader tra i produttori di sistemi in laterizio per l'architettura si interroghi sulle ragioni di continuità di un linguaggio che è esperienza, tradizione e in qualche modo anche parte di un'evoluzione tecnologica e compositiva. Attraverso il confronto/dibattito con protagonisti del progetto architettonico contemporaneo sarà possibile, anche dal punto di vista selettivo ma strategico delle performance del laterizio, capire come dare significato alle azioni, come attribuire responsabilità al progetto per un'architettura cosciente e quindi appropriata. Inoltre, durante l'incontro, mettendo a confronto alcuni importanti Studi di progettazione dell'architettura contemporanea, sarà possibile rendersi conto come risultino progressivamente presenti alcune strategie di percorso che, nella metodologia progettuale e nella logica di realizzazione, tendono a costituire l'ossatura di una coscienza sostenibile che, per consolidarsi, richiede una qualità e una sperimentalità applicativa. In effetti, cercando un'analogia alimentare, molto più efficace di altre per la costante aderenza alla sfera dei desideri (soddisfatti o insoddisfatti), il tema della scelta degli ingredienti può essere appropriato anche nel controllo della filiera produttiva, dell’elaborazione del cibo e soprattutto della comprensione e della valutazione di quanto il modello alimentare risponda alle esigenze del nostro corpo in un'ottica di sviluppo (se si è piccoli e giovani), di mantenimento (se si è maturi) o di argine al degrado (se si è anziani). Cattive abitudini (alimentari quanto costruttive) possono stratificare nel tempo danni irreparabili che invecchiano i tessuti del corpo come delle città e che rendono costoso il recupero di un corretto equilibro. Afferma Davide Desiderio, Image & Communication manager SanMarco Terreal Italia: "Oggi più che mai è importante porre l'esigenza di una ripresa di coscienza, che chiede di interrogarsi continuamente sulla qualità del fare architettura sia in rapporto alle risorse del territorio, sia in rapporto alle materie del costruire. E questo Convegno ne costituirà un'occasione importante". PROGRAMMA > ore 16.00 Saluti di benvenuto - Alessandra Maggi, Presidente Istituto degli Innocenti - Gennaro Tampone, Presidente Collegio degli Ingegneri della Toscana - Alessandro Jaff, Presidente Fondazione Centro Studi e Ricerche Professione Architetto - Mario Perini, Presidente Ordine degli Architetti, P. P. e C. della Provincia di Firenze - Paolo Della Queva, Presidente Ordine degli Ingegneri della Provincia di Firenze > ore 16.20 Introducono: - Saverio Mecca, Preside Facoltà di Architettura Università degli Studi di Firenze - Alessandra Marino, Soprintendente per i Beni Architettonici, Paesaggistici, Storici, Artistici ed Etnoantropologici per le Province di Firenze, Pistoia e Prato Intervengono: ARCHITETTURA COSCIENTE, ARCHITETTURA APPROPRIATA > ore 16.30 Marcello Balzani, Moderatore e Direttore di Paesaggio Urbano ABITARE IL PAESAGGIO > ore 16.50 Nel naufragio del paesaggio. Paolo Zermani, Architetto LINGUAGGI DELLA CONTEMPORANEITÀ > ore 17.20 Ascoltare la circostanza. Benedetta Tagliabue, Architetto, Fondatore e Direttore dello Studio Miralles Tagliabue EMBT di Barcellona ABITARE I LUOGHI > ore 17.50 42°28'16,27''N 14°12'27,93''E quasi geografia - quasi architettura. Giovanni Vaccarini, Architetto, Pescara > ore 18.20 Il progetto del paesaggio: nuovi scenari per la società contemporanea. Andreas Kipar, BDLA/AIAPP, Gruppo LAND TRADIZIONE E MODERNITÀ > ore 18.50 Architettura di resistenza. Adolfo Natalini, Architetto > ore 19.20 Conclusioni e dibattito - seguirà aperitivo

dicembre 2010

Il successo di "MATERIA COLORE LUCE"

500 architetti alla Casa dell'Architettura di Roma! Grande successo per il Convegno "Materia, Colore, Luce", organizzato con il contributo di SanMarco-Terreal Italia e tenuto a Roma lunedì 29 novembre a Roma, presso la Casa dell'Architettura. Oltre 400 architetti, ingegneri, designer e progettisti hanno partecipato all'evento, promosso dall'Ordine degli Architetti di Roma insieme all'IN/ARCH (Istituto Nazionale di Architettura- Lazio). Il convegno ha affrontato tematiche legate alle tre principali componenti della progettazione architettonica. Hanno presenziato autorevoli esponenti del settore e alcuni tra i più importanti progettisti italiani: Marcello Balzani, docente della Facoltà di Architettura dell'Università di Ferrara e direttore editoriale di Paesaggio Urbano, l'architetto Livio Sacchi, Presidente di IN/ARCH Istituto Nazionale di Architettura, l'architetto Amedeo Schiattarella, Presidente dell'Ordine architetti di Roma, l'ingegner Francesco?Duilio Rossi, Presidente dell'Ordine degli Ingegneri della Provincia di Roma, l'architetto Giovanni Multari (Studio Corvino + Multari - Napoli ), l'architetto Massimo Carmassi (Studio Carmassi, Firenze), il professor Franco Purini, docente di Composizione Architettonica e Urbana alla Facoltà di Architettura "Valle Giulia" dell’Università "La Sapienza" di Roma, e il progettista Mario Nanni. SanMarco, nell'ambito dei suoi programmi di sostegno al dibattito architettonico contemporaneo, ha fattivamente contribuito alla realizzazione di questo format. L'obiettivo è di proseguire anche l'anno prossimo in altre città italiane, per divulgare ad una platea tecnica il valore delle componenti Materia, Colore e Luce nel percorso progettuale architettonico. Dichiara Davide Desiderio, Image and Communication Manager SanMarco: "Il successo di questo evento è evidente, ma in particolare mi preme sottolineare l'importanza di questa prestigiosa location dove il flusso dei pensieri, per quanto selezionati e coordinati anticipatamente, ha trovato un luogo perfetto: storie, racconti, vicende che intrecciano il modo di "fare architettura", attraverso le componenti di Materia, Colore e Luce, hanno qui, nell'Acquario Romano, trovato idonea ed alta espressione."

novembre 2010

"MATERIA COLORE LUCE". I Edizione

CASA DELL'ARCHITETTURA NOVEMBRE 2010 SanMarco-Terreal Italia, nell'ambito dei suoi programmi di sostegno al dibattito architettonico contemporaneo, sostiene e promuove un convegno dal titolo: "MATERIA COLORE LUCE" organizzato da Paolo Zanetti di UniPubblicità &Marketing col prof. Marcello Balzani, direttore editoriale della Maggioli e docente presso la Facoltà di Architettura di Ferrara. Il Convegno, che avr? luogo luned? 29 novembre alle ore 15.45 presso la Casa dell'Architettura, in piazza Manfredo Fanti 47 a Roma ? la prima edizione di una serie di appuntamenti che si svilupperanno attraverso altre citt? italiane anche il prossimo anno, e si pone come obiettivo quello di trasmettere ad una platea tecnica (architetti, ingegneri, geometri), in maniera accessibile e strumentalmente operativa, il grande valore delle componenti MATERIA, COLORE e LUCE nel percorso progettuale del progetto architettonico, in termini di interrelazione, combinazione e capacit? di saper governare le logiche del progetto, siano esse di ordine teorico, ma anche tecnico e tecnologico. Tra i relatori parteciperanno importanti architetti del panorama italiano come Massimo Carmassi, Franco Purini, Corvino + Multari, Mario Nanni e personalit? istituzionali tra cui: Livio Sacchi, Presidente IN/Arch Lazio, Amedeo Schiattarella, Presidente dell?Ordine degli Architetti P.P. e C. di Roma e Provincia e Francesco Duilio Rossi, Presidente dell'Ordine degli Ingegneri della Provincia di Roma. "Materia, Colore e Luce sono i tre componenti essenziali che definiscono lo spazio architettonico - commenta Davide Desiderio, Image & Communication Manager SanMarco - sono i tre compagni di viaggio della nostra vita sul pianeta che stimolano continuamente i nostri sensi. E' da questi presupposti che parte questo nuovo format convegnistico, che attraverso esperienze progettuali differenti, permetter? di fare il punto su molti condensati di ricerca e di innovazione in merito alla creazione di superfici, componenti e applicazioni impiantistiche." SanMarco-Terreal Italia, azienda leader nella produzione di "MATERIA" in laterizio per l'architettura, affiancata da Oikos, per il mondo del "COLORE" sostiene con il proprio contributo l'organizzazione del convegno.

ottobre 2010

TDA: proclamati i vincitori

Si conclude il concorso per il restauro d'architettura sponsorizzato da SanMarco. Proclamati sabato 25 settembre a Villa Contarini a Piazzola sul Brenta (PD) i vincitori dell'edizione 2010 di TDA Concorso per il Restauro dell'Architettura ideato dall'UNPLI. Il concorso, sponsorizzato da SanMarco, è giunto alla seconda edizione nazionale. Si tratta di un concorso unico nel suo genere in Italia, che ha premiato i migliori interventi di restauro che rispondessero a requisiti di valenza sociale e fruibilità del sito recuperato. La mostra delle opere vincitrici, patrocinata dall'UNESCO, sarà esposta fino al 31 ottobre in Villa Contarini. 3 i vincitori assoluti: - Per le Dimore Storiche: la Cascina Medici del Vascello a Venaria Reale (Torino) presentata dall'Arch. Andrea Mascardi; - Per gli Edifici di Culto: la Chiesa Paleocristiana di S. Zeno in Costabissara (Vicenza) presentata dal Sindaco Giovanni Maria Forte; - Per le aree per la Cultura: il Museo di Geologia e Paleontologia di Palazzo Cavalli a Padova presentato dall'Arch. Giovanna Mar. 2 i vincitori ex aequo per le aree pubbliche: il Giardino di Villa Farsetti a Santa Maria di Sala (Venezia) presentato dall'Ing. Loris Vedovato e il Parco Teresio Olivelli di Tremezzo (Como) presentato dall'Arch. Davide Corti. Menzioni speciali a Nicola Flora (edifici di culto), all'Arch. Pierpaolo Danelli (aree per la cultura) e all'Arch. Emilio Barrese (aree per la cultura). A premiare i vincitori Fernando Cuogo, Direttore Generale di SanMarco - Terreal Italia. Le opere sono state selezionate da una Commissione composta dal Direttore Regionale per i beni culturali e paesaggistici del Veneto e Presidente Commissione Giudicatrice Ugo Soragni, da Davide Desiderio di SanMarco - Terreal Italia, da Nicola Ometto per l'Associazione Nazionale Costruttori Edili, dal Segretario per la Cultura della Regione Veneto Angelo Tabaro, da Giorgio Galeazzo della Federazione degli Ordini degli Architetti del Veneto e dal Responsabile Dipartimento Cultura e Territorio dell'UNPLI Fernando Tomasello.

settembre 2010

SanMarco sponsor del concorso TDA

Per il recupero e la valorizzazione del patrimonio architettonico. sabato 25 settembre a Villa Contarini di Piazzola sul Brenta la premiazione dei vincitori dell'edizione 2010. Si terr? sabato 25 settembre nella prestigiosa sede di Villa Contarini a Piazzola sul Brenta la cerimonia di premiazione di Tradizione Devozione Ambizione, il concorso sul restauro architettonico ideato dal mondo delle Pro Loco e sostenuto da SanMarco-Terreal Italia. Il concorso, giunto alla 2? edizione nazionale e a tutt'oggi unico nel suo genere in Italia, premia i migliori interventi di restauro nelle 4 categorie: dimore storiche, edifici di culto, aree pubbliche ed aree per la cultura. Tema della giornata: Patrimonio Culturale materiale e immateriale nel restauro architettonico. A proclamare e premiare i 4 vincitori nelle categorie - dimore storiche, edifici di culto, aree pubbliche ed aree per la cultura - sar? Fernando Cuogo, Direttore Generale di SanMarco-Terreal Italia, azienda leader tra i produttori di elementi in laterizio per l'architettura, che ha sostenuto il Concorso fin dal suo avvio. A coordinare i lavori sar? l'ideatore del concorso e responsabile del Dipartimento Cultura e Territorio dell'UNPLI, Fernando Tomasello. "Il Concorso - commenta Tomasello - si propone di sostenere la valorizzazione e la conoscenza del nostro patrimonio architettonico, favorendone la promozione e la fruizione attraverso lo sviluppo di attivit? turistiche e iniziative culturali collegate; al tempo stesso intende sostenere l'integrazione tra l?attivit? della Sovrintendenza, dei soggetti istituzionali e delle Pro Loco nella sua salvaguardia". Le opere vincitrici rimarranno visibili al pubblico dal 25 settembre al 31 ottobre 2010, in una mostra patrocinata dalla Commissione Nazionale Italiana per l'Unesco Per informazioni: Tel. 049660405 ? E-mail: Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. E' necessario abilitare JavaScript per vederlo.

Scarica il Pdf

agosto 2010

All'avanguardia nella sicurezza

SanMarco consegue la certificazione OHSAS 18001:2007 sulla sicurezza nei suoi stabilimenti. SanMarco-Terreal Italia, all'interno della politica in materia di sicurezza e igiene industriale, investe risorse ed energie per la prevenzione degli incidenti sul lavoro: intensi programmi di formazione del personale, miglioramento degli impianti, coinvolgimento diretto dei dipendenti e, non ultima, l'adozione di un Sistema di Gestione di Salute e Sicurezza sul Lavoro (SGSSL) che permette di gestire con metodo ed efficacia la tematica in oggetto. Questa attenzione alle politiche sulla sicurezza, che coinvolge i principi di tutela della salute e sicurezza nei luoghi di lavoro, ha permesso a SanMarco-Terreal Italia di raggiungere la certificazione OHSAS 18001:2007 (norma British Standard Occupational Health and Safety Assessment Series). La certificazione, ottenuta attraverso l'ente italiano certificatore ICMQ, è tra le più rigide e severe perché impone non solo obblighi legali in campo tecnico, strutturale ed organizzativo, ma anche prassi di lavoro che devono sempre essere finalizzate alla tutela del lavoratore e dell'ambiente in cui opera. In questo modo, i principi di tutela della salute e sicurezza dell'individuo durante la sua attività lavorativa sono per SanMarco-Terreal Italia valori fondamentali e irrinunciabili.

giugno 2010

2° Convegno "Architettura cosciente, architettura appropriata":

grande successo SanMarco. Si è svolta il 10 giugno la seconda edizione del format inaugurato da SanMarco lo scorso anno alla Terrazza Martini di Milano "Architettura cosciente, architettura appropriata". Questa volta la prestigiosissima veste è stata la Scuola Grande di San Giovanni Evangelista di Venezia, che ha accolto nel suo salone d'onore i 250 ospiti, i 20 giornalisti accreditati e un parterre di relatori dal respiro internazionale. Tra questi: Renata Codello, Soprintendente di Venezia, lo Studio Antonio Citterio e Patricia Viel & Partners di Milano, lo Studio Mancuso di Venezia, C+S di Cappai e Segantini, Mauro Galantino, Giovanni Caprioglio e Boris Podrecca. Ha moderato le relazioni il prof. Marcello Balzani, direttore di Paesaggio Urbano e docente presso la Facoltà di Architettura di Ferrara. grande successo SanMarco! Come vocaboli di un possibile dizionario di architettura cosciente e appropriata i relatori, appartenenti ad ambiti culturali differenti, aree geografiche e anagrafiche diverse, hanno presentato le loro opere, mettendosi a confronto e rintracciando insieme alcune strategie di percorso che, nella metodologia progettuale e nella logica di realizzazione, tendono a costituire l’ossatura di una coscienza sostenibile. A testimoniare il forte radicamento di SanMarco-Terreal Italia nel suo territorio, è stata la grande partecipazione delle istituzioni locali, attraverso la presenza e il patrocinio degli Ordini Provinciali degli Architetti, a partire da quello della città ospitante (Arch. Gatto), della Federazione Regionale degli Ordini degli Architetti del Veneto (Arch. Pilla), dell'Assessorato alla Cultura e ai Beni Culturali di Treviso (Arch. Favero), della Soprintendenza per i Beni Architettonici e Paesaggistici di Venezia (Arch. Codello), dell'Ance e delle Università, così come delle realtà imprenditoriali e associazionistiche private. Al termine del Convegno un aperitivo nel Salone delle Feste e una cena sul Canal Grande hanno concluso una giornata decisamente di successo! A tutti, oltre ai ringraziamenti per quanti hanno contribuito all'evento, un arrivederci alla 3° Edizione!

giugno 2010

Convegno "Architettura cosciente, Architettura appropriata"

Scuola Grande San Giovanni Evangelista a Venezia Giovedì 10 giugno 2010 Convegno "Architettura cosciente Architettura appropriata" - per alimentarsi di conoscenza sostenibile - per riconoscere il ruolo e la qualità del progetto - per capire la differenza tra le materie e le tecnologie A Venezia il 10 Giugno 2010 alla Scuola Grande San Giovanni Evangelista si terrà la seconda edizione del Convegno "Architettura cosciente-Architettura appropriata", che bisserà il successo del format inaugurato lo scorso anno alla Terrazza Martini di Milano il 24 settembre 2009. Come vocaboli di un dizionario dell'architettura cosciente e sostenibile, le testimonianze di architetti contemporanei di diverse generazioni proseguono quindi in questo secondo appuntamento che avrà come prestigiosa location la città di Venezia. In questo modo SanMarco continua il suo fattivo impegno a fianco di grandi architetti nel sostegno della cultura e del dibattito architettonico contemporaneo. PROGRAMMA ore 15.30 Saluti di benvenuto - Antonio Gatto Presidente Ordine degli Architetti P.P. e C. della Provincia di Venezia - Giuseppe Pilla Presidente Federazione Regionale degli Ordini degli Architetti P.P. e C. del Veneto ore 15.50 Introduce - Renata Codello Architetto, Soprintendente BB.AA.PP. di Venezia Intervengono ARCHITETTURA COSCIENTE, ARCHITETTURA APPROPRIATA ore 16.00 - Marcello Balzani Moderatore, Direttore di Paesaggio Urbano - Marzio Favero Assessore alla Cultura e ai Beni Culturali della Provincia di Treviso TRADIZIONE E MODERNITÀ ore 16.30 E' il nuovo che rilancia l'antico. A Venezia, nel riuso di spazi ed edifici - Franco Mancuso Mancuso e Serena Architetti Associati, Venezia ore 16.50 Tradizione-traduzione - Maria Alessandra Segantini e Carlo Cappai C+S Associati, Treviso ABITARE I LUOGHI ore 17.10 "J'aime la vie parce-que c'est joli" (Boris Vian) - Mauro Galantino Architetto, Milano ore 17,30 Consapevolezza e immaginazione del disegno di architettura Patricia Viel - Antonio Citterio Patricia Viel and Partners, Milano LINGUAGGI DELLA CONTEMPORANEITA' ore 18,00 Progetto tra contemporaneità e tradizione - Giovanni Caprioglio Caprioglio Associati, Venezia ore 18,20 Contestuale e anti-contestuale - Boris Podrecca Atelier Podrecca, Vienna ore 19,00 Conclusioni e dibattito - seguirà aperitivo Il convegno è gratuito. Per ricevere i volumi in omaggio è necessario confermare la presenza entro lunedì 7 giugno 2010 alla segreteria organizzativa: fax 059 356096 - Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. E' necessario abilitare JavaScript per vederlo.

giugno 2010

Premio all'European Heritage Awards 2010

Premio per il restauro della Rocca Tempesta di Noale. La Commissione europea e Europa Nostra hanno annunciato il 1 Aprile a L'Aia i 29 vincitori, provenienti da 15 stati europei per l'edizione 2010 dell'European Union Prize for Cultural Heritage / Europa Nostra Awards 2010, un importante premio che evidenzia alcune delle migliori realizzazioni in Europa, esempi notevoli dell'impegno per la salvaguardia e tutela del patrimonio architettonico, paesaggistico archeologico ed artistico Europeo. Tra i premiati nella categoria "Ricerca" c'è il restauro della Rocca dei Tempesta di Noale condotto dall'equipe dell'architetto Patrizia Valle con i materiali laterizi prodotti dalla SanMarco Terreal Italia. SanMarco ancora una volta si contraddistingue per la vicinanza coi grandi architetti nella tutela e conservazione del patrimonio storico architettonico. I premi saranno presentati nel corso dell'8^ edizione annuale della cerimonia di premiazione, che si svolgerà ad Aya Irini, Istanbul, in Turchia il 10 giugno 2010, come parte del Europa Nostra Annual Congress. Questi eventi contribuiscono alla celebrazione di Istanbul come capitale europea della cultura 2010 e sono inclusi nel programma ufficiale di Istanbul 2010. La cerimonia di premiazione sarà presentata dalla sig.ra Androulla Vassiliou, Commissario Europeo responsabile per Istruzione, Cultura, multilinguismo e la gioventù, e Denis de Kergorlay, presidente esecutivo di Europa Nostra. Organizzata congiuntamente dalla European Commission e Europa Nostra questo grande Premiazione dà inizio alle celebrazioni che proseguiranno a livello locale e presso i siti stessi, durante tutto l'anno.

maggio 2010

3^ edizione del Forum Architettura

SanMarco-Terreal sponsor per la seconda volta del Forum Architettura organizzato dal Sole24Ore. Milano, 27 Maggio 2010 Sede del Gruppo 24 ORE, Sala Collina Via Monte Rosa, 91 Il Gruppo 24 ORE organizza la 3^ edizione del Forum Architettura - tra gli sponsor anche SanMarco - Terreal - appuntamento annuale riconosciuto e significativo per il mondo dell'architettura, settore in grande fermento ed evoluzione. La giornata si articola in tre incontri su tre specifiche tematiche: - una tavola rotonda inaugurale sui temi dei materiali e delle tecnologie costruttive più diffuse nei progetti e nei cantieri del futuro, con la presenza di un board scientifico qualificato che illustra le ricerche e le sperimentazioni più interessanti e le tendenze in atto nei mercati internazionali; - presentazione e stato dell'arte dello sviluppo del progetto dell'area dell'Esposizione Universale raccontato dall'intero staff dell'Ufficio di Piano; - una tavola rotonda con i rappresentanti illustri di tradizionali e innovativi mezzi di comunicazione, che si confrontano sugli attuali bisogni informativi, presentando nuovi media e canali alternativi per comunicare l'architettura. La partecipazione è libera e gratuita fino ad esaurimento posti. Per confermare la propria adesione si prega di compilare la scheda di registrazione on line.

maggio 2010

Gianni Braghieri. Architetture senza tempo.

Mostra di architettura. 20 aprile - 12 giugno 2010 Museo Nazionale Villa Pisani - Stra, Venezia Nello spazio della Gran Conserva al Museo Nazionale Villa Pisani, con la sponsorizzazione di SanMarco, verr� inaugurata la mostra dal titolo "Gianni Braghieri. Architetture senza tempo" che presenter� un rilevante numero di modelli e disegni di architettura tratti dal catalogo di progetti e realizzazioni di Gianni Braghieri, uno dei pi� significativi interpreti della cultura architettonica europea contemporanea. Venerd� 7 maggio 2010 alle ore 18.00 al Museo Nazionale Villa Pisani a Stra,Venezia, si terr� una conferenza di Gianni Braghieri preceduta da interventi di esponenti del mondo accademico e culturale, seguir� poi un dibattito con interventi. L'intento dell'esposizione � presentare l'intera evoluzione dell'opera architettonica di Gianni Braghieri che dalla ricerca nel campo della rappresentazione e della fotografia si realizza fino alla costruzione. Il suo lavoro emerge nel panorama architettonico con un carattere di coerenza e approfondimento dei temi dell�architettura civile attraverso una ripetizione nel tempo che si distacca dalle mode della contemporaneit�. Saranno esposti pi� di 150 disegni originali tesi ad illustrare i progetti compiuti nell�arco di tutta la produzione oltre ad una scelta di modelli di studio costruiti nei pi� svariati materiali: dalla carta, al legno, alla pietra, all'ottone e all�acciaio (tre modelli in acciaio sono stati costruiti appositamente in occasione della mostra). Saranno inoltre esposte circa trenta fotografie tra le pi� significative. Nel catalogo della mostra, curato da Giovanni Furlan e Alessandro Tognon, secondo volume della collana Progetti di Architettura, saranno pubblicati alcuni saggi critici sull'opera di Gianni Braghieri oltre ai progetti in esposizione, con immagini delle opere realizzate e le foto dell'allestimento di Giovanni Chiaramonte. L'iniziativa si colloca in un ciclo di mostre di architettura svoltesi a Padova negli ultimi tre anni: le prime due (su Max Dudler e Walter Arno Noebel) organizzate con l'Istituto Nazionale di Architettura e l'ultima sull'opera di Jan Kleihues, nell'ambito di una ricerca sull'architettura contemporanea che adesso propone una monografica sull'architetto milanese. Con il contributo di: SanMarco Terreal Italia, Arte, Bortoletto, Woodn, Centro Copie Berchet CONFERENZA Venerd� 7 maggio 2010 � ore 18.00 Museo Nazionale Villa Pisani - Stra, Venezia. Conferenza di Gianni Braghieri con: Paolo Zermani (Professore Ordinario alla Facolt� di Architettura dell�Universit� di Firenze) Giovanni Chiaramonte (Fotografo) Giuseppe Rallo (Direttore del Museo di Villa Pisani, Soprintendenza per i Beni Architettonici e Paesaggistici per le province di Venezia Belluno Padova) Fabio Reinhart (Ordinario di Composizione Architettonica presso la SUPSI di Lugano, Svizzera)

gennaio 2010

SanMarco e skira editore presentano il volume "Architetture contemporanee"

SanMarco, Gruppo Terreal, e Skira Editore sono lieti di presentare il volume "Architetture Contemporanee, SanMarco - Laterizio per un'Architettura Sostenibile", che traccia, attraverso un percorso suggestivo, le realizzazioni più significative dell’architettura contemporanea degli ultimi trent'anni. Le opere inserite nel volume, edito da Skira, rappresentano esempi importanti dell'applicazione del laterizio in ambito architettonico. In particolare, scandiscono i momenti fondamentali della sperimentazione e dell’evoluzione di SanMarco, azienda che ha saputo rinnovarsi profondamente pur rimanendo fedele alla tradizione e alla cultura antica del laterizio. Il laterizio, dotato di grandi potenzialità espressive, è anche uno dei materiali più performanti per le sue qualità estetiche, statiche e isolanti, e totalmente bio-compatibile. Sono queste considerazioni che hanno portato alla stesura di questa pubblicazione e che spingono SanMarco verso la ricerca e l'innovazione di prodotto per un'architettura sostenibile. Il volume, che sarà presentato in anteprima a Milano il 17 dicembre 2009, racconta, attraverso la fotografia, la bellezza e la purezza di un materiale antico reso contemporaneo dalla sperimentazione e dalla sua esclusiva capacità di rispondere alle esigenze estetiche, funzionali e prestazionali di ogni epoca e tendenza. Luca Molinari, curatore del volume, con Simona Galateo, ne descrive i contorni: "Abbiamo voluto realizzare un'opera che potesse trasmettere, attraverso la selezione di alcune tra le più importanti rappresentazioni di architettura contemporanea, le capacità del laterizio di essere ancora oggi un materiale molto versatile e attuale. In questo modo ci è sembrato di esprimere la vocazione di SanMarco di farsi strumento per un’architettura cosciente e appropriata." Fernando Cuogo, Direttore Generale SanMarco, ha commentato così l’iniziativa: "Siamo lieti di poter trasmettere, attraverso una pubblicazione così importante e arricchita dall'esperienza delle Edizioni Skira, il valore di un materiale che, negli anni, ha permesso di raggiungere tanti successi e di soddisfare sempre le esigenze dei clienti". UFFICIO STAMPA Carta e Matita T +39 02 58 10 26 78 F +39 02 45 49 67 24 M Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. E' necessario abilitare JavaScript per vederlo. W www.cartaematita.it SAN MARCO TERREAL ITALIA SRL SanMarco, parte del Gruppo Terreal, presente in oltre trenta Paesi, è leader italiano nella produzione di laterizi per l'architettura. Nel settore dei mattoni faccia a vista, SanMarco eredita l'antica cultura manifatturiera del laterizio. Alla produzione contemporanea, infatti, si affianca quella di pezzi storici: negli ultimi trent'anni, i maestri artigiani di Terreal Italia ne hanno realizzato a mano quasi seimila tipologie, destinate alle più importanti opere di restauro e recupero architettonico. Anche nel settore delle coperture, Terreal Italia ha coniugato la modernità e la tradizione di due importanti realtà produttive: la tecnologia industriale dell’area piemontese-lombarda (Valenza) e l'esperienza manifatturiera di quella toscana (Castiglion Fiorentino). Terreal Italia realizza prodotti biodegradabili al 100%, pienamente conformi alle più recenti leggi sull'isolamento termico, e provvede al recupero ambientale delle cave dismesse di sua proprietà, a salvaguardia della natura e delle risorse ambientali e paesaggistiche.

ottobre 2009

Convegno SanMarco alla Terrazza Martini:

etica professionale e "verità" dei materiali tradizionali per un'Architettura cosciente e appropriata. 45 giornalisti accreditati delle più prestigiose riviste di settore, con l'intervento di numerosi ospiti e architetti di Milano e del Nord Italia. Sono i numeri del grande successo di pubblico per il Convegno "Architettura Cosciente, Architettura Appropriata", organizzato da SanMarco - Terreal Italia con il Patrocinio dell'Ordine degli Architetti, del Politecnico di Milano e della Consulta Regionale degli Ordini della Lombardia, svoltosi lo scorso 24 settembre a Milano nella prestigiosa location della Terrazza Martini. Come sottolinea Davide Desiderio, Image & Communication Manager SanMarco, l'evento è stato di particolare importanza per SanMarco, che si è confermata Azienda "in grado di sostenere e promuovere occasioni di riflessione sulla cultura architettonica contemporanea". Tra i relatori, numerose presenze illustri: Daniela Volpi, presidente dell'Ordine degli Architetti di Milano, Ferruccio Favaron, presidente della Consulta degli Ordini degli Architetti Lombardi, Marcello Balzani, direttore della rivista 'Paesaggio Urbano' e moderatore dell'incontro, L'architetto Torricelli, Federico Bucci, critico, storico e docente del Politecnico di Milano, l'architetto Danilo Guerri, gli architetti Monica Mazzolani e Antonio Troisi, Flavio Bruna e Claudio Mellano, formatisi all'interno dello Studio Gabetti & Isola (ora Isolarchitetti) di Torino e Andrea Liverani (studio Molteni & Liverani) La serata si è conclusa con un ottimo cocktail offerto da SanMarco sulla terrazza Martini, con una vista mozzafiato sulla città, a degna conclusione di un evento proficuo per la qualità degli interventi e per la partecipazione degli ospiti. SanMarco ringrazia tutte le persone intervenute.

settembre 2009

Architettura cosciente - Architettura appropriata.

Un nuovo appuntamento firmato SanMarco. A Milano il 24 settembre 2009, alla Terrazza Martini, si terrà un convegno, organizzato con il contributo della Sanmarco Terreal Italia, sul tema "Architettura cosciente-Architettura appropriata". E' importante che un'azienda leader tra i produttori di elementi in laterizio per l'architettura, in concomitanza con l'avvio del trentennale della sua fondazione, si interroghi sulle ragioni di continuità di un linguaggio che è esperienza, tradizione e in qualche modo anche parte di un’evoluzione tecnologica e compositiva. Attraverso il confronto/dibattito con giovani protagonisti del progetto architettonico contemporaneo sarà possibile, anche dal punto di vista selettivo ma strategico delle performance del laterizio, cercare di capire come dare significato alle azioni, come attribuire responsabilità al progetto per un’architettura cosciente e quindi appropriata. L'incontro metterà a confronto alcuni importanti Studi di progettazione dell’architettura contemporanea, evidenziando come - con sperimentazione e qualità - sia possibile costituire l'ossatura di una coscienza sostenibile. Saranno presenti al Convegno alcuni dei più autorevoli esponenti dell'Architettura

luglio 2009

SanMarco sostiene Abo Project nella ricerca contro il cancro.

SanMarco Terreal Italia ha di recente sancito un accordo per sostenere Abo Project ( www.aboproject.it ), associazione da anni impegnata nel sostegno alla ricerca contro il cancro. SanMarco sponsorizzerà uno specifico progetto di ricerca: lo studio di biomarcatori tumorali nel proteoma dei globuli rossi, progetto diretto dal dott. Pierluigi Mauri (CNR – Istituto di Tecnologie Biomediche - Laboratorio di Proteomica e Metabolomica, Segrate, Milano). Vogliamo supportare questa iniziativa perché siamo un'azienda impegnata nel sociale. SanMarco, infatti, da sempre si contraddistingue per il suo profilo etico e per il suo contributo socialmente responsabile. Progettando soluzioni bio-compatibili per l'architettura, cerchiamo di migliorare la qualità della vita e di migliorare il rapporto tra comunità e ambiente. Trattiamo il bene della società come il nostro bene, per questo abbiamo deciso di supportare attivamente Abo Project. Anche grazie alla fiducia dei nostri clienti, raggiungeremo l'obiettivo più in fretta. E la ricerca ne sarà grata.

giugno 2009

SanMarco premiata ai Mediastars

Lo scorso 27 maggio, a Milano, SanMarco ha ricevuto un premio alla XIII Edizione dei Mediastars, il premio tecnico della pubblicit? . La Giuria ha assegnato la Special Star per l'Art Direction a Valeria Azzoni, dell'agenzia Carta e Matita, per la realizzazione della campagna pubblicitaria X10 Collection. La campagna "X10 Collection" ? dedicata all'innovativa linea di coperture di grande formato SanMarco. L'annuncio, uscito sulle maggiori riviste di settore, ? costituito da una pagina adv sulla quale viene applicata una busta contenente 3 eleganti cartoline. Ciascuna cartolina costituisce una mini-brochure di prodotto da conservare. In questo modo, la campagna nobilita i prodotti dell'azienda a creazioni di design, attraverso una comunicazione di alto livello che privilegia la sintesi e la pulizia grafica. Mediastars ? un premio indipendente che si propone di mettere in luce il valore della professionalit? di chi tecnicamente contribuisce con il proprio apporto alla riuscita di una comunicazione pubblicitaria. Il riconoscimento ricevuto dalla campagna "X10" rappresenta una conferma della preziosa collaborazione che SanMarco ha avviato con Carta e Matita, agenzia incaricata della comunicazione.

maggio 2009

"Do you Expo? Opere e strategie per l'area metropolitana milanese del 2015"

Terreal sponsor del 2° Forum Architettura "Do you Expo? Opere e strategie per l’area metropolitana milanese del 2015" Milano, 28 maggio 2009 presso Il Sole 24Ore, Sala Collina via Monte Rosa, 91 Nei prossimi anni Milano sarà il laboratorio nel quale si sperimenteranno nuove strategie urbane e nuove soluzioni per gli spazi della cultura, della residenza pubblica e privata e del terziario avanzato. L'occasione sarà il prossimo Expo mondiale previsto nel capoluogo lombardo nel 2015. Giunto alla sua seconda edizione il Forum Architettura organizzato dal Gruppo 24 Ore con il sostegno di importanti aziende, tra cui Terreal, la più importante realtà multinazionale per la produzione di elementi in cotto per l'edilizia, si propone quest'anno di fare il punto sulle iniziative di tipo urbanistico, architettonico ed infrastrutturale che riguarderanno l'area metropolitana milanese interessata dall'Expo 2015. Nello spazio del Forum sarà possibile condividere le esperienze in itinere con i professionisti della progettazione, i realestater e la pubblica amministrazione che stanno lavorando ad alcuni dei più interessanti cantieri d’Europa. SanMarco Terreal, co-sponsor dell'evento, ha contribuito a fornire il suo know-how tecnico, nonché fornirà i materiali di alcuni progetti. Prosegue in questo modo il suo impegno a fianco dei migliori progettisti mondiali e, più in generale, nel suo sforzo di sostenere la conoscenza tecnica e culturale del laterizio e la sua divulgazione.

maggio 2009

SanMarco sponsorizza il convegno sui Mercati di Traiano

In occasione dei recenti lavori di restauro ai Mercati Traianei di Roma, che hanno riportato alla originaria luce gli storici ambienti in laterizio e pietra di uno dei complessi più interessanti della Città Antica, la Sovrintendenza ai Beni Culturali di Roma ha organizzato un Convegno dal titolo: "I mercati di Traiano, la storia continua: da centro amministrativo a polo culturale", che si terrà martedì 5 maggio nell'Auditorium dell'Ara Pacis a Roma. La giornata di lavori vedrà la presenza di personalità istituzionali, architetti restauratori, amministratori pubblici che daranno la loro testimonianza circa gli esiti eccezionali, non solo dal punto di vista del restauro di un monumento storico, ma anche dal punto di vista della rifunzionalizzazione a polo culturale di un importante manufatto del nostro patrimonio storico-archeologico. SanMarco, sponsor dell'evento, ha contribuito fornendo il suo know-how tecnico, nonchè i materiali laterizi utilizzati per il restauro. Prosegue in questo modo il suo impegno a fianco dei restauratori nel compito di recuperare e valorizzare i più importanti monumenti storici e, più in generale, sostenere la conoscenza tecnica e culturale del laterizio e del suo corretto utilizzo.

marzo 2009

SanMarco alla Rocca dei Tempesta di Noale

Un restauro importante per un'Azienda partner di restauratori nel recupero del patrimonio architettonico storico. Venerdì 3 Aprile a Noale (VE) si inaugurerà la mostra sul restauro recentemente ultimato della Rocca dei Tempesta a Noale. Nell'occasione l'architetto Patrizia Valle, docente allo IUAV di Venezia e curatrice del progetto, alla presenza delle istituzioni locali presenterà una pubblicazione per far conoscere il progetto di restauro. SanMarco oltre ad aver fornito i materiali laterizi impiegati per il recupero, ha sponsorizzato l'evento; l'azione rientra nella filosofia dell'Azienda, quello di sostenere e promuovere iniziative culturali legate all’uso del laterizio.

marzo 2009

Incontri tecnici sulle coperture in laterizio

Si terrà a Brescia il 16 aprile 2009, presso il "Centro Pastorale Paolo VI", il prossimo incontro tecnico dedicato alle coperture in laterizio, organizzato dalla Sezione "Coperture" dell'Associazione Nazionale Degli Industriali dei Laterizi (ANDIL). La manifestazione, dal titolo "Le coperture in laterizio: riferimenti progettuali e prestazioni", sarà patrocinata dall'Ordine degli Ingegneri e dall'Ordine degli Architetti della Provincia di Brescia e sponsorizzata da SanMarco-Terreal Italia.. L'obiettivo è quello di formare ed informare il maggior numero possibile di progettisti, tecnici e operatori del sistema edilizio, sulle prestazioni e sulle opportunità offerte dalle coperture in laterizio, accentrando l'attenzione sulle prestazioni energetiche e la specifica normativa di riferimento (D. Lgs. 192/05 e s.m.i.). Il programma dell'evento si articolerà attraverso gli interventi di relatori qualificati che metteranno in luce gli aspetti tecnologici e di posa in opera, evidenziando, ad esempio, la maggiore difettosità dei tetti piani rispetto alle coperture inclinate, gli aspetti termoigrometrici legati alle recenti evoluzioni della normativa in materia, divulgando i risultati ottenuti dalla ricerca sul confronto tra coperture in laterizio e coperture metalliche finanziata dalla Sezione "Coperture". In particolare: - il Prof. A. Lauria (Università di Firenze) illustrerà le soluzioni progettuali, tecnologiche, di posa in opera e gli errori da evitare; - il Prof. C. Di Perna (Università Politecnica delle Marche) tratterà la certificazione energetica e le prestazioni dei manti di copertura secondo il D.Lgs 192/05 e 311/06; - il Prof. M. D'Orazio (Università Politecnica delle Marche) relazionerà sulle prestazioni termoigrometriche delle coperture in laterizio.

febbraio 2009

MADE EXPO 2009: un grande successo per SanMarco

200.126 presenze, tra cui ben 19.202 visitatori provenienti da 118 paesi stranieri. Sono i dati ufficiali della seconda edizione del MADE Expo, conclusasi il 7 febbraio, e che registrano un incremento di pubblico del 17,1% rispetto alla precedente edizione. Tra i visitatori vi è stata una significativa presenza di imprese, progettisti e professionisti qualificati, serramentisti e operatori del mondo delle costruzioni. Questo grande successo rappresenta un vigoroso segnale di fiducia per il settore dell’architettura e dell’edilizia. Anche SanMarco era presente al MADE con uno stand tra i più visitati della manifestazione, facendo registrare circa 2.000 visitatori di cui 400 registrati. A questo grande interesse da parte del pubblico si aggiunge quello della stampa. Numerose redazioni di riviste, periodici e telegiornali – tra cui Sky, RCS – Corriere della sera, Il Sole24Ore, Maggioli Editore e Mondadori Editore – hanno dedicato servizi a SanMarco e al suo personale. Il MADE è stata un'occasione per presentare in grande stile la nuova comunicazione SanMarco. Lo stand era una colossale rappresentazione del visual della campagna istituzionale "Non conventional Living": una città realizzata con mattoni e pezzi speciali SanMarco. Gli elementi sono stati realizzati da scenografi professionisti, riproducendo fedelmente le superfici e i colori dei prodotti SanMarco. L'ambiente era completato da due sculture realizzate con i prodotti SanMarco: l' "Albero frangisole" e il "Laboratorio SanMarco". I visitatori potevano inoltre sfogliare le brochure prodotto e interagire con due postazioni multimediali che presentavano uno slideshow dell’azienda e il sito internet istituzionale. Gli organi di stampa e gli organizzatori della manifestazione hanno espresso grande apprezzamento per lo stand SanMarco, giudicato tra i più interessanti e significativi della Fiera. Questo plauso va ad aggiungersi alla recente nomination di SanMarco ai Marketing Awards di Edilportale. Le campagne SanMarco "Non convenziona living" e "Terrae" sono state selezionate tra le oltre 1500 campagne partecipanti, collocandosi in una rosa di 10 finalisti. Questi risultati confermano la qualità della comunicazione realizzata per SanMarco dall’agenzia Carta e Matita, e l’impegno dell’Azienda a comunicare da leader. SanMarco ringrazia i partecipanti e i visitatori del MADE, e vi dà appuntamento alla prossima edizione.

febbraio 2009

Edilportale: SanMarco finalista per la miglior campagna stampa.

Milano - Giovedì 5 febbraio 2009 si è celebrata la premiazione degli Edilportale Marketing Awards 2009. Il concorso premia l'eccellenza del marketing in Edilizia e Architettura, ed è promosso da Edilportale.com, il primo portale internet italiano dedicato all'edilizia e all'architettura. La cerimonia si è svolta presso il Jazz Club Blue Note, gremito di un pubblico composto dai più importanti professionisti del settore: marketing manager, direttori generali, rappresentanti di associazioni e creativi. Ospite della serata, il popolare comico Maurizio Crozza. SanMarco è entrata in finale con ben 2 soggetti di campagna stampa: l'istituzionale "Non Conventional Living" e la pubblicità di prodotto "Terrae", entrambe realizzate dall'agenzia milanese Carta e Matita. La comunicazione di SanMarco è riuscita ad emergere in una competizione agguerrita, che vedeva in gara ben 700 aziende con oltre 1000 campagne di marketing candidate. Con questo riconoscimento, da parte di una qualificata giuria di professionisti, SanMarco dimostra di avere una comunicazione tra le più innovative del proprio settore.

febbraio 2009

Le novità SanMarco al Made Expo 2009

Come già annunciato, SanMarco parteciperà alla Fiera Made Expo 2009, a Milano dal 4 al 7 febbraio 2009. L'evento è la più grande Fiera di Architettura, Design ed Ediliza italiana, ed è uno degli appuntamenti di settore più frequentati in Europa. Per l'occasione, SanMarco presenterà i suoi nuovi prodotti in una suggestiva cornice: uno Stand innovativo, originale e di grande impatto, frutto della collaborazione con un importante scenografo. Made Expo 2009 sarà per SanMarco anche un'importante occasione per presentare il grande processo di rinnovamento dell’immagine coordinata dell'Azienda. Dal marchio SanMarco, che, pur conservando l'immagine storica del leone, rinnova e modernizza il lettering, alle campagne stampa, dalle nuovissime brochure al sito istituzionale sanmarconew.cartaematita.it completamente rinnovato, SanMarco sta effettuando numerosi cambiamenti strategici per comunicare come un vero leader. Il leader italiano negli elementi in laterizio per l’architettura. SanMarco vi aspetta al Padiglione 2, Stand N 01-P 02 nelle giornate dal 4 al 7 febbraio 2009. P.S. Per informazioni sulla Fiera Made Expo 2009 consultare il sito www.madeexpo.it

gennaio 2009

Spazi per crescere. Dialoghi fra pedagogia e architettura.

