Terracoat®

TERRACOAT® è un efficiente sistema a cappotto per l’isolamento termico degli edifici costituito da pannelli prefabbricati mediante l’assemblaggio di lastre di EPS addizionato con graffite e di listelli in terracotta faccia a vista “a pasta molle” dello spessore di 2 cm.
Il particolare sistema di assemblaggio fa sì che i due elementi siano saldamente incollati tra loro, per creare un corpo unico, indivisibile e con un’altissima resistenza agli agenti atmosferici.
La prefabbricazione viene eseguita nello stabilimento di Terreal Italia in condizioni controllate di fabbrica con procedimenti standardizzati.

Le dimensioni ridotte, equivalenti a mq 0,54 per pannello e il peso limitato (kg 17,4 circa) rendono il pannello molto versatile nelle fasi di logistica, stoccaggio in cantiere e, soprattutto, permettono velocità e facilità di posa.
I pannelli vengono fissati meccanicamente su qualsiasi struttura di supporto: dalla parete in legno alla più tradizionale parete in latero-cemento, al pannello in CA delle strutture prefabbricate.
Il sistema TERRACOAT® assicura una elevata performance termica dell’edificio oltre a migliorare l’aspetto estetico grazie ai listelli in terracotta faccia a vista a pasta molle nelle varietà di finiture e colori della gamma SanMarco e Pica. Queste caratteristiche rendono TERRACOAT® perfetto nei casi di ristrutturazione e riqualificazione edilizia così come nella nuova edificazione.
Tra i vantaggi d’uso sicuramente la lunga durabilità e l’assenza di manutenzione, oltre alla semplicità di posa.

Fasi di posa

  1. Fissare in bolla il profilo di partenza lungo tutta la base della costruzione (distaccato dal suolo come da progetto) e distribuire uniformemente due cordoni di schiuma poliuretanica lungo tutto il profilo
    di partenza.
  2. Dopo aver applicato la schiuma poliuretanica sul retro del pannello (con metodo a cornice e fasce centrali verticali) cominciare la sequenza di posa dall’angolo (se previsto) e poi via via coi pannelli da sinistra a destra e dal basso verso l’alto.
  3. Dopo aver forato il muro di supporto in corrispondenza delle rondelle di ancoraggio presenti, inserire le viti con i tasselli ed avvitare. E’ consigliabile coprire le teste delle viti con gli appositi cilindretti in eps compresi nel kit spingendoli fino alla testa della vite per eliminare i ponti termici.
  4. Una volta confezionata tutta la parete (dopo almeno 24 h) è possibile procedere con la fugatura dei giunti orizzontali e verticali stendendo la malta FM 50 TC e completandola con stilatura e spazzolatura come da progetto.

I PANNELLI TERRACOAT® SONO REALIZZATI CON:

  • il “pettine” laterale con le estremità arrotondate
  • la chiusura / sovrapposizione conica dei bordi laterali

Questi aspetti differenziano esteticamente e tecnicamente TERRACOAT®, offrendo una miglior chiusura ed isolamento termico in corrispondenza dei bordi e garantendo una superiore tenuta all’aria e all’acqua.

TERRACOAT® 110 è una efficiente soluzione costruttiva di cappotto termoisolante specificatamente pensata per gli interventi di ristrutturazione oggetto dei bonus fiscali in ottica di riqualificazione energetica e di comfort abitativo.

Costituisce una versione più standardizzata di TERRACOAT®, in quanto riguarda la fornitura di pannelli lineari e angolari per realizzare gli interventi principali (trainanti) e secondari (trainati) previsti dall’art.119 del Decreto Rilancio 34/2020 (convertito in legge 77/2020), che offrono quindi il vantaggio di riqualificare e valorizzare le proprie abitazioni cogliendo al contempo l’opportunità della detrazione fiscale Superbonus 110%.

Tra le molteplici condizioni per beneficiare del Superbonus 110% è indicato l’obbligo di raggiungere un miglioramento minimo delle prestazioni di due classi energetiche (o il conseguimento della classe più alta) e per farlo nella maggior parte dei casi bisogna puntare sull’isolamento termico dell’involucro edilizio. Il sistema cappotto è, infatti, l’intervento principale soprattutto per gli immobili con le classi energetiche più basse.

Oltre a questo il Decreto Rilancio richiede di utilizzare materiali che rispettino i Criteri Ambientali Minimi (CAM) del D.M. 11 ottobre 2017, ovvero soluzioni progettuali e prodotti più sostenibili secondo i principi dell’economia circolare. I componenti edilizi secondo i requisiti CAM devono, ad esempio, provenire da materia prima recuperata, riciclata, per un cantiere più sostenibile a minor impatto ambientale.

Se fino ad oggi i CAM erano stati delle linee guida per l’edilizia pubblica, ora diventano un obbligo anche nel settore privato per poter accedere alle detrazioni fiscali riguardanti appunto gli interventi di efficientamento energetico. Tra gli interventi incentivabili è incluso l’isolamento termico delle strutture verticali, oblique ed orizzontali purchè abbia un’incidenza superiore al 25% della superficie totale disperdente lorda.
Sui materiali isolanti così come sui listelli di terracotta SanMarco della finitura a vista, utilizzati per tali interventi, vengono date delle specifiche prescrizioni di carattere energetico ed ambientale che TERRACOAT® 110 soddisfa in pieno.
Per questi motivi TERRACOAT®110 è la scelta giusta per conseguire i benefici fiscali oltre che realizzare involucri edilizi sicuri, duraturi ed esteticamente significativi.

Share:

Approfondimenti