Polo per l'infanzia Lama Sud (Ravenna, via Vitruvio). CONVEGNO Venerdi 30 Gennaio 2009, ore 16.30. PROGRAMMA DELLA GIORNATA: SALUTI _ Fabrizio Matteucci. Sindaco di Ravenna _ Lanfranco Gualtieri. Presidente della Fondazione Cassa di Risparmio _ Gianni Fabbri. Vice Presidente _ Giuseppe Chilli. Direttore Generale della Fondazione del Monte di Bologna e Ravenna _ Giancarlo Mori. Dirigente dell'Ufficio Scolastico Provinciale PENSARE UNO SPAZIO EDUCATIVO. PEDAGOGIA ED ARCHITETTURA IN DIALOGO _ Elettra Stamboulis. Presidente dell'Istituzione Istruzione e Infanzia Comune di Ravenna _ Andrea Corsini. Assessore Lavori Pubblici Comune di Ravenna _ Walter Ricci. Corpo Area Infrastrutture Civili. "La qualità architettonica nelle scelte del Comune di Ravenna". _ Le insegnanti del nido della scuola dell'infanzia del Polo Lama Sud ed il coordinamento pedagogico raccontano "La cura dello spazio, lo spazio che cura: pensieri, immagini, parole". _ Antonio Troisi. Architetto. Presenta il libro "Cominciare dai bambini. Un progetto di Giancarlo De Carlo e Associati". Edito da Skira _ Paola Cavazzoni. Pedagogista Reggio Children. "Lo spazio come laboratorio di ricerca e osservazione: approfondimenti dell'esperienza dei nidi e delle scuole dell'infanzia di Reggio Emilia". _ Luca Molinari. Docente di Storia dell'Architettura contemporanea all'università di Napoli. "De Carlo e Team X: spazi civili a misura di bambino". Ore 19.30: buffet Ore 20.30: visita agli spazi del Polo Scolastico Lama Sud MOSTRA: Esiste lo spazio condiviso? Il Polo per l'infanzia Lama Sud e altri progetti di Giancarlo De Carlo e MTA Associati. Urban Center di Ravenna ex Chiesa di San Domenico Inizio mostra: Venerdi 13 Febbraio 2009 Info: Istituzione Istruzione e Infanzia, Tel 0544.482372 / 482436, Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. E' necessario abilitare JavaScript per vederlo.

gennaio 2009

Convegno Andil. Coperture in laterizio: riferimenti progettuali e prestazioni

Si terrà a Padova il 15 gennaio 2009, presso l’Hotel Crowne Plaza, il terzo degli incontri tecnici dedicato alle coperture in laterizio, organizzati dalla Sezione "Coperture". La manifestazione, dal titolo "Le coperture in laterizio: riferimenti progettuali e prestazioni", sarà patrocinata dall'Ordine degli Ingegneri e dall'Ordine degli Architetti della Provincia di Padova e sponsorizzata da SanMarco Terreal Italia. L'obiettivo è quello di formare ed informare il maggior numero possibile di progettisti, tecnici e operatori del sistema edilizio, sulle prestazioni e sulle opportunità offerte dalle coperture in laterizio, accentrando l'attenzione sulle prestazioni energetiche e la normativa termica (D. Lgs. 192/05 e s.m.i.). PROGRAMMA DELLA GIORNATA Ore 15,00-15,30 Registrazione dei partecipanti Ore 15,30-15,45 Saluti di apertura: George Harrasser, Sezione Coperture dell'ANDIL; Fabio Giorgio Bonfà, Presidente Ordine degli Ingegneri di Padova. Coordinamento: Gianfranco Di Cesare Direttore Divisione Tecnologica dell’Andil. Ore 15,45-16,30 Soluzioni progettuali per le coperture in laterizio - Aspetti tecnologici, posa in opera, errori da evitare. Antonio Lauria Università di Firenze. Ore 16,30-17,15 Le coperture ventilate: ricerca e prestazioni termoigrometriche. Marco D'Orazio Università Politecnica delle Marche Ore 18,00-18,15 Dibattito e conclusione dei lavori. Al termine verrà offerto un aperitivo La partecipazione è libera e gratuita. Nel corso dell’incontro verrà distribuita la relativa documentazione. Per ulteriori informazioni, contattare Simonetta Alpestre, tel. 06.44236926 - int. 204. Si prega di confermare la partecipazione inviando la scheda a mezzo fax al n. 06/44237930 oppure all’indirizzo e-mail Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. E' necessario abilitare JavaScript per vederlo. entro e non oltre il 9.01.2009.

gennaio 2009

SanMarco al Made Expo Milano. Architettura Design Edilizia

Quest'anno SanMarco parteciperà al Made Expo Milano Architettura Design Edilizia, una delle maggiori iniziative espositive dedicate al mondo dell'Architettura e delle Costruzioni, in programma al Nuovo Quartiere Fieristico di Milano dal 4 al 7 febbraio. Massima attenzione all'innovazione e all'aggiornamento professionale, integrazione delle diverse aree del comparto: questi i punti di forza di una mostra dell'Architettura e delle Costruzioni di taglia europea, che si propone di rilanciare la competitività italiana nell’engineering e nel contracting. Con Made Expo l'Italia si ripresenta, quindi, sulla mappa dell'architettura europea per confrontarsi con i grandi saloni internazionali del settore e SanMarco non si lascia sfuggire quest’importante occasione. Inoltre Made Expo si propone di aprire una finestra globale sul nuovo modo di progettare l'ambiente costruito, in un momento di importante evoluzione del mondo delle costruzioni. Rinnovamento urbano, dialettica sulla cultura progettuale, sfida nell'high tech, qualità ambientale, energia, nuove norme e rinnovata competitività internazionale, offrono un contesto estremamente stimolante che Build UP Expo vuole indagare nella sua interezza. Per la prima volta i progetti ideati in tutto il mondo, firmati dai migliori professionisti espressi dalla cultura progettuale del XX e del XXI secolo, si confronteranno in un'unica grande esposizione con i materiali, le tecnologie costruttive, le componenti delle costruzioni, i sistemi e le proposte innovative industriali e artigianali, per sottoporre agli occhi del visitatore l'intero evolversi del processo ideativo e realizzativo: dalla committenza al progetto, fino all'esecuzione delle opere, attraverso il quale l'architettura tenta di migliorare continuamente il territorio e in quest'ottica anche le aziende produttrici di materiali da costruzione, che in questo ambito giocano un ruolo fondamentale, all'interno di Made Expo troveranno una collocazione importante e di particolare visibilità. SanMarco si presenterà con uno stand altamente innovativo permettendoci di raggiungere i due obiettivi fondamentali: sostenere il brand dell’immagine aziendale di un’azienda leader e presentare novità esclusive di prodotto. Le caratteristiche che contraddistinguono SanMarco, il procedere di pari passo con l'evolversi del dibattito e degli orientamenti dell'Architettura contemporanea e la partecipazione, con esperienza, passione e competenza, ai più importanti e impegnativi lavori di restauro, sono l'espressione della nostra filosofia aziendale volta alla diffusione della cultura del laterizio e il motivo per cui abbiamo ritenuto molto importante la partecipazione a questo appuntamento.

dicembre 2008

Inaugurato il nuovo centro anziani alle Zitelle di Venezia!

Mercoledì 4 giugno è stato inaugurato, al termine di tre anni di lavori, il nuovo centro servizi per anziani alle Zitelle. Il complesso trova collocazione in una splendida area, circondata da orti e vigneti, affacciata sulla laguna. Gli edifici nascono dalla riqualificazione degli immobili preesistenti, della fine degli anni venti, già orfanotrofio e negli ultimi anni sede degli uffici IRE. Il progetto è del prof. Franco Mancuso e dell’ing. Francesco Bono, vincitori del concorso indetto nel 2001, e si incardina sulla valorizzazione delle caratteristiche ambientali del luogo e dell’edificio esistente. I materiali scelti per le finiture interne e per gli esterni sono di pregio e guardano al comfort del fruitore; il verde è elemento dominante, non solo nel giardino esterno, ma anche sui tetti delle nuove edificazioni. Il fronte dei nuovi edifici, verso il giardino, è stato realizzato con il mattone SanMarco Vivo, e con i pezzi speciali fatti a mano su misura per evidenziare gli angoli del volume che fa da ingresso dal lato del giardino: una citazione dello stesso mattone che già è presente nel corpo storico, ma che qui assume caratteristiche proprie e evidenzia la presenza del nuovo volume. Presenti all’inaugurazione, tra gli altri, il sindaco di Venezia, Massimo Cacciari, gli assessori Simionato e Rumiz, e tante altre personalità di Venezia e del Veneto: il tono degli interventi è stato carico di soddisfazione e di orgoglio per ciò che è stato fatto, e di volontà di proseguire su questa strada per il raggiungimento di altri obiettivi altrettanto ambiziosi.

novembre 2008

presentazione del volume: ENZO ZACCHIROLI. Opere 1998-2008

di Giovanni Leoni e Patrizia Virginia Belli Fotografie di Simone Ruzzenente. Edito da Motta Architettura con un saluto di Virgilio Merola Assessore all'urbanistica del Comune di Bologna. Intervengono: - Gino Malacarne (Preside della Facoltà di Architettura Università di Bologna) - Alessandro Marata (Presidente dell'Ordine degli Architetti di Bologna) - Anna Maria Matteucci (Professore Emerito Università di Bologna) - Sergio Signorini Saranno presenti gli autori. giovedì 4 dicembre 2008 ore 18.00 Biblioteca Comunale dell'Archiginnasio Piazza Galvani, 1 - Bologna

giugno 2008

Paesaggi Piemontesi. Gabetti & Isola + Isolarchitetti + 9 architetture “minori”

agend_aa - agenzia internazionale d'architettura per l’ambiente dedica una mostra al paesaggio piemontese e a una delle firme più singolari della cultura italiana. Architettura e paesaggio sono i temi della mostra che muove da Biella e approda a New York. L’idea è di rappresentare una specificità che ha preso corpo in un territorio unico, il Piemonte. A Cittadellarte-Fondazione Michelangelo Pistoletto si mettono in mostra alcuni frammenti di architettura e di paesaggio, d’arte e di tecnica che oscillano tra la necessità di radicarsi e il desiderio di sradicarsi nel e dall’ambiente circostante. Si tratta di frammenti che non esprimono il “regionalismo di provincia”, né la tendenza universale che vuole enfatizzare lo smarrimento delle identità locali e amplificarne l’omologazione. Sono parti di un tutto, semmai, che vogliono comunicare che per essere cittadini del mondo è necessario “conoscere bene la porta di casa propria”. La mostra veicola architetture d’autore, quelle di Gabetti & Isola + Isolarchitetti e architetture “minori”, quelle di una nuova generazione di progettisti, una sorta di affresco, un puzzle che tiene insieme brandelli di paesaggi differenti. Gabetti & Isola era una firma che è sempre stata considerata anomala rispetto alle mode e agli slogans ricorrenti del tempo, fuori dalle retoriche dello stile internazionale e a disagio se accostati linearmente al neo-liberty. Roberto Gabetti (1925-2000) e Aimaro Isola (1928), hanno re-inventato nuove forme di modernità, tessendo colloqui critici con lembi di paesaggio, dalle opere di Alessandro Antonelli e di Giovanni Battista Schellino ai collages di Carol Rama, dagli scritti di Italo Cremona alle frivolezze di Carlo Mollino e di Elio Luzi. Due architetti che praticavano il mestiere intrecciando conoscenze delle prassi con le idee appartenenti a mondi più vasti. Il loro mondo architettonico, allora, si manifesta ai nostri occhi privo di nostalgia, con un valore universale, perché in grado di tenere insieme concetti opposti. Tra i loro capolavori vanno segnalati la Bottega d’Erasmo a Torino (1953-1956) che si integra nel paesaggio torinese, la Residenziale Ovest a Ivrea (1968-1971) che instaura un dialogo unico con il landscape, il Palazzo di Giustizia di Alba (1981-1987) che rappresenta l’impiego sapiente dei materiali e l’uso originale delle forme. Aimaro e Saverio Isola con i giovani progettisti dello studio Isolarchitetti, dopo la scomparsa di Gabetti continuano a lavorare guardando ostinatamente in avanti, dialogando criticamente con il suo passato. Tra le loro opere deve essere ricordato il Nuovo centro direzionale IBM a Segrate, (2001-2004), il Palazzo di giustizia di Bergamo, il nuovo Torino design Center, il premiato progetto di Parco Ottavi a Reggio Emilia. Il mondo dei paesaggi de-forma l’architettura. Simultaneamente le architetture modificano il paesaggio. Tra architettura e paesaggio vi sono corrispondenze biunivoche e mobili che la mostra vuole rappresentare. E siccome non esiste il paesaggio, ma una pluralità, o meglio, un palinsesto filtrato da una visione soggettiva, si sono scelti 18 frammenti che esprimono sinteticamente il Piemonte. Si tratta di un paesaggio “parziale” rappresentato - attraverso 5 finestre tematiche - da oggetti di arte, per esempio una scultura di Michelangelo Pistoletto, da libri, Una questione privata (1963) di Beppe Fenoglio, da quadri, da immagini, tra le quali nove fotografie di Sisto Giriodi, da architetture, la Slittovia (1946-1947) di Carlo Mollino, da tecniche, il Padiglione B (1948-1949) del Palazzo delle Esposizioni di Pier Luigi Nervi, da un film-documentario, appositamente girato dal regista Alberto Momo. E da altro ancora. Gli oggetti, o meglio le parti sono importanti in quanto frammenti capaci di promettere un tutto; sono importanti soprattutto per le corrispondenze originali che potrebbero generare tra loro. E tra loro e le architetture di Gabetti & Isola. E tra loro e i possibili fruitori. Sparse in Piemonte vi sono architetture “minori” di qualità realizzate da una nuova generazione di architetti che tessono singolarmente dialoghi con il paesaggio, che cercano rinnovate forme di corrispondenze con i multiformi territori regionali. Si tratta di architetture realizzate da una generazione che opera in un contesto professionale intricato, che decodifica alcuni pezzi di Piemonte e alcune opere di Gabetti & Isola con disincanto e volontà. Tra le opere in mostra vanno segnalate il Collegio universitario San Paolo (2004-2006) di Torino e la Cantina vinicola la Brunella (2004-2006) a Castiglione Falletto (Cn). Gli architetti selezionati sono: Archicura, Guido Boroli, Bruna e Mellano, Francesco Campidonico, Durbiano e Reinerio, Elasticospa, LSB, Luca Moretto, Negozio Blu, Piva & B. workshop.

giugno 2008

Incontri "M+M": iniziativa per conoscere meglio il sistema "Malta+Mattone"

M+M uguale un sistema. Al via, dunque, gli incontri "M+M malta + mattone", un’interessante iniziativa promossa da SanMarco e Gras Calce S.p.A. in perfetta sinergia. È la prima volta che due aziende produttrici, l’una di mattoni faccia a vista e l’altra di malte, decidono di promuovere insieme i loro prodotti superando il concetto stesso di prodotto a favore di un sistema. È di questo, infatti, che si parla durante gli incontri M+M, di sistema “malta più mattone” a favore dell’utilizzatore finale; la malta e il mattone non sono e non possono più essere considerati separatamente, dal momento che l’uno non avrebbe senso senza l’altro. Di conseguenza è utile conoscere le caratteristiche di entrambi per esaltarne le peculiarità e i pregi e, soprattutto, per studiarne le interazioni reciproche nel momento in cui, posati insieme, realizzano il sistema murario. È importante sottolineare che SanMarco e Gras Calce sono aziende leader di mercato che hanno deciso di fare dell’adeguamento normativo dei propri prodotti un segno distintivo. SanMarco ha prodotti marcati CE: i mattoni faccia a vista secondo la Norma UNI EN 771-1:2005, cogente da aprile 2006, e le pavimentazioni in cotto (Norma UNI EN 1344:2002). Gras Calce, a sua volta, è stata tra le prime aziende a produrre malte marcate CE secondo la Norma UNI EN 998-1/2, cogente dal febbraio 2005, e la prima in assoluto a produrre grassello di calce a norma CE a partire dall’agosto 2003 (Norma UNI EN 459/1). Il primo degli incontri si è svolto, con grande successo di pubblico, presso la sede SanMarco a Valenza (AL) in data 26 maggio. Il secondo si svolgerà a Trezzo s/A (MI), presso la sede Gras Calce, il giorno 23 giugno 2006. Questo primo ciclo di incontri terminerà il 7 luglio presso lo stabilimento SanMarco a Noale (VE). Durante gli incontri, oltre a parlare delle caratteristiche qualitative di mattoni a pasta molle e di malta a vista, vengono trattate alcune delle patologie più frequenti come le efflorescenze, i cedimenti strutturali, i danni da umidità e gli errori di posa in cantiere e si suggeriscono gli interventi per evitarli o eliminarli. Una rassegna di significative case history chiude gli incontri.

giugno 2008

Scuola Estiva Internazionale ADA, Alghero Design Ambiente.

Lo spazio dell'isola-continente Sardegna diviene il campo privilegiato per un laboratorio di progettazione attento tanto alla piccola scala dell'intervento minimo quanto alla grande scala della pianificazione territoriale. Rivolta principalmente ad architetti, urbanisti, designer e operatori culturali in genere, la scuola ha l'obiettivo di fornire conoscenze sul progetto, la comunicazione e la gestione del territorio come bene culturale, storico e ambientale. L'organizzazione della scuola prevede, oltre alle attività didattiche di laboratorio, seminari e conferenze pubbliche sui temi dell'Architettura del Paesaggio e del design ambientale. Momento conclusivo della scuola, saranno la mostra e la critica dei progetti elaborati dai gruppi di lavoro. Il progetto più meritevole, scelto da una giuria composta da personalità della cultura di chiara fama, verrà realizzato con il patrocinio del Comune di Bosa. La Scuola ADA Alghero Design Ambiente è diretta da Giovanni Maciocco, Preside della Facoltà di Architettura di Alghero e Alberto Seassaro, Preside della Facoltà del Design del Politecnico di Milano. Le scuole estive internazionali di Alghero (SEI Alghero) sono un’iniziativa della Facoltà di Architettura di Alghero – Università di Sassari. C'è ancora tempo per iscriversi alla Scuola Estiva Internazionale ADA, Alghero Design Ambiente, che si terrà a Bosa dal 17 al 28 Luglio 2006. Il termine per la presentazione delle domande è stato infatti prorogato al 10 luglio 2006. Possono iscriversi alla Scuola laureati e laureandi in Design, Architettura, Pianificazione Territoriale e Ambientale, Agraria, Ingegneria Civile, Edile e Ambientale, Scienze della Comunicazione e figure professionali provenienti da altri settori, con adeguato curriculum. Per iscriversi basta collegarsi al sito http://sei.architettura.uniss.it ed effettuare la registrazione.

giugno 2008

A "Build Up Expo" la Terza Mostra Internazionale del Restauro Monumentale.

SanMarco è tra gli sponsor della Terza Mostra Internazionale del Restauro Monumentale che sarà presentata in anteprima a "Build Up Expo". La mostra raccoglie l’eredità della precedente allestita a Palazzo Grassi a Venezia nel 1964, in occasione del secondo Congresso Internazionale degli architetti e dei tecnici dei monumenti, nel corso del quale fu varata la Carta di Venezia, che ancor oggi rappresenta il documento più diffuso e condiviso in tutto il mondo sul restauro architettonico. Sempre in quell'occasione nacque l'International Council of Monuments and Sites (ICOMOS), un'organizzazione non governativa dedicata alla conservazione dei monumenti e dei siti storici a livello mondiale, presieduta dall'italiano Pietro Gazzola, che debuttò sulla scena internazionale a Cracovia nel 1965. A quarant'anni da questi importanti eventi è necessario riflettere sulle evoluzioni che hanno portato un numero sempre più esteso di paesi ad assumere i principi della Carta, sulle esperienze e sulle prospettive. Tra gli enti promotori della mostra figurano la Fondazione Politecnico di Milano nella qualità di Promotrice del CIE (Centro per l’innovazione edile) e il Gruppo Fiera Milano, in collaborazione con il Ministero per i Beni e le Attività Culturali e con il Comitato Italiano ICOMOS, che hanno il piacere di presentare in questa sede i pannelli che raccolgono le prime adesioni pervenute dai Comitati Nazionali ICOMOS e che documentano, a confronto tra loro, l’attività di salvaguardia e di restauro nel mondo. La Mostra - che ha carattere itinerante e che sarà presente al Salone del Restauro di Ferrara (22-25 marzo), poi a Gubbio e a Roma da dove inizierà il proprio ulteriore percorso nelle principali capitali straniere - si propone di documentare lo stato di avanzamento del restauro nel mondo, mettendo a confronto diretto fra loro iniziative ed esperienze nate da una medesima esigenza (quella della tempestiva salvaguardia di un patrimonio comune) e tuttavia risolte secondo metodi, strategie e modalità spesso fortemente differenziate. Nata per iniziativa della Sezione Italiana dell’ICOMOS, grazie alla sollecita disponibilità della Segreteria Generale della Sede Centrale di Parigi e con la fattiva collaborazione dei Comitati Scientifici ICOMOS delle varie nazioni, si propone di mettere in moto, nelle sue successive tappe di approfondimento una serie di iniziative utili all’auspicabile chiarimento e avanzamento dell’analisi e del dibattito disciplinare sul restauro architettonico. L’anteprima si apre con il doveroso omaggio a tre grandi protagonisti degli eventi del 1964: Roberto Pane e Pietro Gazzola, autori del testo della Carta di Venezia, e Piero Sanpaolesi, curatore della Mostra di Palazzo Grassi.

maggio 2007

SanMarco al Convegno “Grandi Cantieri di Restauro a Venezia e nel Veneto”

SanMarco partecipa come sponsor al Convegno Grandi Cantieri di Restauro a Venezia e nel Veneto organizzato da ASS.I.R.C.CO. – Associazione Italiana Recupero e Consolidamento Costruzioni. Due le giornate di studio: 18 maggio 2007 Università IUAV di Venezia – Tolentini, Aula Magna 19 maggio 2007 Soprintendenza per i Beni Architettonici e del Paesaggio del Veneto Orientale Museo Nazionale di Villa Pisani, Salone delle Feste – Stra (VE)

  • agosto 2016
    Autunno caldo di convegni >>
  • maggio 2016
    SANMARCO FORNISCE I MATTONI PER IL PADIGLIONE TEDESCO ALLA 15°BIENNALE DI VENEZIA ”MAKING HEIMAT. Germany, Arrival Country” >>
  • maggio 2016
    Un viaggio “alle origini del laterizio romano” presso lo stabilimento SanMarco di Noale >>
  • 114 1 su 38 pagine >
agosto 2016

Autunno caldo di convegni


Riprende dopo la pausa estiva la stagione dei convegni sponsorizzati da SanMarco. In particolare due città, Rimini e Roma costituiscono le location di due format impegnati tra attenzione alle performance dei materiali sul tema del risparmio energetico e punto della situazione sui linguaggi contemporanei dell’architettura.

Il 20 e 21 settembre a Rimini avrà luogo il FutureBuild Meeting 2016: politiche di riqualificazione delle infrastrutture urbane e spazi pubblici e densità del costruito al fine di limitare la dispersione urbana, riuso temporaneo degli edifici per incentivare un recupero duraturo, retrofit energetico del patrimonio esistente lavorando sul sistema involucro-impianto, saranno le principali strategie di azione. Durante il convegno l’architetto Franco Favaro, del settore tecnico SanMarco, presenterà il sistema Thermoreal®SM dal punto di vista tecnico, tecnologico e prestazionale, facendo emergere come il Sistema sia in grado di coniugare tecnologie e soluzioni innovative che si distinguono per elevate caratteristiche di risparmio energetico, con la descrizione di un caso applicativo. Con Thermoreal®SM SanMarco si conferma al vertice dell’innovazione nell’edilizia sostenibile in laterizio, vincendo quest’anno il premio “Klimahouse Trend” nella categoria dedicata ai Sistemi isolanti. Nato dall’impegno continuo nella ricerca di soluzioni adatte ad edifici che vogliono certificare un basso consumo di energia ed una alta qualità estetica e prestazionale Thermoreal®SM è un innovativo sistema a cappotto per l’isolamento termico degli edifici costituito da pannelli prefabbricati mediante l’assemblaggio di schiuma poliuretanica, quarzite e listelli di laterizio faccia a vista “a pasta molle” SanMarco.

Sarà invece Roma la location della ottava tappa del tour The Plan, un programma di conferenze caratterizzato da interventi altamente qualificati grazie alla presenza di archistar del panorama italiano, aziende partner di qualità e un pubblico selezionato di professionisti del settore. Il tema del convegno è: Fare sistema in architettura: creatività, tecnologia e innovazione per un approccio sostenibile al progetto. Si affrontano quindi le opportunità di integrazione tra progettazione architettonica e il rapporto con le imprese e l’industria per una architettura di qualità. Il programma, che ha il patrocinio dell’Ordine degli Architetti di Roma e Provincia, e per il quale sono previsti 4 crediti formativi (CFP), è caratterizzato, dopo il saluto del Presidente dell.Ordine, arch. Alessandro Ridolfi, da interventi “ex cathedra” di Mario Cucinella , MCA Architects, Enrico di Munno PoPlab e Francesco Pagliari, The Plan. In particolare SanMarco sarà presente con un desk dove lo staff tecnico incontrerà i architetti e progettisti omaggiandoli con una pubblicazione di architettura.

I due convegni saranno l’occasione per SanMarco di avvicinare un nuovo target di progettisti della new generation dando contezza della sua capacità e flessibilità produttiva nella direzione di una risposta alle nuove richieste di performance che le normative in tema energetico richiedono e al tempo stesso della sua adeguatezza nel ricercare e sperimentare soluzioni in linea con le richieste provenienti dal mondo della progettazione architettonica.

     

maggio 2016

SANMARCO FORNISCE I MATTONI PER IL PADIGLIONE TEDESCO ALLA 15°BIENNALE DI VENEZIA ”MAKING HEIMAT. Germany, Arrival Country”



28 maggio- 27 novembre 2016- Padiglione Tedesco
15a Mostra internazionale di Architettura - La Biennale di Venezia

E’ Il Deutsches Architekturmuseum (DAM) a curare la mostra “Making Heimat. Germany, Arrival Country” al padiglione tedesco, alla 15 ° Mostra Internazionale di Architettura 2016 - La Biennale di Venezia. Il team comprende Peter Cachola Schmal, Commissario Generale e direttore del DAM, il curatore del DAM, Oliver Elser e il coordinatore di progetto, Anna Scheuermann. SanMarco-Terreal Italia da sempre impegnata anche nel sostegno alla cultura,è stata coinvolta per la fornitura dei materiali laterizi impiegati nell’allestimento.


La mostra Making Heimat. Germany, Arrival Country vuole essere una risposta al fatto che oltre un milione di rifugiati sono arrivati in Germania durante tutto il 2015. Le previsioni per il 2016 sono simili. Il bisogno di alloggi è urgente, ma altrettanto urgente è la necessità di nuove idee e approcci finalizzati all'integrazione. La mostra pertanto è composta da tre parti: la prima parte riguarda l’emergenza fisica dei profughi - le soluzioni reali che sono state costruite per far fronte alla necessità acuta. La seconda parte mira a definire le condizioni che devono essere presenti in una Arrival City, al fine di trasformare i rifugiati in immigrati. La terza parte della mostra è il concept della progettazione dello spazio del padiglione tedesco, che rappresenta una dichiarazione sulla situazione politica contemporanea. Something Fantastic ha progettato e curato la realizzazione della presentazione architettonica e del design grafico.

Nei muri perimetrali del padiglione sono state effettuate delle aperture, brecce tra i mattoni della struttura originaria a simboleggiare l’apertura della Germania verso i temi dell’immigrazione e contemporaneamente per rappresentare la dimensione di un flusso migratorio dalle proporzioni epocali.



SanMarco ha fornito nuovi mattoni organizzati in pallet con termoretraibile trasparente al fine di lasciare a vista il contenuto. Questi laterizi, disposti in modo compatto con altezze diverse a realizzare sedute, tavoli di studio oppure basi per l’appoggio della documentazione esposta, simboleggiano anche idealmente i materiali da cui partire per una necessaria ridefinizione architettonica ed urbana della Arrival City.

Una volta terminata la mostra i mattoni scelti in fornace direttamente dai curatori dell’esposizione con caratteristiche analoghe all’esistente per tipologia produttiva, dimensioni e caratteristiche dell’argilla, saranno utilizzati nel ripristino delle partiture murarie aperte per l’allestimento.

maggio 2016

Un viaggio “alle origini del laterizio romano” presso lo stabilimento SanMarco di Noale

SanMarco Terreal ha ospitato presso il suo Museo delle Forme dello stabilimento di Noale (VE) i 50 architetti conservatori impegnati nel II Workshop internazionale dal titolo:” Alle origini del laterizio romano. Nascita e diffusione del mattone cotto nel Mediterraneo tra II° e I° sec. A.C.”, che si è svolto dal 26 al 28 aprile a Padova. La conclusione dei lavori del Convegno infatti si è svolta nello stabilimento di Noale con una visita allo storico Museo delle Forme dove sono conservati pezzi originali in laterizio di epoche passate, che sono stati analizzati e riprodotti nei nostri laboratori di ricerca per interventi di anastilosi o sostituzione in collaborazione con le Sovrintendenze per i Beni Artistici o Archeologici. Tra i più conosciuti: i tozzetti della pavimentazione del 3° anello dell’Anfiteatro Flavio, o i coppi del Museo di Capodimonte, o i mattoni utilizzati per i Mercati di Traiano, per le Tabernae di via Biberatica, per Porta Padova e per il completamento della cinta muraria di Cittadella (PD), per le Terme di Caracalla, per il Convento di Nerviano (MI), il campanile della Basilica Superiore S. Francesco (Assisi), il recupero dell’Acquedotto Neroniano (Roma), … .

 

Il convegno internazionale, coordinato dal Prof. Arch. Jacopo Bonetto, del Dipartimento dei Beni Culturali dell’Università degli Studi di Padova, e promosso dall’Università degli Studi di Padova, la Sovrintendenza ai beni Culturali di Roma Capitale, l’École française de Roma, l’Istituto Archeologico Germanico di Roma, l’Institut de Recherche sur l’Architecture Antique (CNRS) e l’Università di Ferrara costituisce il secondo appuntamento dedicato allo studio dei laterizi nell’Italia e nel Mediterraneo antichi. Questo evento segue quello di Roma del novembre 2014, dedicato all’uso del laterizio nei grandi cantieri di età imperiale, e intende porre al centro del dibattito i tempi, i luoghi e le dinamiche produttive che portarono all’introduzione e alla diffusione del mattone cotto nel mondo antico.

Commenta il prof. Jacopo Bonetto “La visita alla Fornace SanMarco è stata uno dei momenti più significativi del Convegno internazionale dedicato alle Origini del Laterizio nel Mediterraneo greco e romano in quanto ha permesso ai partecipanti di conoscere una serie indispensabile di nozioni relative alla produzione del materiale usato nell’edilizia antica. In particolare la disponibilità degli operatori e dei responsabili dell’impianto di Noale ci hanno consentito di capire le dinamiche fisico-meccaniche fondamentali del ciclo della produzione del mattone così da addivenire in futuro a migliori forme di comprensione delle produzioni antiche di questo materiale. Ci attendiamo per il futuro una collaborazione sempre più stretta per esperimenti di archeologia sperimentale e per diagnosi fisico-meccaniche sulle proprietà del materiale antico che potremo mettere a disposizione del Laboratorio

L’architetto Franco Favaro, che insieme con l’equipe tecnica di SanMarco Terreal Italia ha accompagnato i ricercatori in visita, esprime particolare soddisfazione per un evento che riconferma SanMarco come azienda di riferimento non solo per la produzione di sistemi e soluzioni in laterizio, ma come partner privilegiato di architetti, progettisti e ricercatori per il sostegno alla cultura di un materiale che ha origine nell’antichità, ma che continua a incontrare ragioni di persistenza nelle tecniche costruttive contemporanee e nel linguaggio architettonico delle nuove generazioni di architetti:“… è sempre un piacere potersi confrontare e collaborare con progettisti e operatori del panorama architettonico ed edilizio storico, per sondare applicazioni, utilizzi e performance del laterizio, che ne giustifichino ancor oggi le sue ragioni di continuità col passato e lo slancio verso il futuro per un’architettura durevole e sostenibile.”

 

aprile 2016

TERREAL partecipa alla 28ma Giornata Mondiale per la Salute e la Sicurezza sul Lavoro

Terreal promuove la Giornata Mondiale della Salute e Sicurezza sul Lavoro (28 aprile 2016) con due iniziative parallele: diffondere in tutte le sue sedi una locandina che sensibilizzi i lavoratori sul tema della Sicurezza e, parallelamente, la presentazione di una Mascotte (per la quale è aperto un concorso di idee per l’individuazione del nome) che veicolerà in maniera efficace la comunicazione di informazioni e azioni inerenti a queste tematiche. In questo modo prosegue l’impegno di tutto il Gruppo per eliminare il rischio di infortuni e di malattie professionali, identificando e trattando con la massima determinazione le fonti di pericolo, a partire da quelle maggiori.

Il nostro impegno è fondato su due valori forti: da una parte la consapevolezza che nulla è più importante della salute umana e dall’altra che le donne e gli uomini che lavorano in Terreal sono la ricchezza del Gruppo. Per questi motivi è un dovere condiviso fare il possibile per preservare la salute e la sicurezza dei colleghi.

Visualizza la locandina.

aprile 2016

Arch and Art, l’opera collettiva ai giardini della Triennale esalta il laterizio

Nei giardini della Triennale di Milano, cinque installazioni per rimettere a dialogo l’arte contemporanea e l’architettura. Nella creazione di David Chipperfield viene utilizzato un mattone speciale prodotto da SanMarco da un’idea dello stesso architetto.

Dal 1 aprile fino a al 12 settembre 2016 i giardini della Triennale di Milano ospitano una mostra che ha come protagonisti dieci maestri dell’architettura e dell’arte contemporanea. Arch and art, ideato da Assolombarda Confidustria Milano Monza e Brianza, realizzato da Domus e prodotto in collaborazione con la Triennale, si concretizza nell’opera collettiva (composta di cinque installazioni) di dieci coppie di maestri: David Chipperfield e Michelangelo Pistoletto, Michele De Lucchi ed Enzo Cucchi, Hans Kollhoff e Mimmo Paladino, Eduardo Souto de Moura e Jannis Kounellis, Francesco Venezia ed Ettore Spalletti.

Il progetto testimonia il legame trasversale che unisce reciprocamente l’opera architettonica all’opera d’arte. Due discipline che, pur avendo realizzato fianco a fianco, i luoghi e gli spazi di vita degli uomini, nel recente passato si sono sempre più allontanate tra loro. In questo scenario Arch and Art nasce proprio con l’obiettivo di ricongiungere appunto architettura e arte

E dal nostro punto di vista questo spunto si arricchisce di un terzo elemento, che è l’elemento sintattico condiviso da due delle installazioni, a cui abbiamo partecipato con la fornitura: il rivestimento in mattone tradizionale”- afferma Davide Desiderio, Corporate Image & Communication Manager di SanMarco.

È il caso dei manufatto progettato da David Chipperfield, una “casetta” che ne contiene un’altra, quella di Michelangelo Pistoletto. Raccontano le due facce di un’unica idea, due cose che si completano a vicenda.

Dal punto di vista costruttivo, i rivestimenti sono realizzati in mattone facciavista a pasta molle prodotto da SanMarco partendo dalla collaborazione con l’architetto Chipperfield che utilizza lo stesso mattone anche in un’altra architettura, l’ampliamento del Cimitero di San Michele a Venezia. Il particolare mattone, che ha il nome di “Incoerente”, è tagliato sulla faccia a vista per mostrare la presenza di inserti di altri materiali lapidei nell’impasto. Questa caratteristica produttiva dà vita a una superficie vibrante e originale. Inoltre le inclusioni lapidee punteggiano una campitura di fondo - costituita dalla argilla rossa “messa a nudo”- e resa omogena dalla malta colorata sugli stessi toni dell’argilla.”

  

Un progetto di Assolombarda Confindustria Milano Monza e Brianza

Realizzato da Domus

A cura di Nicola Di Battista

Progetto di allestimento Centro Studi Domus con Marco Diana

Graphic Design Giuseppe Basile

Ingegneria di progetto Milan Ingegneria Impresa costruttrice Botta SpA

Pavilion Chipperfield
Artista: Michelangelo Pistoletto

Architetto: David Chipperfield
Design team: David Chipperfield Architects, Milan, Italy
Mattoni utilizzati: SanMarco Terreal

Immagini: archivio SanMarco - archivio Candela Costruzioni




aprile 2016

Parte da Firenze il ciclo di convegni The Plan: SanMarco aderisce come partner tecnico e sponsor


Giovedì 21 aprile si svolgerà a Firenze, presso l’Auditorium della Palazzo Affari di Fiera Firenze la seconda tappa del ciclo di Convegni organizzato dalla rivista The Plan, una delle testate di architettura più lette nel panorama italiano (www.theplan.it ).
Il tema del Ciclo di Conferenze Formative sarà: Fare sistema in architettura: creatività, tecnologia e innovazione per un approccio sostenibile al progetto.

Il convegno, che avrà il patrocinio degli Ordini Provinciali degli architetti e degli Ingegneri e per il quale sono previsti 4 crediti formativi (CFP), sarà caratterizzato da interventi “ex cathedra” di star architect come Filippo Pagliani di Park Associati, Enrico di Munno di PoPlab e Francesco Pagliani di The Plan.

SanMarco sarà presente, oltre che con una relazione dell’architetto Davide Desiderio dal titolo:” Lightness Vs Gravity: l’aporia del mattone nell’architettura”, anche con un desk per incontrare i tecnici.


Scarica la locandina dell'evento.

aprile 2016

Al via la XXI Esposizione internazionale della Triennale di Milano


6 aprile 2016. Dopo vent'anni torna a Milano la Esposizione Internazionale della Triennale: un evento dedicato alla riflessione sul Design after Design che, per la prima volta, sarà diffusa su tutto il territorio cittadino, con 19 sedi, 11 mostre direttamente curate dal comitato scientifico e 16 da delegazioni internazionali, 40 partecipazioni estere e una riflessione a tutto campo sull'idea stessa di progetto. Una sfida iniziata venerdi sera dal Teatro dell'Arte, con l'inaugurazione ufficiale, seguita da una cena inaugurale presso l’hangar Bicocca nella sala dedicata alle istallazioni di Anselm Kiefer. Alla cerimonia in un Palazzo dell’Arte gremito di gente, oltre al presidente della Triennale Claudio De Albertis, sono intervenuti il ministro dei Beni Culturali Dario Franceschini, che ha affermato:” Milano è il motore d’Italia e la cultura è il motore di Milano”, il presidente del Bie Vicente Loscertales, il sindaco Giuliano Pisapia, il presidente della Regione Roberto Maroni, quello della Camera di Commercio Carlo Sangalli e l'arcivescovo di Milano Angelo Scola. "Design after Design" il titolo scelto per manifestazione che andrà avanti fino al 12 settembre con mostre, eventi, happening diffusi in tutto il territorio cittadino, oltre al Palazzo dell’Arte, storica sede progettata da Giovanni Muzio.

SanMarco, in qualità di partner tecnico di questa edizione della Triennale prende parte agli eventi e promuove l’istallazione dell’architetto Wang Shu, presso l’Hangar Bicocca, nell’ambito della mostra :” Architecture as Art”. 













marzo 2016

IN ANTEPRIMA ASSOLUTA: Il “laterizio” alla TriennaleXX1 Milano

31/03/2016. Sarà inaugurato domani e aperto al pubblico da sabato: Il “laterizio” alla TriennaleXX1 Milano, presso l’Hangar Bicocca in via Chiese 2 a Milano, che durerà fino al 12 settembre.
La mostra “Architecture as Art” ideata e diretta da Pierluigi Nicolin, curata da Nina Bassoli e allestita da Sonia Calzoni con Patrizia Rossi prevede, tra le altre, una installazione dell’architetto Wang Shu (premio Pritzker di architettura 2012) con i mattoni in “cotto” SanMarco per la realizzazione di quinte murarie caratterizzate da originali vibrazioni e commistioni.
L’obiettivo della mostra è di indurre i visitatori a guardare l’architettura con uno sguardo diverso, confidando sull’effetto persuasivo del supporto museografico-espositivo non dedicato all’architettura come è Hangar Bicocca. Il visitatore, cioè, invece di trovare i classici “surrogati” dell’architettura reale come disegni, foto, plastici e bozzetti, si trova al cospetto di campioni di architettura “al vero”, indotto e agevolato a scoprire la loro artisticità peculiare, “Architecture as Art”, appunto.
Wang Shu - con la collaborazione nell’allestimento dello studio Calzoni di Milano - ha progettato una installazione in mattoni faccia a vista SanMarco (linea Terrae, colore Rosso), una serie di quinte murarie caratterizzate da texture, nelle quali riprende il suo modo originale di mescolare senza soluzione di continuità il contemporaneo con il culturale, l’innovazione con la tradizione, materiali nuovi con altri recuperati, il tutto con una qualità espressiva basata sulle proporzioni e sulle tecniche costruttive tradizionali.
Wang Shu, architetto cinese, attualmente preside della Scuola di architettura della China Academy of Art, unico cinese a vincere nel 2012 il Premio di architettura Pritzker, afferma:”Solo le persone che capiscono la natura dei materiali possono fare dell’arte usando i materiali”.
I mattoni in laterizio scelti tra la gamma Sistemi e Soluzioni SanMarco sono prodotti con tecnica tradizionale a pasta molle in apposite casseforme e realizzati con l’utilizzo di argille naturali prive di additivi. Inoltre una esclusiva lavorazione conferisce alla superficie dei mattoni una particolare rugosità che dona movimento e vibrazione alla texture. La colorazione rossa è attenuta con la miscelazione di argille provenienti da cave di proprietà SanMarco senza aggiunta di pigmenti o coloranti.

marzo 2016

SanMarco sostiene istruzione e cultura universitaria

Il continuo dialogo e confronto con le istituzioni e i luoghi della cultura è sicuramente un punto fondamentale nella mission aziendale. Per questi motivi SanMarco continua da anni il sostegno alle attività didattiche di importanti atenei di architettura italiani, non solo attraverso sponsorizzazioni, ma anche fornendo contenuti tecnici e scientifici, avviando sperimentazioni e sostenendo la ricerca e le collaborazioni alla didattica in aula.

È il caso del Politecnico di Milano, nella sezione distaccata del Polo territoriale di Piacenza, che attraverso l'iniziativa del Prof. Roberto Bolici, docente di Fondamenti di Tecnologia dell'architettura, ha organizzato un seminario sui materiali da costruzione dal titolo: "Progettare con il laterizio". L'architetto Davide Desiderio - Image & communication manager di SanMarco-Terreal Italia- illustrerà gli aspetti produttivi, prestazionali ed applicativi di questo elemento che continua ad essere protagonista tra i materiali da costruzione. Saranno oggetto di confronto con gli studenti, i docenti e i professionisti invitati dall'Ordine degli Architetti, le ragioni di persistenza e modernità di un materiale tradizionale, ma che incontra oggi nuovi risvolti applicativi e originali aspetti formali in linea con il linguaggio architettonico contemporaneo.

Il seminario didattico avrà luogo il 6 aprile dalle ore 10.00 presso l'Aula D del Polo Territoriale di Piacenza, via Scalabrini, 76.

Visualizza la locandina dell'evento.

marzo 2016

SANMARCO, SPONSOR TECNICO DI TRIENNALE XXI


SanMarco, sponsor tecnico di Triennale XXI, fornisce i mattoni per l’allestimento dell’architetto Wang Shu all’Hangar Bicocca.

Tra le iniziative promosse da Triennale XXI si inaugura il 2 aprile all’Hangar Bicocca la mostra “Architecture as Art” ideata e diretta da Pierluigi Nicolin, curata da Nina Bassoli e allestita da Sonia Calzoni con Patrizia Rossi.
Tra gli architetti invitati, Wang Shu, Amateur Architecture Studio, pensa ad una installazione in mattoni faccia a vista e chiede la collaborazione di SanMarco.
L’idea della mostra è di mettere in atto un dispositivo spaziale adatto a indurre i visitatori a guardare l’architettura con uno sguardo diverso, confidando sull’effetto persuasivo del supporto di una funzione museografico-espositiva non dedicata all’architettura come Hangar Bicocca. Il visitatore, al posto di trovare i classici “surrogati” dell’architettura reale come disegni, foto, plastici e bozzetti, si trova al cospetto di campioni di architettura “al vero”, indotto e agevolato a scoprire la loro artisticità peculiare, “Architecture as Art”, appunto.
Wang Shu in collaborazione con lo studio Calzoni di Milano ha progettato una installazione in mattoni faccia a vista SanMarco (linea Terrae, colore Rosso), una serie di quinte murarie caratterizzate da texture nelle quali riprende il suo modo originale di mescolare senza soluzione di continuità il contemporaneo con il culturale, l’innovazione con la tradizione, materiali nuovi con altri recuperati ; il tutto con una qualità espressiva basata sulle proporzioni e sulle tecniche costruttive tradizionali.
Wang Shu, architetto cinese, attualmente il preside della Scuola di architettura della China Academy of Art, unico cinese a vincere nel 2012, il Premio Pritzker, il più importante riconoscimento al mondo di architettura afferma:”Solo le persone che capiscono la natura dei materiali possono fare dell’arte usando i materiali”.

marzo 2016

Con THE PLAN si inaugura il Calendario Convegni SanMarco 2016

Siamo lieti di confermare la nostra partecipazione, in qualità di sponsor/partner, al ciclo di Convegni organizzato dalla rivista The Plan, una delle riviste di architettura più lette nel panorama italiano.
Il tema del Ciclo di Conferenze Formative sarà: Fare sistema in architettura: creatività, tecnologia e innovazione per un approccio sostenibile al progetto.

Il programma, che avrà il patrocinio degli Ordini Provinciali degli architetti e degli Ingegneri e per il quale sono previsti 4 crediti formativi (CFP) per ognuna delle tappe, è caratterizzato da interventi “ex cathedra” di star architect come Aldo Cibic, 5+1 AA, Giovanna Mar, Mario Cucinella, Marco Mari, Susanna Tradati.. e altri, a cui si alternano speech tecnico-formativi (delle durata di 40’) da parte delle aziende sponsor/partner. Co-sponsor insieme con noi sono le seguenti aziende: Autodesk, Duravit, Listone Giordano, Lignoalp, Oikos, Pellini industrie, Ondulit, Scrigno, Vimar, Zumtobel Group, GSE.

In particolare SanMarco aderisce a 10 tappe: Milano, Torino, Padova, Bergamo, Reggio Emilia, Rimini, Ancona, Firenze, Roma e Bari (v. Calendario Eventi).
Nelle città di Milano (16/06) e Firenze (21/04) inoltre SanMarco sarà protagonista di una conferenza tecnico-formativa di 40 minuti.

Per informazioni e iscrizioni: www.theplan.it .

marzo 2016

Progettare & Costruire consapevole: Salubrità e vantaggi del faccia a vista in laterizio



Finalmente disponibile, e liberamente scaricabile nella sezione download del sito, la pubblicazione Andil "Progettare & Costruire consapevole: Salubrità e vantaggi del faccia a vista in laterizio".

Questo secondo dossier, che comprende 116 pagine, segue quello sulle coperture, e illustra i molteplici ed innegabili vantaggi che il "mattone a vista" continua a vantare rispetto ai prodotti concorrenti: un prodotto realmente ecosostenibile, dalla eccezionale durabilità, estremamente versatile, con una vasta gamma di colori, finiture e formati in grado di soddisfare le più svariate esigenze dai complessi monumentali all'interior design.

La serie di articoli selezionati per una più agevole lettura sono suddivisi in tre macroaree: ricerca, tecnologia ed architettura, allo scopo di trasmettere la cultura del "progettare e costruire consapevole", per fornire spunti e contribuire alla qualità del costruire italiano.

marzo 2016

SANMARCO-SYNCRONIA: nasce una collaborazione per “architecture victims”!

Da oggi Architetti e Interior Designer hanno un nuovo strumento per il loro lavoro!

Nasce la collaborazione tra SanMarco e Syncronia.com, il sito professionale dove è possibile scaricare gratuitamente strumenti per progettare meglio e più in fretta: modelli 3D, tutorial, informazioni tecniche e una consulenza diretta da parte degli uffici tecnici delle aziende partner di Syncronia.

La formula è quella del “Business Network“: aziende che collaborano per offrire insieme più valore al mondo della progettazione condividendo gli sforzi di comunicazione a beneficio di tutti.

SanMarco su Syncronia.com propone al progettista una selezione dei suoi prodotti di eccellenza, con la possibilità di scaricare gratuitamente i modelli 3D compatibili con tutti i software di progettazione architettonica e le textures dei materiali comprese tutte le mappe necessarie per il rendering. Questi materiali sono scaricabili anche nell’area download del proprio sito istituzionale Sanmarco.it.

Inoltre su Syncronia.com i Progettisti hanno anche a disposizione una vera e propria area web gratuita per pubblicare i progetti, descrivere la propria attività professionale e aumentarne la visibilità online grazie ai motori di ricerca.

Per i nostri Progettisti, Ingegneri, Designers non resta che registrarsi e pubblicare il loro progetto con i prodotti SanMarco; i primi 30 progetti pubblicati riceveranno in omaggio un libro di architettura della collezione SanMarco.

Inoltre SanMarco pubblicherà sul proprio sito i progetti fornendo una ulteriore visibilità.

Accedi ora ai tuoi strumenti su http://syncronia.com

febbraio 2016

Klimahouse Bolzano 2016 in numeri


462 espositori (128 dall'estero)
25.000 mq di area espositiva
più di 200 giornalisti
770  partecipanti al Congresso internazionale organizzato in collaborazione con l’Agenzia CasaClima
oltre 1.000 partecipanti ai forum tematici
330 partecipanti alle visite guidate a edifici modello
50 consulenze private
38.200 visitatori [16% dall’Alto Adige, 18% dal Trentino, 19% dal Veneto, 14% dalla Lombardia, 30,5% da altre regioni italiane, 2,5% dall’estero]
37.500 visitatori
 
Con 37.500 visitatori si conferma il costante alto interesse alla manifestazione. Il leggero aumento di pubblico nelle giornate riservate agli operatori è una conferma che Klimahouse si è affermata in Italia come fiera di riferimento per il risanamento e l’efficienza energetica in edilizia
 
SanMarco partecipa per la prima volta questo anno a klimahouse Bolzano, pur avendo sempre seguito con grande interesse la manifestazione e dopo aver stazionato in lista di attesa per ben tre anni” afferma Davide Desiderio Image & Communication Manager di SanMarco Terreal Italia – “L’evoluzione di questa fiera è senz’altro notevole: vediamo ogni anno aziende nuove; è un evento in continuo movimento e una tappa fondamentale per gli operatori e i professionisti nel settore dell’isolamento termico e della casa confortevole
 
Klimahouse ha coinvolto architetti, progettisti, operatori del settore, istituzioni, ma anche più un pubblico finale consapevole e interessato a ristrutturare e realizzare abitazioni a basso impatto energetico e ambientale. Sul fronte delle aziende espositrici, è stato confermato il forte impegno mirato alla ricerca e allo sviluppo per le costruzioni più innovative del futuro
 
In particolare SanMarco ha riscontrato un particolare successo sia per la frequenza nel suo Stand, tra i più visitati della fiera, sia per il prestigioso riconoscimento che ha avuto il Sistema ThermorealSM, insignito del premio Klimahouse Trend 2016.

(Immagini: fonte Fiera Bolzano SpA)

febbraio 2016

TERRE & Créations il magazine del gruppo Terreal con un overlook sull’Italia

 

In un contesto di mercato difficile è molto importante proporre soluzioni costruttive innovative, estetiche, altamente performanti e in linea con il linguaggio architettonico contemporaneo. A supporto dell’attività di progettazione dei professionisti e a sostegno e diffusione di una architettura di qualità in laterizio, Terreal mette a disposizione uno strumento redazionale di veicolazione della cultura architettonica in laterizio, una carrellata di soluzioni realizzate in tutto il mondo, che coniugano efficienza energetica e ambientale arricchendo il valore estetico e la modernità del fabbricato.

E’ nata così la rivista TERRE & Créations editata sia in cartaceo sia on-line di Terreal, il gruppo a cui SanMarco appartiene. Nel n° 3 appena pubblicato e dedicato alle residenze collettive e condomini SanMarco è presente con due interessanti realizzazioni: il complesso residenziale a Pioltello, alle porte di Milano, inserito nell’ambito della costruzione di una nuova stazione dei treni, un centro commerciale e una piazza pavimentata in cotto, per un progetto a scala urbana ed una villa privata nel territorio naturale nella provincia di Parma dove il laterizio diventa elemento di continuità con il paesaggio e la tradizione in un linguaggio architettonico moderno che prevede l’utilizzo del rivestimento laterizio anche all’interno degli spazi abitativi.

Emerge come il settore dell’housing sia più che mai aperto ad un largo uso di soluzioni di facciata in cui il laterizio si declina sia nella accezione moderna di facciate ventilate e frangisole sia in quella più tradizionale del rivestimento in mattoni o listelli di laterizio a pasta molle, per lo più applicati sul cappotto. In tutti i casi è possibile rintracciare le ragioni di persistenza e continuità di un materiale come il laterizio ancora oggi, con rinnovata forza ed espressività, il materiale più idoneo ad esprimere valori di tradizione, ma al tempo stesso incarnare slanci innovativi per rispondere alle esigenze di novità che i progettisti ricercano.

Scarica la rivista completa

 

 

febbraio 2016

SanMarco vince il premio KLIMAHOUSE TREND 2016 con il Sistema Thermoreal® SM

SanMarco si conferma al vertice dell’innovazione nell’edilizia sostenibile in laterizio, vincendo quest’anno il premio “Klimahouse Trend” nella categoria dedicata ai Sistemi isolanti. Orgogliosa di tale riconoscimento, testimonia così il suo impegno continuo nella ricerca di soluzioni adatte ad edifici che vogliono certificare un basso consumo di energia ed una alta qualità estetica e prestazionale.
Giunto alla sua XI° edizione, Klimahouse Trend è un riconoscimento speciale istituito da Fiera Bolzano in collaborazione con New Business Media del Gruppo Tecniche Nuove Spa e premia le aziende che, in occasione di Klimahouse – fiera di riferimento a livello internazionale in ambito di efficienza energetica e risanamento in edilizia – hanno presentato materiali o sistemi costruttivi in grado di coniugare tecnologie e soluzioni innovative che si distinguono per elevate caratteristiche di risparmio energetico.
Questa edizione 2016 per la categoria: Sistemi Isolanti (isolamento termico e acustico) viene aggiudicata a SanMarco con il sistema Thermoreal® SM, un innovativo sistema a cappotto per l’isolamento termico degli edifici costituito da pannelli prefabbricati mediante l’assemblaggio di schiuma poliuretanica, quarzite e listelli di laterizio faccia a vista “a pasta molle” SanMarco.
La particolare qualità del Sistema che è stata messa in evidenza dalla giuria è quella, oltre alle performance nell’isolamento termico ed alla qualità estetica del rivestimento in laterizio, di costituire una novità assoluta nel campo della prefabbricazione, settore fino ad ora inesplorato per quello che concerne il rivestimento dell’involucro edilizio con listelli in laterizio faccia a vista, posati ancora oggi uno a uno a mano.
I pannelli di Thermoreal® SM invece, che sviluppano ciascuno una superficie di meno di un metro quadrato, presentano già assemblati i listelli in laterizio nella disposizione e nella finitura di superficie e colore richieste dalla committenza. Debbono quindi solo essere fissati meccanicamente al supporto attraverso tasselli forniti nel kit. Queste caratteristiche rendono perfetto Thermoreal® SM nei casi di ristrutturazione e riqualificazione edilizia così come nella nuova edificazione. Tra i vantaggi d’uso sicuramente la lunga durabilità e l’assenza di manutenzione, oltre alla semplicità di posa.

Commenta il dott. Fernando Cuogo, Direttore Generale di SanMarco-Terreal Italia: ”In ambito edilizio è oggi di grande importanza una concezione degli edifici rispettosa delle risorse, in grado di offrire un elevato comfort abitativo ed economicamente interessante a lungo termine. SanMarco mette in pratica queste direttive con successo. Ci inorgoglisce quindi particolarmente questo importante riconoscimento rivolto alla nostra capacità di pensare a soluzioni costruttive che coniughino efficienza energetica e ambientale arricchendo il valore estetico e la modernità del fabbricato, e di realizzare costruzioni responsabili, moderne, rispettose dell’ambiente, salubri e confortevoli per chi ci vive.”.

Per vedere il video di Thermoreal® SM clicca qui.
Per informazioni tecniche su Thermoreal® SM visita la pagina dedicata.


(fonte: Fiera Bolzano Spa)


(fonte: Fiera Bolzano Spa)

gennaio 2016

PROGETTARE NEL TEMPO: ETEROCRONIE E ARCHITETTURA (seconda tappa)



SanMarco invita alla seconda tappa del ciclo di convegni PROGETTARE NEL TEMPO –Eterocronie e architettura, organizzati insieme con Andil e curati dal Prof. Fabrizio Arrigoni dell'Università degli Studi di Firenze. Giovedì 11 febbraio 2016 a Padova, presso il centro congressi Alla Stanga, Piazza Zanellato 21 dalle ore 9.30 si svolgerà il convegno nel cui programma sono previsti gli interventi degli architetti Paolo Zermani, Fabrizio Arrigoni, Diego Collini e Matteo Cecconi.

Il convegno si struttura attorno a una serie di incontri/lectures proponendosi come spazio di dialogo tra le discipline del progetto e il mondo del lavoro, tra architetti e imprese. Il tema al centro dell'indagine è l'insieme delle plurime articolazioni esistenti tra universo della costruzione, Bau-welt, e temporalità, quest'ultima avvertita nella sua profonda concretezza fenomenologica.

Ogni architettura felicemente riuscita è silenziosa macchina del tempo. Un teatro fatto di historiae e di attese. La trasformazione fisica e manifesta dei siti è azione che si accompagna a una parallela manipolazione, immateriale e latente, dei tempi. L'architettura è generata dai bisogni e dai condizionamenti del presente ma riesce nel suo scopo attraverso un passo doppio: il ri-montaggio di saperi ed esperienze passate e la prefigurazione di scenari e possibilità future, secondo una trama complessa fatta di rammemorazioni e protensioni, giudizi e speranze. Un movimento oscillatorio steso tra permanenze ed emergenze, tra irriducibili determinazioni storiche e natura, tra necessità e libertà, e dove il dato valoriale fondamentale non risiede in uno di questi poli confliggenti ma nel farsi e disfarsi incessante degli intrecci e delle relazioni reciproche presenti nel campo di forze da essi generato. Sarà in questi domini che le molteplici significazioni del progetto conquisteranno la loro fisionomia riconoscibile.

Progettare nel tempo sarà l'occasione per lumeggiare alcuni nodi concettuali che investono il disegno e la fabbrica, il progettista e il Baumeister; l'obiettivo è quello di far emergere le corrispondenze e i rimandi sussistenti tra momento ideativo e prassi, tra pensiero anticipante e mondo del lavoro.

Sul piano così perimetrato faranno da testimoni architetti e imprenditori allo scopo di allestire un atlante di pensieri, sensibilità, strategie, finalità riferibili agli spunti qui brevemente accennati.

Per la tappa padovana, che si terrà presso il Centro Congressi Alla Stanga, Piazza Zanellato 21, SanMarco ha invitato tra i relatori l’architetto Ruben Verdi, autore del progetto del “Moving Walkway e darsena terminal presso l’aeroporto Marco Polo di Tessera (Venezia)”, che illustrerà i modi in cui nel progetto il laterizio viene usato per rispondere ad esigenze di rappresentazione ed espressività formale.

Per iscriversi al Convegno, al cui partecipazione gratuita e da diritto a 4 CFP Ingegneri, cliccate qui.


Locandina del convegno a Padova: Progettare nel tempo


dicembre 2015

La Casa della memoria tra i 10 migliori edifici culturali al mondo: lo afferma la rivista canadese Azure

 


La Casa della Memoria è un monumento con pochi precedenti. A metà tra museo, centro culturale e biblioteca, è il luogo di una memoria collettiva in cui si riconosce la città intera, una memoria che si intreccia non solo nella società, ma negli stessi individui: memorie solide, irrinunciabili e tendenzialmente pubbliche convivono con memorie più personali, più transitorie, più leggere.
La particolarità dell’edificio, menzionata tra le motivazioni dell’importante riconoscimento, è che è interamente rivestita di immagini, che compongono quadri rappresentativi della storia di Milano del dopoguerra. L’involucro dell’edificio, cioè, inteso come un grande polittico contemporaneo, dà conto con grande immediatezza della complessità della memoria di Milano attraverso la rappresentazione di immagini allo stesso tempo esplicitamente monumentali e deliberatamente fragili. Queste immagini sono realizzate in mattoni di sei differenti colori, pieni ad impasto molle, senza sabbia superficiale e sono stati posti in opera seguendo disegni a casellario. Il telaio realizzato con mattoni pieni UNI di color rosso scuro definisce diciannove quadrati che accolgono ritratti (4,6 x 4,6 m) e otto rettangoli che accolgono scene storiche (9,6 m di altezza e ampiezza variabile). I mattoni policromi, appositamente prodotti dalla ditta SanMarco, misurano 5 x 5 cm, per uno spessore di 12 cm.
Per come sono realizzate, queste immagini appaiono più chiaramente da lontano e poi perdono chiarezza avvicinandosi, scomponendosi in un pulviscolo inafferrabile, quasi a proclamarsi infine piuttosto incerte della stessa verità che hanno così orgogliosamente scelto di esporre.

 

Dati tecnici 

committente: Comune di Milano

soggetto attuatore: HINES ITALIA SGR SpA
progetto architettonico: studio associato baukuh
progetto strutturale: Arup Italia srl

progetto impiantistico e consulenza acustica: Deerns Italia spa
progetto prevenzione incendi: Gaeengineering srl
quantity surveyor: J&A consultants srl
impresa costruttrice: Edilda Edilizia Lombarda spa

concorso: 2011

progetto definitivo e esecutivo: 2013
costruzione: 2013-2015

spazi pubblici (esposizione, conferenze, sala lettura) 590 mq;
uffici associazioni 890 mq;
archivio 330 mq (160,000 volumi);
servizi 300 mq

superficie lorda di pavimento: 2500 mq
costo di costruzione: 3.600.000 €

 

Associazioni con sede presso la Casa della Memoria:
Istituto Nazionale di Studi sul Movimento di Liberazione d’Italia (I.N.S.M.L.I.)
Associazione Nazionale Partigiani d’Italia (A.N.P.I.)

Associazione Nazionale Ex Deportati (A.N.E.D.)

Associazione Italiana Vittime del Terrorismo (A.I.VI.TER.)

Associazione Piazza Fontana 12 Dicembre 1969 Centro studi e iniziative sulle stragi politiche anni ‘70

Per leggere l'articolo completo cliccare qui.

 

 

 

dicembre 2015

SanMarco vi invita a Klimahouse 2016 a Bolzano


SanMarco sarà presente alla nuova edizione di Klimahouse 2016, la fiera internazionale in scena a Bolzano dedicata al mondo dell’edilizia green. Costi energetici sempre crescenti, il rischio di ritrovarsi in una condizione di sudditanza nei confronti dei paesi da cui importiamo energia e, infine, i pericolosi cambiamenti climatici esigono un rapido cambiamento di rotta. Fiera di riferimento a livello nazionale, Klimahouse 2016, attraverso le 400 aziende presenti, dimostra come nell’edilizia esistano una serie di alternative economiche e tecniche in grado di garantire un consistente risparmio energetico.

Formula vincente della manifestazione, il calibrato mix tra uno spazio espositivo, dedicato alle novità di prodotto proposte dalle aziende di settore selezionate da una giuria di qualità, e gli articolati programmi di eventi formativi e informativi messi a punto con partner di primo piano.

In mostra allo stand B09/32 si potranno toccare con mano alcune tra le soluzioni più performanti per l’isolamento termico ed acustico proposte da SanMarco in pacchetti edilizi completi ed efficienti, tra cui spiccano prodotti all’avanguardia come Thermoreal® SM .

Giunta alla sua decima edizione, Klimahouse si svolgerà dal 28 al 30 gennaio alla Fiera di Bolzano.

Vi aspettiamo allo Stand B09/32.

novembre 2015

Le nuove frontiere del laterizio: ThermorealSM, Maax, Listello Disegual


Abstract da "ARKETIPO n. 97/2015"

Una gamma di soluzioni evolute per l’edilizia e l’architettura contemporanea, un materiale della tradizione che ha scritto pagine importanti della nostra storia e che oggi si proietta nel futuro per caratterizzare gli involucri più evoluti e rappresentativi degli edifici. Tra tradizione e modernità, tra performance tecniche e caratteristiche estetiche, tra modularità e progettazione su misura: SanMarco Terreal è da sempre protagonista del mondo del laterizio e grazie ai nuovi sistemi ed elementi modulari continua a “disegnare” il volto delle nostre città. Proposte per l’isolamento a cappotto, prodotti da rivestimento customizzabili, linee dal colore e dalla finitura inedita: eccellenza dei materiali e qualità della produzione per soddisfare le esigenze di progettisti e architetti.


Thermoreal SM (vai alla scheda tecnica)


Un materiale edilizio fra i più antichi, ma ancora oggi uno dei più utilizzati, versatili ed efficaci sotto il profilo compositivo e prestazionale: il laterizio non viene meno al ruolo consolidato di elemento proprio dell’architettura, di strumento nella mani dei progettisti per dare forma alle proprie idee.  Le evoluzioni tecnologiche ed estetiche registrate in questi anni ne confermano la modernità e la capacità di intercettare le esigenze del progetto. Sia che sui tratti di nuove realizzazioni che di interventi di recupero e riqualificazione il laterizio continua a garantire prestazioni eccellenti in termini di durata, eco-compatibilità, risparmio energetico e isolamento termico ed acustico. Senza dimenticare le valenze estetiche e l’espressione di un linguaggio architettonico in linea con le tendenze di un’architettura che si propone di rileggere i canoni della tradizione reinterpretandoli in chiave contemporanea.
In merito all’involucro edilizio, è forse possibile individuate due temi portanti attorno ai quali si dipana il lavoro di aziende produttrici e di tutta la filiera delle costruzioni. Da un lato senza dubbio la crescente domanda di isolamento a cappotto, anche in virtù dei nuovi regolamenti in termini di risparmio energetico, a cui bisogna rispondere con soluzioni efficaci e integrate. Dall’altro, la conferma del laterizio come elemento di definizione di facciate dagli esiti formali particolari e sempre nuovi.
Davide Desiderio, Corporate Image and Communication manager SanMarco-Terreal Italia ci spiega in quali direzioni si è mossa la sua azienda per rispondere alla sempre crescente richiesta di architettura sostenibile, efficiente, sicura e anche bella.
Il sistema a cappotto è senza dubbio una delle tecnologie più utilizzate per aumentare le performance dell’involucro, in particolare per quanto riguarda l’isolamento: SanMarco Terreal ha messo a punto un nuovo prodotto che è stato presentato in anteprima al Salone della Ricostruzione de L’Aquila. Si chiama ThermorealSM ed è un sistema prefabbricato a cappotto costituito da un rivestimento esterno composto da listelli sottili in laterizio faccia a vista in pasta molle da 2 cm e da uno strato di isolamento in pannelli prefabbricati e preassemblati. Il particolare sistema di assemblaggio fa sì che i tre elementi non siano semplicemente incollati tra loro, ma creino un corpo unico, indivisibile e con un’altissima resistenza agli agenti atmosferici. La prefabbricazione viene eseguita in condizioni controllate di fabbrica con procedimenti standardizzati.
Le dimensioni ridotte (mm 1310 x 660 h, equivalenti a mq 0,864 per pannello) e il peso limitato (kg 28 circa) rendono il pannello molto versatile nelle fasi di logistica, stoccaggio in cantiere e, soprattutto, permettono velocità e facilità di posa.
I pannelli possono essere fissati meccanicamente a qualsiasi struttura di supporto, dalla parete in legno alla più tradizionale parete in latero-cemento, al pannello in CA delle strutture prefabbricate. Il sistema Thermoreal® SM assicura una elevata performance termica dell’edificio oltre a migliorare l’aspetto estetico grazie ai listelli in laterizio faccia a vista a pasta molle nelle varietà di finiture e colori della gamma SanMarco. Queste caratteristiche rendono Thermoreal® SM perfetto nei casi di ristrutturazione e riqualificazione edilizia così come nella nuova edificazione. Tra i vantaggi d’uso sicuramente la lunga durabilità e l’assenza di manutenzione, oltre alla semplicità di posa. Per quello che riguarda il comportamento al fuoco, le performance di Thermoreal® SM si inquadrano nella valutazione della reazione al fuoco, essendo un materiale di rivestimento, come previsto dalla norma EN ISO 13501-1:2002. I risultati eccellenti lo collocano in classe B-s1; d0.


MAAX (vai alla scheda tecnica)

Per quanto riguarda invece la “pelle” dell’edificio il laterizio sta confermando il proprio ruolo di elemento espressivo capace di rinnovare l’immagine dell’architettura. Stiamo cioè assistendo a un nuovo rinascimento del laterizio, utilizzato come semplice strato esterno dell’involucro, diviene elemento leggero e sottile che permette giochi di chiaro-scuro, pieno-vuoto, sporgenza-rientranza. Se analizziamo alcune realizzazioni di architettura contemporanea vedremo che questa tendenza è già evidente: il laterizio, o la terra cotta, si carica di valori estetici e decorativi quasi scultorei, dati da nuove forme e nuove miscele di colore e sfumature. La ricerca all’interno delle aziende si orienta verso formati, colori, stonalizzazioni assolutamente inusuali e con possibilità di arrivare a produzioni customerizzate sul singolo progetto.
A questo proposito SanMarco presenta MAAX, una nuova linea di laterizi a pasta molle extralarge, che dona massimo risalto alle linee orizzontali grazie al formato particolare caratterizzato da una lunghezza fino a 49 cm e da un’altezza di soli 4 cm. Le particolari mescole di argille e sabbie superficiali creano particolari stonalizzazioni in linea con gli esiti più moderni del linguaggio contemporaneo.
Su un altro filone di ricerca si attestano gli esiti formali della nuova linea Listello Disegual, che permette di dare espressività formale alla facciata attraverso l’utilizzo di spessori differenti. Una volta applicato crea un movimento di volumi che fuoriescono rispetto ad altri complanari descrivendo geometrie originali e personalizzate e un gioco chiaroscurale, che impreziosisce la facciata con creatività, originalità e vibrazioni uniche.


DISEGUAL (vai alla scheda tecnica)

A questo proposito esistono realizzazioni recenti che possono testimoniare al meglio questa rinnovata capacità di rappresentazione, esempi notevoli che vedono il laterizio protagonista connotandosi di valori decorativi si possono riscontrare a Milano. Nuove architetture isolate, interi quartieri rigenerati, aree dismesse rifunzionalizzate, edifici monumentali pubblici e interventi di social housing delineano i tratti di una città in fermento, ma quello che è più significativo è che nel nuovo linguaggio architettonico il laterizio faccia a vista è ancora, con rinnovata forza ed espressività, il materiale in grado di incarnare gli slanci innovativi che i progettisti ricercano. Basti pensare alla Casa della Memoria progettata dallo Studio Baukuh, nella quale milioni di tessere in 6 colorazioni differenti di laterizio compongono alla maniera di pixel le immagini e i ritratti della storia milanese; oppure alla Darsena, progettata da Edoardo Guazzoni, Paolo Rizzatto, Sandro Rossi, Studio Bodin, dove il mattone rosso scuro rievoca il sedime delle mura spagnole con una moderna interpretazione di setti e quinte murarie. O ancora il Magna Pars Suites Hotel firmato da Paola Benelli e Roberto Murgia, nel quale in un contesto modernissimo griglie metalliche ospitano con una trama irregolare fatta di pieni e di vuoti mattoni bianchi con un formato speciale, fino alle declinazioni coloristiche dei laterizi utilizzati da Cino Zucchi per Isola 8, che variano su tre tonalità differenze di grigio.
Sono realizzazioni tra loro molto diverse per carattere e stile, segno che davvero il laterizio possa diventare un materiale del futuro
La carrellata di nuove architetture milanesi in mattoni rende possibile rintracciare le ragioni di continuità del laterizio, materiale fra i più performanti per le sue qualità estetiche, statiche e isolanti. Affermava Giancarlo De Carlo, durante una conversazione di qualche anno fa, riferendosi al laterizio: “a proposito del cotto, la prima cosa che mi viene in mente è che è un materiale antico e moderno; viene dalla terra, lo si impasta con l’acqua, lo si cuoce col fuoco, lo si asciuga con l’aria e al sole; …La sua stupefacente singolarità –mirabile qualità- è di essere stato moderno in ciascuna delle tante epoche che ha attraversato, conservando il fascino di essere antico”. E’ sicuramente vero che le ragioni di continuità e di sopravvivenza del laterizio, un materiale che ha attraversato tanti secoli, mantenendo il suo carattere antico, tradizionale ed al tempo stesso così moderno ed attuale, sono da ricercare nel fatto che questo materiale ha trovato in ogni epoca architetti ed aziende di produzione che l’hanno saputo rendere moderno, attuale, coerente con le esigenze estetiche, funzionali e prestazionali. Hanno saputo plasmarne la forma, modificarne texture, migliorandone prestazioni, l’hanno reso moderno in ogni epoca, come in questa attuale stagione dove incontra un nuovo “rinascimento”.

Leggi l'articolo completo di ARKETIPO nella sezione RASSEGNA STAMPA

ottobre 2015

Dopo la pausa fieristica riparte il Tour della efficienza energetica con l’ultima tappa astigiana


Dopo mesi di intenso e proficuo confronto tra relatori, professionisti e aziende produttrici di laterizio che hanno partecipato attivamente al roadshow 2015 sulla “Casa a energia quasi zero verso il 2020” (3.000 iscritti in 5 tappe con una media di 350 presenze ad incontro) dando un quadro complessivo delle tematiche e delle implicazioni del decreto attuativo della Legge 90/2013 sull’efficienze energetica (NZEB – Near/Net Zero Energy Building), ci avviciniamo all’ultima data prevista per il 2015 ad Asti, il 13 novembre.

Nel convegno si invitano i partecipanti a considerare uno standard di edificio “made in Italy” capace di coniugare sicurezza, risparmio e salubrità in area Mediterranea, valutando le reali esigenze di tutte le tipologie di costruttive, residenziali in primis, ma anche scuole, housing sociale..., con particolare attenzione all’ambiente, alla qualità del costruito ed al benessere abitativo. Volendo costruire un edificio di qualità, infatti, fatta salva la sicurezza sismica, bisogna considerare le peculiarità climatiche del nostro Paese. L’industria dei laterizi propone soluzioni costruttive capaci di assicurare sicurezza strutturale, consumi energetici ridotti in inverno, ma soprattutto in estate, garantendo il giusto equilibrio tra isolamento termico e comfort abitativo per il clima mediterraneo. L’attenzione dei progettisti e dei consumatori finali è alta ed è essenziale conoscere le logiche della bioclimatica e i problemi dell’iperisolamento. Nel corso dell’evento verrà, poi, posta in evidenza la questione direttamente collegata della salubrità, che impone una particolare attenzione alla presenza di muffe all’interno delle abitazioni. L’organizzazione scientifica del tour è affidata a docenti universitari e membri di ANCE, ENEA e delle Commissioni UNI e CTI impegnati da anni nella produzione di norme su tali tematiche all’interno di comitati normatori nazionali e internazionali (CTI, UNI e CEN).

L’evento si terrà ad Asti, nella mattina di venerdì 13 novembre dalle 9:30 alle 13:30 (ore 9:00 registrazione partecipanti) presso Hotel Langhe & Monferrato, via Contessa di Castiglione 1

L’appuntamento è supportato da SanMarco-Terreal Italia, che consentirà ai presenti di approfondire le tematiche trattate nel convegno, richiedendo informazioni presso il proprio corner aziendale. La partecipazione è gratuita e a numero chiuso.

Per maggiori informazioni e per scaricare le relazioni dei passati convegni, visitare il sito www.edifici2020.it

Scarica la locandina con il programma


Iscriviti qui.

 

 

ottobre 2015

The Big 5, meeting globale per l’industria delle costruzioni: SanMarco-Terreal consolida il proprio export



The Big 5 a Dubai si conferma, dopo 35 anni di storia, la più importante manifestazione fieristica per i professionisti del Medio Oriente con migliaia di nuovi prodotti provenienti da tutto il mondo, convegni, workshop e dimostrazioni live nei vari settori del mondo globale delle costruzioni.
SanMarco non manca questa occasione per presentare le proprie novità, e confrontarsi con questa realtà di respiro mondiale, all’interno dello stand corporate Terreal al padiglione 1/E30.

Per informazioni sull'evento e per accreditarvi gratuitamente, visitate il sito:
WWW.THEBIG5.AE

ottobre 2015

MILANO: LEGGERE E PROGETTARE UNA CITTA’


L’architettura contemporanea milanese sulle pagine della rivista “Costruire in laterizio”

SanMarco sostiene un’iniziativa, nell’ambito della manifestazione Bookcity Milano 2015, nata nel 2012 e voluta dal Comune di Milano e dal Comitato Promotore (Fondazione Rizzoli “Corriere della Sera”, Fondazione Giangiacomo Feltrinelli, Fondazione Arnoldo e Alberto Mondadori, Fondazione Scuola per Librai Umberto e Elisabetta Mauri), a cui si è affiancata l’AIE (Associazione Italiana Editori), in collaborazione con l’AIB (Associazione Italiana Biblioteche) e l’ALI (Associazione Librai Italiani). Si articola in tre giorni di incontri, presentazioni, dialoghi, letture ad alta voce, mostre, spettacoli, seminari. Quest’anno il suo svolgimento è stato anticipato a fine ottobre, in concomitanza con la chiusura di Expo.

Nell’ambito di questa manifestazione, si inserisce l’incontro aperto al pubblico ideato da Roberto Gamba insieme con Maria Canella, dal titolo: L’architettura contemporanea milanese sulle pagine della rivista “Costruire in laterizio”, che si svolgerà domenica 25 ottobre dalle ore 10.30.

Il luogo di svolgimento - la Casa della Memoria, recente e significativo edificio realizzato a Milano e presentato sul n.163 di Costruire in laterizio - verrà messo a disposizione per questa occasione.

La Casa della Memoria ospita il Museo della Resistenza e la sua recente costruzione, nel nuovo e prestigioso quartiere di Porta Nuova, suscita curiosità e interesse nella cittadinanza.

Di seguito altri architetti e vari esponenti della cultura milanese, saranno invitati a esprimere giudizi sullo sviluppo architettonico della città.

All’incontro sono stati invitati a partecipare:

Carlo Berizzi, Università di Pavia e AIM;
Enrico Bordogna, Politecnico di Milano; p
Carlo Capponi, Ufficio Beni culturali Diocesi di Milano;
Luisa Comencini, Fondazione Cineteca Italiana;
Fernando Cuogo, vicepresidente Andil;
Alfonsina di Fusco, Andil;
Edoardo Guazzoni, Politecnico di Milano;
Giovanni Pacchiano, scrittore, critico e docente; p
Anty Pansera, Accademia di Belle Arti di Brera; p
Francesco Samorè, Fondazione Giannino Bassetti; 
Luisa Toeschi, Italia Nostra Milano Nord, Bosco in città.

L’incontro verrà preceduto dalla visita guidata della Casa della Memoria a cura degli architetti progettisti Pier Paolo Tamburelli e Andrea Zanderigo (Baukuh), che illustreranno le ragioni del progetto e soprattutto la particolarità che la rende unica: il fatto di essere ricoperto da mosaici in terracotta, alla maniera dei polittici d’età medievale, come riproduzioni di personaggi e di immagini emblematiche simbolo della storia cittadina e italiana. Il programma iconografico, pazientemente definito da un apposito comitato scientifico, si compone di diciannove ritratti di milanesi anonimi (che suggeriscono la complessità della moltitudine che ha animato la città nel dopoguerra) e di otto quadri storici che fissano alcuni momenti decisivi della storia recente della città (tra questi: la deportazione nei campi di concentramento, la Liberazione, l’attentato di piazza Fontana). La particolarità che lo rende unico è che le immagini sono realizzate, con una tecnica ispirata ai pixel del linguaggio fotografico e visual, attraverso l’alternanza di mattoncini in terracotta prodotti da SanMarco-Terreal Italia delle dimensioni 5,5x5,5 cm nella faccia a vista e 12cm nella profondità in 6 colorazioni differenti (Rosa Vivo, Rosso Vivo, Rosso Forte, Rosso Massimo, Grigio Forte, Grigio). Le immagini raffigurate sono elaborazioni tratte da fotografie storiche, all’interno delle quali sono stati ricavati dettagli aventi le stesse proporzioni dei riquadri della facciata. Le porzioni di immagine sono state poi elaborate in modo da essere ridotte ad un numero di pixels corrispondente al numero di mattoni compreso nei riquadri di facciata e successivamente le immagini sono state scomposte in sei colori. Ad ogni pixel dell’immagine elaborata è così corrisposto un mattone di un colore assegnato, contrassegnato da un numero. La facciata è stata realizzata in opera, disponendo i mattoni secondo accurati disegni a casellario sviluppati in scala 1:1. I mattoncini sono realizzati attraverso il taglio a spigolo vivo rettificato dei mattoni a pasta molle della sua gamma prodotti. Questo materiale, così antico e al tempo stesso ancora oggi protagonista nel linguaggio architettonico contemporaneo e moderno, è quindi concepito come “pelle” dell’intero edificio” e contribuisce a dare significato ed espressività alla realizzazione, decoro e parete di rivestimento al tempo stesso.

Al termine dell’incontro verrà data in omaggio una raccolta di tutti gli edifici milanesi pubblicati sulla rivista “Costruire in laterizio” dal 1959 ad oggi e l’ultimo numero dedicato a Milano sede EXPO 2015 e seguirà un rinfresco.

Scarica la locandina.

Leggi l'articolo sull'evento, nell'ambito della rassegna BookCityMilano 2015.

 

 

ottobre 2015

SanMarco sostiene la formazione in Sicilia


Si terrà sabato 24 ottobre presso la Camera di Commercio di Siracusa, dalle ore 9.00, il seminario “Tecnico Superiore per l’innovazione e la qualità delle abitazioni e la sostenibilità edilizia”.
La conferenza sarà l’occasione per presentare un innovativo corso ITS per geometri finanziato dalla regione Sicilia, dalla provincia di Siracusa e organizzato della Fondazione Archimede di Siracusa.
SanMarco, che ha da lungo tempo intrapreso la strada del sostegno alla cultura e all’istruzione, partecipa alla giornata con un intervento dell’architetto Roberta Massarotto dal titolo: "L’involucro edilizio in laterizio per il risparmio energetico”.
Il tema del risparmio energetico legato ai valori prestazionali dei materiali da costruzione è infatti uno dei temi di maggiore interesse non solo da parte di progettisti e costruttori, ma anche da parte del mondo dell’istruzione per preparare le nuove generazioni di tecnici verso queste problematiche.
Anche le normative si sono ormai da tempo interessate a normare gli aspetti energetici degli edifici considerati a buon diritto “macchine”, che come tali consumano energia in un bilancio che necessariamente deve essere positivo per l’ambiente e per il comfort degli spazi abitativi.

Scarica il programma dell'evento

 

 

settembre 2015

SanMarco promuove il “made in Italy” al SAIE 2015

Anche per il SAIE 2015 SanMarco parteciperà all’iniziativa comune tra ANDIL e Confindustria Ceramica: la  “Piazza del Laterizio e della Ceramica” (Padiglione 25), il cui tema si articolerà sulla “casa NZEB in laterizio” antisismica, sostenibile e confortevole.

In particolare sarà :”Costruire con il “made in Italy” una città a misura d’uomo”: lo slogan scandito da SanMarco, in uno stand dove i visitatori potranno toccare con mano soluzioni in scala reale per coperture, facciate, oltre che pavimenti in laterizio.

Parliamo di prodotti made in Italy, altamente performanti e tipici della nostra cultura architettonica, radicati nel contesto rurale e cittadino e particolarmente adatti per costruire edifici capaci di soddisfare le reali esigenze delle persone: dalla sicurezza all’efficienza energetica, dalla sostenibilità ambientale all’estetica, dal comfort abitativo al contenimento dei costi, dalla tradizionalità del materiale all’innovazione di prodotto.

ThermorealSM e Listello Disegual, le novità presentate allo Stand SanMarco

Tra le novità di maggior spicco nel nostro Stand, infatti, oltre ai nuovi colori e formati delle Facciate Ventilate (Zephir Evolution, Piterak Slim e i nuovi sistemi frangisole…) illustrati nella nuova brochure, è stato di grande interesse la presentazione del Sistema Thermoreal SM, il rivoluzionario pannello a cappotto prefabbricato per l’involucro edilizio rivestito in listelli di cotto, rappresentato con un mock up al vero, e del mattone MAAX, roman brick, presentato con una nuovissima gamma cromatica.

L’estetica inconfondibile della terracotta naturale con il suo calore, brillantezza, e la sua naturale variabilità cromatica è stata mostrata in tutte le forme e colori dell’ampia gamma di prodotti SanMarco-Terreal.

Ampio spazio sarà inoltre dedicato al design per interni con la presentazione del Listello Disegual, nel suo pratico packaging che rende facile e accessibile l’utilizzo del laterizio a “pasta molle” fino ad ora quasi esclusivamente riservato agli esterni, anche per l’interior design.
Disegual permette di dare espressività formale alla facciata attraverso l’utilizzo di spessori differenti. Una volta applicato crea un movimento di volumi che fuoriescono rispetto ad altri complanari descrivendo geometrie originali e personalizzate e un gioco chiaroscurale, che impreziosisce la facciata con creatività, originalità e vibrazioni uniche.

Oltre al ‘rosso mattone’ esistono molteplici gradazioni anche di una stessa nuance del colore della terracotta e l’accostamento sapiente e fantasioso di tonalità differenti è in grado di originare soluzioni policrome di notevole pregio decorativo. E’ questo il messaggio dell’allestimento del corner SanMarco “Forme e Colori” dove mattoni e tegole sospesi con cavetti di acciaio e decontestualizzati costituiscono il patrimonio dell’immaginario figurativo di progettisti e privati nel pensare alla loro casa ideale.

SanMarco vi invita a visitare il suo Stand presso il
Padiglione 25 - Area collettiva ”La Piazza del Laterizio e della Ceramica”

Per scaricare i biglietto omaggio offerto da SanMarco clicca qui
e inserisci il codice invito TERR15TL2

settembre 2015

PROGETTARE NEL TEMPO: ETEROCRONIE E ARCHITETTURA


SanMarco
insieme con Andil e Maggioli Editore organizza un ciclo di convegni, curato dal Prof. Fabrizio Arrigoni dell'Università degli Studi di Firenze. Nei prossimi mesi si terranno le prime due tappe del tour: a Milano il 9 ottobre e a Padova il 3 dicembre. Nel programma sono previsti gli interventi degli architetti Adolfo Natalini, Paolo Zermani, cui farà seguito la presentazione di casi studio a cura di autorevoli relatori.

Le tappe del 2015

I due convegni si strutturano attorno a una serie di incontri/lectures proponendosi come spazio di dialogo tra le discipline del progetto e il mondo del lavoro, tra architetti e imprese. Il tema al centro dell'indagine è l'insieme delle plurime articolazioni esistenti tra universo della costruzione, Bau-welt, e temporalità, quest'ultima avvertita nella sua profonda concretezza fenomenologica.

Ogni architettura felicemente riuscita è silenziosa macchina del tempo. Un teatro fatto di historiae e di attese. La trasformazione fisica e manifesta dei siti è azione che si accompagna a una parallela manipolazione, immateriale e latente, dei tempi. L'architettura è generata dai bisogni e dai condizionamenti del presente ma riesce nel suo scopo attraverso un passo doppio: il ri-montaggio di saperi ed esperienze passate e la prefigurazione di scenari e possibilità future, secondo una trama complessa fatta di rammemorazioni e protensioni, giudizi e speranze. Un movimento oscillatorio steso tra permanenze ed emergenze, tra irriducibili determinazioni storiche e natura, tra necessità e libertà, e dove il dato valoriale fondamentale non risiede in uno di questi poli confliggenti ma nel farsi e disfarsi incessante degli intrecci e delle relazioni reciproche presenti nel campo di forze da essi generato. Sarà in questi domini che le molteplici significazioni del progetto conquisteranno la loro fisionomia riconoscibile.

Progettare nel tempo sarà l'occasione per lumeggiare alcuni nodi concettuali che investono il disegno e la fabbrica, il progettista e il Baumeister; l'obiettivo è quello di far emergere le corrispondenze e i rimandi sussistenti tra momento ideativo e prassi, tra pensiero anticipante e mondo del lavoro.

Tra le tante riflessioni possibili, elenchiamo:

  • la costruzione e la rovina - l'edificio come processo organico e la composizione come salvaguardia e messa-in-opera di preesistenze, residui, vestigia;
  • la resistenza e la metamorfosi delle forme e delle materie - le impronte del tempo: riassetti morfologici, lacune, lasciti, dilavamenti, patine;
  • il progetto di architettura come vasta riforma dell'esistente - rinnovamento dei codici linguistici come causa ed effetto di mutazioni parallele nei territori delle tecniche disponibili e dei processi produttivi dominanti;
  • l'«appropriato» come rapporto dinamico, mai fissato definitivamente, tra prefigurazione e singolarità dei contesti - condizioni geografiche e ambientali, cornici economiche e sociali, tradizioni e memorie collettive, cioè catturate nel loro assieme mondo della vita, Lebenswelt.

Sul piano così perimetrato faranno da testimoni architetti e imprenditori allo scopo di allestire un atlante di pensieri, sensibilità, strategie, finalità riferibili agli spunti qui brevemente accennati. Si tratterà di una prima ricognizione nella consapevolezza che i motivi qui ricordati costituiscano un tratto specifico della cultura del progetto italiana, una cifra comune tanto alla ricerca teorica ed espressiva quanto al fare tecnico e operativo.

Per la tappa milanese, che si terrà presso il Centro Congressi Stelline in Corso Magenta, 61 dalle ore 9.30,  SanMarco ha invitato tra i relatori l’architetto Pier Paolo Tamburelli dello Studio Baukuh, autore del progetto della Casa della Memoria a Milano, che illustrerà i modi in cui il progetto definisce un edificio semplice ma esplicitamente monumentale, dove il laterizio viene usato per rispondere ad esigenze di rappresentazione e testimonianza.

 

Locandina del Convegno a Milano (scarica il pdf)

settembre 2015

SanMarco invita al CERSAIE 2015

Si aprirà lunedì 28 settembre la fiera Cersaie 2015 a Bologna, che vedrà la  presenza di SanMarco con uno Stand dedicato alle novità di prodotto e sistema, ma che sarà anche un’importante occasione di incontro con il mercato estero e con i protagonisti della filiera delle costruzioni, dell’architettura  e dell’interior design.

Tra le novità di maggior spicco nel nostro Stand oltre ai nuovi colori e formati delle Facciate Ventilate (Zephir Evolution, Piterak Slim e i nuovi sistemi frangisole…) illustrati nella nuova brochure, sarà di grande interesse la presentazione del Sistema Thermoreal SM, il rivoluzionario pannello a cappotto prefabbricato per l’involucro edilizio rivestito in listelli di cotto e del  mattone MAAX, roman brick, presentato con una nuovissima gamma cromatica, muri “al vivo” e gigantografie di realizzazioni.

L’estetica inconfondibile della terracotta naturale con il suo calore, brillantezza, e la sua naturale variabilità cromatica sarà mostrata in tutte le forme e colori dell’ampia gamma di prodotti SanMarco– Terreal.

Ampio spazio sarà dedicato al design per interni con la presentazione del Listello Decor, nel suo pratico packaging che rende facile e accessibile l’utilizzo del laterizio a “pasta molle” fino ad ora quasi esclusivamente riservato agli esterni. Tonalità calde, assenza di sabbia superficiale per la finitura VIVO SanMarco, ridotto spessore e facilità di posa sono i plus di un prodotto che renderà possibile l’utilizzo del cotto anche nell’interior design.

Il laterizio si conferma, quindi, quale prodotto “made in Italy”, in grado di assicurare le giuste risposte alle diverse e rinnovate esigenze della progettazione, mantenendo inalterati nel lungo periodo, valori e funzioni, con impatti ambientali e costi di manutenzione ridotti al minimo.

Visitando lo Stand SanMarco al Cersaie 2015 sarà possibile rendersi conto di come il laterizio incontri sempre nuove e innovative forme ed applicazioni che lo fanno essere oggi più che mai una strada per il futuro.

Vi aspettiamo allo Stand A11 Pad. 36.

Per scaricare l’invito gratuito offerto da SanMarco cliccate questo link

settembre 2015

Terracotta e cashmere, un binomio d'eccellenza in un borgo da scoprire


E’ Solomeo il piccolo borgo umbro, sede della prestigiosa azienda del re del cashmere Brunello Cucinelli, dove l’imprenditore ha scelto i laterizi SanMarco per pavimentarne piazze e vicoli.

Adagiato sul colle di Solomeo, immerso tra le colline umbre e boschi sempreverdi questo borgo trecentesco rivive le originarie forme medievali e rinascimentali che da sempre lo caratterizzano. Edificato tra la fine del XII secolo e la prima metà del XIII, si sviluppa sull’insediamento di un precedente complesso rurale denominato Villa Solomei che, nella primavera del 1391, venne fortificato con la costruzione dell'attuale castello di Solomeo. Il castello, l'antica Chiesa Parrocchiale, la seicentesca villa Antinori e il Teatro Cucinelli fanno da sfondo ad una suggestiva realtà ricca di bellezze storiche, artistiche e paesaggistiche. A partire dal 1985 Brunello Cucinelli ha fatto del borgo la sede della sua impresa umanistica dando inizio ai lavori di restauro che hanno coinvolto SanMarco per la fornitura dei mattoni posati per tutti i vicoli e le piazze dell’intero borgo. La terracotta così costituisce l’elemento, in continuità con la tradizione, che unisce e armonizza tutti i luoghi e gli spazi del borgo.

“Fatto su misura alla maniera di Brunello Cucinelli”. E’ questo lo slogan per l'imprenditore del lusso che del piccolo borgo di Solomeo ha fatto un esempio di business intelligente, puntando principalmente sulla qualità del sartoriale. La stessa filosofia di customizzazione che abbraccia da tempo anche SanMarco, e che oggi più che mai può essere la via verso l’uscita dalla crisi. Produzioni di grande eccellenza che tengono conto dei desideri di una clientela sempre più esigente. Per i prodotti in laterizio firmati SanMarco questo vuol dire sviluppare texture, forme, colorazioni, sistemi di assemblaggio che si adattino ai singoli progetti e ad una domanda diversificata e competente.




agosto 2015

Nuovo Store Esselunga a Galluzzo (FI): tre varietà di laterizio SanMarco per una realizzazione in continuità col paesaggio


L’edificio, parzialmente ipogeo, è caratterizzato dalla copertura a giardino pensile con larghi terrazzamenti che costituisce un continuum con il paesaggio collinare. I rivestimenti esterni sono in laterizio a faccia vista in varie declinazioni.

Progettato dall’architetto Federico Gurrieri e realizzato da Cepa Edilizia Srl, il nuovo store Esselunga di Galluzzo (Fi) si presenta come un fabbricato parzialmente ipogeo caratterizzato sia dal proseguimento della collina al di sopra della copertura, quest’ultima utilizzata come giardino pensile a larghi terrazzamenti, che dal rivestimento in mattoni a faccia vista. Oltre al fabbricato sono state realizzate all’interno dell’abitato alcune opere quali nuovi giardini, verde attrezzato, riqualificazione di spazi pubblici e marciapiedi.

Tutto il paramento murario esterno è stato realizzato attraverso due tipologie di laterizio SanMarco faccia a vista: il mattone a pasta molle e i sistemi di facciata ventilata in lastre di cotto estruso di grande formato e frangisole applicati a secco di ultima generazione.

Il rivestimento a pasta molle interessa l’intero edificio principale, compresi i pilastri e i pezzi speciali realizzati “a mano” utilizzati per le cornici delle basi dei pilastri. Il mattone impiegato è il risultato della sperimentazione compiuta costantemente sul mattone a pasta molle prodotto senza sabbia in superficie, allo scopo di mettere in luce i colori naturali delle argille, ottenendo sfumature con tonalità diverse per ogni elemento. Il risultato è superfici brillanti e ricche di sfumature in grado di integrarsi con i molteplici colori e texture dell’ambiente in cui è inserito. Oltre all’aspetto estetico la lavorazione del mattone ha conferito particolari caratteristiche di massa, porosità, naturalità senza aggiunta di sabbie, di additivi o di coloranti, tali da farlo rispondere in maniera adeguata sia alle esigenze di biocompatibilità, a quelle di espressività materica del laterizio, che all’isolamento termico e acustico, e più in generale di comfort abitativo.

I frangisole e la facciata ventilata riguardano il muro di recinzione e il rivestimento murario esterno del locale tecnico. Questi sono realizzati in materiale differente dal mattone a pasta molle e si caratterizzano per l'estrusione di argille nobili con caratteristiche tecniche elevate, in particolare dal punto di vista dell’urto e delle resistenze meccaniche.

Il supermercato del Galluzzo ha quindi il particolare pregio di dare espressività al laterizio nelle sue varie declinazioni: da quella tradizionale dell’elemento di architettura formato a mano per le cornici dei pilastri, a quella del mattone classico a pasta molle per le partiture murarie principali a quella moderna del laterizio estruso a grande dimensione per i frangisole del muro di recinzione. In questo modo si dimostra come tradizione ed innovazione siano concetti presenti nell’evoluzione applicativa del laterizio, che continua ad essere ancora oggi uno dei materiali da costruzione più utilizzati.

Leggi l’articolo che “Il Nuovo Cantiere” ha dedicato a questa realizzazione.

 


 

luglio 2015

Volumi in laterizio faccia a vista e acciaio corten, sinergiche contaminazioni


Il territorio urbanizzato ai piedi delle prime pendici collinari, a Reggio Emilia, ha ispirato l’andamento architettonico e i materiali scelti per questa residenza progettata dallo studio M2R Architettura

Questa realizzazione rappresenta l’incontro tra la sensibilità paesaggistica, la sostenibilità energetica e il comfort abitativo: in questa prospettiva, particolare attenzione è stata rivolta a sfruttare a pieno le potenzialità sia dal punto di vista estetico sia da quello tecnologico dei materiali utilizzati come il laterizio tradizionale a pasta molle SanMarco abbinato all’acciaio corten.

I due materiali creano un’alternanza materica e cromatica che arricchisce le forme semplici e pulite dell’edificio e risultano in forte sintonia tra loro, in naturale sovrapposizione alle strutture cromatiche che si alternano nella vicina campagna con il trascorrere delle stagioni e entrambi ha poca necessità di manutenzione. Il luogo. La natura rustica e accogliente della campagna emiliana ha ispirato l’andamento architettonico e i materiali scelti per questa residenza che si colloca al limite del territorio urbanizzato ai piedi delle prime pendici collinari. Quello che ne risulta è un intervento dal carattere omogeneo che trova come matrice architettonica la casa rurale con il tetto a capanna tipica della pianura emiliana. Nel rispetto della tradizione e del paesaggio in cui si inserisce il progetto, ai volumi semplici e compatti in muratura di laterizio faccia a vista vengono giustapposti volumi in acciaio corten, allo scopo di generare spazi domestici coperti come l’ingresso principale all’abitazione e il porticato esterno reinterpretato in una visione contemporanea.

 




luglio 2015

Medaglia d’oro dell’architettura italiana 2015: Casa della Memoria tra i finalisti

Medaglia d’oro dell’architettura italiana 2015: Casa della Memoria tra i finalisti

La Triennale di Milano in collaborazione con il MiBACT, Ministero per i Beni e le Attività Culturali e Turismo, e con MADE expo, bandisce la quinta edizione del Premio Medaglia d’Oro all’Architettura Italiana, evento con cadenza triennale che intende promuovere la riflessione sulle nuove e più interessanti opere e sui protagonisti che le hanno rese possibili. Il prestigioso premio punta alla promozione pubblica dell’architettura contemporanea come costruttrice di qualità ambientale e civile, e insieme guarda all’architettura come prodotto di un dialogo vitale tra progettista, committenza e impresa.

La Medaglia d’Oro all’Architettura Italiana si pone anche come riflessione attiva sul ruolo del progettista e delle sue opere puntando alla diffusione pubblica in Italia e all’estero di un nuovo patrimonio di costruzioni e idee e insieme verificando periodicamente lo stato della produzione architettonica italiana, gli indirizzi, i problemi e i nuovi attori.

In particolare per questa edizione 2015 il Presidente della Triennale, Claudio De Albertis, e il curatore per l’Architettura, Alberto Ferlenga, che presiedono la giuria del Premio Medaglia d’Oro all’Architettura Italiana hanno selezionato la “Casa della Memoria” tra i finalisti per la sezione “Nuovi Edifici”.

Tutti i progetti finalisti verranno presentati nella mostra Medaglia d’Oro 2015 che si terrà a dicembre 2015 nello spazio denominato Impluvium del Palazzo dell’Arte.

E’ quindi fonte di particolare soddisfazione anche per SanMarco che ha realizzato i laterizi che sono stati utilizzati in facciata L’edificio infatti è ricoperto da mosaici in terracotta come riproduzioni di personaggi e di immagini emblematiche. La particolarità che lo rende unico è che le immagini sono realizzate, con una tecnica ispirata ai pixel del linguaggio fotografico e visual, attraverso l’alternanza di mattoncini in terracotta delle dimensioni 5,5x5,5 cm nella faccia a vista e 12cm nella profondità in 6 colorazioni differenti (Rosa Vivo, Rosso Vivo, Rosso Forte, Rosso Massimo, Grigio Forte, Grigio) a generare l’immagine complessiva percepita nel suo insieme. I mattoncini sono realizzati attraverso il taglio a spigolo vivo rettificato dei mattoni a pasta molle della sua gamma prodotti. Questo materiale, così antico e al tempo stesso ancora oggi protagonista nel linguaggio architettonico contemporaneo e moderno, è quindi concepito come “pelle” dell’intero edificio e contribuisce a dare significato ed espressività alla realizzazione, decoro e parete di rivestimento al tempo stesso.

giugno 2015

MILANO IN LATERIZIO: SU “COSTRUIRE IN LATERIZIO” UN OVERLOOK SULLE ARCHITETTURE IN MATTONI FACCIA VISTA A FIRMA SANMARCO


Il nuovo numero di Costruire in laterizio, n° 163 è interamente dedicato alla città di Milano al centro dell’interesse mondiale per l’Expo 2015. Nuove architetture isolate, interi quartieri rigenerati, aree dismesse rifunzionalizzate, edifici monumentali pubblici e interventi di social housing delineano i tratti di una città in fermento. Nel nuovo linguaggio architettonico il laterizio faccia a vista è ancora, con rinnovata forza ed espressività, il materiale in grado di esprimere valori di tradizione, ma al tempo stesso incarnare slanci innovativi per rispondere alle esigenze di novità che i progettisti ricercano.

In evidenza:

  • Cover: Casa della Memoria; (materiale SanMarco: Mattoni formato speciale 5x5x5,5x 12 cm linea Vivo colori: Rosa Vivo, Rosso Vivo, Rosso Mose, Rosso Massimo, Grigio Forte, Grigio )
  • In primo Piano; da pag. 10 a pag. 15 : Casa della Memoria; Studio Baukuh (materiale SanMarco: Mattoni formato speciale 5x5x5,5x 12 cm linea Vivo colori: Rosa Vivo, Rosso Vivo, Rosso Mose, Rosso Massimo, Grigio Forte, Grigio )
  • Progetti; da pag. 18 a pag. 23 : Darsena di Milano ; Edoardo Guazzoni, Paolo Rizzatto, Sandro Rossi, Studio Bodin, (materiale SanMarco: Mattoni 12x25x5,5 Linea Classico colore Rosso Bizantino)
  • Progetti; da pag. 24 a pag. 27: Magna Parse Suites Hotel; Paola Benelli e Roberto Murgia, (materiale SanMarco: Mattoni con colore speciale formato: 5x5x23,8 cm)
  • Progetti; da pag. 34 a pag. 38: IULM Knowledge Transfer Centre; Studio 5+1AA, (materiale SanMarco: Mattoni formato 12x25x5,5 linea Vivo, colore Rosso Vivo)
  • Progetti; da pag. 46 a pag. 49: Isola 8; CZA Cino Zucchi Architetti, (materiale SanMarco: Mattoni formato 12x25x5,5 linea Vivo, colori Grigio forte, Grigio, Grigio chiaro)
  • Dettagli; da pag. 72 a pag. 75: Nuovo edificio per uffici giudiziari; Carmelo Maugeri e Alessandro Marchello (collaboratore), (materiale SanMarco: Mattoni formato 12x25x5,5 linea Classico, colore Rosso)

La carrellata di nuove architetture milanesi in mattoni rende possibile rintracciare le ragioni di continuità del laterizio, materiale edilizio fra i più antichi, che rimane oggi uno fra i prodotti più versatili ed efficaci sotto il profilo compositivo – forse l’unico che possa essere direttamente associato al concetto di costruzione – e fra i più performanti per le sue qualità estetiche, statiche e isolanti.

Affermava Giancarlo De Carlo, durante una conversazione di qualche anno fa, riferendosi al laterizio:” a proposito del cotto, la prima cosa che mi viene in mente è che è un materiale antico e moderno; viene dalla terra, lo si impasta con l’acqua, lo si cuoce col fuoco, lo si asciuga con l’aria e al sole; …La sua stupefacente singolarità –mirabile qualità- è di essere stato moderno in ciascuna delle tante epoche che ha attraversato, conservando il fascino di essere antico”. (G.De Carlo, 24 ottobre 2004).

E’ sicuramente vero che le ragioni di continuità e di sopravvivenza del laterizio, un materiale che ha attraversato tanti secoli, mantenendo il suo carattere antico, tradizionale ed al tempo stesso così moderno ed attuale, sono da ricercare nel fatto che questo materiale ha trovato in ogni epoca architetti ed aziende di produzione che l’hanno saputo rendere moderno, attuale, coerente con le esigenze estetiche, funzionali e prestazionali. Hanno saputo plasmarne la forma, modificarne texture, migliorandone prestazioni, l’hanno reso moderno in ogni epoca, come in questa attuale stagione del nuovo “rinascimento” milanese.

Per leggere la rivista cliccate qui

giugno 2015

Un hotel a 5 stelle coi mattoni SanMarco

MAGNA PARS SUITES A MILANO

Si tratta di un piccolo intervento di ampliamento inaugurato recentemente, rispetto al corpo centrale dell'hotel che ha già un paio di anni.

L'intervento, unico nel suo genere, è relativo a due pareti a tutta altezza, di cui una esterna ed una interna (vano scale) ed esterna.

Il progetto è firmato dagli architetti Roberto Murgia e Paola Benelli ed ha avuto come obiettivo quello di conferire charme ed eleganza al complesso architettonico in linea con un linguaggio architettonico moderno e minimalista.

I mattoni impiegati hanno un formato speciale con un colore e finitura studiati ad hoc, stampati a mano, e fissati a secco con dei pioli speciali, disegnati dall’architetto, su una lamiera tagliata a laser in acciaio e colorata.

La lamiera prende il posto della malta, e il mattone crea un gioco di pieni e vuoti.

Visualizza il composit

giugno 2015

70° ANDIL

RIGENERIAMOCI
posiamo il primo mattone

Il 16 giugno si svolgeranno i lavori dell’Assemblea ANDIL presso la sede istituzionale di Assolombarda, nel cuore di Milano. Nel corso dell’evento, patrocinato dalla Consulta Lombarda degli Architetti, verrà lanciato “Rigeneriamoci”, il manifesto dell’industria dei laterizi che punta a rivedere le strategie aziendali e a proporre una nuova idea di concepire gli spazi urbani.

Fin dalle sue origini, il mattone è stato parte della storia dell’essere umano; parte della sua cultura, della sua società, delle sue abitudini. Richiama alla mente un modo di costruire vicino all’uomo; una cultura del costruire in cui tecnica, funzionalità ed estetica si fondono in una prospettiva di qualità globale destinata a durare.

Oggi il laterizio è il principale materiale da costruzione impiegato nel nostro Paese.

ANDIL insieme con le aziende come SanMarco, che ne costituiscono l’ossatura, è impegnata dal 1954 in numerose attività a favore della sua adeguata valorizzazione. L’importante anniversario associativo sarà l’occasione per rendere ancora più partecipata la prossima edizione dell’Assemblea in cui verrà lanciato “Rigeneriamoci”, il manifesto dell’industria dei laterizi che punta a rivedere le strategie aziendali ma anche a proporre una nuova idea di concepire gli spazi urbani.

I festeggiamenti dell’anniversario dei 70 anni di ANDIL si terranno a Milano, presso Assolombarda, il pomeriggio del 16 giugno dalle 14.00. L’evento si articolerà in 3 sessioni:

  • si partirà dall’analisi dell’attuale congiuntura per valutare le prospettive del sistema istituzionale delle costruzioni;
  • successivamente, tre autorevolissimi storici dell’architettura passeranno in rassegna delle architetture in laterizio significative;
  • chiuderà la giornata un dibattito sui nuovi modelli di città e di utilizzo del territorio, secondo la visione di qualificati architetti ed esponenti politici.

Sono invitati a partecipare tutti i tecnici e gli operatori del settore edile. L’evento è patrocinato dalla Consulta Lombarda degli Architetti e la partecipazione darà diritto a n° 4 CFP. Gli architetti PPC dovranno obbligatoriamente registrarsi attraverso la Piattaforma CNAPPC im@teria (gli Architetti PPC che ancora non avessero un proprio account personale im@teria potranno attivarlo registrandosi al link: https://imateria.awn.it/custom/imateria/ (accesso centralizzato ai servizi), o accedendo tramite l’area personale (se esistente) dei propri Ordini).

Il riconoscimento di n°2 CFP al presente evento è stato autorizzato dall'Ordine Ingegneri di Milano, che ne ha valutato anticipatamente i contenuti formativi professionali e le modalità di attuazione. L’evento ha ricevuto anche il riconoscimento di n° 2 CFP per i geometri iscritti all’Albo provinciale di Milano.

Ingegneri, geometri e tutti gli altri professionisti, ad eccezione degli architetti, potranno registrarsi inviando una mail con i propri dati (nome, cognome, codice fiscale, Ordine di appartenenza, numero di iscrizione all'Ordine) a: Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. E' necessario abilitare JavaScript per vederlo. .

Scarica il programma dell'evento.

maggio 2015

TEGOLA PIANA VOLNAY A VILLANTERIO

INNOVAZIONE E MODERNITA’

Completata la costruzione di una villa privata a Villanterio, nella provincia di Pavia. Tegola piana e facciata ventilata sono i prodotti in laterizio SanMarco che hanno aiutato i progettisti ad aderire alle esigenze di modernità del linguaggio architettonico e di innovazione e qualità.

Linee moderne e volumi netti sono gli elementi che contraddistinguono l’interessante progetto degli architetti Walter Tonali e Marco Sartori (Studio Archinproject), progettisti di una villa privata nella provincia pavese. L’accurata scelta dei materiali è ricaduta sulla facciata ventilata Terreal, declinazione moderna del rivestimento in laterizio come “pelle” dell’edificio, realizzata con Zephir 30x60,5 cm, color grigio perla e sulla tegola piana Volnay, color grigio ardesia.

In particolare la scelta della tegola piana risponde all’esigenza di ripensare alla copertura tradizionale a falde attraverso l’utilizzo di un elemento discontinuo piano in laterizio colore grigio ardesia.

Volnay fa parte delle tegole Nordiche SanMarco, che hanno in comune un’estetica inedita e accattivante. Inoltre, grazie all’ampia varietà di colori disponibili, sono adatte anche al progettista che vuole esplorare combinazioni ed effetti cromatici originali.

Con le numerose finiture e forme, le Nordiche SanMarco offrono eleganza e nuove suggestioni estetiche sia per le realizzazioni tradizionali sia per le architetture più moderne.

I modelli disponibili sono tutti corredate da accessori in laterizio e funzionali per un tetto sicuro, stabile e salubre.

 

maggio 2015

CASA DELLA MEMORIA


TRE PIANI DI STORIA IN MATTONI POLICROMI

SanMarco e Baukuh realizzano il parallelepipedo rivestito in mattoni policromi per conservare e divulgare lamemoria storica di Milano. Un laboratorio dove le associazioni, gli studiosi e i testimoni possono lavorare insieme generando nuova memoria e proponendola ai giovani per rendere omaggio a tutte le vittime dei totalitarismi e dei terrorismi.

Inaugurata il 25 aprile 2015 alla presenza del sindaco di Milano, Pisapia, insieme con le maggiori cariche istituzionali cittadine e realizzata su progetto dello studio Baukuh, la Casa della Memoria ospita la sede di alcune associazioni che conservano la memoria della conquista della libertà e della democrazia in Italia: l’Associazione Nazionale Ex Deportati (A.N.E.D.),
 l’Associazione Nazionale Partigiani d’Italia (A.N.P.I.), l’Associazione Italiana Vittime del Terrorismo (A.I.VI.TER.), l’Associazione Piazza Fontana 12 Dicembre 1969 e l’Istituto Nazionale di Studi sul Movimento di Liberazione d’Italia (I.N.S.M.L.I.).

L’edificio, costruito dal 2013 al 2015 a seguito del concorso svolto nel 2011, è stato realizzato per il Comune di Milano, che ha voluto destinare una nuova sede alle associazioni e attivare un centro dedicato ai valori di democrazia e libertà per cui la città di Milano ha combattuto nell’ultimo secolo.

La Casa della Memoria è interamente rivestita di mattoni che ricompongono alla maniera di pixel, immagini rappresentative della storia di Milano del dopoguerra. L’involucro dell’edificio, quindi, inteso come un grande polittico, prova a dar conto della complessità della memoria di una intera città, senza per questo rinunciare ad immaginarne una ideale unità. La decorazione delle facciate, più che definire una memoria condivisa, espone l’esigenza di questa condivisione. Per questo le immagini rappresentate sull’involucro dell’edificio sono allo stesso tempo esplicitamente monumentali e deliberatamente fragili. Per come sono realizzate, queste immagini appaiono più nettamente da lontano e poi perdono chiarezza avvicinandosi, scomponendosi in un pulviscolo inafferrabile, quasi a proclamarsi infine piuttosto incerte della stessa verità che hanno così orgogliosamente scelto di esporre.

Tutto questo è stato possibile con l’utilizzo di 6 tonalità differenti di mattoni della gamma SanMarco Terreal: Rosa Vivo, Rosso Vivo, Rosso Mose, Rosso Massimo, Grigio Medio e Grigio Forte, prodotti con tecnologia a pasta molle, quella più affine alla tradizione e quella che si presta alla maggiore flessibilità produttiva.

 

 

maggio 2015

DARSENA DI MILANO


RIVIVE UNA PARTE DI CITTÀ TRA MEMORIA E FUTURO

Dopo l’inaugurazione, avvenuta domenica 26 aprile si susseguono feste, eventi ed happening che danno a questa area di Milano il respiro di una capitale europea e cosmopolita. I rossi mattoni SanMarco sono l’elemento conduttore di un’area tra le più frequentate e pittoresche di Milano.

Oltre 75 mila metri quadrati visitabili a piedi, verde, un nuovo mercato e un ricostituito specchio d'acqua con ai lati due passeggiate: è la nuova Darsena di Milano, con la riqualificata piazza XXIV Maggio, che sono state inaugurate domenica 26 aprile, dopo 18 mesi di cantiere e una spesa di quasi 20 milioni di euro. Oltre al ritorno della navigabilità, la novità più importante è rappresentata dalla riapertura del canale del Ticinello che era stato interrato negli anni '30.

Ripristinare il volto medioevale e leonardesco della Darsena, antico porto della città, era l'obiettivo del progetto di riqualificazione, concordato con la Soprintendenza ai Beni Culturali e Architettonici e parte del lascito di Expo. L'intervento ha previsto la pulizia del letto dello specchio d'acqua e la ricostruzione delle sponde, la realizzazione di due passeggiate e di due nuove passerelle, la sostituzione del vecchio mercato con uno nuovo, oltre alla riqualificazione della piazza, trasformata in area pedonale, con una nuova pavimentazione. Altra novità è la riapertura del canale del Ticinello, che si può attraversare attraverso due ponti del '500 e del '700 riportati alla luce dopo oltre 80 anni e restaurati.

Elemento conduttore di tutto il progetto è l’utilizzo dei mattoni rossi che costituiscono quinte murarie, muri di contenimento, rivestimenti di pareti verticali, accessi ai ponti e rampe. L’idea, spiegano i progettisti Guazzoni, Rossi, Rizzato, è di dare continuità alle mura spagnole cinquecentesche il cui antico sedime coincide con l’intervento. I mattoni scelti sono di produzione SanMarco-Terreal Italia a pasta molle “tipo a mano”.

"La nuova Darsena è il lascito più importante di Expo alla nostra città", spiega l'assessore ai Lavori pubblici del Comune di Milano, Carmela Rozza. "Oggi - aggiunge - ci lasciamo alla spalle anni di degrado, di incuria: uno degli spazi più famosi e frequentati della città acquista un volto moderno e elegante che svilupperà un'attrazione non soltanto nei confronti dei milanesi ma di tutti i visitatori della città".

 

 

maggio 2015

SanMarco “innova“ il marchio aziendale per rafforzare l’identità e la visione internazionale.

SanMarco annuncia il restyling del logo istituzionale, frutto di una proposta grafica che sottende la volontà di esprimere la forza di un Gruppo leader mondiale nei laterizi. SanMarco è controllata da oltre 15 anni dal Gruppo Terreal, multinazionale francese che trae le sue radici da un’esperienza centenaria nei prodotti in terra cotta, ereditandone le competenze e rinnovandone la tradizione. Il Gruppo, presente in Europa e nel resto del mondo con oltre 20 siti produttivi e 2200 dipendenti, realizza un fatturato di quasi 400 milioni di euro, di cui 1/3 circa in attività di export.

SanMarco e Terreal condividono la filosofia, una vision che afferma la volontà di porsi non più come produttori di laterizi, ma come partner di progettisti e costruttori, grazie a soluzioni innovative di grande qualità, e nuove prospettive per l’utilizzo della terracotta.

Sono questi i presupposti che hanno animato la volontà di rivisitazione del logo istituzionale: appartenenza ad un gruppo multinazionale economicamente e eticamente solido, e condivisione di intenti e filosofia.

Oltre trent’anni di storia di SanMarco nel settore, un impegno costante nella ricerca della qualità e un dialogo ininterrotto con i principali target hanno contribuito a far percepire il brand come un riferimento per i protagonisti della cultura edilizia ed architettonica.

La proposta grafica mantiene intatto il naming “SANMARCO”, con lo stesso lettering, ormai nell’immaginario collettivo di progettisti e costruttori e lo abbina al logo Terreal, anch’esso interessato da una rivisitazione con uno stile più fresco, moderno, una linea semplice ma d'impatto e una creatività guizzante nei colori dei triangoli a rappresentare l’ampia varietà di gamma e, a livello simbolico, l'universo di valori che caratterizzano l'azienda nel tempo: qualità, innovazione, bellezza, ecosostenibilità, benessere dell’abitare e sicurezza…

L’unione del logo SanMarco a quello di Terreal nella nuova veste grafica esprime la forza, la solidità, la gamma di proposte del Gruppo con una visione moderna e internazionale, come spiega il dott. Fernando Cuogo, direttore generale di SanMarco-Terreal Italia: "L'obiettivo che ci siamo prefissati è quello di non intaccare la forza e la notorietà del nostro brand, ormai nell’immaginario figurativo collettivo, ma di rafforzarne la conoscenza con una nuova proposta grafica che aggiunge, grazie alla forza del Gruppo Terreal, stabilità, solidità, investimenti, innovazione e visione internazionale”. Inoltre, - prosegue Cuogo, - oggi, nella complessa situazione del mercato delle costruzioni che cerca sempre più innovazione e certezze, è importante esprimere l'essenza della nostra identità e della nostra storia, facendo al tempo stesso emergere la nostra appartenenza ad un gruppo internazionale presente in oltre 30 paesi, che riunisce importanti realtà industriali per la produzione di laterizi, nel mondo. Élite d’avanguardia e partner dal volto umano, crediamo entrambi nella terracotta come strumento per produrre soluzioni complete e sistemi globali per un’architettura sostenibile”.

 

novembre 2014

Un premio per l'area Appiani all’Urbanpromo XI edizione, Triennale di Milano, 11-14 novembre

Il progetto di recupero dell'area Appiani a Treviso, realizzato con i mattoni SanMarco, dall'architetto Mario Botta per la Fondazione Cassamarca, è stato scelto per essere presentato alla Triennale di Milano in occasione di Urbanpromo 2014, la manifestazione nazionale di riferimento per il marketing urbano e la rigenerazione urbana organizzata dall’Istituto Nazionale di Urbanistica e da Urbit, che aprirà i battenti martedì prossimo, 11 novembre, alla Triennale di Milano. La presentazione avverrà all'interno di un'area speciale riservata ai progetti delle fondazioni italiane di origine bancaria.

 

La rigenerazione dell'area, avviata a livello progettuale nel 1994 e poi a livello cantieristico nel 2005, sta ormai volgendo a conclusione, mancano infatti solo gli ultimi collaudi che arriveranno entro fine anno. Dove prima sorgevano gli edifici del vecchio opificio ora è stata creata una grande piazza attorno alla quale sorgono costruzioni private e pubbliche creando un quartiere ad alta densità urbana in contiguità con il centro storico della città di Treviso. La nuova cittadella delle istituzioni, sorta su un'area di 80 mila mq, comprende, oltre all'area dedicata ad uffici, edifici pubblici, servizi e ristorazione, anche 120 appartamenti, 92 dei quali sono già abitati e un auditorium da 500 posti.

 

“Il progetto – ha spiegato Botta – ripropone il modello della città europea, con la sua stratificazione storica, ma non si tratta di un recupero nostalgico, quanto di un nuovo modo di lavorare in chiave di nuove prospettive, con attenzione alle esigenze di oggi e alla creazione di nuove immagini”. Il progetto trasforma una parte della periferia novecentesca, senza alcun senso urbanistico, in organismo con propria valenza figurativa, dalla grande densità urbana, che con entusiasmo pensa alla dimensione del cittadino-fruitore: “…un vero e proprio unicum che viene ad offrire all’utente uno spazio “eccezionale” per la qualità dell’immagine, per la natura dei materiali, per l’offerta straordinaria di spazi e servizi (piazza minerale, roseto, fontana, chiesa, percorsi coperti) circondata dalle attività proprie della città (uffici pubblici, ristoranti, negozi).” (Mario Botta). A evidenziare la centralità, la grande piazza allungata posta nel cuore dell’intervento, denominata poi di Piazza delle Istituzioni, contenitore del grande specchio d’acqua che, amplificando l’architettura, fa da contrappunto a una struggente cappella, e a un insolito roseto “urbano“. Occasione unica dentro la città, per godere di cromie e fragranze: un vero e proprio bouquet visivo e olfattivo. E’ appunto attraverso la componente vegetale che lo sguardo, dentro o fuori il complesso unendosi idealmente con l’equivalente del contesto, trova il dialogo con l’anima verde di Treviso, paesaggio lussureggiante per la presenza delle acque del fiume Sile.

 

Tra le lavorazioni eseguite a “regola d’arte” nelle varie fasi di cantiere, meritano sicuramente attenzione le partiture murarie in laterizio faccia vista fornite da SanMarco-Terreal Italia. Questo materiale, così antico e al tempo stesso ancora oggi protagonista nel linguaggio architettonico contemporaneo e moderno, è presente in varie zone degli edifici. Conoscendo da tempo la SanMarco, progettista ed impresa di costruzioni hanno scelto i suoi mattoni a pasta molle come materiale principale nel rivestimento delle facciate esterne.

 

Il mattone scelto è della linea faccia a vista Classico, un laterizio tradizionale che, basandosi sulla tecnologia a pasta molle non estrusa, risulta specifico all’utilizzo facciavista per la sua resistenza agli agenti atmosferici e l’assenza di inclusioni calcaree. Grazie alle sue caratteristiche, una volta posato non richiede nessun trattamento superficiale e ha una lunga durata nel tempo. È un mattone erede della tradizione antica, prodotto a stampo nelle dimensioni standard 12x25x5,5 cm, dalla finitura tradizionale sabbiata, con una colorazione naturale nata dalla collaborazione tra l’architetto Botta e i tecnici SanMarco e ottenuta miscelando argille di alto pregio senza aggiunta di coloranti o additivi.

novembre 2014

Torino, 28 novembre, ultima tappa del tour 2014 sull’efficienza energetica degli edifici

Dopo mesi di intenso e proficuo confronto tra relatori, professionisti e aziende produttrici di laterizio che hanno partecipato attivamente al roadshow 2014 sulla “Casa a energia quasi zero verso il 2020” (3.000 iscritti in 5 tappe con una media di 350 presenze ad incontro) dando un quadro complessivo delle tematiche e delle implicazioni del decreto attuativo della Legge 90/2013 sull’efficienze energetica (NZEB – Near/Net Zero Energy Building), informiamo dell’apertura delle iscrizioni all’ultima data prevista (per ora) a Torino, il 28 novembre. Nel convegno si invitano i partecipanti a considerare uno standard di edificio “made in Italy” capace di coniugare sicurezza, risparmio e salubrità in area Mediterranea, valutando le reali esigenze di tutte le tipologie di costruttive, residenziali in primis, ma anche scuole, housing sociale..., con particolare attenzione all’ambiente, alla qualità del costruito ed al benessere abitativo. Volendo costruire un edificio di qualità, infatti, fatta salva la sicurezza sismica, bisogna considerare le peculiarità climatiche del nostro Paese. L’industria dei laterizi propone soluzioni costruttive capaci di assicurare sicurezza strutturale, consumi energetici ridotti in inverno, ma soprattutto in estate, garantendo il giusto equilibrio tra isolamento termico e comfort abitativo per il clima mediterraneo. L’attenzione dei progettisti e dei consumatori finali è alta ed è essenziale conoscere le logiche della bioclimatica e i problemi dell’iperisolamento. Nel corso dell’evento verrà, poi, posta in evidenza la questione direttamente collegata della salubrità, che impone una particolare attenzione alla presenza di muffe all’interno delle abitazioni. L’organizzazione scientifica del tour è affidata a docenti universitari e membri di ANCE, ENEA e delle Commissioni UNI e CTI impegnati da anni nella produzione di norme su tali tematiche all’interno di comitati normatori nazionali e internazionali (CTI, UNI e CEN).

 

L’evento si terrà a Torino, nella mattina di venerdì 28 novembre dalle 9:30 alle 13:30 (ore 9:00 registrazione partecipanti) presso NH Ambasciatori Corso Vittorio Emanuele II, 104.

 

Il Collegio degli Ingegneri della Provincia di Torino riconosce n. 3 Crediti Formativi Professionali.

 

L’appuntamento è supportato da SanMarco Terreal Italia, che consentirà ai presenti di approfondire le tematiche trattate nel convegno, richiedendo informazioni presso il proprio corner aziendale. La partecipazione è gratuita e a numero chiuso, per iscriversi è sufficiente cliccare su questo link e seguire le istruzioni.

 

Il roadshow riprenderà nel 2015 con un nuovo calendario! Per maggiori informazioni e per scaricare le relazioni dei passati convegni, visitare il sito www.edifici2020.it.

 

Scarica la locandina con il programma (pdf)

ottobre 2014

SanMarco invita al Saie 2014.

Anche per il SAIE 2014 SanMarco partecipa all’iniziativa comune tra ANDIL e Confindustria Ceramica: il “Parco del Laterizio e della Ceramica” (pad. 25), il cui tema si articolerà sulla “casa NZEB in laterizio” antisismica, sostenibile e confortevole, per presentare sistemi e prodotti, tra i più qualificati, in conformità alla direttiva EPBD2.

 

Per l’edizione 2014, il “Parco del Laterizio e della Ceramica”, sarà una vera e propria “agorà” di 2.000 mq, dove espositori e visitatori potranno confrontarsi sui temi di assoluta attualità, ovvero efficienza energetica, sostenibilità, comfort abitativo, sicurezza sismica, riqualificazione dell’esistente unitamente a temi di cultura architettonica come: forme e colori dell’architettura in laterizio, panorama nazionale ed internazionale di realizzazioni, ecc.

 

SanMarco ha partecipato alla ricerca scientifica e sarà pronta nel proprio stand istituzionale, ulteriormente ingrandito rispetto alla scorsa edizione, (A 97- C 136 Pad. /Hall 25) a fornire informazioni sui suoi SISTEMI E SOLUZIONI PER COSTRUIRE con 6 mock-up in scala reale e tutto il suo personale tecnico. All’interno dell’area espositiva verranno mostrate le più recenti novità tecniche e strutturali in materia di costruzioni relative all’uso delle diverse tipologie di laterizio. SanMarco, per l’occasione, ha predisposto un mock up rappresentativo del Sistema COTTO3, una soluzione esclusiva per costruire l’involucro edilizio in laterizio con le prestazioni e il rispetto per l’ambiente che questo materiale può assicurare, sia in termini di uso delle materie prime che di ottimizzazione produttiva con un occhio vigile verso i cinque indicatori particolari: efficienza energetica, sostenibilità ambientale, affidabilità strutturale, comfort e sicurezza, economia e durata. Altre novità saranno i nuovi colori e formati delle Facciate Ventilate (Zephir Evolution, Piterak Slim e i nuovi sistemi frangisole…) illustrati nella nuova brochure e presentati con espositori al vivo. Inoltre sarà di grande interesse la presentazione del Sistema Thermoreal SM, il rivoluzionario pannello a cappotto prefabbricato per l’involucro edilizio rivestito in listelli di cotto, che per questa occasione verrà rappresentato da un grande mock-up col quale sarà possibile prendere visione della stratigrafia dei materiali e del sistema di fissaggio.

 

Tra i convegni previsti nell’ Auditorium del Parco del Laterizio e della Ceramica, SAIE - Pad. 25, vi segnaliamo:

 

-“Comfort acustico degli edifici: soluzioni di corretta esecuzione”, mercoledì 22 ottobre 2014 Parco del Laterizio e della Ceramica dalle ore 14.30. Si alternerà al prof. Simone Secchi, l’arch. Roberta Massarotto (SanMarco Terreal Italia) con una relazione sulla “Correzione acustica degli ambienti indoor e outdoor”;

 

-“La salubrità degli edifici”, giovedi 23 ottobre 2014 – Parco del Laterizio e della Ceramica dalle ore 14.00. Tra i relatori: arch. Franco Favaro (SanMarco Terreal Italia) con una relazione su: “Soluzioni e Sistemi in cotto per il benessere indoor”.

 

Visitando lo Stand SanMarco al Saie 2014 sarà possibile rendersi conto di come il laterizio prodotto “made in Italy”, sia in grado di assicurare le giuste risposte alle differenti esigenze e incontri sempre nuove forme ed applicazioni che lo fanno essere oggi più che mai una strada per il futuro.

 

La 50esima edizione del Salone Internazionale per l’Edilizia si terrà a Bologna dal 22 al 25 ottobre.

 

SanMarco-Terreal Italia sarà nel Padiglione 25, presso l'area “Parco del Laterizio e della Ceramica” (A97-C136). Vi aspettiamo allo Stand A97.

 

Per scaricare l'invito gratuito offerto da SanMarco cliccate qui.

 

Scarica il programma del convegno “La salubrità degli edifici” (pdf)

 

Scarica il programma del convegno “Comfort acustico degli edifici: soluzioni di corretta esecuzione” (pdf)

settembre 2014

Road show “Edifici 2020”: dopo la pausa estiva si avvicina la tappa di Milano dei convegni tecnici sponsorizzati da SanMarco

La quarta tappa del Road Show “Edifici 2020. Edifici a Energia Quasi Zero verso il 2020”, il format di convegni tecnici dedicati all’efficienza energetica organizzato da Maggioli Editore in collaborazione con Andil e con la sponsorizzazione di SanMarco Terreal Italia, si svolgerà a Milano venerdi 17 ottobre dalle ore 9.30 presso lo STAR HOTEL BUSINESS PALACE di Milano (via Gaggia, 3 - MM Linea 3 fermata Porto di Mare). Anche questa tappa si annuncia un ennesimo successo dopo l’entusiastica partecipazione a Verona di oltre 300 tecnici e progettisti. In particolare, in questo appuntamento milanese, si è aggiunto il prestigioso patrocinio della Consulta Lombarda degli Architetti.

 

Per partecipare è necessaria la registrazione gratuita sul sito dedicato: www.edifici2020.it

 

Scarica il programma (pdf)

agosto 2014

Continua la ricerca sui materiali laterizi sostenuta da SanMarco

Ecco il link www.murico4.dicam.unibo.it/node/5 relativo ad una ricerca che SanMarco sta sostenendo e i cui primi risultati verranno presentati al convegno internazionale di Ravenna il prossimo settembre, sullo stato dell’arte della ricerca e dell’uso dei compositi e sulle nuove tecnologie per il consolidamento delle murature. Coordinatore della ricerca, che si sviluppa in seno all’Università di Bologna, è il prof. Angelo di Tommaso, che con il suo gruppo di lavoro, ha scelto i materiali SanMarco per effettuare i test. I primi risultati della ricerca, che sicuramente darà un grande contributo alla conferenza internazionale Murico 4, saranno presentati durante i lavori del convegno che si terrà dal 9 all’11 settembre presso l’ex sede della Facoltà di Ingegneria in Via Tombesi dall'Ova 55 a Ravenna. La finalità della conferenza internazionale è di presentare ed aggiornare gli ultimi sviluppi sul tema della modellazione, prova, progettazione, controllo e monitoraggio nel tempo delle strutture in muratura rinforzate con compositi ed altri sistemi innovativi.

luglio 2014

Cersaie 2014 - Bologna, 22-26 settembre.

Vi aspettiamo nel nostro Stand (Pad. 36 Stand A11) con le ultime novità di prodotto.

 

Fervono i preparativi per la prossima partecipazione a Cersaie 2014, il Salone internazionale della ceramica per l’Architettura e dell’arredobagno, in svolgimento come di consueto a Bologna dal 22 al 26 settembre 2014 con una superficie di 176.000 mq, 910 espositori e una stima di 90.000 visitatori per questa edizione-vigilia dell’Expo 2015.

 

SanMarco Terreal Italia sarà presente alla kermesse bolognese con numerose novità volte ad offrire risposte sempre più all’avanguardia in termini sia estetici, sia tecnologici, ad architetti, interior designer e professionisti del settore.

 

Vi aspettiamo, quindi, a Cersaie 2014 nel nostro stand A11 presso il Padiglione 36.

 

Per ricevere il biglietto omaggio e visitare il Salone cliccate su questo link.

giugno 2014

“L’edificio salubre”: una tavola rotonda presso la sede di Tecniche Nuove a Milano.

Si è tenuta mercoledì 21 maggio la tavola rotonda organizzata a Milano nella nuovissima sede di Tecniche Nuove – il Palazzo della Cultura – e dedicata al “Cantiere dell’edificio salubre”. Un dialogo pensato per incrociare presupposti, testimonianze e competenze degli attori che danno volto, materiali e opere al settore delle costruzioni. Presupposti molto diversi fra loro: da qui la necessità, sempre più sentita, di mettere in campo una comunicazione non solo all’esterno del settore, ma anche e soprattutto interna a esso. SanMarco Terreal Italia è stata invitata come azienda di riferimento nella filiera delle costruzioni, per il respiro europeo e mondiale di appartenenza ad un grande gruppo solido e per la capacità di un costante dialogo con i protagonisti del mondo delle costruzioni. Qualità che orientano la ricerca e lo sviluppo SanMarco verso sistemi in laterizio che rispondono a tono alle esigenze di salubrità e comfort degli ambienti abitati. I lavori sono stati moderati dalla direttrice editoriale di “Il Nuovo Cantiere”, Livia Randaccio: si sono aperti con gli spunti offerti dalla ricerca – con Marco D’Orazio, professore alla Università Politecnica delle Marche, e Marco Fiotti, ricercatore alla Facoltà di Medicina e Chirurgia dell’Università di Trieste. La tavola rotonda ha ospitato soprattutto professionisti (rappresentati anche dal Consiglio Nazionale Geometri e dall’Associazione Donne Geometra) e consorzi e associazioni del settore e da grandi aziende del settore produttivo, tra cui SanMarco Terreal Italia, che dopo una presentazione istituzionale di Davide Desiderio, ha presentato attraverso la relazione di Franco Favaro le sue soluzioni per rispondere al tema della salubrità degli edifici legata al risparmio energetico: Thermoreal SM e facciate ventilate. Nelle prossime settimane, la redazione di Tecniche Nuove darà spazio ai lavori sulle riviste e i siti del gruppo, con resoconti e contenuti multimediali.
maggio 2014

Continua il Tour “Edifici 2020” per parlare di NZEB, venerdì 9 maggio a Roma: oltre 400 gli iscritti

Dopo il grande successo della prima tappa del Road Show Edifici 2020 tenutosi a Bologna lo scorso 28 marzo, il ciclo di seminari dedicati agli Edifici a Energia Quasi Zero riprende da Roma. Appuntamento al Best Western Hotel Universo della Capitale il prossimo 9 maggio dalle ore 9.30 con un programma ricco di interventi tecnici di grande spessore. I consumi energetici in ambito edilizio incidono per circa il 40% su quelli complessivi. Per la loro riduzione, l’Unione Europea ha introdotto il concetto di edificio NZEB (Net/Near Zero Energy Buiding) che è caratterizzato da un fabbisogno di esercizio estremamente ridotto, demandando agli Stati membri la determinazione della durata del ciclo di vita economico e l‘individuazione degli edifici di riferimento per il calcolo e la quantificazione delle misure di efficienza energetica. Nella maggior parte dei Paesi europei il problema principale è quello di riscaldare gli edifici, per questo motivo si è badato soprattutto al contenimento dei consumi in fase invernale. All’opposto, l’Italia è caratterizzata da un tipico clima Mediterraneo in cui è preponderante la problematica estiva e i crescenti costi per il raffrescamento. È auspicabile, quindi, che il raggiungimento degli obiettivi NZEB venga perseguito declinando al contesto climatico nostrano adeguati criteri costruttivi, sia per i nuovi edifici che per il recupero del patrimonio immobiliare esistente. Come se non bastasse, interventi “estremi” di isolamento termico e di contenimento delle dispersioni per ventilazione, possono compromettere la qualità dell’aria indoor cui segue, non di rado, la comparsa di funghi e muffe con possibili rischi importanti per la salute. La sfida che attende il mondo dell’edilizia è, quindi, quella di promuove l’idea di un edificio NZEB capace di coniugare risparmio e salubrità. Tali considerazioni verranno trattate nel dettaglio a Roma, la mattina del 9 maggio (9:00-13:00), presso il Best Western Hotel Universo (via Principe Amedeo, 5/H). Nello specifico, interverranno: N. Massaro, responsabile area tecnologica ANCE; M. D’Orazio, Università Politecnica delle Marche; G. Fasano, responsabile UTEE ENEA; M. Corradi, Presidente di Cecodhas-Energy Expert Network e Acer; C. Di Perna, Università Politecnica delle Marche; E. Di Giuseppe, Università Politecnica delle Marche; M. Cappello, Ministero dello Sviluppo Economico. Sono invitati a partecipare tutti i progettisti: Architetti, Ingegneri, Geometri e Periti Industriali. La partecipazione all’evento dà diritto ai crediti formativi per la professione, già richiesti agli Ordini e ai Collegi professionali del territorio. Per iscriversi gratuitamente online è sufficiente entrare nel sito www.edifici2020.it, dove è possibile scaricare anche la locandina con il dettaglio del programma in formato pdf. SanMarco -Terreal Italia, che sostiene varie tappe del Tour, avrà l’opportunità di incontrare i progettisti interessati e presentare loro le novità di prodotto.
marzo 2014

CLAY ZONE: il laterizio al Salone della Ricostruzione 2014

SanMarco -Terreal Italia insieme ad Andil – Associazione Nazionale Degli Industriali dei Laterizi - parteciperà alla quarta edizione del Salone della Ricostruzione che si terrà a L’Aquila, presso l’ex Agriformula, dal 2 al 5 aprile 2014.

Lo stand SanMarco insieme a quello di altre 4 aziende costituirà la Clay Zone, l’area dedicata al laterizio, prevista nello spazio “verde” di Officina L’Aquila, frutto dell’intesa tra Carsa, ANCE Abruzzo ed alcune aziende produttrici di materiale edile, finalizzata a rendere più qualificata la ricostruzione dell’area terremotata.

La Clay Zone, verrà ubicata negli stand da 122 a 129 e sarà di appeal per tutti coloro che ricercano i valori tradizionali della “casa”, rinnovati nella qualità e nelle prestazioni.

Protagonista sarà il laterizio ed in particolare quello firmato SanMarco, che rappresenta senza dubbio un materiale d’eccellenza del made in Italy, particolarmente apprezzato per la sua multi-prestazionalità che consente a chi lo impiega di ottenere contemporaneamente elevati standard di: qualità estetica, efficienza energetica, sostenibilità ambientale, salubrità e comfort, economia e durata.

Oltre al suo Stand aziendale, dove sarà possibile effettuare approfondimenti tecnici e/o commerciali e conoscere le novità di Sistemi e Prodotti, SanMarco sarà anche presente all’interno della Clay Zone con due mock-up, ovvero modelli in scala reale di soluzioni costruttive inerenti il nuovo sistema Thermoreal® SM - innovativo sistema a cappotto per l’isolamento termico degli edifici costituito da pannelli prefabbricati con finitura superficiale realizzata in listelli di laterizio SanMarco - e Cotto3 - sistema di involucro a secco ventilato con rivestimento di grandi lastre in cotto tradizionale a pasta molle.

Tecnici aziendali SanMarco, saranno a disposizione per rispondere ad eventuali esigenze e approfondimenti.

Venerdì 4 aprile, dalle 11:15 alle 13:30, è invece previsto un seminario formativo e di aggiornamento professionale sui requisiti antisismici degli edifici (nuovi ed esistenti) in muratura strutturale e non, di cui si riporta il programma di seguito (2 crediti formativi per geometri confermati, in attesa di riconoscimento Ordine Architetti e Collegio Ingegneri).

COSTRUZIONI ANTISISMICHE IN MURATURA (durata 2 ore):

Le murature strutturali e non secondo le NTC2008, Paolo Morandi (Università di Pavia - Eucentre)

Calcolo e verifica degli edifici in muratura, Roberto Calliari (Ingegnere, libero professionista)

Interventi di adeguamento e miglioramento sismico delle murature esistenti, Francesca da Porto (Università di Padova)

 

marzo 2014

Edifici a energia quasi zero verso il 2020. Il road show dei convegni debutta a Bologna il 28 marzo 2014.

Al via con l’edizione bolognese del 28 marzo, il road show Andil in partnership con Maggioli Editore sul tema “L’efficienza energetica in area mediterranea”, allo scopo di evidenziare e valorizzare il ruolo della massa e le potenzialità delle soluzioni in laterizio.

SanMarco è lieta di invitare progettisti, tecnici e tutti i protagonisti della filiera delle costruzioni al convegno “Edifici a energia quasi zero – Verso il 2020”, che si terrà il 28 marzo 2014 a Bologna, presso la Sala Italia del Palazzo della Cultura e dei Congressi in Piazza Costituzione 4/A, a partire dalle 9.30.

Il convegno sarà la prima tappa di un road show, articolato in 6 tappe, dedicato all’efficienza energetica in area mediterranea, nato dalla collaborazione tra Maggioli e ANDIL (Associazione Nazionale degli Industriali dei Laterizi). La tappa bolognese dell'evento si avvarrà inoltre della prestigiosa partnership di SAIE.

Obiettivi. La serie di incontri nasce sulla scorta degli obiettivi di Net/Near Zero Energy Building stabiliti dall’Unione Europea per il 2020 – obiettivi che interessano non solo le nuove costruzioni, ma anche il patrimonio edilizio esistente. Il convegno, che si avvarrà di un comitato scientifico di assoluto livello (ne fanno parte il Presidente del CTI Giuseppe Riva; il Responsabile Area tecnologia ANCE Nicola Massaro; Marco D’Orazio e Costanzo Di Perna, professori universitari e membri di commissioni UNI e CTI), affronterà tematiche normative e analizzerà i criteri costruttivi necessari per realizzare un NZEB (Near Zero Energy Building) in area mediterranea.

Il convegno, accreditato dal Collegio dei Geometri e Geometri Laureati di Bologna e per il quale è in corso la richiesta di accreditamento presso gli Ordini degli Ingegneri e degli Architetti, si rivolge a un pubblico composto dalle aziende di settore, dai dipendenti degli uffici tecnici dei comuni e da tutti i professionisti che operano nel settore dell’edilizia, in particolar modo ingegneri, architetti, geometri e periti.

Temi. Il convegno, della durata di circa 6 ore, si dividerà in due parti. Dopo un’introduzione dell’Ing. Nicola Massaro, Responsabile dell’area Tecnologica ANCE, la prima parte sarà dedicata all’analisi del contesto normativo, con interventi di Laurent Socal (consulente CTI e vicepresidente ANTA) e Gaetano Fasano (ENEA), mentre nella seconda parte si affronterà il tema NZEB: dal nuovo al recupero, con gli interventi di Antonio Frattari (Università di Trento), Elisa Di Giuseppe, Costanzo Di Perna e Marco D’Orazio (Università Politecnica delle Marche).

La partecipazione al convegno è gratuita previa registrazione.

Per l’iscrizione e per maggiori informazioni WWW.EDIFICI2020.IT

Scarica il programma (pdf)

febbraio 2014

TERREAL, la forza del gruppo

“L’Italia è un paese che conta per Terreal… SanMarco è leader in Italia per la produzione di prodotti e sistemi in laterizio per le costruzioni”. E’ questo l’incipit di un articolo all’interno di “Terreal Mag”, house organ di Terreal, che costituisce un focus su di noi e in particolare sulla nostra vocazione al dialogo e alla collaborazione con i protagonisti dell’architettura contemporanea. Emerge un’azienda riconosciuta nell’immaginario collettivo, che ha scritto importanti pagine nella storia dell’architettura italiana e che oggi, con potenziata forza di brand, continua a essere protagonista nella filiera delle costruzioni e nelle più qualificate occasioni di confronto culturale.

Di seguito è possibile scaricare l’articolo-intervista a Davide Desiderio, responsabile dell’immagine e della comunicazione di SanMarco-Terreal Italia, che sottolinea sia l’importante posizione di SanMarco in seno al gruppo Terreal sia il valore dell’appartenenza a una grande multinazionale, che contribuisce a trasmettere forza, coesione e sicurezza. L’articolo è anche un’occasione per ripercorrere alcune realizzazioni del famoso architetto Mario Botta, che ha trovato in SanMarco il partner affidabile per le sue architetture in laterizio.

Scarica l’articolo “Nouvelles d’Italie” su TERREAL Mag n. 22 (pdf)

 

ArchiDesignClub AWARDS 2014: in concorso le più belle architetture di Terreal

Terreal partecipa alla prestigiosa classifica ArchiDesignClub Awards 2014 con tre importanti architetture nelle quali sono state utilizzate facciate di produzione Terreal.

Gli ArchiDesignClub Awards sono stati creati per iniziativa dell’Archidesign Club, la celebre associazione francese di professionisti dell’architettura contemporanea (architettura, urbanistica e design) in partnership con la rivista MUUUZ, media di riferimento per le ultime tendenze dell’architettura e del design contemporaneo.

Gli Awards premiano ogni anno le realizzazioni di architettura e di interior design più prestigiose. Il loro scopo è quello di costituire una selezione delle migliori realizzazioni per tipo di progetto e per materiali, valorizzando la creatività del linguaggio architettonico.

Gli Awards rappresentano anche per i professionisti – siano essi architetti, imprese o produttori di materiali – l’opportunità di far conoscere la loro professionalità e il loro know-how attraverso i progetti e le realizzazioni più significative.

Per questa prima edizione la selezione degli Awards presenterà progetti realizzati in Francia consegnati tra il 1° gennaio 2011 e il 30 novembre 2013 classificati in 24 categorie.

http://enquetes.archidesignclub.com/index.php?sid=91152&lang=fr

 

gennaio 2014

MAAX, the king size veneer brick

SanMarco has reinvented terracotta, transforming it into a modern, flexible material with not only distinctive character but also suitable for more innovative and unconventional architectural design. To this end, SanMarco created MAAX, the state of the art of handcrafted, horizontal long building bricks intended for masonry and tiling. MAAX gives designers the expressive possibilities of clay, with the technical performance required by any modern project. With MAAX SanMarco gives continuity to its commitment to developing environmentally friendly solutions, to construct healthy, energy-efficient buildings and to maintain low environmental impact.

MAAX, designed to last a lifetime, without a lifetime of maintenance.

For more information towards our products and services: Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. E' necessario abilitare JavaScript per vederlo.

“MAAX Tour presentation” continues around the world:

    • Bologna, CERSAIE, 23-27 September 2013
    • Bologna, SAIE, 16-19 October 2013
    • Dubai, Big5 Show Exhibition, 25-28 November 2013
    • Perth, Permanent Exhibition 2013-2014 - Home Base Expo
    • London, Permanent Exhibition 2013-2014 - The Building Centre
    • Moscow, Beautiful Houses Exhibition, 31 October – 3 November 2013

and next : Köln Dach und Holz international Exhibition 18-21 February 2014 - Pav. 6 Stand 6.511

Luca Lafleur, Head of Export-SanMarco Terreal Italy: "In our view it was necessary to revise brick  in a more modern way, coming out of the traditional aesthetic, formal and installation rules without losing the warmth and charm of terracotta. This is the premise that we have moved in search of new MAAX Line, designed not only for the domestic market, but also for the foreign market: we worked on presenting colors with very strong contrasting mixtures of clays and certainly unusual for our market, as well as the dimensions (length up to 49 cm), which represent an absolute novelty and this underlines the break from the traditional vision of the brick wall and leads us towards more unconventional design.".

Download MAAX brochure (pdf)

 


 

MAAX, der Langformatziegel

SanMarco hat Terrakotta neu erfunden und  zu einem modernen, flexiblen Material umgestaltet. MAAX bietet  einen unverwechselbaren Charakter, der ideal für innovative und unkonventionelle Architektur geeignet ist. Zu diesem Zweck produziert SanMarco den  MAAX, der einen neuen Stand im Bereich handgefertigten, horizontal Backsteine in Langformat für Mauerwerk und Verkleidung setzt. MAAX gibt Designern die Ausdrucksmöglichkeiten von reinem Ton, zusammen mit der technischen Leistung, die für jedes modernes Projekt erforderlich ist. Mit MAAX gibt SanMarco Kontinuität und zeigt sein Engagement für die Entwicklung umweltfreundlicher Lösungen, um gesunde und energieeffiziente Gebäude zu baue, welche eine geringe Umweltbelastung aufweisen.

MAAX, ein Leben lang wartungsfrei!

Für weitere Informationen zu unseren Produkten und Dienstleistungen : Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. E' necessario abilitare JavaScript per vederlo.

"MAAX Tour - Präsentation", fährt um die Welt:

    • Bologna, CERSAIE, 23-27 September 2013
    • Bologna, SAIE, 16-19 Oktober 2013
    • Dubai, Big5 Show Ausstellung, 25-28 November 2013
    • Perth, Dauerausstellung 2013-2014 - Home Base Expo
    • London, Dauerausstellung 2013-2014 -The Building Centre
    • Moskau, Beautiful Houses Ausstellung, 31 Oktober – 3 November 2013

und jetzt: Köln Dach und Holz International Ausstellung, 18-21 Februar 2014 - Halle 6 Stand 6.511

 Luca Lafleur, Leiter der Export-SanMarco Terreal Italien: "Aus unserer Sicht war es notwendig, Ziegelstein in einer modernen Art und Weise zu überarbeiten, die aus dem traditionellen ästhetischen-, formalen- und Installations-Regeln ausfallen, ohne die Wärme und die Charme der Terrakotta zu verlieren. Dies ist die Voraussetzung, dass wir auf der Suche nach der neuen MAAX Linie bewegt haben, nicht nur für den heimischen Markt, sondern auch für den ausländischen Markt: wir präsentieren auf Farben mit sehr starke Mischungen von Tonen und sicherlich ungewöhnlich für unseren Markt, sowie die Abmessungen (Länge bis zu 49 cm), die eine absolute Neuheit darstellt. Das unterstreicht der Abbruch  der traditionellen Vorstellung der Backsteine und führt uns hin zu unkonventionellen Design.".

 


 

MAAX, la brique de façade grand format

SanMarco a renouvelé la terre cuite et l’a transformée en un matériau moderne et flexible, l'un des plus convenables à la composition architectonique, même la plus innovatrice et pas conventionnelle. A cette fin, SanMarco a créé MAAX “Mattone Artistico e Architettonico eXtralarge”, la brique de façade moulée grand format, artistique et architectural extralarge, destinée au revêtement de façade et au carrelage. MAAX offre aux architectes une grande liberté architecturale, en combinant tant les possibilités expressives de la terre cuite  que les performances techniques indiquées par la règlementation actuelle : les thèmes de l'environnement, des matériaux de construction biocompatibles, des bâtiments durables et les nouvelles exigences d'isolation thermique et acoustique sont objets de recherche aussi bien de la part des architectes que de la part de l'industrie. Avec MAAX, comme avec tous ses produits, SanMarco s’engage à respecter au mieux l'environnement et à créer des solutions en adéquation avec les exigences d’éco-construction, mais qui restent au même temps esthétiques et uniques.

MAAX a été conçu pour durer toute la vie, sans une vie d’entretien.

Pour plus d'informations vers nos produits et services: Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. E' necessario abilitare JavaScript per vederlo.

Notre « Tour de présentation de MAAX » continue à travers le monde :

    • Bologne, CERSAIE, 23-27 Septembre 2013
    • Bologne, SAIE, 16-19 Octobre 2013
    • Dubai, Big5 Show Expo, 25-28 Novembre 2013
    • Perth, Expo Permanente 2013-2014 - Home Base Expo
    • Londres, Expo Permanente 2013-2014 - The Building Centre
    • Moscou, Beautiful Houses Expo, 31 Octobre – 3 Novembre 2013

Prochain rendez-vous: Cologne, Dach und Holz international Expo, 18-21 Février 2014 - Pav. 6 Stand 6.511

« A notre avis, il était nécessaire de renouveler la terre cuite pour la rendre unique, en préservant son charme », explique Luca Lafleur Responsable Export de SanMarco - Terreal Italia. « SanMarco a conçu MAAX, tant pour le marché intérieur que pour le marché extérieur : nous avons beaucoup travaillé à la recherche de coloris originaux avec forts contrastes et nuances inédites pour notre marché. Les dimensions aussi (longueur jusqu’à 49 cm) constituent une innovation absolue à la recherche d’un design plus créatif. ».

 

 

 

dicembre 2013

La direttiva EPBD2 e la Casa NZEB in laterizio. Reggio Emilia, 14 gennaio 2014

La richiesta di sempre migliori prestazioni energetiche ha portato, in questi anni, progettisti, imprese e produttori a sviluppare ed applicare soluzioni progettuali di altissimo livello.

Tuttavia, la mancanza di strumenti volti a comprendere in dettaglio i benefici delle diverse soluzioni ha favorito l’introduzione di soluzioni a bassissima trasmittanza, indipendentemente dai costi delle soluzioni stesse e dai vantaggi monetari che ne sarebbero derivati.

A questo approccio ha tentato di porre rimedio la direttiva EPBD recast che, ponendo al centro la necessità di effettuare scelte tenendo conto sia dei costi che dei benefici, ha indirizzato i progettisti a scegliere soluzioni più equilibrate.

Su questo importante tema sono incentrati i lavori di una giornata di studio presso ACER via Costituzione, 6 a Reggio Emilia, il 14 gennaio 2014.

Il convegno illustra il concept della "Casa NZEB in laterizio, antisismica, sostenibile e confortevole", ovvero di un edificio a consumo energetico nullo, fornendo indicazioni puntuali dal punto di vista della progettazione ed esempi reali, certificati e tangibili delle prestazioni delle soluzioni costruttive in laterizio, conformemente alle indicazioni della direttiva EPBD2, recentemente recepita nell'ordinamento nazionale dalla L. 98/2013.

Nella seconda parte della giornata si affronterà invece il tema del recupero energetico e sismico degli edifici, con interessanti relazioni: in particolare, vi segnaliamo l’architetto Roberta Massarotto, che interverrà sull’argomento: “Facciate ventilate: tecnologia, estetica e retrofitting energetico-acustico”.

Scarica il programma (pdf)

Scarica il modulo di iscrizione (pdf)

dicembre 2013

Premiati i vincitori TDA!

Aviano (Pordenone), Casacanditella (Chieti), Noale (Venezia), Vigonza (Padova), Vicenza, Pontemanco-Due Carrare (Padova): qui sono andati i premi della 3° edizione del Concorso nazionale per il Restauro dell’Architettura ”Tradizione, Devozione, Ambizione”, consegnati sabato 30 novembre nella bellissima Sala delle Conchiglie di Villa Contarini, gremita di pubblico per l’occasione. Per SanMarco, sponsor del concorso, Fernando Cuogo, Direttore Generale, ha premiato i vincitori con un mattone formato a mano e utilizzato in un importante lavoro di restauro.

Grande successo a Villa Contarini per la premiazione della 3° edizione nazionale del Concorso per il restauro dell’Architettura “TDA”: per l'occasione in Villa Contarini è stata una cornice di folclore curata dai Consorzi Pro Loco padovani, con figuranti in costume veneziano del Settecento e materiali informativi sulle feste e sagre organizzate sul territorio.

Durante la cerimonia si sono alternati gli interventi del Vice Presidente della Regione Veneto Marino Zorzato, del Rettore dell’Università Iuav di Venezia Amerigo Restucci, del Presidente dell’Ordine degli Architetti di Padova Giuseppe Cappochin, del Presidente Comitato Provinciale Pro Loco di Padova e ideatore del premio Fernando Tomasello e del Direttore Generale di SanMarco - Terreal Italia Fernando Cuogo.

La Commissione Giudicatrice ha selezionato due vincitori ex aequo e una menzione per la categoria Dimore Storiche, un vincitore assoluto e una menzione per la categoria Edifici di Culto e un vincitore assoluto per la categoria Aree Pubbliche.

In particolare, per la categoria dimore storiche vincono due progetti ex aequo: “Sacello” ad Aviano (PN), proponenti Arch. Ado Furlan e Arch. Vittorio Pierini e Castello di Semivicoli a Casacanditella (CH), proponente Arch. Lelio Oriano di Zio.

La Giuria ha inoltre assegnato una Menzione alla TORRE DELL’OROLOGIO E PORTA A LEVANTE DEL CASTELLO DI NOALE, proponente Arch. Patrizia Valle.

Per la categoria edifici di culto vince il Chiostro dell’ex Convento di Santa Margherita a Vigonza (PD), proponente Don Cornelio Boesso.

La Giuria ha poi assegnato una Menzione alla Chiesa Romanica di S. Giorgio Martire a Vicenza, proponente Arch. Angela Blandini.

Per la categoria aree pubbliche vince il Centro storico di Pontemanco a Due Carrare (PD), proponente Arch. Serena Franceschi.

Protagonisti del Premio sono stati i beni culturali cosiddetti “minori”, che rappresentano la grandissima maggioranza del nostro patrimonio: secondo l’UNESCO, l’Italia vanta il maggior numero di siti – ben 47 - inclusi nella lista del Patrimonio Mondiale dell'Umanità, 3.609 musei, 5.000 siti culturali, 46.025 beni architettonici vincolati, 12.609 biblioteche, 34.000 luoghi di spettacolo.

Fernando Cuogo ha consegnato il premio, un mattone realizzato artigianalmente da SanMarco - Terreal Italia, ai 6 vincitori leggendo la motivazione dell’assegnazione. Il mattone è in realtà un elemento di cornice usata per il restauro di un palazzo storico a Venezia e ben simboleggia la vocazione di SanMarco nell’affiancare il lavoro di architetti e restauratori nel recupero del patrimonio storico architettonico del nostro territorio.

In conclusione il buffet a km0 con i sapori veneti di stagione, curato dai 5 Consorzi Pro Loco padovani con produttori e gastronomie locali. I Consorzi Pro Loco Atesino, Cittadellese, Euganeo, Graticolato Romano e Padova Sud Est raggruppano89 Pro Loco pari a circa 12.000 i soci, ed operano per diffondere i valori storici, culturali, e ambientali del territorio.

I progetti vincitori rimarranno esposti in mostra fino al 31 gennaio 2014 a Villa Contarini.

ottobre 2013

Saie 2013: tempo di bilanci!

Si è chiusa la 49° edizione del Saie: è tempo di bilanci! Durante i suoi quattro giorni di svolgimento l’evento ha visto la partecipazione di 84.370 visitatori, tra professionisti, studenti e operatori, nei 9 padiglioni occupati da circa 800 espositori su una superfici di 80.000 mq.

I dati in calo rispetto allo scorso anno pongono dubbi e riflessioni alle aziende che certamente saranno impegnate nel futuro a cercare nuove e/o altre forme di promozione; ma anche gli enti fieristici dovranno necessariamente interrogarsi su come trovare nuovi slanci e su come offrire alle aziende concrete opportunità di business.

Una strada può certamente essere quella dell’associazionismo e dei percorsi tematici approfonditi a guardare il successo che ha avuto durante questa edizione “La Piazza del Laterizio e della Ceramica”, una vera e propria “agorà” di 2.000 m2, dove espositori affiliati all’associazione ANDIL - gli industriali del laterizio - e visitatori si sono confrontati sui temi di assoluta attualità, ovvero efficienza energetica, sostenibilità, comfort abitativo, sicurezza sismica, riqualificazione dell’esistente, ecc. Tutto rigorosamente visto attraverso l’ottica del mattone.

L’industria dei laterizi riconferma, quindi, il SAIE come importante punto di riferimento del sistema delle costruzioni: a fronte di un generale calo delle presenze, non solo di espositori, ma anche di visitatori, il padiglione 26 dedicato alla “Piazza del Laterizio” ha segnato una significativa inversione di tendenza risultando tra i più frequentati e visitati dell’intero Salone!

Il successo si deve ad una presenza in forza all’interno della stessa area espositiva, di storiche aziende che, con SanMarco in testa, hanno sostenuto interessanti percorsi dedicati al tema della "casa NZEB in laterizio, antisismica, sostenibile e confortevole", ovvero il concept di un edificio a consumo energetico quasi nullo, con indicazioni puntuali dal punto di vista della progettazione ed esempi reali, certificati e tangibili delle prestazioni.

Insomma, è stato percepito positivamente il sostegno “istituzionale” del comparto dei produttori che si sono allineati nel proporre e spiegare ai visitatori le motivazioni dell’importanza di attestare la nuova produzione architettonica ed edilizia sui “lidi sicuri” di un materiale che, intramontabile, afferma ancor oggi a gran voce le sue ragioni di continuità e modernità: corrispondenza ai parametri prestazionali sempre più esigenti, adeguatezza al linguaggio architettonico, eco-compatibilità ed eco-sostenibilità nella produzione e nell’utilizzo.

SanMarco all’interno della sua area espositiva - sicuramente tra le più visitate dell’intera Piazza - ha fornito informazioni sui suoi SISTEMI E SOLUZIONI PER COSTRUIRE. Inoltre per l’occasione, ha predisposto un mock-up rappresentativo del Sistema COTTO3 rinnovato nelle forme e nei colori. E ha presentato con grande successo la nuova linea MAAX.

“Il Saie è già pronto a rilanciare l'edizione del 2014, in cui compirà 50 anni assieme anche all'inaugurazione dell'autostrada del Sole: stiamo già lavorando per festeggiare il duplice anniversario”, afferma Duccio Campagnoli, Presidente di Bologna Fiere. Da parte nostra l’augurio di aprire un nuovo cinquantennio all'insegna di novità riguardanti un modo efficace di connettere gli operatori della filiera delle costruzioni e di promuovere efficacemente il loro business.

Scarica il progetto "CASA NZEB in Laterizio" (pdf)

 

ottobre 2013

SanMarco al SAIE 2013. Area ANDIL A84-C81 Pad. 26

Anche per il SAIE 2013 SanMarco partecipa all’iniziativa comune tra ANDIL e Confindustria Ceramica: la “Piazza del Laterizio e della Ceramica” (Padiglione 26), il cui tema si articolerà sulla “casa NZEB in laterizio” antisismica, sostenibile e confortevole, per presentare sistemi e prodotti, tra i più qualificati, in conformità alla direttiva EPBD2.

Per il terzo anno consecutivo, ovvero da quando esiste la Federazione Confindustria Ceramica e Laterizi, i settori della ceramica e del laterizio si presentano uniti all’appuntamento del SAIE.

Per l’edizione 2013, la “Piazza del Laterizio e della Ceramica”, sarà una vera e propria “agorà” di 2.000 m2, dove espositori e visitatori potranno confrontarsi sui temi di assoluta attualità, ovvero efficienza energetica, sostenibilità, comfort abitativo, sicurezza sismica, riqualificazione dell’esistente, ecc.

Sarà infatti presentata la "casa NZEB in laterizio, antisismica, sostenibile e confortevole", ovvero il concept di un edificio a consumo energetico quasi nullo, con indicazioni puntuali dal punto di vista della progettazione ed esempi reali, certificati e tangibili delle prestazioni delle soluzioni costruttive in laterizio, conformemente alle indicazioni della direttiva EPBD2, recentemente recepita nell'ordinamento nazionale.

SanMarco ha partecipato alla ricerca scientifica e sarà pronta nel proprio stand istituzionale (A 84 - C 81 Pad. /Hall 26) a fornire informazioni sui suoi SISTEMI E SOLUZIONI PER COSTRUIRE. Inoltre presenterà le ultime novità di prodotto, tra cui la nuova Linea MAAX.

All’interno dell’area espositiva verranno mostrate le più recenti novità tecniche e strutturali in materia di costruzioni relative all’uso delle diverse tipologie di laterizio. SanMarco, per l’occasione, ha predisposto un mock up rappresentativo del Sistema COTTO3, una soluzione esclusiva per costruire l’involucro edilizio in laterizio con le prestazioni e il rispetto per l’ambiente che questo materiale può assicurare, sia in termini di uso delle materie prime che di ottimizzazione produttiva con un occhio vigile verso i cinque indicatori particolari:

- efficienza energetica

- sostenibilità ambientale

- affidabilità strutturale

- comfort e sicurezza

- economia e durata

La 49esima edizione del Salone Internazionale per l’Edilizia si terrà a Bologna dal 16 al 19 ottobre.

settembre 2013

BRICK & BLOCK. Il mattone e le mura tra storia e contemporaneità. Bastione Alicorno, Padova

Promosso dal Quartiere 4 Sud-Est in collaborazione con l’Associazione Artemisia e col sostegno di SanMarco-Terreal Italia, BRICK & BLOCK Il mattone e le mura tra storia e contemporaneità a cura di Mara Ruzza è un percorso attraverso le arti visive, che evidenzia il mattone nella produzione artistica contemporanea e porta attenzione sulle mura, testimonianze storico-culturali di Padova, in occasione dei 500 anni dalla loro costruzione. In una rappresentazione ideale dello scorrere del tempo nella forma, dal 15 settembre al 6 ottobre l'esposizione raccoglie visioni e prospettive della contemporaneità con opere di artisti che indagano il mattone come modulo e ripetizione, il muro come stratificazione, tessitura e continua trasformazione attraverso installazioni, ceramica, scultura, fotografia, video, design e grafica: Virgilio Barison, Antonio Belluco, Piero Brombin & Piera Bortolami, Luisa Contarello, Silvio De Campo & Renata Galiazzo, Antonio Lovison, Marisa Merlin, Marco Noaro, Pietro Pozzi, Francesco Rampin, Mara Ruzza, Antonio Sarto, David Selovin, Franco Storti, Vittore Tasca.

Sabato 14 Settembre alle ore 18,00 è prevista l’inaugurazione con la performance/istallazione artistica “Open Wall” a cura di Mara Ruzza, dove si mette in scena la sacralità dell’antico gesto del fare il mattone con le mani e le fasi del processo di compimento della forma, dalla terra umida all’essicazione, al prodotto indurito dal fuoco.

L’azione, accompagnata da lettura di testi e dalla proiezione del video Brick Making sull’arte di fare il mattone in diverse parti del mondo, vuole essere un omaggio ad un antico mestiere.

Ad arricchire l'originale proposta espositiva altri eventi accompagneranno la durata della rassegna a partire da domenica 15 settembre. Tra le varie iniziative vi segnaliamo sabato 21 settembre alle ore 10.00 al Bastione Alicorno un momento di riflessione sul mondo dell'architettura, sul costruire e sull'abitare con la conferenza: “Storia, tradizione e socialità nell'uso degli elementi laterizi". Intervengono Fabrizio Paone dello IUAV, Enrico Pietrogrande dell'Università di Padova, l'antropologa Alice Brombin, Renzo De Checchi di Fornace S.Anselmo, Fernando Cuogo di SanMarco–Terreal Italia, introduce Roberto Bettella, Presidente Quartiere 4 Sud-Est.

Tre serate di cinema d'autore il 17, 24, 26 settembre alle ore 21.00 presso la Sala Fronte del Porto a cura di Sirio Luginbühl, Cinema & Video Indipendente Padova, con il titolo “Da un mondo segnato da muri di separazione ai vivaci muri dipinti della Street Art”.

Giovedì 3 ottobre Incontro con gli artisti, dalle 18.00 in poi dialoghi e contributi video per un'occasione di scambio creativo di esperienze e idee.

Scarica il calendario eventi (pdf) 

Info: http://www.facebook.com/brickArte

Bastione Alicorno - Padova dal 15/9 al 6/10

Ingresso libero - orario: 16-20, sab. dom. 10-13/16-20 - chiuso lunedì e martedì

 

 

giugno 2013

SanMarco è socio del Green Building Council Italia

Nuovo socio del Green Building Council Italia – associazione che si propone di introdurre il sistema di certificazione indipendente Leed, stabilendo precisi criteri di progettazione e realizzazione di edifici salubri, energicamente efficienti e a impatto ambientale contenuto – SanMarco manifesta il costante impegno nello sviluppo di soluzioni, sistemi e prodotti che contribuiscano al rispetto dell’ambiente.

L’impatto ambientale della progettazione, costruzione ed esercizio degli edifici è arrivato a livelli enormi: in Europa gli edifici sono responsabili, direttamente o indirettamente, di circa il 40% del consumo di energia primaria complessiva. Per questo l’influenza delle costruzioni richiede specifiche azioni per contrastare gli effetti ambientali negativi. Tra queste l’adozione di pratiche sostenibili nella progettazione permette di conseguire benefici ambientali, economici e sociali con ovvie ricadute su tutti gli utenti dell’edificio.

Scarica l'attestato Green Building Council Italia

giugno 2013

Le facciate ventilate Terreal protagoniste al workshop di Milano

Il 9 maggio scorso SanMarco - Terreal Italia ha sponsorizzato la 3° edizione del workshop dedicato al tema tecnico delle facciate ventilate. Nell’auditorium della nuova sede della Regione Lombardia con i patrocini di Expo 2015, Federlegno Arredo e ADI (Associazione per il Disegno Industriale), Action Group, service editoriale della Consulta Regionale Lombarda degli Ordini degli Architetti P.P.C. e segreteria organizzativa della Fondazione dell’Ordine degli Architetti di Torino, ha organizzato un workshop dedicato alle facciate, agli infissi e alle grandi strutture. La finalità dell’incontro, oltre ai contenuti tecnici trattati dai relatori, è di permettere alle aziende di incontrare su appuntamento una selezione di 350-400 architetti e progettisti.
Inoltre architetti del panorama italiano, tecnici e docenti universitari si sono confrontati su temi tecnologici, architettonici e applicativi legati alle facciate di grandi strutture.
SanMarco, presente al workshop nella Tavola Rotonda Aziende, ha avuto modo di presentare le proprie facciate ventilate Terreal con la relazione dell’architetto Baietto - studio BBB Architetti Associati, Torino - che ha esposto un interessante case-history applicativo, l’International School of Turin (IST) di Chieri, dove l’uso del laterizio è stato di particolare interesse: da elemento pre-esistente nel contesto a elemento che, in chiave nuova, rappresenta la modernità.
Inoltre, SanMarco è stata protagonista dei Tavoli di Consulenza, dove durante tutta la giornata ha incontrato progettisti, confrontandosi su temi tecnico-applicativi.
Commenta Roberta Massarotto – ventilated walls product manager di SanMarco - Terreal Italia: “Il workshop del 9 maggio al Palazzo della Regione Lombardia ha rappresentato un momento di totale immersione di SanMarco nel settore degli involucri: le facciate ventilate e, in generale, i sistemi di chiusura esterna sono stati il tema della giornata.
Un interessante momento di riflessione e confronto, nel rapporto con aziende di settori diversi da quello del laterizio, e un’occasione per inserirsi nel dibattito, in particolare milanese, sull’uso di soluzioni architettoniche “nuove” in via di sviluppo. Il successo di pubblico e il dibattito che, a partire dalla giornata, si è aperto sui tavoli di molti dei progettisti presenti, testimonia quanto la strada delle soluzioni a secco rappresenti una delle vie maestre per guardare al futuro.”
{video}images/video/9 maggio 2013 - Infoprogetto Action Group - Baietto e Massar.mp4{/video}
{video}images/video/9 maggio 2013 - Infoprogetto Action Group - Intervista a Rob.mp4{/video}

giugno 2013

Modernità del laterizio in primo piano al convegno torinese firmato SanMarco: “Architettura cosciente, Architettura appropriata in laterizio”

Sondare le ragioni di modernità del laterizio, in relazione alle risorse del territorio, alle materie del costruire e alla vicinanza ai linguaggi architettonici contemporanei, è il tema del convegno che si è svolto lo scorso 21 maggio a Torino: “Architettura cosciente, Architettura appropriata in laterizio”. Dopo gli appuntamenti a Milano, Venezia, Firenze e Perugia, anche l’edizione torinese del format itinerante non è venuta meno con una location prestigiosa come la Reggia di Venaria Reale.

Dopo i saluti iniziali del presidente dell’Ordine degli Architetti di Torino, Riccardo Bedrone, tre progettisti, archistar per l’importanza che ricoprono nel panorama nazionale e internazionale, hanno presentato le loro architetture in laterizio realizzate con i laterizi SanMarco: Aimaro Isola, Alessandro Bucci e Antonio Monestiroli. Tre generazioni a confronto, quindi, con approcci progettuali ed applicativi differenti, al servizio di un’architettura in laterizio sostenibile e appropriata. Dalle tre relazioni sono emerse tre differenti modalità di concepire il laterizio: da “pelle” sottile dell’edificio a elemento tettonico-costruttivo che realizza muri e partiture murarie piene e portanti fino all’applicazione a secco nelle facciate ventilate.

Nella seconda parte del convegno, invece, la tavola rotonda dal titolo ”Prodotto e Progetto” ha costituito un importante focus sul materiale laterizio, affrontato dal punto di vista di uno storico dell’architettura, Guido Molinari del Politecnico di Torino; dal punto di vista della sua adesione alle modernità, da un critico di linguaggi architettonici contemporanei, Giovanni Corbellini; e dal punto di vista applicativo/prestazionale, da Emilia Garda, tecnologa e docente di Architettura Tecnica al DIST del Politecnico di Torino.

Ha chiuso la tavola rotonda Fernando Cuogo, Direttore Generale di SanMarco – Terreail Italia, esprimendo viva soddisfazione per i contributi che hanno fatto emergere interessanti punti di vista circa le ragioni di modernità del laterizio, un materiale, che, tra i più utilizzati nel panorama delle costruzioni misura oggi la sua vicinanza ai linguaggi architettonici contemporanei e alle esigenze prestazionali sempre più elevate. E’ quindi questo il senso del dibattito durante il quale sono state sondate le potenzialità e le nuove espressività che vengono dal panorama tecnico e culturale italiano nei confronti di un materiale, sì tradizionale, ma anche fortemente proteso al futuro.

Anche in questa edizione del convegno firmato SanMarco e moderato da Marcello Balzani, le istituzioni e le realtà culturali locali e regionali hanno riconosciuto l’importanza di un evento come momento di incontro e riflessione sui temi dell’architettura contemporanea. Per questi motivi si sono aggregati i patrocini della Regione Piemonte, della Citta di Venaria Reale, dell’Ordine degli Architetti P.P. e C. della provincia di Torino, del Politecnico di Torino, di ANAB, Associazione Nazionale Architettura Bioecologica, di ANTEL, Associazione Nazionale Tecnici Enti Locali, di GAT, Associazione dei Giovani Architetti Torinesi.

“E’ motivo di grande soddisfazione aver organizzato questa occasione di confronto, dalla quale è emersa con forza la modernità di un materiale antico, che ha attraversato tante epoche trovando in ognuna ragioni di persistenza e continuità. Le riflessioni emerse e le esperienze confrontate durante il convegno hanno mostrato come, oggi più che mai, il laterizio continui ad essere un “materiale dell’architettura” per le sue qualità espressive, ma anche per la sua duttilità nell’adattarsi ai linguaggi contemporanei e alle richieste in termini di prestazioni termiche e acustiche per costruire edifici sempre più confortevoli e performanti non solo dal punto di vista estetico.”- conclude Davide Desiderio -Image & Communication Mananger di SanMarco – Terreal Italia.

A conclusione mi piace riportare una riflessione di qualche anno fa di Giancarlo De Carlo, che sembra anticipare le considerazioni emerse durante i lavori di questo convegno: “… A proposito del cotto, la prima cosa che mi viene in mente è che è un materiale antico e moderno; viene dalla terra, lo si impasta con l’acqua, lo si cuoce col fuoco, lo si asciuga con l’aria e al sole; … la sua stupefacente singolarità – mirabile qualità - è di essere stato moderno in ciascuna delle tante epoche che ha attraversato, conservando il fascino di essere antico”. (G. De Carlo, 24 ottobre 2004).

maggio 2013

SanMarco partecipa al restauro delle Mura di Cittadella. Convegno e inaugurazione della mostra sabato 1° giugno

I lavori di restauro e valorizzazione del sistema fortificato di Cittadella iniziati nel 1995, sono proseguiti quasi ininterrottamente fino al 2013 e terminati con il restauro del quadrante sud est delle mura, con il completamento dell'intero perimetro della cinta muraria.

Il progetto di conservazione, dopo un'accurata fase di studi e ricerche finalizzate al restauro, tende al mantenimento del profilo attuale del monumento e a rallentare il degrado della materia costitutiva, attraverso l'eliminazione delle patologie e un’accurata revisione delle malte, intonaci e laterizi, utilizzando materiali e procedure costruttive compatibili e più possibile simili a quelli utilizzati storicamente. Le vecchie ferite, i punti deboli dell’antica fortezza, aperte dagli eventi storici, diventano i punti di forza della città contemporanea, che ritrova nuova vitalità ed energia attraverso la messa in funzione delle sue mura, nella composizione tra antico e moderno.

SanMarco – Terreal Italia nel corso delle diverse fasi dei lavori ha fornito i materiali laterizi per il ripristino, oltre al know-how tecnico a supporto degli importanti lavori di restauro.

Sabato 1° giugno presso la sala convegni della Torre di Malta a Cittadella di Padova si svolgerà il convegno di presentazione dei lavori di restauro e verrà inaugurata la mostra presso la Chiesa del Torresino.

Il convegno vuole, attraverso il contributo di alcuni degli operatori, tecnici e professionisti, che hanno lavorato negli ultimi cantieri, essere un momento di confronto e dare informazione su quanto fatto, oltre a suscitare una riflessione sulle tecniche e sulle procedure utilizzate.

Tra i relatori, dopo i saluti delle autorità e del direttore generale di SanMarco – Terreal Italia, Fernando Cuogo, si alterneranno docenti universitari, come Valeriano Pastor, Franco Purini, Roberto Masiero e Patrizia Valle progettista e direttrice dei lavori di restauro.

Scarica l'invito (pdf)

Scarica l'invito per la mostra a Padova 16/07 - 25/08 (pdf)

 

maggio 2013

SanMarco sostiene la terza edizione del Concorso Nazionale “TRADIZIONE, DEVOZIONE, AMBIZIONE” sul restauro architettonico

Unico nel suo genere in tutta Italia, il concorso, giunto alla 3° edizione nazionale, premia i migliori interventi di restauro inteso come recupero e conservazione del patrimonio, in funzione della restituzione dei beni alla comunità. Novità di questa edizione è il sostegno alla candidatura di Venezia con il Nordest a Capitale Europea della Cultura nel 2019 e la partnership con il Premio Internazionale di Architettura Barbara Cappochin.

Bando, modalità di partecipazione e iscrizione su www.concorsotda.it

Sono i beni culturali cosiddetti “minori”, che rappresentano la grandissima maggioranza del nostro patrimonio architettonico, i protagonisti della 3° edizione del Premio ideato e istituito dall'Unione Nazionale delle Pro Loco – Comitato di Padova con il finanziamento della Regione Veneto ed il contributo di SanMarco – Terreal Italia: sono espressione dell’identità, della tradizione, della storia e della memoria collettiva. Tutelarli, conservarli e recuperarli permette a tutti di vivere e scoprirne in pienezza il valore e di sottolinearne l'importanza per lo sviluppo culturale, sociale ed economico del Paese.

Il concorso premia i migliori interventi di recupero architettonico di beni immobili, sia pubblici che privati, realizzati nel territorio nazionale e Repubblica di San Marino.

Sono previste 4 categorie:

- Dimore storiche: ville, castelli, palazzi, cascine, rustici, ecc

- Edifici di culto: chiese, basiliche, conventi, capitelli, ecc

- Aree “pubbliche”: piazze, monumenti, fontane, ecc

- Aree per la cultura: gallerie, musei, gipsoteche, biblioteche, sedi espositive, ecc.

Il concorso è aperto a Associazioni, Consorzi e Comitati Pro Loco, Comuni e Province, Scuole, Università, Associazioni culturali e ricreative, enti ecclesiastici, architetti, progettisti, proprietari e gestori di beni restaurati.

Per partecipare è necessario presentare la candidatura entro e non oltre le ore 12.00 del 31 luglio 2013, proponendo un intervento di restauro che sia stato ultimato tassativamente nell’arco di tempo che va dal 1 gennaio 2010 al 31 luglio 2013. L'iscrizione è gratuita. Vi esosrtiamo pertanto a diffondere la comunicazione dell’iniziativa.

Due le novità dell'edizione 2013: l'inserimento del Concorso nel percorso di sostegno alla candidatura di Venezia con il Nordest a Capitale Europea della Cultura nel 2019 e la partnership con il Premio Internazionale di Architettura “Barbara Cappochin”, con un ponte culturale ideale tra passato e contemporaneità: la short list dei finalisti al concorso verrà infatti ufficializzata nel corso degli eventi collaterali al Premio Internazionale di Architettura “Barbara Cappochin” in ottobre 2013. 

I vincitori per ciascuna categoria, invece, verranno premiati a dicembre 2013 a Villa Contarini di Piazzola sul Brenta (PD), dove verrà allestita una mostra delle opere.

La precedente edizione del Concorso ha premiato la Cascina Medici del Vascello a Venaria Reale (Torino), la Chiesa Paleocristiana di S. Zeno in Costabissara (Vicenza), il Museo di Geologia e Paleontologia di Palazzo Cavalli a Padova, il Giardino di Villa Farsetti a Santa Maria di Sala (Venezia) e il Parco Teresio Olivelli di Tremezzo (Como).

Il Concorso TDA è sostenuto da SanMarco – Terreal Italia, che in questo modo non solo mostra il suo radicamento con il territorio e con le istituzioni regionali e nazionali, ma si conferma come azienda di riferimento non solo nella produzione e commercializzazione di sistemi e soluzioni per costruire, ma anche nel difficile compito di affiancare architetti, conservatori e ricercatori nei più importanti lavori di restauro e conservazione del patrimonio architettonico italiano.

 

aprile 2013

SanMarco invita a Milano al workshop sulle facciate

SanMarco Terreal Italia sponsorizza la 3a edizione del workshop organizzato da ACTION GROUP dedicato al tema tecnico delle facciate ventilate. Nell’auditorium della nuova sede della Regione Lombardia con i patrocini di Expo 2015, Federlegno Arredo e ADI (Associazione per il Disegno Industriale), Action Group, service editoriale della Consulta Regionale Lombarda degli Ordini degli Architetti P.P.C. e segreteria organizzativa della Fondazione dell’Ordine degli Architetti di Torino, organizza un workshop dedicato alle facciate, agli infissi e alle grandi strutture. La finalità dell’incontro, oltre ai contenuti tecnici trattati dai relatori, è di permettere alle aziende di ricevere su appuntamento una selezione di 350-400 architetti e progettisti. Architetti del panorama italiano, tecnici e docenti universitari si confronteranno su temi tecnologici, architettonici e applicativi legati alle facciate di grandi strutture. SanMarco sarà presente al workshop nella Tavola Rotonda Aziende, un’occasione per presentare le proprie facciate ventilate Terreal attraverso la relazione di un importante studio di progettazione che esporrà un interessante case-history applicativo. Inoltre, SanMarco sarà protagonista dei Tavoli di Consulenza, ovvero appuntamenti prefissati con progettisti che le aziende sponsor potranno incontrare durante tutta la giornata. Sarà questa l’occasione per momenti di confronto diretto, aggiornamento professionale e tecnico, e di promozione e presentazione di prodotti e sistemi. Un canale youtube dedicato e in onda all’interno del format tv Made in Italy al canale 825 di SKY, darà rilievo all’evento; inoltre sono previste interviste e riprese video per l’upload in internet.

Vi aspettiamo giovedì 9 maggio dalle ore 9.00 presso l’Auditorium Testori, Palazzo Regione Lombardia – Piazza di Città Lombardia, 1 – Milano.

Per il modulo di adesione consultare: www.infoprogetto.it .

aprile 2013

Architettura cosciente, architettura appropriata in laterizio

Giunto alla quinta edizione dopo i fortunati appuntamenti a Milano, Venezia, Firenze e Perugia, “Architettura cosciente, architettura appropriata” si interroga, durante questa giornata torinese, sulle ragioni di modernità del laterizio, un materiale, che, tra i più utilizzati nel panorama delle costruzioni, “misura” oggi la sua vicinanza ai linguaggi architettonici contemporanei. In questo modo intendiamo non solo dare continuità al nostro impegno nel sostenere la cultura architettonica, ma anche nello specifico - come azienda di riferimento nel settore della produzione di sistemi e prodotti in laterizio - sondare le potenzialità e le nuove espressività che vengono dal panorama tecnico e culturale italiano nei confronti di un materiale, sì tradizionale, ma anche fortemente proteso al futuro: questa la principale novità del format itinerante SanMarco, ormai diventato un appuntamento atteso. La location sarà, come ormai di consueto, una prestigiosa cornice: la Reggia di Venaria, residenza sabauda seicentesca tra i capolavori più conosciuti. Nella foto utilizzata per l’invito emerge la particolare “cesura” di mattoni a vista che delimita la parte seicentesca, tutta in laterizio a vista, da quella settecentesca, successiva all'intervento del primo architetto di corte Amedeo di Castellamonte. Nell'area delle ex scuderie, su una superficie di circa 8000 metri quadrati, si trova uno dei principali centri di restauro italiani, costituito da una serie di laboratori dedicati alla diagnostica, al restauro e alla conservazione delle opere d'arte. Il convegno si svolgerà proprio nella sala conferenze di questo importante centro. Dopo i saluti iniziali del presidente dell’Ordine degli Architetti di Torino, che farà gli onori di casa, tre progettisti, archistar per l’importanza che ricoprono nel panorama nazionale e internazionale, presenteranno le loro architetture in laterizio realizzate con i Sistemi SanMarco: Aimaro Isola, Alessandro Bucci e Antonio Monestiroli. Tre generazioni a confronto, con approcci progettuali e applicativi differenti, saranno come vocaboli del dizionario di un’architettura in laterizio sostenibile. Oggi più che mai, infatti, è importante porre l’esigenza di una ripresa di coscienza, che chiede di interrogarsi continuamente sulla qualità del fare architettura sia in rapporto alle risorse del territorio sia in rapporto alle materie del costruire. Attraverso il confronto e il dibattito con questi protagonisti del progetto architettonico contemporaneo, sarà possibile capire come dare significato alle azioni e attribuire responsabilità al progetto per un’architettura cosciente e, quindi, appropriata. Nella seconda parte del convegno, invece, si svilupperà con un andamento più snello rispetto alle “lectio magistralis” della prima parte, una tavola rotonda dal titolo ”Prodotto e Progetto” che, costituirà un importante focus sul materiale laterizio, affrontato dal punto di vista di uno storico dell’architettura, prof. Guido Molinari del Politecnico di Torino, dal punto di vista della sua adesione alla modernità, da un critico di linguaggi architettonici contemporanei, Giovanni Corbellini, e dal punto di vista applicativo/prestazionale, dalla prof.ssa Emilia Garda tecnologa e docente di Architettura Tecnica al DIST del Politecnico di Torino. Anche in questa edizione del convegno firmato SanMarco le istituzioni e le realtà culturali locali e regionali hanno riconosciuto l’importanza di un evento di alto livello come momento di incontro e riflessione sui temi dell’architettura contemporanea e soprattutto hanno riconosciuto la rilevanza di una azienda protagonista del settore industriale dei materiali da costruzione. Per questi motivi si sono aggregati i patrocini della Regione Piemonte, della Città di Venaria Reale, dell’Ordine degli Architetti P.P. e C. della provincia di Torino, del Politecnico di Torino, di ANAB, Associazione Nazionale Architettura Bioecologica, dell’ANTEL, Associazione Nazionale Tecnici Enti Locali, del GAT, Associazione dei Giovani Architetti Torinesi. Segno, tutto questo, di attenzione da parte delle istituzioni del territorio verso le attività culturali e di comunicazione di un’azienda, come SanMarco, che da anni investe nel sostegno alla cultura e al dibattito architettonico contemporaneo. Non solo. SanMarco in questa occasione conferma anche la sua vocazione per la sperimentazione, per il dialogo con i protagonisti della filiera delle costruzioni e per l’innovazione di prodotto e di servizio. Siamo pertanto lieti di invitarvi a questo importante evento.

Scarica l'invito (pdf)

ottobre 2012

Piazza del Laterizio ANDIL al SAIE 2012. L’unione fa la forza!

Con ottobre si chiude un importante periodo di fiere per il nostro comparto: Cersaie, Saie, Made Expo...

In particolare si è chiusa domenica scorsa a Bologna la 48esima edizione del Salone Internazionale per l’Edilizia, Saie 2012, che ha visto la nostra presenza all’interno della Piazza del Laterizio, il padiglione dell’Andil dedicato al sostegno del comparto dei laterizi, che quest’anno è stato arricchito da aree e incontri dedicati al mondo del laterizio, con un’agenda fitta di eventi, convegni, materiale illustrativo, mock-up dimostrativi e molto altro.

L’industria dei laterizi riconferma il SAIE come importante punto di riferimento del sistema delle costruzioni: a fronte di un generale calo delle presenze, non solo di espositori, ma anche di visitatori, il padiglione 22 dedicato alla “Piazza del Laterizio” segna una significativa inversione di tendenza: infatti è risultato tra i più frequentati e visitati dell’intero Salone!

Il successo si deve ad una presenza in forza all’interno della stessa area espositiva, di storiche aziende che, con SanMarco in testa, hanno sostenuto interessanti percorsi dedicati al laterizio: Laterizio e Antisismica, Laterizio e Benessere Ambientale, Laterizio e Prestazioni Termiche, Laterizio e Isolamento Acustico, Laterizio e Architettura, Laterizio e Comunicazione, per citare alcune delle aree tematiche esposte.

Insomma è stato percepito positivamente il sostegno “istituzionale” del comparto dei produttori che si sono allineati nel proporre e spiegare ai visitatori le motivazioni dell’importanza di attestare la nuova produzione architettonica ed edilizia sui “lidi sicuri” di un materiale che, intramontabile, afferma ancor oggi a gran voce le sue ragioni di continuità e modernità: corrispondenza ai parametri prestazionali sempre più esigenti, adeguatezza al linguaggio architettonico, ecocompatibilità ed ecosostenibilità nella produzione e nell’utilizzo.

Il laterizio quindi protagonista del costruire sostenibile e sicuro!

La Piazza del Laterizio ha costituito un’occasione unica per avere una visione ampia e approfondita sul comparto laterizio, non solo in termini di offerta merceologica e tecnologica ma, anche, in termini di soluzioni innovative per la prevenzione e la sicurezza degli edifici in zona sismica. Una piazza con una forte connotazione degli spazi espositivi e ambiti di notevole impatto visivo che è diventata luogo di incontro privilegiato per gli operatori del settore.in cui confrontarsi sui temi dell’innovazione e dell’architettura sostenibile legati al settore dei laterizi e sulle soluzioni tecniche sperimentate negli ultimi anni.

SanMarco Terreal Italia con un proprio stand istituzionale insieme alle altre aziende associate Andil ha animato la “Piazza del Laterizio”, un’area di circa 1.500 metri quadrati, all’interno della quale sono stati trattati i temi di grande attualità del costruire moderno come sostenibilità, risparmio energetico, comfort ed economia gestionale e, soprattutto, in linea con gli indirizzi fieristici, prevenzione e sicurezza degli edifici in zona sismica.

All’interno dell’area espositiva sono state mostrate le più recenti novità tecniche e strutturali in materia di costruzioni relative all’uso delle diverse tipologie di laterizio.

SanMarco per l’occasione ha predisposto due mock up rappresentativi dei due Sistemi/Soluzioni COTTO3 e COTTO CASTELLO. Applicazioni attraverso le quali sono stati sottolineati, una volta di più, le prestazioni e il rispetto per l’ambiente che questo materiale può assicurare, sia in termini di uso delle materie prime che di ottimizzazione produttiva con un occhio vigile verso  i cinque indicatori particolari:

- efficienza energetica

- sostenibilità ambientale

- affidabilità strutturale

- comfort e sicurezza

- economia e durata.

Particolarmente affollato è stato l’auditorium allestito all’interno della stessa area, dove si sono susseguiti diversi momenti di formazione/informazione, ad ingresso libero, su temi di attualità. SanMarco ha aperto i lavori giovedì 18 con un interessante convegno tenuto dall’architetto Franco Favaro dal titolo: "Orientamenti moderni del laterizio: una proposta per un’architettura eco-sostenibile.

Conclude Davide Desiderio -Image & Communication Manager SanMarco-: ”A causa della situazione economica contingente, le premesse per la buona riuscita delle manifestazioni fieristiche avrebbero potuto non essere delle migliori. Il successo dell’edizione 2012 di SAIE ha dimostrato, invece, l’interesse ancora vivo per i settori collegati al mondo delle costruzioni e soprattutto l’interesse verso i materiali come i laterizi, che si confermano ancora oggi i più utilizzati, a fronte di una sfiducia diffusa verso improbabili materiali innovativi….”

Scarica immagini (pdf)

 

ottobre 2012

SAIE 2012 – Bologna, 18-21 ottobre, Padiglione 22 - Piazza del laterizio

L’industria dei laterizi riconferma il SAIE come importante punto di riferimento del sistema delle costruzioni, assicurando la consueta presenza all’interno del Padiglione 22, spazio appositamente dedicato ad aziende e prodotti dello specifico comparto.

SanMarco Terreal Italia con un proprio stand istituzionale insieme alle altre aziende associate Andil animerà la “Piazza del Laterizio”, un’area di circa 1.500 metri quadrati, all’interno della quale verranno trattati i temi di grande attualità del costruire moderno come sostenibilità, risparmio energetico, comfort ed economia gestionale e, soprattutto, in linea con gli indirizzi fieristici, prevenzione e sicurezza degli edifici in zona sismica. Negli stand sarà possibile effettuare approfondimenti tecnici, consultare la manualistica e conoscere le novità azienda per azienda.

La 48esima edizione del Salone Internazionale per l’Edilizia, che si terrà a Bologna dal 18 al 21 ottobre, si arricchisce di aree e incontri dedicati al mondo del laterizio, con un’agenda fitta di eventi, convegni, materiale illustrativo, mock-up dimostrativi e molto altro.

Costituiranno i punti di forza dell’iniziativa pannelli illustrativi, soluzioni costruttive di nuova generazione in scala reale, presentazioni in continuo di relazioni appositamente dedicate e curate da progettisti, ricercatori ed esperti aziendali, assistenza tecnica diretta da parte di produttori presenti con un proprio corner all’interno dello spazio espositivo.
Si tratta di una presenza importante, su una superficie considerevole, in una manifestazione fieristica di assoluto rilievo.

All’interno dell’area espositiva verranno mostrate le più recenti novità tecniche e strutturali in materia di costruzioni relative all’uso delle diverse tipologie di laterizio. SanMarco per l’occasione ha predisposto due mock up rappresentativi dei due Sistemi/Soluzioni COTTO3 e COTTO CASTELLO. Applicazioni attraverso le quali verranno sottolineati, una volta di più, le prestazioni e il rispetto per l’ambiente che questo materiale può assicurare, sia in termini di uso delle materie prime che di ottimizzazione produttiva, con un occhio vigile verso i cinque indicatori particolari:
- efficienza energetica
- sostenibilità ambientale
- affidabilità strutturale
- comfort e sicurezza
- economia e durata.

Al fine di approfondire in modo esauriente e concreto queste tematiche, saranno predisposti altrettanti totem (2x2x4m) esplicativi per un totale di 20 diversi pannelli che ne svilupperanno in maniera semplice ed efficace i contenuti. Nel corso della manifestazione fieristica sarà dunque possibile documentarsi sui materiali, i prodotti e le principali innovazioni che il settore del laterizio ha sviluppato con particolare riferimento al “costruire sostenibile”.

E’ prevista, altresì, una serie di incontri presso l’auditorium allestito all’interno dell’area stessa, dove si susseguiranno diversi momenti di formazione/informazione, ad ingresso libero, su temi di attualità. Vi segnaliamo giovedì 18 alle ore 10.30, quello curato da SanMarco e tenuto da Franco Favaro dal titolo: “Orientamenti moderni del laterizio: una proposta per un’architettura eco-sostenibile.”


Scarica il calendario dei seminari (pdf)

agosto 2012

Corso di formazione tecnico-commerciale per le reti di vendita unificate UNIECO-SANMARCO

Si concretizza la collaborazione commerciale tra le due aziende di riferimento del settore dei laterizi con un corso di formazione tecnico-commerciale tenutosi il 20 luglio presso la sede di UNIECO a Reggio Emilia.

Dopo la fase preliminare di messa a punto degli accordi commerciali e delle strategie di vendita da parte delle direzioni, si è dato vita, la scorsa settimana, al primo di una serie di momenti formativi sulla gamma prodotti e sulle tecniche di posa dei materiali. L’offerta al mercato comprende una varietà di prodotti senza precedenti nel settore: laterizi strutturali, muratura armata, faccia a vista, coperture, pavimentazioni, presentati come sistemi corredati da accessori per soluzioni finite e garantite.

Numerosi agenti, promotori e funzionari di vendita hanno partecipato attivamente alla giornata, che non ha solo costituito un momento formativo, ma anche un passo fondamentale nella integrazione indispensabile tra le forze vendite.

In questo modo le due aziende che si prefiggono il risultato di dare un servizio professionale e puntuale al mercato rispondono alla crisi con un’ampia gamma di soluzioni ed un atteggiamento orientato al servizio e all’assistenza.

Uno dei temi affrontati nella giornata di formazione è stato quello della muratura armata dove il  laterizio strutturale e di rivestimento faccia a vista costituisce un elemento sicuro di continuità con la tradizione, ma con un’attenzione alle problematiche sismiche e di sicurezza. A fronte degli ultimi avvenimenti, che hanno profondamente colpito il territorio emiliano, la nostra proposta rappresenta la migliore maniera di ricucire le profonde ferite utilizzando un materiale, che, tra tutti, ha sicuramente dato prova di ottime performance anche nei contesti più colpiti.

Con il primo corso di formazione, SanMarco ed Unieco hanno sicuramente costruito il primo passo verso un’entità nuova nel panorama nazionale, frutto dell’unione di due grandi realtà che uniscono know-how tecnico, capacità produttiva, esperienza di vendita nel mercato e specializzazione nella ricerca.

Chiarezza, trasparenza, fiducia, motivazione sono i valori che animeranno le azioni commerciali congiunte per migliorare la capacità di competere sul mercato offrendo la più ampia gamma di prodotti, soluzioni e servizi in un mercato che non potrà più essere solo di quantità, ma anche e soprattutto di qualità.

luglio 2012

SanMarco.it-2.0 È on–line il nuovo sito!

Completamente rinnovato entra in rete oggi il nuovo sito istituzionale sanmarconew.cartaematita.it
La comunicazione si adegua al nuovo posizionamento del marchio e alla revisione dell’offerta dell’azienda, che propone Sistemi e Soluzioni per costruire: pacchetti completi per tetto, parete e pavimento corredati, oltre che dagli elementi in laterizio, anche da accessori funzionali per soluzioni adeguate alle richieste dei clienti. Per ogni soluzione sono evidenziate prestazioni energetiche, caratteristiche e plus di valore. In più, tanti contenuti ed approfondimenti utili.

Velocità, semplicità ed efficienza sono i fili conduttori del nuovo sito, rispondendo così alle nuove esigenze di comunicazione.

Tra le maggiori novità:

  • Colore dominante bianco a evocare il concetto di sintesi e pulizia.
  • Navigazione semplificata per una user experience più agile.
  • Programmazione SEO per favorire il posizionamento sui motori di ricerca.
  • Less is more: riduzione dei gadget grafici (es. sezione “crea”) e delle animazioni per una navigazione più rapida ed efficiente.
  • Strumenti di condivisione Social (Facebook, Twitter).
  • Brochure in pdf in ogni pagina Sistema/Prodotto per fornire un eventuale approfondimento.
  • Maggior risalto alle innovazioni e all’attività di ricerca & sviluppo dell’azienda.
  • Presenza in tutte le pagine, compresa la home-page, di immagini di realizzazioni per veicolare meglio il concetto di realizzabilità legata al Sistema.
  • Motore di ricerca interno per parole chiave per facilitare la ricerca dei contenuti.

 

Fiore all’occhiello del sito è la perfetta compatibilità con tablet, iPhone, iPad, smart-phone, e la condivisione dei contenuti attraversi i più usati social network come Twitter e Facebook. Sarà quindi possibile “postare” o “twittare”, in altre parole, condividere con gli utenti fotografie, realizzazioni, piuttosto che immagini di texture, colori, finiture, news o novità di prodotto.

Il restyling ha interessato anche l’aspetto grafico, asciutto, moderno, elegante, che evidenzia le immagini e i contenuti in modo piacevole ed efficace. Si è voluto privilegiare l’aspetto iconografico delle realizzazioni, presenti in ogni pagina di navigazione, per favorire l’accesso all’area Realizzazioni: completamente rivisitata nell’ottica di una maggiore fruibilità e accresciuta di nuovi progetti, la sezione è dotata di un filtro di ricerca rapido ed efficace per singoli prodotti e/o sistemi, localizzazione o tipologia di progetto.

La navigazione, oltre che dai contenuti relativi a Soluzioni e Sistemi, è arricchita da una copiosa presenza di news, eventi e approfondimenti. Costantemente aggiornato ed accresciuto di contenuti, il sito risulta dinamico e d’appeal anche per i navigatori più esigenti.

Ulteriore novità di questa edizione 2.0 è costituita dal motore di ricerca interno al sito, accessibile da ogni pagina di navigazione, che permette la ricerca (sui criteri simili a quelli di google.it) di immagini, testi, prodotti, contenuti anche partendo da una sola parola. La funzione di ricerca è, infatti, dopo la posta elettronica, l'attività online più diffusa. Il motore di ricerca ricopre, quindi, il ruolo di principale "driver di traffico" per il nostro sito. Non solo, il motore di ricerca è in grado di indirizzare traffico qualificato, segmentandolo in base ai bisogni informativi degli utenti. I formati pubblicitari adottati dai motori di ricerca consentono infine di instaurare una comunicazione coerente con gli interessi evidenziati dall'utente. Ogni pagina del sito è stata pertanto pensata e costruita sin dall'inizio in funzione dei motori di ricerca.

Insomma anche in questa occasione SanMarco apre una nuova strada nella comunicazione di settore con nuovi strumenti profondamente in linea con le caratteristiche più moderne ed efficaci della comunicazione globalizzata via rete.

In questo modo SanMarco mantiene elevato il valore del suo brand, rivolto alle logiche di servizio (Soluzioni e Sistemi SanMarco), alla ricerca della massima sintesi ed efficacia e ancora più vicino agli operatori del settore grazie ad un'attività di consulenza.

giugno 2012

Materia, Colore e Luce a Vicenza

Successo anche per la terza edizione di “Materia, Colore e Luce” a Vicenza, il convegno firmato SanMarco

Si è svolto il 25 maggio scorso a Vicenza la terza edizione del Convegno: ”Materia, Colore, Luce”, promosso da SanMarco, al quale hanno partecipato architetti, ingegneri e geometri dei tre ordini professionali vicentini nella prestigiosa cornice del Palazzo Bonin Longare, monumento palladiano e sede della Confindustria.

Ancora una volta SanMarco sostiene un’iniziativa di studio e confronto su una tematica centrale sia nel dibattito sull’architettura sia rispetto alla propria produzione: la materia attraverso il suo colore e la luce. La definizione dello spazio architettonico attraverso queste tre componenti è stata infatti occasione di confronto nella terza edizione vicentina del format, dopo quelle di Roma nel novembre 2010 e di Napoli nel giugno 2011.

Moderato e coordinato da Marcello Balzani, docente della Facoltà di Architettura dell’Università di Ferrara e direttore editoriale di Paesaggio Urbano, il convegno ha sviluppato, attraverso una serie di relazioni e presentazioni di casi studio, le tematiche concettuali e pratiche legate alle tre principali componenti dell’architettura - materia, colore e luce - capaci di definire ogni intervento progettuale, come afferma lo stesso Balzani: ”Se la materia, il colore e la luce sono ingredienti coerenti capaci di alimentare il percorso progettuale dello spazio architettonico, è anche vero che il loro potere si esprime nell'interrelazione, nella combinazione, nella capacità di saper governare molte regole del gioco non solo di ordine teorico, ma anche tecnico e tecnologico.”

Tra i relatori hanno dato il loro interessante contributo alcuni importanti progettisti del panorama italiano, come Gianluca Peluffo dello studio 5+1AA, Francesca Valan, Gianni Forcolini (docente in Lighting Design al Politecnico di Milano), Toni Follina, Gianni Cagnazzo (presidente ANAB) e personalità istituzionali come Giuseppe Pilla, presidente dell’Ordine degli Architetti P.P.C. di Vicenza, Antonio Schillaci, presidente dell’Ordine degli Ingegneri della Provincia di Vicenza, Guido Beltramini, direttore del Centro Internazionale di Studi di Architettura Andrea Palladio e Claudio Benincà, in rappresentanza dell’Ordine dei Geometri, che ha sostituito Giovanni Bisson, presidente del Collegio dei Geometri e Geometri Laureati della Provincia di Vicenza.

Dalle relazioni è emerso chiaramente come materia, colore e luce siano gli elementi costitutivi dello spazio architettonico, ma anche i componenti fisici che tracciano i contorni della relazione dell’uomo col mondo circostante. Tre poli che ogni professionista nel proprio percorso progettuale deve, non solo conoscere, ma anche tenere in considerazione, approfondendo i possibili sviluppi nati dalla loro combinazione e dalla relazione che instaurano con l’uomo. In quest’ottica, le tre componenti diventano cardine non solo per chi progetta, ma anche e soprattutto per chi, come SanMarco, produce e si confronta nella ricerca e nell’innovazione costante con le tematiche legate all’architettura contemporanea.

Il convegno ha costituito un percorso di aggiornamento su quanto la ricerca e l’innovazione hanno prodotto in termini di superfici, materiali, texture e componenti. L’approccio teorico, tecnico e tecnologico necessario per studiare materia, colore e luce non deve sottovalutare, però, lo stretto rapporto che hanno con la conoscenza, l'esperienza e la memoria di ciascuno.

Un incontro decisamente di grande successo questo vicentino: la partecipazione è stata talmente ampia da avere costretto gli organizzatori ad allestire una sala supplementare per il grande pubblico affluito. Segno non solo dell’importanza del tema e dell’alto livello di relatori, ma anche di un radicamento di SanMarco, sponsor e promotore dell’evento, nel territorio veneto e nel tessuto sociale, culturale, artistico e istituzionale di Vicenza. Anche il palazzo Bonin Longare, splendido esempio di architettura palladiana, accresciuta del pregevole contributo scamozziano, ha rappresentato la testimonianza evidente di come i tre fattori – materia, colore e luce – possano determinare l’identità delle architetture e il conseguente impatto sulle persone che le vivono.

Come nello stile di tutti i convegni firmati SanMarco, anche in questa occasione la convivialità di una cena insieme ai relatori ha concluso la giornata di lavori

Conclude Davide Desiderio, Image & Communication Manager SanMarco:”Il successo di questo evento è evidente; in particolare, mi preme sottolineare l’importanza di questa prestigiosa location, palazzo Bonin Longare del Palladio che è stata la cornice ideale, dove il flusso dei pensieri, per quanto selezionati e coordinati anticipatamente, ha trovato una sintesi perfetta: storie, racconti, vicende che intrecciano il modo di ” fare architettura”, attraverso le componenti di Materia, Colore e Luce…

giugno 2012

Costruiamo la ripresa

Unieco Laterizi & Co e SanMarco-Terreal Italia stringono un accordo commerciale nel settore dei componenti per l'edilizia: in particolare, le due aziende collaboreranno sia per i materiali tradizionali che per proposte innovative e sistemi integrati. REGGIO EMILIA - VALENZA 6 giugno 2012 "Costruiamo la ripresa": è questo il punto di partenza di un accordo commerciale sottoscritto da Unieco di Reggio Emilia (attivo nel settore dei materiali per costruire con la divisione Laterizi & Co) e da SanMarco-Terreal Italia (azienda del gruppo multinazionale Terreal specializzata nella produzione di materiali e sistemi in laterizio per l'architettura). "Osservando gli andamenti del mercato italiano dei laterizi e analizzando le rispettive potenzialità nella previsione dei prossimi anni - spiegano Umberto Magnani (direttore divisione Laterizi& Co di Unieco) e Fernando Cuogo (direttore generale di SanMarco-Terreal Italia) – abbiamo deciso di intraprendere un percorso comune per offrire al settore delle costruzioni una gamma di prodotti e soluzioni di alto profilo: mattoni faccia a vista estrusi e a pasta molle, coperture in laterizio, accessori e pezzi speciali, laterizi strutturali, pavimentazioni autobloccanti, cemento cellulare, pareti ventilate e altre soluzioni innovative e sistemi integrati in linea con le nuove esigenze del mondo delle costruzioni". L'accordo commerciale prevede anche lo sfruttamento più razionale degli impianti produttivi, che sono localizzati a Fosdondo e Alfonsine (RA) (per Unieco) e a Valenza, Noale e Castiglion Fiorentino (per SanMarco-Terreal Italia). "Vogliamo migliorare la nostra capacità di competere sul mercato – commentano Umberto Magnani (direttore divisione Laterizi & Co di Unieco) e Fernando Cuogo (direttore generale di SanMarco-Terreal Italia) - offrendo, pur in questa fase di profonda crisi strutturale del settore che perdura da diversi anni, la più ampia gamma di prodotti e servizi in un mercato che non potrà più essere di quantità ma di qualità. Tra le prime azioni congiunte si procederà alla integrazione della comunicazione e degli strumenti di marketing, concretizzando un'offerta completa di prodotti attraverso nuove soluzioni e sistemi, frutto della ricerca e della sperimentazione di Unieco e SanMarco". L'accordo, che ha una durata biennale, punta allo sviluppo e all'ottimizzazione della rete di vendita al fine di consentire una presenza sempre più capillare sul territorio italiano, elevando la qualità del servizio al cliente. Sempre nell'ottica di miglioramento del servizio al cliente, i siti produttivi di entrambe le aziende funzioneranno da piattaforma logistica integrata per l'intera gamma prodotti. Tra Unieco e SanMarco-Terreal Italia, non sono intercorsi scambi azionari, ma bensì un accordo commerciale mirato all'incremento dell'offerta, del livello di servizio, della presenza sul mercato e, non da ultimo, alla proposta di soluzioni e sistemi innovativi.

maggio 2012

MOSE e mattone SanMarco salvano Venezia

A fine maggio si assisterà alla posa delle fondazioni delle barriere mobili del MO.S.E. nella laguna di Venezia, che permetterà la difesa della città da alluvioni e dal degrado morfologico. SanMarco ha dato il suo contributo con la produzione di un particolare MATTONE denominato "ROSSO MOSE". Dopo infatti una lunga ed accurata ricerca e numerose valutazioni di commissioni tecniche abbiamo prodotto un mattone con finitura superficiale VIVO senza sabbia, utilizzando una miscela di argille idonee all'ambiente lagunare-marino in presenza di acqua salata e sottoposte a venti forti. Questi mattoni sono stati utilizzati per il rivestimento e per le finiture architettoniche degli edifici e dei muri paraonde a Bocca di Lido, Treporti. Nell'ultimo mese sono state installate le porte della conca di navigazione, l'area che servirà a far transitare comunque le imbarcazioni dirette in laguna, anche a barriere chiuse, all'altezza della bocca di Lido-Treporti. Il Consorzio Venezia Nuova concessionario dell'opera afferma che sono state avviate le operazioni per il varo e il posizionamento finale degli alloggiamenti della barriera di paratoie, opera che avverrà entro maggio. Ad oggi i lavori per la realizzazione del MO.S.E. sono arrivati al 65% e il completamento è previsto per il 2014. Il MO.S.E. non è un'opera isolata, ma rientra nel Piano Generale di Interventi per la salvaguardia di Venezia e della laguna che il Ministero delle Infrastrutture, con il Magistrato alle Acque di Venezia, tramite il concessionario Consorzio Venezia Nuova, ha avviato nel 1987. Lo scopo del progetto MO.S.E. è la soluzione al problema dell'acqua alta, un evento che la città di Venezia e gli altri centri abitati della laguna subiscono da sempre soprattutto in autunno, inverno e primavera e che negli ultimi decenni si è particolarmente aggravato. In futuro il fenomeno delle acque alte potrebbe aggravarsi per il previsto aumento del livello del mare come effetto dei cambiamenti climatici. Rispetto a questo problema, il MO.S.E. è stato progettato, secondo un criterio precauzionale, per fronteggiare un eustatismo fino a 60 cm, cioè superiore anche alle recentissime stime dell'IPCC (Intergovernmental Panel on Climate Change), che prevedono un innalzamento del mare nei prossimi 100 anni in un range compreso tra 18 e 59 cm. Grazie alla flessibilità di gestione, il MO.S.E. può far fronte a un aumento delle acque alte in modi diversi in base alle caratteristiche e all'entità dell'evento di marea. Il mattone SanMarco, tradizionale ed innovativo al tempo stesso si inserisce perfettamente nel contesto lagunare, costituendo l’elemento di continuità con il territorio di tutto l’intervento e favorendo l’abbassamento dell’impatto ambientale di questo eccezionale progetto ingegneristico che salverà Venezia.

maggio 2012

SOLAREXPO, Fiera di Verona 9 - 11 maggio 2012

SOLAREXPO si colloca stabilmente fra i primi 3 eventi fieristici specializzati al mondo sull'energia solare. Copre inoltre le altre tecnologie per le fonti rinnovabili e la generazione distribuita. Vi partecipano non solo tutti gli attori industriali nazionali delle rinnovabili, ma anche tutti i leader internazionali del solare. L'esposizione fieristica è affiancata da un importante corpus di eventi tecnico-scientifici, comunicativi e di policy, che nel complesso - anche grazie alle sinergie generate con il salone parallelo GREENBUILDING - da sempre fanno di SOLAREXPO l'evento di riferimento per l'intera "community" nazionale delle rinnovabili, e un benchmark anche a livello internazionale. Sulla strada tracciata dalla filosofia della manifestazione, SanMarco proporrà il proprio contributo, mettendo a disposizione dei visitatori alcuni esempi di sistemi di facciata ventilata e brises soleil, con materiali in laterizio, estrusi e a pasta molle, assemblati a secco. La proposta è nella direzione di nuova Architettura, sostenibile ed efficiente, dove il laterizio, con la sua eternità e la sua grande capacità di adattarsi a tutti i contesti, si propone ai progettisti per una nuova filosofia di progetto, consapevole e sempre appropriata.

maggio 2012

Materia Colore Luce. Al via la terza edizione del convegno.

Sarà Vicenza, la location della terza edizione del Convegno dal titolo: "Materia Colore Luce", promosso da SanMarco Terreal Italia insieme ad Oikos e organizzato da Paolo Zanetti di UniPubblicità & Marketing con Marcello Balzani, direttore editoriale della Maggioli e docente presso la Facoltà di Architettura di Ferrara. Il Convegno è promosso dall'Ordine degli Architetti, P.P. e C. della Provincia di Vicenza con il patrocinio dell'Ordine degli Ingegneri della Provincia di Vicenza e del Collegio dei Geometri e Geometri Laureati della Provincia di Vicenza. Tra le associazioni a livello nazionale che, per l'importanza dell'evento, hanno concesso il loro patrocinio: ANAB Associazione Nazionale Architettura Bioecologica, ANCE Vicenza, Collegio Costruttori Edili. Prestigiosa cornice del convegno sarà palazzo Bonin Longare, sede di Confindustria Vicenza, che sorge all'inizio di Corso Palladio, all'angolo settentrionale con Piazza Castello. I disegni del palazzo furono forniti già dal 1572 da Andrea Palladio al promotore dell'intervento, Francesco Thiene; i lavori, tuttavia, non iniziarono prima del 1580, quindi dopo la morte di Palladio. L'edificio si sviluppa su due piani con soprastante attico, che si affaccia verso i due spazi urbani con prospetti molto diversi nel ritmo e nell'impaginazione architettonica, esito di due distinte elaborazioni progettuali: del Palladio prima e, successivamente, dopo la sua morte, di Vincenzo Scamozzi. SanMarco-Terreal Italia, azienda di riferimento nella produzione di sistemi e soluzioni in laterizio per l'architettura, nell'ambito dei suoi programmi di sostegno al dibattito architettonico contemporaneo, ha contribuito fattivamente alla ideazione del format e alla realizzazione di questo appuntamento a Vicenza. Afferma Davide Desiderio, Image & Communication manager SanMarco:"Siamo molto fieri della scelta di una location così importante, frutto della volontà di inserire il convegno in un luogo dell'immaginario figurativo e culturale locale, ricco di storia e riconosciuto al pari della città come patrimonio storico ed architettonico dell'UNESCO. Sono anche particolarmente orgoglioso che sia SanMarco a rendere possibili iniziative culturali così importanti, se non uniche, nel panorama italiano". La conferenza, che si terrà venerdì 25 maggio, è la terza edizione – dopo la prima tenutasi a Roma presso la Casa dell'Architettura nel novembre 2010 e la seconda alle Catacombe di San Gennaro di Napoli lo scorso giugno – di una serie di appuntamenti che si sviluppano attraverso le città italiane, incontrando ogni volta come relatori architetti e designer provenienti da aree geografiche, culturali e percorsi formativi differenti. L'obiettivo è di trasmettere ad una platea tecnica (architetti, ingegneri, geometri), in maniera accessibile e strumentalmente operativa, il grande valore delle componenti Materia, Luce e Colore nel percorso del progetto architettonico, in termini di interrelazione, combinazione e capacità di saper governare le logiche del progetto, siano esse di ordine teorico, ma anche tecnico e tecnologico. Tra i relatori parteciperanno importanti architetti del panorama italiano come Alfonso Femia e Gianluca Peluffo (5+1 AA), Francesca Valan (CMF Designer), Gianni Forcolini (Docente in Lighting Design al Politecnico di Milano), Toni Follina (Studio Follina), Gianni Cagnazzo (Presidente ANAB) e personalità istituzionali come Giuseppe Pilla, presidente dell'Ordine degli Architetti P.P. e C. di Vicenza, Antonio Schillaci, presidente dell'Ordine degli Ingegneri della Provincia di Vicenza e Giovanni Bisson, presidente del Collegio dei Geometri e Geometri Laureati della Provincia di Vicenza e Guido Beltramini, direttore del Centro Internazionale di Studi di Architettura Andrea Palladio. Testimonial per SanMarco saranno gli architetti Peluffo e Femia, impegnati nella progettazione dell'ampliamento della Università IULM di Milano e Toni Follina, sensibile conoscitore del laterizio e progettista, fra le altre, della sede della Provincia di Treviso e della Biblioteca comunale di Montebelluna, architetture tutte dove il laterizio a vista SanMarco raggiunge eccellente espressività materica e formale. "Materia, Colore e Luce sono i tre componenti essenziali che definiscono lo spazio architettonico, commenta ancora Davide Desiderio, Image & Communication manager SanMarco. È da questi presupposti che è partito due anni fa il nuovo format convegnistico, che attraverso esperienze progettuali differenti, permetterà di fare il punto su molti condensati di ricerca e di innovazione in merito alla creazione di superfici, componenti e applicazioni impiantistiche". Scrive Marcello Balzani nel delineare il concept del convegno: "Materia Colore e Luce sono tre compagni di viaggio della nostra vita sul pianeta che stimolano continuante i nostri sensi, ma che dimostrano anche l'incessante funzione di adattamento che ha strutturato nel tempo le migliori capacità e potenzialità umane. Noi siamo fotosensibili, vediamo a colori […]. Crediamo che lo spazio risulti una struttura confinata all'interno di una logica soprattutto dimensionale, cartesiana, invece ad ogni passo nella vita (fin da piccoli) ci rendiamo conto che intorno a noi lo spazio si dilata, accoglie, riscalda, raffredda, allontana, divide in tanti modi e molto diversamente a seconda del potere (o sarebbe meglio dire dei poteri) che la materia, il colore e la luce assumono. […] Ma se la materia, il colore e la luce sono ingredienti coerenti e capaci di alimentare il percorso progettuale dello spazio architettonico, è anche vero che il loro potere si esprime nell'interrelazione, nella combinazione, nella capacità di saper governare molte regole del gioco che sono non solo di ordine teorico, ma anche tecnico e tecnologico".

aprile 2012

Un successo la IV edizione del Convegno, firmato SanMarco: "Architettura cosciente, Architettura appropriata"

Quarto appuntamento firmato SanMarco "Architettura cosciente, Architettura appropriata" Teatro del Pavone - Perugia, venerdì 16 marzo 2012 Un successo anche la quarta edizione del Convegno, firmato SanMarco, "Architettura cosciente, Architettura appropriata" ed ospitato dal prestigioso Teatro del Pavone di Perugia. Oltre 300 partecipanti, tra architetti, ingegneri e geometri hanno riempito la platea e gli ordini superiori di gallerie del teatro del Pavone, il gioiello settecentesco nel cuore di Perugia, per il Convegno SanMarco: "Architettura cosciente–Architettura appropriata", il 16 marzo scorso. L'importante convegno, giunto alla sua quarta edizione, dopo quella milanese (Terrazza Martini, 26 settembre 2009), quella veneziana (Scuola Grande San Giovanni Evangelista, 10 giugno 2010) e quella fiorentina (Istituto degli Innocenti, 16 marzo 2011) ha avuto luogo in una delle più prestigiose location della città di Perugia: il teatro del Pavone, gioiello settecentesco (del 1717 è l'inizio dei lavori, che furono poi completati nel 1723), fucina di eventi culturali di prestigio, un luogo dove la città riconosce con orgoglio la sua storia ed il suo immaginario collettivo. Marcello Balzani, ideatore del Format e moderatore del convegno afferma:" Oggi più che mai è importante porre l'esigenza di una ripresa di coscienza, che chiede di interrogarsi continuamente sulla qualità del fare architettura sia in rapporto alle risorse del territorio, sia in rapporto alle materie del costruire. E questo Convegno giunto ora alla sua quarta edizione ne ha costituito un’occasione importante". Anche in questa edizione del Convegno itinerante le istituzioni e le realtà culturali locali e regionali hanno riconosciuto l'importanza di un evento di alto livello come momento di incontro e riflessione sui temi dell'architettura contemporanea. Per questi motivi si sono aggregati i patrocini del Comune di Perugia, della Fondazione Umbra per l'Architettura, dell'IN/ARCH -Istituto nazionale di Architettura-, dell'ANCI -Associazione Nazionale dei Comuni Italiani- e del FAI- Fondo Ambiente Italiano-, oltre a quelli dell'Ordine degli Architetti, P.P. e C. della provincia di Perugia, dell'Ordine degli Ingegneri della provincia di Perugia, del Collegio dei Geometri e Geometri Laureati della Provincia di Perugia e dell'ANTEL -Associazione Nazionale Tecnici Enti Locali-. Segno, tutto questo, di una attenzione delle istituzioni del territorio verso le attività culturali e di comunicazione di un'azienda, come SanMarco, che da anni investe nel sostegno alla cultura e al dibattito architettonico contemporaneo. Hanno aperto il convegno i saluti di benvenuto dei presidenti degli enti patrocinatori: Paolo Vinti, presidente dell'Ordine degli Architetti di Perugia, Roberto Baliani, presidente dell'Ordine degli ingegneri di Perugia, Alberto Chiariotti, presidente del Collegio dei Geometri di Perugia, Wladimiro Boccali, sindaco di Perugia e Ilaria Borletti Buitoni, presidente nazionale del FAI – Fondo Ambiente Italiano. Le tematiche più proprie del convegno di architettura sono invece state introdotte da Marcello Balzani, che ha presentato i relatori inserendoli in un quadro generale di discussione dove ognuno, proveniente da esperienze professionali, formative e di vita differenti, da aree geografiche e anagrafiche diverse si è confrontato su tematiche comuni di architettura contemporanea. Marcello Balzani ha poi aperto i lavori presentando i relatori e cercando di individuare differenze ed affinità tra le diverse voci ed approcci: Paolo Luccioni, Andrea Bruno, Laura Zampieri (CZ Studio Associati), Andrea Liverani (Molteni-Liverani Architetti), Gianluca Peluffo (studio 5+1AA), Giovanni Corbellini. Rimandiamo agli abstract l'approfondimento sui contenuti. Attraverso il confronto/dibattito con protagonisti del progetto architettonico contemporaneo è comunque stato possibile capire come dare significato alle azioni, come attribuire responsabilità al progetto per un'architettura cosciente e quindi appropriata. Dai contributi dei relatori è stato cioè possibile rendersi conto come risultino progressivamente presenti alcune strategie di percorso che, nella metodologia progettuale e nella logica di realizzazione, tendono a costituire l’ossatura di una coscienza sostenibile che, per consolidarsi, richiede una qualità e una sperimentalità applicativa. Il commento finale a Davide Desiderio, responsabile Immagine e Comunicazione SanMarco Terreal Italia ed organizzatore dell'evento: "Come vocaboli di un ipotetico "dizionario" dell'architettura cosciente e sostenibile, le testimonianze di architetti contemporanei di diverse generazioni nel corso delle quattro edizioni di questo format itinerante si sono alternate per dar vita ad un dibattito continuo circa i presupposti che permettono di individuare esperienze e progetti significativi e "coscienti" nel panorama italiano ed internazionale. Boris Podrecca, Isolarchitetti, Giancarlo De Carlo Associati, Molteni e Liverani, Angelo Torricelli, Flavio Bruna, Paolo Mellano, Citterio e Viel Associati, Danilo Guerri, Mauro Galantino, C+S Cappai Segantini, Benedetta Tagliabue, Paolo Zermani, Adolfo Natalini, Giovanni Vaccarini, Andreas Kipar, Paolo Luccioni, Andrea Bruno, Giovanni Corbellini, Alfonso Femia, Gianluca Peluffo, Laura Zampieri... sono alcuni di quei protagonisti che hanno dato lustro agli eventi itineranti... Arrivederci a tutti alla quinta edizione 2013!".



Scarica le foto e gli abstract dell'evento
febbraio 2012

Riprende “a teatro” la stagione 2012 dei grandi convegni SanMarco

Sarà il prestigioso Teatro del Pavone a Perugia il 16 marzo 2012 ad ospitare la 4° edizione del Convegno SanMarco: "Architettura cosciente – Architettura appropriata". Il gioiello settecentesco (del 1717 è l'inizio dei lavori, che furono poi completati nel 1723), fucina di eventi culturali di prestigio, è un luogo dove la città riconosce con orgoglio la sua storia ed il suo immaginario collettivo; la platea ed gli ordini di gallerie ospiteranno i convenuti, mentre il suo palcoscenico farà da sfondo alla "rappresentazione" del dibattito architettonico, che anche per questa occasione si prevede di altissimo livello. Come vocaboli di un dizionario di architettura cosciente e sostenibile, le testimonianze di architetti contemporanei di diverse generazioni proseguono in questo quarto appuntamento, che avrà come prestigiosa location la città di Perugia, in uno dei suoi monumenti più insigni e rappresentativi. Le precedenti edizioni, che si sono svolte con grandissimo successo di pubblico a Milano (Terrazza Martini, 26 settembre 2009), a Venezia (Scuola Grande San Giovanni Evangelista, 10 giugno 2010) e a Firenze (Istituto degli Innocenti, 16 marzo 2011) hanno visto tra i relatori, architetti del panorama nazionale ed internazionale come Boris Podrecca, Isolarchitetti, Giancarlo De Carlo Associati, Molteni e Liverani, Citterio e Viel Associati, Danilo Guerri, Angelo Torricelli, Mauro Galantino, C+S Cappai Segantini, Benedetta Tagliabue, Paolo Zermani, Adolfo Natalini, Giovanni Vaccarini, Andreas Kipar. Saranno cinque i filoni tematici del convegno perugino: "La materia del Paesaggio", "Moderno e Antico", "Natura e Paesaggio", "Abitare i luoghi", "Linguaggi della Contemporaneità". Temi sui quali dibatteranno: Paolo Luccioni, Andrea Bruno, Enrico Molteni, Andrea Liverani, Laura Zampieri, 5+1AA. Sarà Marcello Balzani, direttore di Paesaggio Urbano, a moderare i lavori. Anche in questa edizione del Convegno le istituzioni e le realtà culturali locali e regionali hanno riconosciuto l'importanza di un evento di alto livello come momento di incontro e riflessione sui temi dell'architettura contemporanea. Per questi motivi si sono aggregati i patrocini del Comune di Perugia, della Fondazione Umbra per l'Architettura, dell'IN/ARCH -Istituto nazionale di Architettura-, dell'ANCI -Associazione Nazionale dei Comuni Italiani- e del FAI- Fondo Ambiente Italiano-, oltre a quelli dell'Ordine degli Architetti, P,P e C della provincia di Perugia, dell'Ordine degli Ingegneri della provincia di Perugia, del Collegio dei Geometri e Geometri Laureati della Provincia di Perugia e dell'ANTEL -Associazione Nazionale Tecnici Enti Locali-. Segno, tutto questo, di una attenzione delle istituzioni del territorio verso le attività culturali e di comunicazione di un'azienda, come SanMarco, che da anni investe nel sostegno alla cultura e al dibattito architettonico contemporaneo. E' importante, poi, che un'azienda leader tra i produttori di sistemi in laterizio per l'architettura si interroghi sulle ragioni di continuità di un linguaggio che è esperienza, tradizione e in qualche modo anche parte di un'evoluzione tecnologica e compositiva. Attraverso il dibattito con protagonisti del progetto architettonico contemporaneo sarà possibile, anche dal punto di vista selettivo ma strategico delle performance del laterizio, capire come dare significato alle azioni, come attribuire responsabilità al progetto per un'architettura cosciente e quindi appropriata. Inoltre, durante l'incontro, mettendo a confronto alcuni importanti studi di progettazione dell'architettura contemporanea, sarà possibile rendersi conto come risultino progressivamente presenti alcune strategie di percorso che, nella metodologia progettuale e nella logica di realizzazione, tendono a costituire l'ossatura di una coscienza sostenibile che, per consolidarsi, richiede una qualità e una sperimentalità applicativa. Afferma Davide Desiderio -communication manager SanMarco-:"Giunge ora alla sua quarta edizione il convegno firmato SanMarco, a buon diritto riconosciuto come un importante momento di riflessione nel panorama culturale italiano, un convegno che ha il merito di far comprendere come oggi sia più che mai importante porre l'esigenza di una ripresa di coscienza, che chiede di interrogarsi continuamente sulla qualità del fare architettura sia in rapporto alle risorse del territorio sia in rapporto alle materie del costruire." Siamo pertanto lieti di invitarvi a questo importante evento che riconferma SanMarco come azienda di riferimento del panorama culturale architettonico italiano, partner dei grandi architetti e unica azienda del suo settore in grado di sostenere e promuovere eventi di così grande valore tecnico e culturale. Nel pdf allegato troverete l'invito con il programma e il coupon per la registrazione che vi invitiamo a compilare e a far compilare ai vostri invitati. Arrivederci a tutti a Perugia!

ottobre 2011

La nuova strategia di SanMarco Terreal Italia presentata al Made Expo 2011

Con uno stand completamente rinnovato SanMarco Terreal Italia presenta a Made Expo 2011 una nuova strategia che propone sistemi e non solo prodotti: Sistemi integrati di soluzioni per le coperture, le pareti e le pavimentazioni. Continua al Made Expo 2011, manifestazione internazionale più importante del settore dedicata al mondo del progetto, del design e delle costruzioni, il successo di un'azienda che ha scritto pagine importanti nella storia del laterizio e che continuamente, come in questa occasione, dimostra di essere in grado di rintracciarne motivi e ragioni di continuità, proponendo risposte e soluzioni ad un mercato sempre in evoluzione, attento agli aneliti di modernità e innovazione. Si concretizza così nell'offerta di Sistemi integrati di materiali per pareti, pavimenti e coperture la nuova strategia SanMarco, che grazie alla collaborazione con altri produttori di materiali per l'architettura propone una nuova sfida commerciale in grado di fornire un'offerta completa e ricca di vantaggi per la clientela. Sempre più oggi nel settore delle costruzioni assume particolare importanza la prospettiva di considerare i sistemi costruttivi funzionali piuttosto che i singoli componenti. SanMarco ha intrapreso un percorso di evoluzione della propria proposta commerciale, puntando in maniera decisa sul servizio al cliente e proponendo Sistemi completi sotto il profilo tecnico-prestazionale. Questi sistemi assicurano: - approvvigionamento in un'unica fornitura di tutti i materiali necessari, con evidenti vantaggi in termini di risparmio di tempo nella scelta dei prodotti e nella selezione dei fornitori; - rispetto di tutti i requisiti normativi vigenti per le costruzioni; - efficace gestione delle operazioni di posa in opera; - migliori garanzie nei confronti dell'utente finale sia rispetto alla qualità dei manufatti sia rispetto al contenimento dei costi per la loro manutenzione. Il primo segno di questo cambiamento per i visitatori del Made si è concretizzato nel nuovo stand, progettato dall'arch. Davide Desiderio, Image & Communication Manager SanMarco: all'interno dei tre ambienti allestiti-Sistema Tetto, Sistema Parete, Sistema Pavimento-sono stati presentati per ciscuno 4 pacchetti completi con la stratigrafia delle soluzioni proposte. Nello Stand, coordinato nell'immagine grafica da Carta e Matita, agenzia che da anni cura l'immagine e la comunicazione SanMarco, erano inoltre presenti due alberi veri, simbolo di una mission devota alla biocompatibilità e allo sviluppo di prodotti rispettosi dell'ambiente. Ampio spazio è dedicato infatti al fotovoltaico, un settore in grande spansione. "Siamo pienamente soddisfatti del risultato ottenuto, afferma Davide Desiderio, Image & Communication Manager SanMarco, non solo in termini di dati-le cifre complessive hanno infatti superato di gran lunga le migliori aspettative. 253.533 presenze (+4,7%), di cui 31.905 stranieri con un significativo incremento del 34%-, ma anche per il clima positivo che si respirava all'interno dei padiglioni. In particolare Made expo si è rivelato ancora una volta uno strumento efficace per SanMarco, che ha trovato nella manifestazione importanti occasioni di business, servizi e approfondimenti. Unanime il positivo riscontro da parte dei visitatori rispetto all'alto contenuto di innovazione e ricerca presentato nel nuovo Stand, che si è fatto notare per il grande impatto estetico e per l'originalità della comunicazione".

settembre 2011

SanMarco e gli impegni fieristici d'autunno

Si apre la stagione autunnale delle maggiori fiere italiane di settore: Saie, Cersaie, Made Expo, Zero Emission. SanMarco si presenta con importanti novità sia nella comunicazione sia nelle proposte: da prodotto a sistemi edilizi completi di ogni tipo di accessorio per la Parete, il Tetto e il Pavimento. Questa tra le più significative innovazioni che vedrete nei prossimi appuntamenti fieristici. Ecco il calendario: ZERO EMISSION 2011 Energie Rinnovabili per il Mediterraneo: Roma, 14-16 settembre 2011 Nell'intento di dare visibilità ai nostri prodotti per fotovoltaico solare e per solare termico, SanMarco sarà presente alla Fiera Zero Emission di Roma, che offre ai visitatori 4 Saloni: Eolica Expo Mediterranean, CO2 Expo, PV Rome Mediterranean, Solar Tech. Saremo presenti nel Pad.9 - Stand F03. CERSAIE Salone internazionale della Ceramica: Bologna, 20-24 settembre 2011 Dopo il successo della scorsa edizione, SanMarco sarà presente al Cersaie con uno stand, importante punto di riferimento per la nostra clientela estera. Le coordinate per raggiungere la nostra area espositiva sono: Padiglione 36 - Stand A11. MADE EXPO 2011 Milano, 5-8 ottobre 2011 SanMarco non mancherà a questo importante salone internazionale, che si avvia a superare per quantità di metri quadrati occupati e per numero di presenze, il Saie di Bologna, storico appuntamento per il settore delle costruzioni. Saremo presenti con uno stand nuovissimo e di grande impatto al Padiglione 9 dei Sistemi Edilizi, Stand P33-Q30. Tema di questo anno i Sistemi SanMarco - Sistema Tetto, Sistema Parete, Sistema Pavimento – mentre il filo conduttore sarà il "green building" a segnalare il nostro impegno costante verso le tematiche del risparmio energetico, dell'impegno sociale, della politica ambientale, della certificazione energetica e del comfort abitativo. Tavoli tematici con piante vere, casottini "Le idee dell'architettura", che conterranno i mock-up dei Sistemi SanMarco, postazioni internet e referenze fotografiche saranno gli elementi del progetto che abbiamo sviluppato.

giugno 2011

Materia, Colore e Luce animano le Catacombe di S. Gennaro (Na)

Ancora una volta SanMarco sostiene un'iniziativa di studio e confronto su una tematica centrale nel dibattito sull’architettura e rispetto alla propria produzione: la materia attraverso il suo colore e la luce. La definizione dello spazio architettonico attraverso queste tre componenti è stata infatti occasione di confronto in un seminario promosso dall'Ordine degli Architetti di Napoli e Provincia e patrocinato da Ordine degli Ingegneri della provincia di Napoli, Collegio dei geometri di Napoli. Oltre 400 architetti, ingegneri, geometri e designer hanno affollato la navata centrale della Basilica Paleocristina di San Gennaro presso le omonime Catacombe a Napoli per il Convegno "Materia, Colore, Luce" sulle tematiche legate alle tre principali componenti della progettazione architettonica, organizzato giovedì scorso 16 giugno con il contributo di SanMarco-Terreal Italia. SanMarco, nell'ambito dei suoi programmi di sostegno al dibattito architettonico contemporaneo, ha fattivamente contribuito alla realizzazione di questo format, che ha visto la sua prima edizione a Roma, lo scorso 29 novembre 2010 presso la presso la Casa dell'Architettura, sede dell'Ordine degli Architetti di Roma, e che proseguirà in altre città italiane e che si pone come obiettivo quello di trasmettere ad una platea tecnica in maniera accessibile e strumentalmente operativa il valore delle componenti Materia, Colore e Luce nel percorso progettuale del progetto architettonico. Moderato e coordinato da Marcello Balzani, docente della Facoltà di Architettura dell'Università di Ferrara e direttore editoriale di Paesaggio Urbano, al quale si deve una interessantissima introduzione, il convegno ha sviluppato, attraverso una serie di relazioni e presentazioni di casi studio, le tematiche concettuali e pratiche legate alle tre principali componenti dell'architettura (materia, colore e luce, appunto), capaci di definire ogni intervento progettuale, come afferma lo stesso Balzani: "Se la materia, il colore e la luce sono ingredienti coerenti capaci di alimentare il percorso progettuale dello spazio architettonico è anche vero che il loro potere si esprime nell'interrelazione, nella combinazione, nella capacità di saper governare molte regole del gioco che sono sia di ordine teorico, ma anche tecnico e tecnologico." Dopo il saluto iniziale da parte del padrone di casa, Don Antonio Loffredo, direttore delle Catacombe di Napoli, che ha fatto salutato i presenti testimoniando le azioni concrete di restauro e recupero dell'interessante patrimonio delle Catacombe e delle attività ed iniziative di comunicazione volte a far conoscere e a diffondere ad un pubblico sempre maggiore questa importante realtà artistica. Nel vivo dei contenuti del convegno Flavio Bruna dello Studio Isolassociati di Torino, anche in rappresentanza del prof. Aimaro Isola, trattenuto da lievi problemi di salute, ha illustrato alcuni dei più rappresentativi progetti dello studio "tra pietra ed alberi, tra terre e cristalli", mostrando come la materia, soprattutto quella laterizia, portata a vista ed illuminata sapientemente dalla luce, mostri di per sé colori e tonalità ineguagliabili. Mario Nanni ha presentato il video relativo al suo progetto della illuminazione della Scala di Milano, affascinando un foltissimo pubblico attendo al concetto di luce e materia negli spazi pubblici. Luce e Colore sono l'espressività di una materia, suscettibile ai cambiamenti nel corso della giornata, con condizioni atmosferiche differenti. Benedetta Tagliabue, dello studio EMBT di Barcellona, ha proposto le sue riflessioni mostrando le sue architetture del panorama nazionale ed internazionale e cercando un filo conduttore tra le forme del colore e della materia, fatto di sensibilità personale, creatività, lettura del contesto, tradizione e avanzata ricerca progettuale. Materia, Colore e Luce tra qualità dei materiali e comfort visivo sono stati gli spunti proposti da Gianni Cagnazzo, che ha sottolineato l'importanza della percezione della materia e del colore attraverso la nostra sensorialità elaborata dal cervello. Ha chiuso il convegno Giovanni Multari, dello studio Corvino+Multari, che ha parlato di come colore e materia pervadano le loro architetture e siano concetti importanti da considerare non solo nella progettazione, ma anche nella costruzione dell’architettura. Una giornata dunque dedicata ai tre temi cardine per chi progetta, per chi traduce l'analisi teorica in applicazione concreta e soprattutto per chi produce e si confronta nella ricerca e nell’innovazione costantemente, come SanMarco, con le tematiche legate all’architettura contemporanea. Come nello stile di tutti i convegni firmati SanMarco, anche in questa occasione non è mancata la convivialità di una cena insieme ai relatori sul Golfo partenopeo all’ombra del Castel dell'Ovo ammirando l'eclissi lunare. Conclude Davide Desiderio, Image and Communication Manager SanMarco: "Il successo di questo evento è evidente, ma in particolare mi preme sottolineare l'importanza di questa prestigiosa location, le Catacombe di San Gennaro,il luogo ideale, dove il flusso dei pensieri, per quanto selezionati e coordinati anticipatamente, ha trovato una sintesi perfetta: storie, racconti, vicende che intrecciano il modo di "fare architettura", attraverso le componenti di Materia, Colore e Luce".

giugno 2011

MAESTRAL® vince il prestigioso Premio Klimahouse Trend 2011

A SanMarco l'importante premio per la ricerca e l'innovazione nel laterizio. MAESTRAL® di SanMarco Terreal Italia si è aggiudicato il premio Klimahouse Trend 2011 per la ricerca e l’innovazione nella categoria "Sistemi per l'involucro" come miglior sistema di pannelli in cotto, grande formato, a doppia pelle, adatto alla realizzazione di facciate ventilate. Si è infatti svolta mercoledì 18 maggio, nella prestigiosa cornice del 4° Forum di Architettura di Milano, organizzato da Il Gruppo 24 Ore, la cerimonia ufficiale di premiazione delle aziende vincitrici del "Klimahouse Trend" dedicato ai prodotti per l'architettura esposti durante l'ultima edizione della fiera Klimahouse che hanno saputo coniugare tecnologia e soluzione formale confermando elevate caratteristiche di risparmio ed efficienza energetica. KlimaHouseTrend è un osservatorio in collaborazione con Fiera di Bolzano e la rivista FRAMES del Gruppo 24 Ore, che attraverso l'analisi di un autorevole comitato scientifico, segnala annualmente le migliori proposte eco-compatibili delle aziende italiane di produzione dei materiali da costruzione. Il premio KlimaHouseTrend 2011, giunto quest'anno alla sua seconda edizione, rintraccia nel panorama italiano le proposte più innovative e più efficienti, capaci di coniugare in una sintesi olistica tra tecnologia e soluzione formale (ove necessaria), tra i materiali o i sistemi costruttivi occorrenti per realizzare una costruzione ecosostenibile. Queste qualità sono state riconosciute quest'anno al sistema Terreal per la facciata ventilata, MAESTRAL®, il primo elemento di grande formato progettato e prodotto sul mercato mondiale, che è risultato tra i sistemi per l'involucro, "il miglior sistema di pannelli in cotto di grande formato a doppia pelle adatto alla realizzazione di facciate ventilate ecosostenibili". Elemento a doppia pelle, di grande formato (fino a 40x152 cm per 4 cm di spessore), con bordo stondato e sistema di fissaggio che ne consente la posa sia in orizzontale, sia in verticale. Il particolare tipo di struttura che viene proposta per l'assemblaggio può restare nascosta dietro alle lastre o essere messa in mostra tra i giunti. Elegante, contemporaneo, versatile, rappresenta ad oggi uno dei prodotti più prestigiosi sul mercato, a disposizione dei progettisti e degli operatori. Il sistema Maestral® è inoltre stato sottoposto a test di resistenza alle sollecitazioni da evento sismico dal CSTB, con risultati apprezzabili anche per sollecitazioni di forte intensità. Tra gli utilizzatori di questo prodotto si ricorda l'architetto Renzo Piano che ne ha collaborato alla ideazione formale e che lo ha utilizzato alla Cité International di Lione (Francia). Sul palco, per la consegna dei premi alle 36 aziende selezionate, Donatella Bollani, Fabrizio Bianchetti, Valeria Erba, Ulrich Klammsteiner dell'Agenzia Casa Clima capitanati da Giorgio Gajer, Direttore Tecnico di Fiera Bolzano. Soddisfazione condivisa da parte delle aziende premiate ed in particolare SanMarco Terreal Italia, rappresentata da Davide Desiderio, Image & Communication manager, che ha ringraziato la giuria per il diploma ricevuto, "apprezzato riconoscimento per il forte impegno sul fronte della ricerca e dello sviluppo di un'azienda, capace, oltre che di salvaguardare tradizione e sapere, anche di slanci innovativi verso nuovi orizzonti di modernità del laterizio." I 36 prodotti premiati verranno pubblicati sulla rivista Frames, mediante una scheda speciale e segnalati sulla rivista Il Sole24 ORE Arketipo oltre ad essere comunicati sui portali: www.archinfo.it e www.edilio.it.

maggio 2011

Catacombe di S. Gennaro (Na): II edizione del Convegno "Materia, Colore, Luce"

Saranno le Catacombe di San Gennaro di Napoli la location della seconda edizione del Convegno dal titolo: "MATERIA COLORE LUCE", organizzato da Paolo Zanetti di UniPubblicità & Marketing con Marcello Balzani, direttore editoriale della Maggioli e docente presso la Facoltà di Architettura di Ferrara. Il Convegno è promosso dall'Ordine degli Architetti, P.P. e C. della Provincia di Napoli e con il patrocinio dell'Ordine degli Ingegneri della Provincia di Napoli e del Collegio dei Geometri e Geometri Laureati della Provincia di Napoli. Recentemente portate a nuova luce a seguito dei delicati lavori di restauro le catacombe di San Gennaro (www.catacombedinapoli.it) ancora sconosciute ai più, costituiscono la prestigiosa cornice di un evento, che, dopo la prima edizione tenutasi a Roma lo scorso novembre con più di 500 architetti, si preannuncia un nuovo grande successo. SanMarco-Terreal Italia, azienda leader nella produzione di elementi e sistemi in laterizio per l'architettura, nell'ambito dei suoi programmi di sostegno al dibattito architettonico contemporaneo, ha contribuito fattivamente alla realizzazione del Convegno. La conferenza, che si terrà giovedì 16 giugno alle ore 16.00 alle Catacombe di San Gennaro, tondo di Capodimonte, 13 a Napoli è la seconda edizione di una serie di appuntamenti che si sviluppano attraverso le città italiane e che si pone come obiettivo quello di trasmettere ad una platea tecnica (architetti, ingegneri, geometri) in maniera accessibile e strumentalmente operativa, il grande valore delle componenti MATERIA, LUCE e COLORE nel percorso progettuale del progetto architettonico, in termini di interrelazione, combinazione e capacità di saper governare le logiche del progetto, siano esse di ordine teorico, ma anche tecnico e tecnologico. Tra i relatori parteciperanno importanti architetti del panorama italiano come Aimaro Isola, Flavio Bruna, Mario Nanni, Benedetta Tagliabue, Gianni Cagnazzo, Giovanni Multari e personalità istituzionali come Gennaro Polichetti, presidente dell'Ordine degli Architetti P.P. e C. di Napoli e Provincia, Luigi Vinci, presidente dell’Ordine degli Ingegneri della Provincia di Napoli e Diego Buono, presidente del Collegio dei Geometri e Geometri Laureati della Provincia di Napoli. "Materia, Colore e Luce sono i tre componenti essenziali che definiscono lo spazio architettonico; - commenta Davide Desiderio, Image & Communication manager SanMarco - sono i tre compagni di viaggio della nostra vita sul pianeta che stimolano continuamente i nostri sensi. E' da questi presupposti che è partito un anno fa questo nuovo format convegnistico, che attraverso esperienze progettuali differenti, permette di fare il punto su molti condensati di ricerca e di innovazione in merito alla creazione di superfici, componenti e applicazioni impiantistiche."

maggio 2011

SanMarco Terreal Italia restaura il Colosseo

Sono da poco terminati i lavori di restauro (adeguamento funzionale e messa in sicurezza) della pavimentazione del III° Ordine dell'Anfiteatro Flavio di Roma. Tra le lavorazioni spicca il rifacimento del piano di calpestio dell'anello pavimentale in "opus spicatum", dove SanMarco Terreal Italia ha fornito i materiali laterizi per la sostituzione affiancando i restauratori con il proprio know-how e la propria esperienza nei lavori di restauro e recupero del patrimonio storico-architettonico. Tra le varie fasi di questo restauro, dopo una prima analisi visiva per determinare forma e texture superficiale dei tozzetti originari, si è passati ad una serie di analisi più approfondite nel laboratorio interno di Sperimentazione e Analisi di SanMarco: composizione fisica, chimica, granulometrica e comportamentale delle argille originarie e conseguente produzione di modelli in laterizio affini ai campioni. Dopo l'accettazione da parte dell'architetto Piero Meogrossi, responsabile del procedimento, insieme alla dott.ssa Rossella Rea, per la direzione scientifica e all'architetto Barbara Nazzaro, per la direzione dei lavori, si è avviata la fase di produzione a mano dello stampo in legno e conseguentemente la produzione "all'antica maniera" dei mattoni da utilizzare per l'anastilosi. Sono stati quindi prodotti mattoncini della forma parallelepipeda con smussi per l'allettamento e delle dimensioni di cm 10 di lunghezza, cm 4,5 di altezza e cm 2,5 di spessore, che riproducessero l'opus spicatum originario. Il metodo produttivo, che ricalca l'artigianalità e il sapere delle antiche tecniche produttive a mano, segue la tecnologia "a pasta molle", la più idonea a rispondere alle istanze richieste di produzione "su misura", oltre ad essere la unica in linea con la tecnologia produttiva originaria. Tale restauro è stato particolarmente impegnativo, oltre che per l'allineamento delle tecniche produttive attuali con quelle della Roma antica, anche per il particolare tema delle colorazioni. Infatti la varietà di argille utilizzate all'epoca per la produzione dei mattoncini originari ha indotto i tecnici restauratori a considerare percentuali diverse di mattoni diversi (individuati con il metodo Munsell) per ogni mq di pavimentazione. In particolare è stata scelta una miscelazione di tre differenti colorazioni naturali (33% in tono scuro Munsell 2,5YR 6/6, 33% in tono medio Munsell 7,5YR 7/4 e 33% di tono chiaro Munsell 7,5YR 8/4) ottenute in fase produttiva miscelando argille con composizioni differenti.
aprile 2011

A SanMarco la prestigiosa certificazione Partner CasaClima

SanMarco Terreal Italia, leader nei prodotti e sistemi in laterizio per l'architettura sostenibile ha ottenuto l'importante riconoscimento di "Partner CasaClima" per l'elevata competenza tecnica e il costante impegno produttivo in un'ottica sostenibile e per l'essersi distinto per un agire responsabile al fine di realizzare oggi un mondo di domani piacevole e confortevole. In occasione dell'incontro, che si è tenuto a Bolzano a fine marzo il direttore dell'Agenzia CasaClima, Norbert Lantschner, ha consegnato nelle mani del direttore generale SanMarco, Fernando Cuogo, l’attestato di qualifica "Partner CasaClima", avendo l'azienda superato positivamente l'esame dei rigorosi requisiti richiesti dall'ente altoatesino che da anni si è dato l'obiettivo di coniugare comportamento ecologico e calcolo economico. CasaClima, realtà tra le più riconosciute e attive in Italia, nel diffondere la cultura dell'edilizia efficiente e sostenibile, ha lavorato con i diversi livelli istituzionali, dalle amministrazioni locali alle comunità internazionali, ha formato una rete di partner qualificati ed ha stimolato il contesto affinché divenissero realtà: la definizione e l'applicazione di norme che impongono standard energetici, la disponibilità di incentivi, l'offerta di consulenza qualificata e indipendente, una struttura di formazione professionale, la certificazione di partner per l'offerta di materiali, prodotti e servizi ed una maggiore sensibilità ecologica della popolazione. "Abitare luoghi sani e rispettosi dell'ambiente" è l'obiettivo che accomuna la filosofia del sistema CasaClima con la mission di SanMarco, il green brand che offre una soluzione globale nei materiali naturali in laterizio da costruzione per la nuova edificazione e il restauro edilizio. SanMarco mette al centro del proprio interesse l'uomo, la sua salute e il suo benessere ambientale con un nuovo approccio culturale che mira a far abitare in luoghi convenienti dal punto di vista del fabbisogno energetico, ma anche e soprattutto di grande qualità oltre che rispettosi dell’habitat naturale. Un concetto che non riguarda solo le nuove costruzioni, ma anche la ristrutturazione sostenibile di vecchi immobili, con l'obiettivo di garantire comfort abitativo e qualità della vita senza danneggiare l'ambiente. Tale concetto implica anche una maggiore sensibilità nella produzione dei materiali con attenzione al risparmio delle energie non rinnovabili, alla eliminazione delle emissioni nocive e all'utilizzo di sole materie prime naturali senza additivi o coloranti. I "Partner CasaClima" sono soggetti appartenenti alla filiera delle costruzioni che spiccano non solo per l'elevata competenza tecnica dimostrata nel settore, ma anche per un impegno costante nella gestione delle proprie attività improntata ad un agire sostenibile e responsabile verso le politiche ambientali. Il riconoscimento di SanMarco quale "Partner CasaClima" è un'ulteriore e tangibile testimonianza dell’impegno dell'azienda nello sviluppo di prodotti innovativi ed ecosostenibili, nonché la sua costante dedizione alla ricerca di soluzioni per la salvaguardia dell'ambiente.

marzo 2011

"Architettura cosciente, Architettura appropriata". Un grande successo.

Si conferma un successo anche la terza edizione del Convegno "Architettura cosciente, Architettura appropriata" firmato SanMarco. Oltre 400 architetti, ingegneri e designer hanno affollato il Salone Brunelleschi dell'Ospedale degli Innocenti, per il Convegno SanMarco: "Architettura cosciente-Architettura appropriata", il 16 marzo scorso. L'importante convegno, giunto alla sua terza edizione, dopo quella milanese (Terrazza Martini, 26 settembre 2009) e quella veneziana (Scuola Grande San Giovanni Evangelista, 10 giugno 2010) ha avuto luogo in una delle più prestigiose location della città di Firenze: il brunelleschiano Istituto degli Innocenti, la più antica istituzione pubblica italiana dedicata alla tutela dell’infanzia. La costruzione iniziata nel 1419 ad opera di Filippo Brunelleschi è infatti uno dei monumenti cittadini che meglio testimoniano i canoni dell'architettura rinascimentale. Marcello Balzani, ideatore del Format e moderatore del convegno afferma: "Oggi più che mai è importante porre l'esigenza di una ripresa di coscienza, che chiede di interrogarsi continuamente sulla qualità del fare architettura sia in rapporto alle risorse del territorio, sia in rapporto alle materie del costruire. E questo Convegno ne ha costituito un'occasione importante". Hanno inaugurato il convegno i saluti di benvenuto dei presidenti degli enti patrocinatori, che numerosi hanno testimoniato l'importanza del convegno ed il radicamento delle tematiche affrontate negli ambienti culturali cittadini: Alessandra Maggi, presidente dell'Istituto degli Innocenti, Gennaro Tampone per il Collegio degli Ingegneri della Toscana, Alessandro Jaff, presidente della Fondazione Centro Studi e Ricerche Professione Architetto, Mario Perini, presidente dell'Ordine degli Architetti, P.P. e C. della Provincia di Firenze. Le tematiche più proprie al convegno sono invece state introdotte dalle successive esposizioni di Saverio Mecca e di Alessandra Marino, rispettivamente Preside della Facoltà di Architettura degli Studi di Firenze e Soprintendente per i Beni Architettonici di Firenze, Pistoia e Prato, che da due punti di vista differenti hanno insistito sull'importanza di porsi interrogativi sulla qualità del fare nella trasmissione del sapere e nella sua salvaguardia. Marcello Balzani ha poi aperto i lavori presentando i relatori e cercando di individuare differenze ed affinità tra le diverse voci ed approcci: Benedetta Tagliabue, dello Studio Miralles Tagliabue EMBT (Barcellona), Paolo Zermani, Adolfo Natalini, Giovanni Vaccarini, Andreas Kipar. Rimandiamo agli abstract l'approfondimento sui contenuti. Attraverso il confronto/dibattito con protagonisti del progetto architettonico contemporaneo è stato possibile capire come dare significato alle azioni, come attribuire responsabilità al progetto per un'architettura cosciente e quindi appropriata. E' stato cioè possibile rendersi conto come risultino progressivamente presenti alcune strategie di percorso che, nella metodologia progettuale e nella logica di realizzazione, tendono a costituire l'ossatura di una coscienza sostenibile che, per consolidarsi, richiede una qualità e una sperimentalità applicativa. La cena di gala SanMarco nella terrazza panoramica del Grand Hotel Baglioni con i fuochi sullo sfondo per i festeggiamenti dei 150° dell'Unità d'Italia ha concluso una giornata decisamente memorabile. Il commento finale a Davide Desiderio, responsabile Immagine e Comunicazione SanMarco Terreal Italia ed organizzatore dell'evento: "Come vocaboli di un ipotetico "dizionario" dell'architettura cosciente e sostenibile, le testimonianze di architetti contemporanei di diverse generazioni nel corso delle tre edizioni di questo format itinerante si sono alternate per dar vita ad un dibattito continuo circa i presupposti che permettono di individuare esperienze e progetti significativi e "coscienti" nel panorama italiano ed internazionale. Boris Podrecca, Isolarchitetti, Giancarlo De Carlo Associati, Molteni e Liverani, Angelo Torricelli, Flavio Bruna, Paolo Mellano, Citterio e Viel Associati, Danilo Guerri, Mauro Galantino, C+S Cappai Segantini, Benedetta Tagliabue, Paolo Zermani, Adolfo Natalini, Giovanni Vaccarini, Andreas Kipar, sono alcuni di quei protagonisti che hanno dato lustro agli eventi itineranti... Arrivederci a tutti alla quarta edizione 2012!".

febbraio 2011

"Architettura Cosciente, Architettura Appropriata".

Terzo appuntamento firmato SanMarco. Salone Brunelleschi - Ospedale degli Innocenti Firenze, mercoledì 16 marzo 2011 14 febbraio 2011 Convegno "Architettura cosciente Architettura appropriata" - per alimentarsi di conoscenza sostenibile - per riconoscere il ruolo e la qualità del progetto - per capire la differenza tra le materie e le tecnologie A Firenze il 16 marzo 2011 presso il Salone Brunelleschi del prestigioso Ospedale degli Innocenti, si terrà la terza edizione del Convegno "Architettura cosciente-Architettura appropriata". Come vocaboli di un dizionario dell'architettura cosciente e sostenibile, le testimonianze di architetti contemporanei di diverse generazioni proseguono in questo terzo appuntamento, che avrà come prestigiosa location la città di Firenze, in uno dei suoi monumenti rinascimentali più insigni: il brunelleschiano Ospedale degli Innocenti. Le precedenti edizioni, che si sono svolte con grandissimo successo di pubblico a Milano (Terrazza Martini, 26 settembre 2009) e a Venezia (Scuola Grande San Giovanni Evangelista, 10 giugno 2010) hanno visto tra i relatori architetti del panorama nazionale ed internazionale come Boris Podrecca, Isolarchitetti, Giancarlo De Carlo Associati, Molteni e Liverani, Citterio e Viel Associati, Danilo Guerri, Mauro Galantino, C+S Cappai Segantini. Per questa edizione fiorentina saranno sul palco dei relatori: Benedetta Tagliabue, dello Studio Miralles Tagliabue EMBT (Barcellona), Paolo Zermani, Adolfo Natalini, Giovanni Vaccarini, Andreas Kipar, Saverio Mecca, Alessandra Marino e Marcello Balzani, nella veste di moderatore del convegno. È importante che un'azienda leader tra i produttori di sistemi in laterizio per l'architettura si interroghi sulle ragioni di continuità di un linguaggio che è esperienza, tradizione e in qualche modo anche parte di un'evoluzione tecnologica e compositiva. Attraverso il confronto/dibattito con protagonisti del progetto architettonico contemporaneo sarà possibile, anche dal punto di vista selettivo ma strategico delle performance del laterizio, capire come dare significato alle azioni, come attribuire responsabilità al progetto per un'architettura cosciente e quindi appropriata. Inoltre, durante l'incontro, mettendo a confronto alcuni importanti Studi di progettazione dell'architettura contemporanea, sarà possibile rendersi conto come risultino progressivamente presenti alcune strategie di percorso che, nella metodologia progettuale e nella logica di realizzazione, tendono a costituire l'ossatura di una coscienza sostenibile che, per consolidarsi, richiede una qualità e una sperimentalità applicativa. In effetti, cercando un'analogia alimentare, molto più efficace di altre per la costante aderenza alla sfera dei desideri (soddisfatti o insoddisfatti), il tema della scelta degli ingredienti può essere appropriato anche nel controllo della filiera produttiva, dell’elaborazione del cibo e soprattutto della comprensione e della valutazione di quanto il modello alimentare risponda alle esigenze del nostro corpo in un'ottica di sviluppo (se si è piccoli e giovani), di mantenimento (se si è maturi) o di argine al degrado (se si è anziani). Cattive abitudini (alimentari quanto costruttive) possono stratificare nel tempo danni irreparabili che invecchiano i tessuti del corpo come delle città e che rendono costoso il recupero di un corretto equilibro. Afferma Davide Desiderio, Image & Communication manager SanMarco Terreal Italia: "Oggi più che mai è importante porre l'esigenza di una ripresa di coscienza, che chiede di interrogarsi continuamente sulla qualità del fare architettura sia in rapporto alle risorse del territorio, sia in rapporto alle materie del costruire. E questo Convegno ne costituirà un'occasione importante". PROGRAMMA > ore 16.00 Saluti di benvenuto - Alessandra Maggi, Presidente Istituto degli Innocenti - Gennaro Tampone, Presidente Collegio degli Ingegneri della Toscana - Alessandro Jaff, Presidente Fondazione Centro Studi e Ricerche Professione Architetto - Mario Perini, Presidente Ordine degli Architetti, P. P. e C. della Provincia di Firenze - Paolo Della Queva, Presidente Ordine degli Ingegneri della Provincia di Firenze > ore 16.20 Introducono: - Saverio Mecca, Preside Facoltà di Architettura Università degli Studi di Firenze - Alessandra Marino, Soprintendente per i Beni Architettonici, Paesaggistici, Storici, Artistici ed Etnoantropologici per le Province di Firenze, Pistoia e Prato Intervengono: ARCHITETTURA COSCIENTE, ARCHITETTURA APPROPRIATA > ore 16.30 Marcello Balzani, Moderatore e Direttore di Paesaggio Urbano ABITARE IL PAESAGGIO > ore 16.50 Nel naufragio del paesaggio. Paolo Zermani, Architetto LINGUAGGI DELLA CONTEMPORANEITÀ > ore 17.20 Ascoltare la circostanza. Benedetta Tagliabue, Architetto, Fondatore e Direttore dello Studio Miralles Tagliabue EMBT di Barcellona ABITARE I LUOGHI > ore 17.50 42°28'16,27''N 14°12'27,93''E quasi geografia - quasi architettura. Giovanni Vaccarini, Architetto, Pescara > ore 18.20 Il progetto del paesaggio: nuovi scenari per la società contemporanea. Andreas Kipar, BDLA/AIAPP, Gruppo LAND TRADIZIONE E MODERNITÀ > ore 18.50 Architettura di resistenza. Adolfo Natalini, Architetto > ore 19.20 Conclusioni e dibattito - seguirà aperitivo

dicembre 2010

Il successo di "MATERIA COLORE LUCE"

500 architetti alla Casa dell'Architettura di Roma! Grande successo per il Convegno "Materia, Colore, Luce", organizzato con il contributo di SanMarco-Terreal Italia e tenuto a Roma lunedì 29 novembre a Roma, presso la Casa dell'Architettura. Oltre 400 architetti, ingegneri, designer e progettisti hanno partecipato all'evento, promosso dall'Ordine degli Architetti di Roma insieme all'IN/ARCH (Istituto Nazionale di Architettura- Lazio). Il convegno ha affrontato tematiche legate alle tre principali componenti della progettazione architettonica. Hanno presenziato autorevoli esponenti del settore e alcuni tra i più importanti progettisti italiani: Marcello Balzani, docente della Facoltà di Architettura dell'Università di Ferrara e direttore editoriale di Paesaggio Urbano, l'architetto Livio Sacchi, Presidente di IN/ARCH Istituto Nazionale di Architettura, l'architetto Amedeo Schiattarella, Presidente dell'Ordine architetti di Roma, l'ingegner Francesco?Duilio Rossi, Presidente dell'Ordine degli Ingegneri della Provincia di Roma, l'architetto Giovanni Multari (Studio Corvino + Multari - Napoli ), l'architetto Massimo Carmassi (Studio Carmassi, Firenze), il professor Franco Purini, docente di Composizione Architettonica e Urbana alla Facoltà di Architettura "Valle Giulia" dell’Università "La Sapienza" di Roma, e il progettista Mario Nanni. SanMarco, nell'ambito dei suoi programmi di sostegno al dibattito architettonico contemporaneo, ha fattivamente contribuito alla realizzazione di questo format. L'obiettivo è di proseguire anche l'anno prossimo in altre città italiane, per divulgare ad una platea tecnica il valore delle componenti Materia, Colore e Luce nel percorso progettuale architettonico. Dichiara Davide Desiderio, Image and Communication Manager SanMarco: "Il successo di questo evento è evidente, ma in particolare mi preme sottolineare l'importanza di questa prestigiosa location dove il flusso dei pensieri, per quanto selezionati e coordinati anticipatamente, ha trovato un luogo perfetto: storie, racconti, vicende che intrecciano il modo di "fare architettura", attraverso le componenti di Materia, Colore e Luce, hanno qui, nell'Acquario Romano, trovato idonea ed alta espressione."

novembre 2010

"MATERIA COLORE LUCE". I Edizione

CASA DELL'ARCHITETTURA NOVEMBRE 2010 SanMarco-Terreal Italia, nell'ambito dei suoi programmi di sostegno al dibattito architettonico contemporaneo, sostiene e promuove un convegno dal titolo: "MATERIA COLORE LUCE" organizzato da Paolo Zanetti di UniPubblicità &Marketing col prof. Marcello Balzani, direttore editoriale della Maggioli e docente presso la Facoltà di Architettura di Ferrara. Il Convegno, che avr? luogo luned? 29 novembre alle ore 15.45 presso la Casa dell'Architettura, in piazza Manfredo Fanti 47 a Roma ? la prima edizione di una serie di appuntamenti che si svilupperanno attraverso altre citt? italiane anche il prossimo anno, e si pone come obiettivo quello di trasmettere ad una platea tecnica (architetti, ingegneri, geometri), in maniera accessibile e strumentalmente operativa, il grande valore delle componenti MATERIA, COLORE e LUCE nel percorso progettuale del progetto architettonico, in termini di interrelazione, combinazione e capacit? di saper governare le logiche del progetto, siano esse di ordine teorico, ma anche tecnico e tecnologico. Tra i relatori parteciperanno importanti architetti del panorama italiano come Massimo Carmassi, Franco Purini, Corvino + Multari, Mario Nanni e personalit? istituzionali tra cui: Livio Sacchi, Presidente IN/Arch Lazio, Amedeo Schiattarella, Presidente dell?Ordine degli Architetti P.P. e C. di Roma e Provincia e Francesco Duilio Rossi, Presidente dell'Ordine degli Ingegneri della Provincia di Roma. "Materia, Colore e Luce sono i tre componenti essenziali che definiscono lo spazio architettonico - commenta Davide Desiderio, Image & Communication Manager SanMarco - sono i tre compagni di viaggio della nostra vita sul pianeta che stimolano continuamente i nostri sensi. E' da questi presupposti che parte questo nuovo format convegnistico, che attraverso esperienze progettuali differenti, permetter? di fare il punto su molti condensati di ricerca e di innovazione in merito alla creazione di superfici, componenti e applicazioni impiantistiche." SanMarco-Terreal Italia, azienda leader nella produzione di "MATERIA" in laterizio per l'architettura, affiancata da Oikos, per il mondo del "COLORE" sostiene con il proprio contributo l'organizzazione del convegno.

ottobre 2010

TDA: proclamati i vincitori

Si conclude il concorso per il restauro d'architettura sponsorizzato da SanMarco. Proclamati sabato 25 settembre a Villa Contarini a Piazzola sul Brenta (PD) i vincitori dell'edizione 2010 di TDA Concorso per il Restauro dell'Architettura ideato dall'UNPLI. Il concorso, sponsorizzato da SanMarco, è giunto alla seconda edizione nazionale. Si tratta di un concorso unico nel suo genere in Italia, che ha premiato i migliori interventi di restauro che rispondessero a requisiti di valenza sociale e fruibilità del sito recuperato. La mostra delle opere vincitrici, patrocinata dall'UNESCO, sarà esposta fino al 31 ottobre in Villa Contarini. 3 i vincitori assoluti: - Per le Dimore Storiche: la Cascina Medici del Vascello a Venaria Reale (Torino) presentata dall'Arch. Andrea Mascardi; - Per gli Edifici di Culto: la Chiesa Paleocristiana di S. Zeno in Costabissara (Vicenza) presentata dal Sindaco Giovanni Maria Forte; - Per le aree per la Cultura: il Museo di Geologia e Paleontologia di Palazzo Cavalli a Padova presentato dall'Arch. Giovanna Mar. 2 i vincitori ex aequo per le aree pubbliche: il Giardino di Villa Farsetti a Santa Maria di Sala (Venezia) presentato dall'Ing. Loris Vedovato e il Parco Teresio Olivelli di Tremezzo (Como) presentato dall'Arch. Davide Corti. Menzioni speciali a Nicola Flora (edifici di culto), all'Arch. Pierpaolo Danelli (aree per la cultura) e all'Arch. Emilio Barrese (aree per la cultura). A premiare i vincitori Fernando Cuogo, Direttore Generale di SanMarco - Terreal Italia. Le opere sono state selezionate da una Commissione composta dal Direttore Regionale per i beni culturali e paesaggistici del Veneto e Presidente Commissione Giudicatrice Ugo Soragni, da Davide Desiderio di SanMarco - Terreal Italia, da Nicola Ometto per l'Associazione Nazionale Costruttori Edili, dal Segretario per la Cultura della Regione Veneto Angelo Tabaro, da Giorgio Galeazzo della Federazione degli Ordini degli Architetti del Veneto e dal Responsabile Dipartimento Cultura e Territorio dell'UNPLI Fernando Tomasello.

settembre 2010

SanMarco sponsor del concorso TDA

Per il recupero e la valorizzazione del patrimonio architettonico. sabato 25 settembre a Villa Contarini di Piazzola sul Brenta la premiazione dei vincitori dell'edizione 2010. Si terr? sabato 25 settembre nella prestigiosa sede di Villa Contarini a Piazzola sul Brenta la cerimonia di premiazione di Tradizione Devozione Ambizione, il concorso sul restauro architettonico ideato dal mondo delle Pro Loco e sostenuto da SanMarco-Terreal Italia. Il concorso, giunto alla 2? edizione nazionale e a tutt'oggi unico nel suo genere in Italia, premia i migliori interventi di restauro nelle 4 categorie: dimore storiche, edifici di culto, aree pubbliche ed aree per la cultura. Tema della giornata: Patrimonio Culturale materiale e immateriale nel restauro architettonico. A proclamare e premiare i 4 vincitori nelle categorie - dimore storiche, edifici di culto, aree pubbliche ed aree per la cultura - sar? Fernando Cuogo, Direttore Generale di SanMarco-Terreal Italia, azienda leader tra i produttori di elementi in laterizio per l'architettura, che ha sostenuto il Concorso fin dal suo avvio. A coordinare i lavori sar? l'ideatore del concorso e responsabile del Dipartimento Cultura e Territorio dell'UNPLI, Fernando Tomasello. "Il Concorso - commenta Tomasello - si propone di sostenere la valorizzazione e la conoscenza del nostro patrimonio architettonico, favorendone la promozione e la fruizione attraverso lo sviluppo di attivit? turistiche e iniziative culturali collegate; al tempo stesso intende sostenere l'integrazione tra l?attivit? della Sovrintendenza, dei soggetti istituzionali e delle Pro Loco nella sua salvaguardia". Le opere vincitrici rimarranno visibili al pubblico dal 25 settembre al 31 ottobre 2010, in una mostra patrocinata dalla Commissione Nazionale Italiana per l'Unesco Per informazioni: Tel. 049660405 ? E-mail: Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. E' necessario abilitare JavaScript per vederlo.

Scarica il Pdf

agosto 2010

All'avanguardia nella sicurezza

SanMarco consegue la certificazione OHSAS 18001:2007 sulla sicurezza nei suoi stabilimenti. SanMarco-Terreal Italia, all'interno della politica in materia di sicurezza e igiene industriale, investe risorse ed energie per la prevenzione degli incidenti sul lavoro: intensi programmi di formazione del personale, miglioramento degli impianti, coinvolgimento diretto dei dipendenti e, non ultima, l'adozione di un Sistema di Gestione di Salute e Sicurezza sul Lavoro (SGSSL) che permette di gestire con metodo ed efficacia la tematica in oggetto. Questa attenzione alle politiche sulla sicurezza, che coinvolge i principi di tutela della salute e sicurezza nei luoghi di lavoro, ha permesso a SanMarco-Terreal Italia di raggiungere la certificazione OHSAS 18001:2007 (norma British Standard Occupational Health and Safety Assessment Series). La certificazione, ottenuta attraverso l'ente italiano certificatore ICMQ, è tra le più rigide e severe perché impone non solo obblighi legali in campo tecnico, strutturale ed organizzativo, ma anche prassi di lavoro che devono sempre essere finalizzate alla tutela del lavoratore e dell'ambiente in cui opera. In questo modo, i principi di tutela della salute e sicurezza dell'individuo durante la sua attività lavorativa sono per SanMarco-Terreal Italia valori fondamentali e irrinunciabili.

giugno 2010

2° Convegno "Architettura cosciente, architettura appropriata":

grande successo SanMarco. Si è svolta il 10 giugno la seconda edizione del format inaugurato da SanMarco lo scorso anno alla Terrazza Martini di Milano "Architettura cosciente, architettura appropriata". Questa volta la prestigiosissima veste è stata la Scuola Grande di San Giovanni Evangelista di Venezia, che ha accolto nel suo salone d'onore i 250 ospiti, i 20 giornalisti accreditati e un parterre di relatori dal respiro internazionale. Tra questi: Renata Codello, Soprintendente di Venezia, lo Studio Antonio Citterio e Patricia Viel & Partners di Milano, lo Studio Mancuso di Venezia, C+S di Cappai e Segantini, Mauro Galantino, Giovanni Caprioglio e Boris Podrecca. Ha moderato le relazioni il prof. Marcello Balzani, direttore di Paesaggio Urbano e docente presso la Facoltà di Architettura di Ferrara. grande successo SanMarco! Come vocaboli di un possibile dizionario di architettura cosciente e appropriata i relatori, appartenenti ad ambiti culturali differenti, aree geografiche e anagrafiche diverse, hanno presentato le loro opere, mettendosi a confronto e rintracciando insieme alcune strategie di percorso che, nella metodologia progettuale e nella logica di realizzazione, tendono a costituire l’ossatura di una coscienza sostenibile. A testimoniare il forte radicamento di SanMarco-Terreal Italia nel suo territorio, è stata la grande partecipazione delle istituzioni locali, attraverso la presenza e il patrocinio degli Ordini Provinciali degli Architetti, a partire da quello della città ospitante (Arch. Gatto), della Federazione Regionale degli Ordini degli Architetti del Veneto (Arch. Pilla), dell'Assessorato alla Cultura e ai Beni Culturali di Treviso (Arch. Favero), della Soprintendenza per i Beni Architettonici e Paesaggistici di Venezia (Arch. Codello), dell'Ance e delle Università, così come delle realtà imprenditoriali e associazionistiche private. Al termine del Convegno un aperitivo nel Salone delle Feste e una cena sul Canal Grande hanno concluso una giornata decisamente di successo! A tutti, oltre ai ringraziamenti per quanti hanno contribuito all'evento, un arrivederci alla 3° Edizione!

giugno 2010

Convegno "Architettura cosciente, Architettura appropriata"

Scuola Grande San Giovanni Evangelista a Venezia Giovedì 10 giugno 2010 Convegno "Architettura cosciente Architettura appropriata" - per alimentarsi di conoscenza sostenibile - per riconoscere il ruolo e la qualità del progetto - per capire la differenza tra le materie e le tecnologie A Venezia il 10 Giugno 2010 alla Scuola Grande San Giovanni Evangelista si terrà la seconda edizione del Convegno "Architettura cosciente-Architettura appropriata", che bisserà il successo del format inaugurato lo scorso anno alla Terrazza Martini di Milano il 24 settembre 2009. Come vocaboli di un dizionario dell'architettura cosciente e sostenibile, le testimonianze di architetti contemporanei di diverse generazioni proseguono quindi in questo secondo appuntamento che avrà come prestigiosa location la città di Venezia. In questo modo SanMarco continua il suo fattivo impegno a fianco di grandi architetti nel sostegno della cultura e del dibattito architettonico contemporaneo. PROGRAMMA ore 15.30 Saluti di benvenuto - Antonio Gatto Presidente Ordine degli Architetti P.P. e C. della Provincia di Venezia - Giuseppe Pilla Presidente Federazione Regionale degli Ordini degli Architetti P.P. e C. del Veneto ore 15.50 Introduce - Renata Codello Architetto, Soprintendente BB.AA.PP. di Venezia Intervengono ARCHITETTURA COSCIENTE, ARCHITETTURA APPROPRIATA ore 16.00 - Marcello Balzani Moderatore, Direttore di Paesaggio Urbano - Marzio Favero Assessore alla Cultura e ai Beni Culturali della Provincia di Treviso TRADIZIONE E MODERNITÀ ore 16.30 E' il nuovo che rilancia l'antico. A Venezia, nel riuso di spazi ed edifici - Franco Mancuso Mancuso e Serena Architetti Associati, Venezia ore 16.50 Tradizione-traduzione - Maria Alessandra Segantini e Carlo Cappai C+S Associati, Treviso ABITARE I LUOGHI ore 17.10 "J'aime la vie parce-que c'est joli" (Boris Vian) - Mauro Galantino Architetto, Milano ore 17,30 Consapevolezza e immaginazione del disegno di architettura Patricia Viel - Antonio Citterio Patricia Viel and Partners, Milano LINGUAGGI DELLA CONTEMPORANEITA' ore 18,00 Progetto tra contemporaneità e tradizione - Giovanni Caprioglio Caprioglio Associati, Venezia ore 18,20 Contestuale e anti-contestuale - Boris Podrecca Atelier Podrecca, Vienna ore 19,00 Conclusioni e dibattito - seguirà aperitivo Il convegno è gratuito. Per ricevere i volumi in omaggio è necessario confermare la presenza entro lunedì 7 giugno 2010 alla segreteria organizzativa: fax 059 356096 - Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. E' necessario abilitare JavaScript per vederlo.

giugno 2010

Premio all'European Heritage Awards 2010

Premio per il restauro della Rocca Tempesta di Noale. La Commissione europea e Europa Nostra hanno annunciato il 1 Aprile a L'Aia i 29 vincitori, provenienti da 15 stati europei per l'edizione 2010 dell'European Union Prize for Cultural Heritage / Europa Nostra Awards 2010, un importante premio che evidenzia alcune delle migliori realizzazioni in Europa, esempi notevoli dell'impegno per la salvaguardia e tutela del patrimonio architettonico, paesaggistico archeologico ed artistico Europeo. Tra i premiati nella categoria "Ricerca" c'è il restauro della Rocca dei Tempesta di Noale condotto dall'equipe dell'architetto Patrizia Valle con i materiali laterizi prodotti dalla SanMarco Terreal Italia. SanMarco ancora una volta si contraddistingue per la vicinanza coi grandi architetti nella tutela e conservazione del patrimonio storico architettonico. I premi saranno presentati nel corso dell'8^ edizione annuale della cerimonia di premiazione, che si svolgerà ad Aya Irini, Istanbul, in Turchia il 10 giugno 2010, come parte del Europa Nostra Annual Congress. Questi eventi contribuiscono alla celebrazione di Istanbul come capitale europea della cultura 2010 e sono inclusi nel programma ufficiale di Istanbul 2010. La cerimonia di premiazione sarà presentata dalla sig.ra Androulla Vassiliou, Commissario Europeo responsabile per Istruzione, Cultura, multilinguismo e la gioventù, e Denis de Kergorlay, presidente esecutivo di Europa Nostra. Organizzata congiuntamente dalla European Commission e Europa Nostra questo grande Premiazione dà inizio alle celebrazioni che proseguiranno a livello locale e presso i siti stessi, durante tutto l'anno.

maggio 2010

3^ edizione del Forum Architettura

SanMarco-Terreal sponsor per la seconda volta del Forum Architettura organizzato dal Sole24Ore. Milano, 27 Maggio 2010 Sede del Gruppo 24 ORE, Sala Collina Via Monte Rosa, 91 Il Gruppo 24 ORE organizza la 3^ edizione del Forum Architettura - tra gli sponsor anche SanMarco - Terreal - appuntamento annuale riconosciuto e significativo per il mondo dell'architettura, settore in grande fermento ed evoluzione. La giornata si articola in tre incontri su tre specifiche tematiche: - una tavola rotonda inaugurale sui temi dei materiali e delle tecnologie costruttive più diffuse nei progetti e nei cantieri del futuro, con la presenza di un board scientifico qualificato che illustra le ricerche e le sperimentazioni più interessanti e le tendenze in atto nei mercati internazionali; - presentazione e stato dell'arte dello sviluppo del progetto dell'area dell'Esposizione Universale raccontato dall'intero staff dell'Ufficio di Piano; - una tavola rotonda con i rappresentanti illustri di tradizionali e innovativi mezzi di comunicazione, che si confrontano sugli attuali bisogni informativi, presentando nuovi media e canali alternativi per comunicare l'architettura. La partecipazione è libera e gratuita fino ad esaurimento posti. Per confermare la propria adesione si prega di compilare la scheda di registrazione on line.

maggio 2010

Gianni Braghieri. Architetture senza tempo.

Mostra di architettura. 20 aprile - 12 giugno 2010 Museo Nazionale Villa Pisani - Stra, Venezia Nello spazio della Gran Conserva al Museo Nazionale Villa Pisani, con la sponsorizzazione di SanMarco, verr� inaugurata la mostra dal titolo "Gianni Braghieri. Architetture senza tempo" che presenter� un rilevante numero di modelli e disegni di architettura tratti dal catalogo di progetti e realizzazioni di Gianni Braghieri, uno dei pi� significativi interpreti della cultura architettonica europea contemporanea. Venerd� 7 maggio 2010 alle ore 18.00 al Museo Nazionale Villa Pisani a Stra,Venezia, si terr� una conferenza di Gianni Braghieri preceduta da interventi di esponenti del mondo accademico e culturale, seguir� poi un dibattito con interventi. L'intento dell'esposizione � presentare l'intera evoluzione dell'opera architettonica di Gianni Braghieri che dalla ricerca nel campo della rappresentazione e della fotografia si realizza fino alla costruzione. Il suo lavoro emerge nel panorama architettonico con un carattere di coerenza e approfondimento dei temi dell�architettura civile attraverso una ripetizione nel tempo che si distacca dalle mode della contemporaneit�. Saranno esposti pi� di 150 disegni originali tesi ad illustrare i progetti compiuti nell�arco di tutta la produzione oltre ad una scelta di modelli di studio costruiti nei pi� svariati materiali: dalla carta, al legno, alla pietra, all'ottone e all�acciaio (tre modelli in acciaio sono stati costruiti appositamente in occasione della mostra). Saranno inoltre esposte circa trenta fotografie tra le pi� significative. Nel catalogo della mostra, curato da Giovanni Furlan e Alessandro Tognon, secondo volume della collana Progetti di Architettura, saranno pubblicati alcuni saggi critici sull'opera di Gianni Braghieri oltre ai progetti in esposizione, con immagini delle opere realizzate e le foto dell'allestimento di Giovanni Chiaramonte. L'iniziativa si colloca in un ciclo di mostre di architettura svoltesi a Padova negli ultimi tre anni: le prime due (su Max Dudler e Walter Arno Noebel) organizzate con l'Istituto Nazionale di Architettura e l'ultima sull'opera di Jan Kleihues, nell'ambito di una ricerca sull'architettura contemporanea che adesso propone una monografica sull'architetto milanese. Con il contributo di: SanMarco Terreal Italia, Arte, Bortoletto, Woodn, Centro Copie Berchet CONFERENZA Venerd� 7 maggio 2010 � ore 18.00 Museo Nazionale Villa Pisani - Stra, Venezia. Conferenza di Gianni Braghieri con: Paolo Zermani (Professore Ordinario alla Facolt� di Architettura dell�Universit� di Firenze) Giovanni Chiaramonte (Fotografo) Giuseppe Rallo (Direttore del Museo di Villa Pisani, Soprintendenza per i Beni Architettonici e Paesaggistici per le province di Venezia Belluno Padova) Fabio Reinhart (Ordinario di Composizione Architettonica presso la SUPSI di Lugano, Svizzera)

gennaio 2010

SanMarco e skira editore presentano il volume "Architetture contemporanee"

SanMarco, Gruppo Terreal, e Skira Editore sono lieti di presentare il volume "Architetture Contemporanee, SanMarco - Laterizio per un'Architettura Sostenibile", che traccia, attraverso un percorso suggestivo, le realizzazioni più significative dell’architettura contemporanea degli ultimi trent'anni. Le opere inserite nel volume, edito da Skira, rappresentano esempi importanti dell'applicazione del laterizio in ambito architettonico. In particolare, scandiscono i momenti fondamentali della sperimentazione e dell’evoluzione di SanMarco, azienda che ha saputo rinnovarsi profondamente pur rimanendo fedele alla tradizione e alla cultura antica del laterizio. Il laterizio, dotato di grandi potenzialità espressive, è anche uno dei materiali più performanti per le sue qualità estetiche, statiche e isolanti, e totalmente bio-compatibile. Sono queste considerazioni che hanno portato alla stesura di questa pubblicazione e che spingono SanMarco verso la ricerca e l'innovazione di prodotto per un'architettura sostenibile. Il volume, che sarà presentato in anteprima a Milano il 17 dicembre 2009, racconta, attraverso la fotografia, la bellezza e la purezza di un materiale antico reso contemporaneo dalla sperimentazione e dalla sua esclusiva capacità di rispondere alle esigenze estetiche, funzionali e prestazionali di ogni epoca e tendenza. Luca Molinari, curatore del volume, con Simona Galateo, ne descrive i contorni: "Abbiamo voluto realizzare un'opera che potesse trasmettere, attraverso la selezione di alcune tra le più importanti rappresentazioni di architettura contemporanea, le capacità del laterizio di essere ancora oggi un materiale molto versatile e attuale. In questo modo ci è sembrato di esprimere la vocazione di SanMarco di farsi strumento per un’architettura cosciente e appropriata." Fernando Cuogo, Direttore Generale SanMarco, ha commentato così l’iniziativa: "Siamo lieti di poter trasmettere, attraverso una pubblicazione così importante e arricchita dall'esperienza delle Edizioni Skira, il valore di un materiale che, negli anni, ha permesso di raggiungere tanti successi e di soddisfare sempre le esigenze dei clienti". UFFICIO STAMPA Carta e Matita T +39 02 58 10 26 78 F +39 02 45 49 67 24 M Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. E' necessario abilitare JavaScript per vederlo. W www.cartaematita.it SAN MARCO TERREAL ITALIA SRL SanMarco, parte del Gruppo Terreal, presente in oltre trenta Paesi, è leader italiano nella produzione di laterizi per l'architettura. Nel settore dei mattoni faccia a vista, SanMarco eredita l'antica cultura manifatturiera del laterizio. Alla produzione contemporanea, infatti, si affianca quella di pezzi storici: negli ultimi trent'anni, i maestri artigiani di Terreal Italia ne hanno realizzato a mano quasi seimila tipologie, destinate alle più importanti opere di restauro e recupero architettonico. Anche nel settore delle coperture, Terreal Italia ha coniugato la modernità e la tradizione di due importanti realtà produttive: la tecnologia industriale dell’area piemontese-lombarda (Valenza) e l'esperienza manifatturiera di quella toscana (Castiglion Fiorentino). Terreal Italia realizza prodotti biodegradabili al 100%, pienamente conformi alle più recenti leggi sull'isolamento termico, e provvede al recupero ambientale delle cave dismesse di sua proprietà, a salvaguardia della natura e delle risorse ambientali e paesaggistiche.

ottobre 2009

Convegno SanMarco alla Terrazza Martini:

etica professionale e "verità" dei materiali tradizionali per un'Architettura cosciente e appropriata. 45 giornalisti accreditati delle più prestigiose riviste di settore, con l'intervento di numerosi ospiti e architetti di Milano e del Nord Italia. Sono i numeri del grande successo di pubblico per il Convegno "Architettura Cosciente, Architettura Appropriata", organizzato da SanMarco - Terreal Italia con il Patrocinio dell'Ordine degli Architetti, del Politecnico di Milano e della Consulta Regionale degli Ordini della Lombardia, svoltosi lo scorso 24 settembre a Milano nella prestigiosa location della Terrazza Martini. Come sottolinea Davide Desiderio, Image & Communication Manager SanMarco, l'evento è stato di particolare importanza per SanMarco, che si è confermata Azienda "in grado di sostenere e promuovere occasioni di riflessione sulla cultura architettonica contemporanea". Tra i relatori, numerose presenze illustri: Daniela Volpi, presidente dell'Ordine degli Architetti di Milano, Ferruccio Favaron, presidente della Consulta degli Ordini degli Architetti Lombardi, Marcello Balzani, direttore della rivista 'Paesaggio Urbano' e moderatore dell'incontro, L'architetto Torricelli, Federico Bucci, critico, storico e docente del Politecnico di Milano, l'architetto Danilo Guerri, gli architetti Monica Mazzolani e Antonio Troisi, Flavio Bruna e Claudio Mellano, formatisi all'interno dello Studio Gabetti & Isola (ora Isolarchitetti) di Torino e Andrea Liverani (studio Molteni & Liverani) La serata si è conclusa con un ottimo cocktail offerto da SanMarco sulla terrazza Martini, con una vista mozzafiato sulla città, a degna conclusione di un evento proficuo per la qualità degli interventi e per la partecipazione degli ospiti. SanMarco ringrazia tutte le persone intervenute.

settembre 2009

Architettura cosciente - Architettura appropriata.

Un nuovo appuntamento firmato SanMarco. A Milano il 24 settembre 2009, alla Terrazza Martini, si terrà un convegno, organizzato con il contributo della Sanmarco Terreal Italia, sul tema "Architettura cosciente-Architettura appropriata". E' importante che un'azienda leader tra i produttori di elementi in laterizio per l'architettura, in concomitanza con l'avvio del trentennale della sua fondazione, si interroghi sulle ragioni di continuità di un linguaggio che è esperienza, tradizione e in qualche modo anche parte di un’evoluzione tecnologica e compositiva. Attraverso il confronto/dibattito con giovani protagonisti del progetto architettonico contemporaneo sarà possibile, anche dal punto di vista selettivo ma strategico delle performance del laterizio, cercare di capire come dare significato alle azioni, come attribuire responsabilità al progetto per un’architettura cosciente e quindi appropriata. L'incontro metterà a confronto alcuni importanti Studi di progettazione dell’architettura contemporanea, evidenziando come - con sperimentazione e qualità - sia possibile costituire l'ossatura di una coscienza sostenibile. Saranno presenti al Convegno alcuni dei più autorevoli esponenti dell'Architettura

luglio 2009

SanMarco sostiene Abo Project nella ricerca contro il cancro.

SanMarco Terreal Italia ha di recente sancito un accordo per sostenere Abo Project ( www.aboproject.it ), associazione da anni impegnata nel sostegno alla ricerca contro il cancro. SanMarco sponsorizzerà uno specifico progetto di ricerca: lo studio di biomarcatori tumorali nel proteoma dei globuli rossi, progetto diretto dal dott. Pierluigi Mauri (CNR – Istituto di Tecnologie Biomediche - Laboratorio di Proteomica e Metabolomica, Segrate, Milano). Vogliamo supportare questa iniziativa perché siamo un'azienda impegnata nel sociale. SanMarco, infatti, da sempre si contraddistingue per il suo profilo etico e per il suo contributo socialmente responsabile. Progettando soluzioni bio-compatibili per l'architettura, cerchiamo di migliorare la qualità della vita e di migliorare il rapporto tra comunità e ambiente. Trattiamo il bene della società come il nostro bene, per questo abbiamo deciso di supportare attivamente Abo Project. Anche grazie alla fiducia dei nostri clienti, raggiungeremo l'obiettivo più in fretta. E la ricerca ne sarà grata.

giugno 2009

SanMarco premiata ai Mediastars

Lo scorso 27 maggio, a Milano, SanMarco ha ricevuto un premio alla XIII Edizione dei Mediastars, il premio tecnico della pubblicit? . La Giuria ha assegnato la Special Star per l'Art Direction a Valeria Azzoni, dell'agenzia Carta e Matita, per la realizzazione della campagna pubblicitaria X10 Collection. La campagna "X10 Collection" ? dedicata all'innovativa linea di coperture di grande formato SanMarco. L'annuncio, uscito sulle maggiori riviste di settore, ? costituito da una pagina adv sulla quale viene applicata una busta contenente 3 eleganti cartoline. Ciascuna cartolina costituisce una mini-brochure di prodotto da conservare. In questo modo, la campagna nobilita i prodotti dell'azienda a creazioni di design, attraverso una comunicazione di alto livello che privilegia la sintesi e la pulizia grafica. Mediastars ? un premio indipendente che si propone di mettere in luce il valore della professionalit? di chi tecnicamente contribuisce con il proprio apporto alla riuscita di una comunicazione pubblicitaria. Il riconoscimento ricevuto dalla campagna "X10" rappresenta una conferma della preziosa collaborazione che SanMarco ha avviato con Carta e Matita, agenzia incaricata della comunicazione.

maggio 2009

"Do you Expo? Opere e strategie per l'area metropolitana milanese del 2015"

Terreal sponsor del 2° Forum Architettura "Do you Expo? Opere e strategie per l’area metropolitana milanese del 2015" Milano, 28 maggio 2009 presso Il Sole 24Ore, Sala Collina via Monte Rosa, 91 Nei prossimi anni Milano sarà il laboratorio nel quale si sperimenteranno nuove strategie urbane e nuove soluzioni per gli spazi della cultura, della residenza pubblica e privata e del terziario avanzato. L'occasione sarà il prossimo Expo mondiale previsto nel capoluogo lombardo nel 2015. Giunto alla sua seconda edizione il Forum Architettura organizzato dal Gruppo 24 Ore con il sostegno di importanti aziende, tra cui Terreal, la più importante realtà multinazionale per la produzione di elementi in cotto per l'edilizia, si propone quest'anno di fare il punto sulle iniziative di tipo urbanistico, architettonico ed infrastrutturale che riguarderanno l'area metropolitana milanese interessata dall'Expo 2015. Nello spazio del Forum sarà possibile condividere le esperienze in itinere con i professionisti della progettazione, i realestater e la pubblica amministrazione che stanno lavorando ad alcuni dei più interessanti cantieri d’Europa. SanMarco Terreal, co-sponsor dell'evento, ha contribuito a fornire il suo know-how tecnico, nonché fornirà i materiali di alcuni progetti. Prosegue in questo modo il suo impegno a fianco dei migliori progettisti mondiali e, più in generale, nel suo sforzo di sostenere la conoscenza tecnica e culturale del laterizio e la sua divulgazione.

maggio 2009

SanMarco sponsorizza il convegno sui Mercati di Traiano

In occasione dei recenti lavori di restauro ai Mercati Traianei di Roma, che hanno riportato alla originaria luce gli storici ambienti in laterizio e pietra di uno dei complessi più interessanti della Città Antica, la Sovrintendenza ai Beni Culturali di Roma ha organizzato un Convegno dal titolo: "I mercati di Traiano, la storia continua: da centro amministrativo a polo culturale", che si terrà martedì 5 maggio nell'Auditorium dell'Ara Pacis a Roma. La giornata di lavori vedrà la presenza di personalità istituzionali, architetti restauratori, amministratori pubblici che daranno la loro testimonianza circa gli esiti eccezionali, non solo dal punto di vista del restauro di un monumento storico, ma anche dal punto di vista della rifunzionalizzazione a polo culturale di un importante manufatto del nostro patrimonio storico-archeologico. SanMarco, sponsor dell'evento, ha contribuito fornendo il suo know-how tecnico, nonchè i materiali laterizi utilizzati per il restauro. Prosegue in questo modo il suo impegno a fianco dei restauratori nel compito di recuperare e valorizzare i più importanti monumenti storici e, più in generale, sostenere la conoscenza tecnica e culturale del laterizio e del suo corretto utilizzo.

marzo 2009

SanMarco alla Rocca dei Tempesta di Noale

Un restauro importante per un'Azienda partner di restauratori nel recupero del patrimonio architettonico storico. Venerdì 3 Aprile a Noale (VE) si inaugurerà la mostra sul restauro recentemente ultimato della Rocca dei Tempesta a Noale. Nell'occasione l'architetto Patrizia Valle, docente allo IUAV di Venezia e curatrice del progetto, alla presenza delle istituzioni locali presenterà una pubblicazione per far conoscere il progetto di restauro. SanMarco oltre ad aver fornito i materiali laterizi impiegati per il recupero, ha sponsorizzato l'evento; l'azione rientra nella filosofia dell'Azienda, quello di sostenere e promuovere iniziative culturali legate all’uso del laterizio.

marzo 2009

Incontri tecnici sulle coperture in laterizio

Si terrà a Brescia il 16 aprile 2009, presso il "Centro Pastorale Paolo VI", il prossimo incontro tecnico dedicato alle coperture in laterizio, organizzato dalla Sezione "Coperture" dell'Associazione Nazionale Degli Industriali dei Laterizi (ANDIL). La manifestazione, dal titolo "Le coperture in laterizio: riferimenti progettuali e prestazioni", sarà patrocinata dall'Ordine degli Ingegneri e dall'Ordine degli Architetti della Provincia di Brescia e sponsorizzata da SanMarco-Terreal Italia.. L'obiettivo è quello di formare ed informare il maggior numero possibile di progettisti, tecnici e operatori del sistema edilizio, sulle prestazioni e sulle opportunità offerte dalle coperture in laterizio, accentrando l'attenzione sulle prestazioni energetiche e la specifica normativa di riferimento (D. Lgs. 192/05 e s.m.i.). Il programma dell'evento si articolerà attraverso gli interventi di relatori qualificati che metteranno in luce gli aspetti tecnologici e di posa in opera, evidenziando, ad esempio, la maggiore difettosità dei tetti piani rispetto alle coperture inclinate, gli aspetti termoigrometrici legati alle recenti evoluzioni della normativa in materia, divulgando i risultati ottenuti dalla ricerca sul confronto tra coperture in laterizio e coperture metalliche finanziata dalla Sezione "Coperture". In particolare: - il Prof. A. Lauria (Università di Firenze) illustrerà le soluzioni progettuali, tecnologiche, di posa in opera e gli errori da evitare; - il Prof. C. Di Perna (Università Politecnica delle Marche) tratterà la certificazione energetica e le prestazioni dei manti di copertura secondo il D.Lgs 192/05 e 311/06; - il Prof. M. D'Orazio (Università Politecnica delle Marche) relazionerà sulle prestazioni termoigrometriche delle coperture in laterizio.

febbraio 2009

MADE EXPO 2009: un grande successo per SanMarco

200.126 presenze, tra cui ben 19.202 visitatori provenienti da 118 paesi stranieri. Sono i dati ufficiali della seconda edizione del MADE Expo, conclusasi il 7 febbraio, e che registrano un incremento di pubblico del 17,1% rispetto alla precedente edizione. Tra i visitatori vi è stata una significativa presenza di imprese, progettisti e professionisti qualificati, serramentisti e operatori del mondo delle costruzioni. Questo grande successo rappresenta un vigoroso segnale di fiducia per il settore dell’architettura e dell’edilizia. Anche SanMarco era presente al MADE con uno stand tra i più visitati della manifestazione, facendo registrare circa 2.000 visitatori di cui 400 registrati. A questo grande interesse da parte del pubblico si aggiunge quello della stampa. Numerose redazioni di riviste, periodici e telegiornali – tra cui Sky, RCS – Corriere della sera, Il Sole24Ore, Maggioli Editore e Mondadori Editore – hanno dedicato servizi a SanMarco e al suo personale. Il MADE è stata un'occasione per presentare in grande stile la nuova comunicazione SanMarco. Lo stand era una colossale rappresentazione del visual della campagna istituzionale "Non conventional Living": una città realizzata con mattoni e pezzi speciali SanMarco. Gli elementi sono stati realizzati da scenografi professionisti, riproducendo fedelmente le superfici e i colori dei prodotti SanMarco. L'ambiente era completato da due sculture realizzate con i prodotti SanMarco: l' "Albero frangisole" e il "Laboratorio SanMarco". I visitatori potevano inoltre sfogliare le brochure prodotto e interagire con due postazioni multimediali che presentavano uno slideshow dell’azienda e il sito internet istituzionale. Gli organi di stampa e gli organizzatori della manifestazione hanno espresso grande apprezzamento per lo stand SanMarco, giudicato tra i più interessanti e significativi della Fiera. Questo plauso va ad aggiungersi alla recente nomination di SanMarco ai Marketing Awards di Edilportale. Le campagne SanMarco "Non convenziona living" e "Terrae" sono state selezionate tra le oltre 1500 campagne partecipanti, collocandosi in una rosa di 10 finalisti. Questi risultati confermano la qualità della comunicazione realizzata per SanMarco dall’agenzia Carta e Matita, e l’impegno dell’Azienda a comunicare da leader. SanMarco ringrazia i partecipanti e i visitatori del MADE, e vi dà appuntamento alla prossima edizione.

febbraio 2009

Edilportale: SanMarco finalista per la miglior campagna stampa.

Milano - Giovedì 5 febbraio 2009 si è celebrata la premiazione degli Edilportale Marketing Awards 2009. Il concorso premia l'eccellenza del marketing in Edilizia e Architettura, ed è promosso da Edilportale.com, il primo portale internet italiano dedicato all'edilizia e all'architettura. La cerimonia si è svolta presso il Jazz Club Blue Note, gremito di un pubblico composto dai più importanti professionisti del settore: marketing manager, direttori generali, rappresentanti di associazioni e creativi. Ospite della serata, il popolare comico Maurizio Crozza. SanMarco è entrata in finale con ben 2 soggetti di campagna stampa: l'istituzionale "Non Conventional Living" e la pubblicità di prodotto "Terrae", entrambe realizzate dall'agenzia milanese Carta e Matita. La comunicazione di SanMarco è riuscita ad emergere in una competizione agguerrita, che vedeva in gara ben 700 aziende con oltre 1000 campagne di marketing candidate. Con questo riconoscimento, da parte di una qualificata giuria di professionisti, SanMarco dimostra di avere una comunicazione tra le più innovative del proprio settore.

febbraio 2009

Le novità SanMarco al Made Expo 2009

Come già annunciato, SanMarco parteciperà alla Fiera Made Expo 2009, a Milano dal 4 al 7 febbraio 2009. L'evento è la più grande Fiera di Architettura, Design ed Ediliza italiana, ed è uno degli appuntamenti di settore più frequentati in Europa. Per l'occasione, SanMarco presenterà i suoi nuovi prodotti in una suggestiva cornice: uno Stand innovativo, originale e di grande impatto, frutto della collaborazione con un importante scenografo. Made Expo 2009 sarà per SanMarco anche un'importante occasione per presentare il grande processo di rinnovamento dell’immagine coordinata dell'Azienda. Dal marchio SanMarco, che, pur conservando l'immagine storica del leone, rinnova e modernizza il lettering, alle campagne stampa, dalle nuovissime brochure al sito istituzionale sanmarconew.cartaematita.it completamente rinnovato, SanMarco sta effettuando numerosi cambiamenti strategici per comunicare come un vero leader. Il leader italiano negli elementi in laterizio per l’architettura. SanMarco vi aspetta al Padiglione 2, Stand N 01-P 02 nelle giornate dal 4 al 7 febbraio 2009. P.S. Per informazioni sulla Fiera Made Expo 2009 consultare il sito www.madeexpo.it

gennaio 2009

Spazi per crescere. Dialoghi fra pedagogia e architettura.

Polo per l'infanzia Lama Sud (Ravenna, via Vitruvio). CONVEGNO Venerdi 30 Gennaio 2009, ore 16.30. PROGRAMMA DELLA GIORNATA: SALUTI _ Fabrizio Matteucci. Sindaco di Ravenna _ Lanfranco Gualtieri. Presidente della Fondazione Cassa di Risparmio _ Gianni Fabbri. Vice Presidente _ Giuseppe Chilli. Direttore Generale della Fondazione del Monte di Bologna e Ravenna _ Giancarlo Mori. Dirigente dell'Ufficio Scolastico Provinciale PENSARE UNO SPAZIO EDUCATIVO. PEDAGOGIA ED ARCHITETTURA IN DIALOGO _ Elettra Stamboulis. Presidente dell'Istituzione Istruzione e Infanzia Comune di Ravenna _ Andrea Corsini. Assessore Lavori Pubblici Comune di Ravenna _ Walter Ricci. Corpo Area Infrastrutture Civili. "La qualità architettonica nelle scelte del Comune di Ravenna". _ Le insegnanti del nido della scuola dell'infanzia del Polo Lama Sud ed il coordinamento pedagogico raccontano "La cura dello spazio, lo spazio che cura: pensieri, immagini, parole". _ Antonio Troisi. Architetto. Presenta il libro "Cominciare dai bambini. Un progetto di Giancarlo De Carlo e Associati". Edito da Skira _ Paola Cavazzoni. Pedagogista Reggio Children. "Lo spazio come laboratorio di ricerca e osservazione: approfondimenti dell'esperienza dei nidi e delle scuole dell'infanzia di Reggio Emilia". _ Luca Molinari. Docente di Storia dell'Architettura contemporanea all'università di Napoli. "De Carlo e Team X: spazi civili a misura di bambino". Ore 19.30: buffet Ore 20.30: visita agli spazi del Polo Scolastico Lama Sud MOSTRA: Esiste lo spazio condiviso? Il Polo per l'infanzia Lama Sud e altri progetti di Giancarlo De Carlo e MTA Associati. Urban Center di Ravenna ex Chiesa di San Domenico Inizio mostra: Venerdi 13 Febbraio 2009 Info: Istituzione Istruzione e Infanzia, Tel 0544.482372 / 482436, Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. E' necessario abilitare JavaScript per vederlo.

gennaio 2009

Convegno Andil. Coperture in laterizio: riferimenti progettuali e prestazioni

Si terrà a Padova il 15 gennaio 2009, presso l’Hotel Crowne Plaza, il terzo degli incontri tecnici dedicato alle coperture in laterizio, organizzati dalla Sezione "Coperture". La manifestazione, dal titolo "Le coperture in laterizio: riferimenti progettuali e prestazioni", sarà patrocinata dall'Ordine degli Ingegneri e dall'Ordine degli Architetti della Provincia di Padova e sponsorizzata da SanMarco Terreal Italia. L'obiettivo è quello di formare ed informare il maggior numero possibile di progettisti, tecnici e operatori del sistema edilizio, sulle prestazioni e sulle opportunità offerte dalle coperture in laterizio, accentrando l'attenzione sulle prestazioni energetiche e la normativa termica (D. Lgs. 192/05 e s.m.i.). PROGRAMMA DELLA GIORNATA Ore 15,00-15,30 Registrazione dei partecipanti Ore 15,30-15,45 Saluti di apertura: George Harrasser, Sezione Coperture dell'ANDIL; Fabio Giorgio Bonfà, Presidente Ordine degli Ingegneri di Padova. Coordinamento: Gianfranco Di Cesare Direttore Divisione Tecnologica dell’Andil. Ore 15,45-16,30 Soluzioni progettuali per le coperture in laterizio - Aspetti tecnologici, posa in opera, errori da evitare. Antonio Lauria Università di Firenze. Ore 16,30-17,15 Le coperture ventilate: ricerca e prestazioni termoigrometriche. Marco D'Orazio Università Politecnica delle Marche Ore 18,00-18,15 Dibattito e conclusione dei lavori. Al termine verrà offerto un aperitivo La partecipazione è libera e gratuita. Nel corso dell’incontro verrà distribuita la relativa documentazione. Per ulteriori informazioni, contattare Simonetta Alpestre, tel. 06.44236926 - int. 204. Si prega di confermare la partecipazione inviando la scheda a mezzo fax al n. 06/44237930 oppure all’indirizzo e-mail Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. E' necessario abilitare JavaScript per vederlo. entro e non oltre il 9.01.2009.

gennaio 2009

SanMarco al Made Expo Milano. Architettura Design Edilizia

Quest'anno SanMarco parteciperà al Made Expo Milano Architettura Design Edilizia, una delle maggiori iniziative espositive dedicate al mondo dell'Architettura e delle Costruzioni, in programma al Nuovo Quartiere Fieristico di Milano dal 4 al 7 febbraio. Massima attenzione all'innovazione e all'aggiornamento professionale, integrazione delle diverse aree del comparto: questi i punti di forza di una mostra dell'Architettura e delle Costruzioni di taglia europea, che si propone di rilanciare la competitività italiana nell’engineering e nel contracting. Con Made Expo l'Italia si ripresenta, quindi, sulla mappa dell'architettura europea per confrontarsi con i grandi saloni internazionali del settore e SanMarco non si lascia sfuggire quest’importante occasione. Inoltre Made Expo si propone di aprire una finestra globale sul nuovo modo di progettare l'ambiente costruito, in un momento di importante evoluzione del mondo delle costruzioni. Rinnovamento urbano, dialettica sulla cultura progettuale, sfida nell'high tech, qualità ambientale, energia, nuove norme e rinnovata competitività internazionale, offrono un contesto estremamente stimolante che Build UP Expo vuole indagare nella sua interezza. Per la prima volta i progetti ideati in tutto il mondo, firmati dai migliori professionisti espressi dalla cultura progettuale del XX e del XXI secolo, si confronteranno in un'unica grande esposizione con i materiali, le tecnologie costruttive, le componenti delle costruzioni, i sistemi e le proposte innovative industriali e artigianali, per sottoporre agli occhi del visitatore l'intero evolversi del processo ideativo e realizzativo: dalla committenza al progetto, fino all'esecuzione delle opere, attraverso il quale l'architettura tenta di migliorare continuamente il territorio e in quest'ottica anche le aziende produttrici di materiali da costruzione, che in questo ambito giocano un ruolo fondamentale, all'interno di Made Expo troveranno una collocazione importante e di particolare visibilità. SanMarco si presenterà con uno stand altamente innovativo permettendoci di raggiungere i due obiettivi fondamentali: sostenere il brand dell’immagine aziendale di un’azienda leader e presentare novità esclusive di prodotto. Le caratteristiche che contraddistinguono SanMarco, il procedere di pari passo con l'evolversi del dibattito e degli orientamenti dell'Architettura contemporanea e la partecipazione, con esperienza, passione e competenza, ai più importanti e impegnativi lavori di restauro, sono l'espressione della nostra filosofia aziendale volta alla diffusione della cultura del laterizio e il motivo per cui abbiamo ritenuto molto importante la partecipazione a questo appuntamento.

dicembre 2008

Inaugurato il nuovo centro anziani alle Zitelle di Venezia!

Mercoledì 4 giugno è stato inaugurato, al termine di tre anni di lavori, il nuovo centro servizi per anziani alle Zitelle. Il complesso trova collocazione in una splendida area, circondata da orti e vigneti, affacciata sulla laguna. Gli edifici nascono dalla riqualificazione degli immobili preesistenti, della fine degli anni venti, già orfanotrofio e negli ultimi anni sede degli uffici IRE. Il progetto è del prof. Franco Mancuso e dell’ing. Francesco Bono, vincitori del concorso indetto nel 2001, e si incardina sulla valorizzazione delle caratteristiche ambientali del luogo e dell’edificio esistente. I materiali scelti per le finiture interne e per gli esterni sono di pregio e guardano al comfort del fruitore; il verde è elemento dominante, non solo nel giardino esterno, ma anche sui tetti delle nuove edificazioni. Il fronte dei nuovi edifici, verso il giardino, è stato realizzato con il mattone SanMarco Vivo, e con i pezzi speciali fatti a mano su misura per evidenziare gli angoli del volume che fa da ingresso dal lato del giardino: una citazione dello stesso mattone che già è presente nel corpo storico, ma che qui assume caratteristiche proprie e evidenzia la presenza del nuovo volume. Presenti all’inaugurazione, tra gli altri, il sindaco di Venezia, Massimo Cacciari, gli assessori Simionato e Rumiz, e tante altre personalità di Venezia e del Veneto: il tono degli interventi è stato carico di soddisfazione e di orgoglio per ciò che è stato fatto, e di volontà di proseguire su questa strada per il raggiungimento di altri obiettivi altrettanto ambiziosi.

novembre 2008

presentazione del volume: ENZO ZACCHIROLI. Opere 1998-2008

di Giovanni Leoni e Patrizia Virginia Belli Fotografie di Simone Ruzzenente. Edito da Motta Architettura con un saluto di Virgilio Merola Assessore all'urbanistica del Comune di Bologna. Intervengono: - Gino Malacarne (Preside della Facoltà di Architettura Università di Bologna) - Alessandro Marata (Presidente dell'Ordine degli Architetti di Bologna) - Anna Maria Matteucci (Professore Emerito Università di Bologna) - Sergio Signorini Saranno presenti gli autori. giovedì 4 dicembre 2008 ore 18.00 Biblioteca Comunale dell'Archiginnasio Piazza Galvani, 1 - Bologna

giugno 2008

Paesaggi Piemontesi. Gabetti & Isola + Isolarchitetti + 9 architetture “minori”

agend_aa - agenzia internazionale d'architettura per l’ambiente dedica una mostra al paesaggio piemontese e a una delle firme più singolari della cultura italiana. Architettura e paesaggio sono i temi della mostra che muove da Biella e approda a New York. L’idea è di rappresentare una specificità che ha preso corpo in un territorio unico, il Piemonte. A Cittadellarte-Fondazione Michelangelo Pistoletto si mettono in mostra alcuni frammenti di architettura e di paesaggio, d’arte e di tecnica che oscillano tra la necessità di radicarsi e il desiderio di sradicarsi nel e dall’ambiente circostante. Si tratta di frammenti che non esprimono il “regionalismo di provincia”, né la tendenza universale che vuole enfatizzare lo smarrimento delle identità locali e amplificarne l’omologazione. Sono parti di un tutto, semmai, che vogliono comunicare che per essere cittadini del mondo è necessario “conoscere bene la porta di casa propria”. La mostra veicola architetture d’autore, quelle di Gabetti & Isola + Isolarchitetti e architetture “minori”, quelle di una nuova generazione di progettisti, una sorta di affresco, un puzzle che tiene insieme brandelli di paesaggi differenti. Gabetti & Isola era una firma che è sempre stata considerata anomala rispetto alle mode e agli slogans ricorrenti del tempo, fuori dalle retoriche dello stile internazionale e a disagio se accostati linearmente al neo-liberty. Roberto Gabetti (1925-2000) e Aimaro Isola (1928), hanno re-inventato nuove forme di modernità, tessendo colloqui critici con lembi di paesaggio, dalle opere di Alessandro Antonelli e di Giovanni Battista Schellino ai collages di Carol Rama, dagli scritti di Italo Cremona alle frivolezze di Carlo Mollino e di Elio Luzi. Due architetti che praticavano il mestiere intrecciando conoscenze delle prassi con le idee appartenenti a mondi più vasti. Il loro mondo architettonico, allora, si manifesta ai nostri occhi privo di nostalgia, con un valore universale, perché in grado di tenere insieme concetti opposti. Tra i loro capolavori vanno segnalati la Bottega d’Erasmo a Torino (1953-1956) che si integra nel paesaggio torinese, la Residenziale Ovest a Ivrea (1968-1971) che instaura un dialogo unico con il landscape, il Palazzo di Giustizia di Alba (1981-1987) che rappresenta l’impiego sapiente dei materiali e l’uso originale delle forme. Aimaro e Saverio Isola con i giovani progettisti dello studio Isolarchitetti, dopo la scomparsa di Gabetti continuano a lavorare guardando ostinatamente in avanti, dialogando criticamente con il suo passato. Tra le loro opere deve essere ricordato il Nuovo centro direzionale IBM a Segrate, (2001-2004), il Palazzo di giustizia di Bergamo, il nuovo Torino design Center, il premiato progetto di Parco Ottavi a Reggio Emilia. Il mondo dei paesaggi de-forma l’architettura. Simultaneamente le architetture modificano il paesaggio. Tra architettura e paesaggio vi sono corrispondenze biunivoche e mobili che la mostra vuole rappresentare. E siccome non esiste il paesaggio, ma una pluralità, o meglio, un palinsesto filtrato da una visione soggettiva, si sono scelti 18 frammenti che esprimono sinteticamente il Piemonte. Si tratta di un paesaggio “parziale” rappresentato - attraverso 5 finestre tematiche - da oggetti di arte, per esempio una scultura di Michelangelo Pistoletto, da libri, Una questione privata (1963) di Beppe Fenoglio, da quadri, da immagini, tra le quali nove fotografie di Sisto Giriodi, da architetture, la Slittovia (1946-1947) di Carlo Mollino, da tecniche, il Padiglione B (1948-1949) del Palazzo delle Esposizioni di Pier Luigi Nervi, da un film-documentario, appositamente girato dal regista Alberto Momo. E da altro ancora. Gli oggetti, o meglio le parti sono importanti in quanto frammenti capaci di promettere un tutto; sono importanti soprattutto per le corrispondenze originali che potrebbero generare tra loro. E tra loro e le architetture di Gabetti & Isola. E tra loro e i possibili fruitori. Sparse in Piemonte vi sono architetture “minori” di qualità realizzate da una nuova generazione di architetti che tessono singolarmente dialoghi con il paesaggio, che cercano rinnovate forme di corrispondenze con i multiformi territori regionali. Si tratta di architetture realizzate da una generazione che opera in un contesto professionale intricato, che decodifica alcuni pezzi di Piemonte e alcune opere di Gabetti & Isola con disincanto e volontà. Tra le opere in mostra vanno segnalate il Collegio universitario San Paolo (2004-2006) di Torino e la Cantina vinicola la Brunella (2004-2006) a Castiglione Falletto (Cn). Gli architetti selezionati sono: Archicura, Guido Boroli, Bruna e Mellano, Francesco Campidonico, Durbiano e Reinerio, Elasticospa, LSB, Luca Moretto, Negozio Blu, Piva & B. workshop.

giugno 2008

Incontri "M+M": iniziativa per conoscere meglio il sistema "Malta+Mattone"

M+M uguale un sistema. Al via, dunque, gli incontri "M+M malta + mattone", un’interessante iniziativa promossa da SanMarco e Gras Calce S.p.A. in perfetta sinergia. È la prima volta che due aziende produttrici, l’una di mattoni faccia a vista e l’altra di malte, decidono di promuovere insieme i loro prodotti superando il concetto stesso di prodotto a favore di un sistema. È di questo, infatti, che si parla durante gli incontri M+M, di sistema “malta più mattone” a favore dell’utilizzatore finale; la malta e il mattone non sono e non possono più essere considerati separatamente, dal momento che l’uno non avrebbe senso senza l’altro. Di conseguenza è utile conoscere le caratteristiche di entrambi per esaltarne le peculiarità e i pregi e, soprattutto, per studiarne le interazioni reciproche nel momento in cui, posati insieme, realizzano il sistema murario. È importante sottolineare che SanMarco e Gras Calce sono aziende leader di mercato che hanno deciso di fare dell’adeguamento normativo dei propri prodotti un segno distintivo. SanMarco ha prodotti marcati CE: i mattoni faccia a vista secondo la Norma UNI EN 771-1:2005, cogente da aprile 2006, e le pavimentazioni in cotto (Norma UNI EN 1344:2002). Gras Calce, a sua volta, è stata tra le prime aziende a produrre malte marcate CE secondo la Norma UNI EN 998-1/2, cogente dal febbraio 2005, e la prima in assoluto a produrre grassello di calce a norma CE a partire dall’agosto 2003 (Norma UNI EN 459/1). Il primo degli incontri si è svolto, con grande successo di pubblico, presso la sede SanMarco a Valenza (AL) in data 26 maggio. Il secondo si svolgerà a Trezzo s/A (MI), presso la sede Gras Calce, il giorno 23 giugno 2006. Questo primo ciclo di incontri terminerà il 7 luglio presso lo stabilimento SanMarco a Noale (VE). Durante gli incontri, oltre a parlare delle caratteristiche qualitative di mattoni a pasta molle e di malta a vista, vengono trattate alcune delle patologie più frequenti come le efflorescenze, i cedimenti strutturali, i danni da umidità e gli errori di posa in cantiere e si suggeriscono gli interventi per evitarli o eliminarli. Una rassegna di significative case history chiude gli incontri.

giugno 2008

Scuola Estiva Internazionale ADA, Alghero Design Ambiente.

Lo spazio dell'isola-continente Sardegna diviene il campo privilegiato per un laboratorio di progettazione attento tanto alla piccola scala dell'intervento minimo quanto alla grande scala della pianificazione territoriale. Rivolta principalmente ad architetti, urbanisti, designer e operatori culturali in genere, la scuola ha l'obiettivo di fornire conoscenze sul progetto, la comunicazione e la gestione del territorio come bene culturale, storico e ambientale. L'organizzazione della scuola prevede, oltre alle attività didattiche di laboratorio, seminari e conferenze pubbliche sui temi dell'Architettura del Paesaggio e del design ambientale. Momento conclusivo della scuola, saranno la mostra e la critica dei progetti elaborati dai gruppi di lavoro. Il progetto più meritevole, scelto da una giuria composta da personalità della cultura di chiara fama, verrà realizzato con il patrocinio del Comune di Bosa. La Scuola ADA Alghero Design Ambiente è diretta da Giovanni Maciocco, Preside della Facoltà di Architettura di Alghero e Alberto Seassaro, Preside della Facoltà del Design del Politecnico di Milano. Le scuole estive internazionali di Alghero (SEI Alghero) sono un’iniziativa della Facoltà di Architettura di Alghero – Università di Sassari. C'è ancora tempo per iscriversi alla Scuola Estiva Internazionale ADA, Alghero Design Ambiente, che si terrà a Bosa dal 17 al 28 Luglio 2006. Il termine per la presentazione delle domande è stato infatti prorogato al 10 luglio 2006. Possono iscriversi alla Scuola laureati e laureandi in Design, Architettura, Pianificazione Territoriale e Ambientale, Agraria, Ingegneria Civile, Edile e Ambientale, Scienze della Comunicazione e figure professionali provenienti da altri settori, con adeguato curriculum. Per iscriversi basta collegarsi al sito http://sei.architettura.uniss.it ed effettuare la registrazione.

giugno 2008

A "Build Up Expo" la Terza Mostra Internazionale del Restauro Monumentale.

SanMarco è tra gli sponsor della Terza Mostra Internazionale del Restauro Monumentale che sarà presentata in anteprima a "Build Up Expo". La mostra raccoglie l’eredità della precedente allestita a Palazzo Grassi a Venezia nel 1964, in occasione del secondo Congresso Internazionale degli architetti e dei tecnici dei monumenti, nel corso del quale fu varata la Carta di Venezia, che ancor oggi rappresenta il documento più diffuso e condiviso in tutto il mondo sul restauro architettonico. Sempre in quell'occasione nacque l'International Council of Monuments and Sites (ICOMOS), un'organizzazione non governativa dedicata alla conservazione dei monumenti e dei siti storici a livello mondiale, presieduta dall'italiano Pietro Gazzola, che debuttò sulla scena internazionale a Cracovia nel 1965. A quarant'anni da questi importanti eventi è necessario riflettere sulle evoluzioni che hanno portato un numero sempre più esteso di paesi ad assumere i principi della Carta, sulle esperienze e sulle prospettive. Tra gli enti promotori della mostra figurano la Fondazione Politecnico di Milano nella qualità di Promotrice del CIE (Centro per l’innovazione edile) e il Gruppo Fiera Milano, in collaborazione con il Ministero per i Beni e le Attività Culturali e con il Comitato Italiano ICOMOS, che hanno il piacere di presentare in questa sede i pannelli che raccolgono le prime adesioni pervenute dai Comitati Nazionali ICOMOS e che documentano, a confronto tra loro, l’attività di salvaguardia e di restauro nel mondo. La Mostra - che ha carattere itinerante e che sarà presente al Salone del Restauro di Ferrara (22-25 marzo), poi a Gubbio e a Roma da dove inizierà il proprio ulteriore percorso nelle principali capitali straniere - si propone di documentare lo stato di avanzamento del restauro nel mondo, mettendo a confronto diretto fra loro iniziative ed esperienze nate da una medesima esigenza (quella della tempestiva salvaguardia di un patrimonio comune) e tuttavia risolte secondo metodi, strategie e modalità spesso fortemente differenziate. Nata per iniziativa della Sezione Italiana dell’ICOMOS, grazie alla sollecita disponibilità della Segreteria Generale della Sede Centrale di Parigi e con la fattiva collaborazione dei Comitati Scientifici ICOMOS delle varie nazioni, si propone di mettere in moto, nelle sue successive tappe di approfondimento una serie di iniziative utili all’auspicabile chiarimento e avanzamento dell’analisi e del dibattito disciplinare sul restauro architettonico. L’anteprima si apre con il doveroso omaggio a tre grandi protagonisti degli eventi del 1964: Roberto Pane e Pietro Gazzola, autori del testo della Carta di Venezia, e Piero Sanpaolesi, curatore della Mostra di Palazzo Grassi.

maggio 2007

SanMarco al Convegno “Grandi Cantieri di Restauro a Venezia e nel Veneto”

SanMarco partecipa come sponsor al Convegno Grandi Cantieri di Restauro a Venezia e nel Veneto organizzato da ASS.I.R.C.CO. – Associazione Italiana Recupero e Consolidamento Costruzioni. Due le giornate di studio: 18 maggio 2007 Università IUAV di Venezia – Tolentini, Aula Magna 19 maggio 2007 Soprintendenza per i Beni Architettonici e del Paesaggio del Veneto Orientale Museo Nazionale di Villa Pisani, Salone delle Feste – Stra (VE)